BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
E' MORTO IL 29ENNE GIORNALISTA ANTONIO MEGALIZZI: IL JIHADISMO UCCIDE UN ALTRO ITALIANO: È morto Antonio Megalizzi, il giornalista 29enne ferito martedì sera nell'attentato di Strasburgo Redazione-Non ce l'ha fatta Antonio Megalizzi, il giornalista di 29 anni rimasto gravemente ferito nell'attentato terroristico di Strasburgo, lo scorso 11 dicembre.La triste notizia è stata confermata anche ALTRO CHE PAPA FRANCESCO: DONALD TRUMP FIRMA UNA LEGGE PER LA DIFESA DEI CRISTIANI PERSEGUITATI DAGLI ISLAMICI: Redazione-Altro che il papa buonista amico di clandestini e islamici Bergoglio, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato una legge in difesa dei cristiani perseguitati dalle sottoculture islamiche. Dal Vaticano gelo alla proposta americana.Il governo degli Stati Uniti, per CHERIF CHEKAT IL KILLER DI STRASBURGO E' STATO UCCISO DALLE FORZE SPECIALI. L'ISIS: -ERA UN NOSTRO SOLDATO-: Cherif Chekatt si era rifugiato in un magazzino non lontano da Neudorf, dove aveva fatto perdere le tracce 48 ore fa dopo lʼattentato Redazione-L'attentatore di Strasburgo, Cherif Chekatt, è stato ucciso in un blitz delle forze speciali. Il killer, che non A24-A25, IL MINISTRO DANILO TONINELLI AI SINDACI DI ABRUZZO E LAZIO: - PIU' PROTESTATE FACENDO CAMPAGNA ELETTORALE CONTRO IL GOVERNO: Redazione-<<C’è un messaggio che voglio mandare, ancora una volta, ai sindaci di Abruzzo e Lazio che hanno annunciato per oggi un’altra manifestazione, questa volta vicino al Senato, in merito alle autostrade A24-A25. Voglio dire loro che protestando contro il Governo FDI E GN: -IL SENATORE MARCO MARSILIO DIMOSTRA ANCORA UNA VOLTA DI AVERE A CUORE LE SORTI DELL'AQUILA-: Redazione-Con la sua proposta di emendamento, che se approvato sventerebbe l'aumento dei pedaggi dal prossimo anno, il senatore Marco Marsilio dimostra ancora una volta di avere a cuore le sorti dell'Aquila e le aree interne. È quanto affermano il portavoce L'AQUILA, FDI: -FINALMENTE I GIUDICI DEL CONSIGLIO DI STATO HANNO MESSO LA PAROLA FINE-: Redazione-Finalmente i giudici del Consiglio di Stato hanno messo la parola fine a una vicenda che non sarebbe neanche dovuta iniziare. Hanno stabilito che il ricorso  era infondato e, nonostante il giudizio del Tar, gli intrepidi quanto spregiudicati ricorrenti hanno SAN NUNZIO SULPRIZIO-IL SENTIERO DELLA SEMPLICITA', UN LIBRO DI EDOARDO DE LUCA: Redazione-Secondo libro pubblicato, dopo la canonizzazione del santo, e primo scritto da un autore abruzzese laico locale, di Scafa (PE), paese a pochi chilometri da Pescosansonesco.E' una strenna di Natale, in uscita nell'anno stesso della canonizzazione, il libro "San Nunzio -SOS NATALE IO SEGNALO- , ARRIVA IL NUMERO WHATSAPP PER DENUNCIARE CHI VIETA IL PRESEPE A SCUOLA: Redazione-Si chiama “SOS Natale Io segnalo”, il servizio di denuncia, attraverso un apposito numero di telefono WhatsApp – il 3397360574  – al quale i genitori, spesso intimoriti nel denunciare pubblicamente quello che è un vero e proprio sopruso verso i SECONDO STEVE BANNON PAPA FRANCESCO -STA CON L'ELITE GLOBALISTA-: Redazione-Steve Bannon sembra aver cambiato la sua personale opinione su papa Francesco.L'ex guru di Donald Trump, in riferimento allo scandalo - abusi che sta interessando la Chiesa cattolica negli Stati Uniti, aveva in qualche modo preso le difese del pontefice -UN NUOVO PIANO FINANZIARIO PER BLOCCARE I RINCARI-: APPELLO AL GOVERNO DA STRADA DEI PARCHI: Redazione-Su decisione del Concessionario lo scorso autunno erano stati sospesi gli aumenti (12,9%) entrati in vigore il primo gennaio 2018 decisi dal precedente governo.Il primo gennaio aumenteranno i pedaggi autostradali in tutta Italia.Vale la pena di ricordare che, dall’ottobre scorso

