BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ANAGNI, TERREINAZIONE 2019: IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA CULTURA POPOLARE: Redazione- Terre in azione, terre che cantano e si raccontano, terre che ballano e che s’incontrano. Le nostre terre di oggi e di ieri, ma anche le terre lontane da noi, e quelle vicine, nonostante le lontananze: i colori, i COR VELENO, FUNKALLISTO, ENZA'S CHOO-CHOO TRAIN DAL 25 AL 31 LUGLIO AL PARCO SCHUSTER DI ROMA: Redazione- Musica, teatro e nuove tendenze sono le tre parole chiave della programmazione di Parco Schuster dal 25 al 31 luglio, con una chiusura del mese in grande stile in compagnia di Cor Veleno con Spirito Che Suona Tour (25 FESTIV'ALBA SI SPOSTA A ROSCIOLO DEI MARSI: 3 CONCERTI ALL'INTERNO DELLA CHIESA DI S. MARIA IN VALLE PORCLANETA. CRESCE L'ATTESA: Redazione- Alba Fucens. Dopo la bellissima esibizione dell’Orchestra Sinfonica Giovanile Europe, andata in scena domenica all’interno dell’anfiteatro romano di Alba Fucens alla presenza di 450 spettatori, Festiv’Alba trasloca a Rosciolo dei Marsi. La suggestiva chiesa di Santa Maria in Valle MUSICA, BALLI, SERATE SPECIALI E IL MARE DEI TRABOCCHI NELLA SETTIMANA DELLE VACANZE LUCHESI: Redazione-Musica e balli sotto le stelle, mercatini sul viale in festa, serata a tutto rock, storia, archeologia e un tuffo nel mare cristallino dei Trabocchi, nell'ambito del gemellaggio culturale entroterra-costa inaugurato lo scorso anno. Questi gli ingredienti della nuova tornata BILANCIO PIU' CHE POSITIVO PER IL FESTIVAL MOMENTI MUSICALI 2019: Redazione- Il Festival Momenti Musicali 2019, organizzato dall'Associazione Culturale “Il cuscino di stelle” nella persona di Armando Iadeluca, presidente dell'associazione, ha ospitato quattro giovani talenti musicali: il pianista Roberto Imperatrice che si è esibito il 5 luglio 2019 alle 21:00 CIVITA CASTELLANA, XXXI CIVITAFESTIVAL: IL PROGRAMMA DAL 17 AL 21 LUGLIO: Redazione- Dopo i primi appuntamenti che hanno visto per la prima volta in Italia Adam Pieronczyk Quintet, il dissacrante teatro di Antonio Rezza e la danza contemporanea francese di “Un po’ di più”, il CivitaFestival, giunto alla sua 31esima edizione, OTTO PER MILLE: GRAZIE ALLE POLITICHE DI PAPA FRANCESCO, LA CHIESA CATTOLICA PERDE DUE MILIONI DI BENEFATTORI: Redazione- Sempre meno contribuenti italiani destinano l’otto per mille alla Chiesa Cattolica. Dati alla mano, negli ultimi sette anni la Chiesa ha perso due milioni di benefattori. Il crollo degli introiti emerge dagli ultimi dati sulla ripartizione delle somme prelevate PIETRASECCA, LA SIGNORA GINA DI CARLO HA COMPIUTO 101 ANNI: AUGURI VIVISSIMI: Redazione- Apprrendiamo con gioia e con viva soddisfazione che la Sig.ra Gina Di Carlo di Pietrasecca ha raggiunto la venerabile età di 101 anni. Una donna che, sicuramente, ha contribuito a fare la Storia del meraviglioso ed antico borgo arroccato ANGIZIA LUCO, IL PRESIDENTE FAVORITI LASCIA. INCONTRO CON L'AMMINISTRAZIONE: Venerdì il termine per l'iscrizione al campionato di Eccellenza Redazione- Venti di bufera sull’Angizia Luco a tre giorni dalla chiusura dei termini per l’iscrizione al campionato di Eccellenza. Dopo quelle del Direttivo arrivano le dimissioni del presidente Omar Favoriti. “É una APPELLO DI C.RACKETE ALL'UE AFFINCHE' ACCOLGA I 500MILA PROFUGHI TENUTI IN LIBIA. SALVINI: -SIAMO ALLE COMICHE-: Redazione- In un'intervista alla Bild, la comandante della Sea Watch 3 fa un appello all'Unione europea perché accolga "il mezzo milione di persone tenute in Libia", compresi i rifugiati climatici". Matteo Salvini: "Siamo alle comiche".Carola Rackete, la capitana della Sea

GENOVA, DON PAOLO FARINELLA ABOLISCE LA MESSA DI NATALE: CHIESA CHIUSA CONTRO IL DL SALVINI

Don Paolo Farinella Don Paolo Farinella

Redazione-"Obiezione di coscienza" contro il dl Salvini. Con questa scusa il parroco della Chiesa di San Torpete a Genova ha deciso di non celebrare la Santa Messa del 24 dicembre.Anzi: la chiesa sarà chiusa "per fallimento" dalla vigilia di Natale fino al 5 gennaio dell'anno prossimo.Don Paolo Farinella non sembra intenzionato a fare passi indietro. Lo considera un messaggio per i cattolici che nel segreto dell'urna mettono la loro "x" sul simbolo della Lega e che inneggiano a "Salvini, uomo incolto, senza alcun senso dello stato e del diritto, sono complici di lesa umanità e di 'deicidio'".

Nella sua newsletter, il parroco "di frontiera" scrive che "Natale non è più natale cristiano: non più 'memoria' della nascita di Gesù, ma cinico fatto commerciale, mescolato a ripetuti riti e liturgie". Fin qui, nulla da eccepire. Ma poi Farinella parla di Gesù come "migrante dei migranti", come "emigrante perseguitato dalla polizia di Erode, fuggito alla persecuzione, accolto in Egitto e ritornato a stabilirsi a Nazaret, dopo un viaggio allucinante e pericoloso attraverso il deserto del neghev". Il don sostiene che i cristiani "sono complici del degrado di Natale, perché la memoria della nascita di Gesù non c'entra nulla con questo Natale, trasformato in saga paesana di abbuffate tra regali e presepi, mentre accanto 'i poveri cristi' muoiono di fame e freddo in mare, nei bordelli della Libia, pagati dall'Italia".

Al centro della protesta del parroco di Genova c'è - e ti pareva - il decreto Sicurezza voluto da Salvini e votato dal Parlamento. Il dl sull'immigrazione non piace a Farinella che invoca l"obiezione di coscienza" e decide di non celebrare il Santo Natale. Un decreto che il parroco considera "di massima insicurezza e sfregio dei valori e dei sentimenti più profondi della democrazia e del diritto". Non solo. Il decreto sarebbe "incostituzionale" così come il motto "prima gli italiani" sarebbe un "obbrobrio giuridico che fa straccio di secoli di conquiste ci civiltà giuridica".

"Ogni volta che si fa un torto sul piano del diritto alla persona del povero - scrive il prete - lo si fa direttamente a Gesù nella carne viva dei migranti