I MIGRANTI DI DON BIANCALANI ORGANIZZANO UNA FESTA A BASE DI ALCOL E TERRORIZZANO I VICINI: INTERVENTO DEI CARABINIERI

Gli Ospiti di Don Biancalani Gli Ospiti di Don Biancalani

Redazione-Ancora tensione a Vicofaro tra i cittadini esasperati e finti profughi spacciatori  di Don Biancalani. Domenica sera i fankazzisti hanno organizzato una festa a base di alcol e musica a tutto volume sfociata in rissa e urla in piazza. La protesta dei residenti:  «Per qualche ora abbiamo tollerato la musica ad alto volume e la confusione, poi a causa dell’alcol sono iniziate le liti e le urla in piazza».«Non siamo razzisti. Ma abbiamo paura». Lo hanno ribadito domenica sera, dopo aver chiamato le forze dell’ordine. E lo hanno ripetuto ieri mattina al sindaco durante l’incontro che hanno avuto con lui in palazzo comunale i cinque residenti di Vicofaro. Che in rappresentanza dei 190 firmatari, hanno rappresentato al primo cittadino la situazione illustrata già nella petizione protocollata in comune la scorsa settimana: una situazione definita ormai ingestibile ed insostenibile, a causa dei tanti, troppi giovani profughi che, a qualunque ora del giorno e della notte, continuano a gravitare attorno alla parrocchia di don Massimo Biancalani, nonostante l’ordinanza di sgombero per questioni di incolumità un mese fa.

Gli abitanti di via Santa Maria Maggiore e zone limitrofe ci tengono a sottolinearlo ogni volta: il razzismo non centra, ma si tratta semplicemente di numeri troppo elevati e mancanza di controllo e di educazione. Come nel caso di domenica sera, quando si sono trovati a dover chiamare le forze dell’ordine a causa di una festa di compleanno di un giovane profugo organizzata nella canonica della chiesa, alla quale, alla fine, si sono ritrovate ad essere presenti decine di migranti senza che, a un certo punto, vi fosse qualcuno a controllare ciò che stava succedendo: «Per qualche ora abbiamo tollerato la musica ad alto volume e la confusione, poi a causa dell’alcol sono iniziate le liti e le urla in piazza». Seguite da un fuggi fuggi quando sul posto sono arrivate tre pattuglie: polizia, carabinieri e vigili urbani.

«È stato un mio errore, e chiedo scusa ai vicini per l’accaduto, ma questo non c’entra niente con quanto concerne la gestione del Centro di accoglienza straordinario»: don Massimo Biancalani spiega che quanto è accaduto domenica a Vicofaro deriva dalla possibilità che lui stesso ha dato a un ragazzo inserito nel progetto del Cas (ora a Ramini) di festeggiare il compleanno nel salone della parrocchia. «In quel momento – spiega il parroco – io non c’ero. Mi spiace che la situazione sia degenerata. È stata una mia ingenuità lasciare che si svolgesse quella festa, ma vorrei che l’accaduto

non fosse confuso con la gestione del Cas». —

Fonte:riscattonazionale.org

 

Ultima modifica ilGiovedì, 25 Ottobre 2018 21:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.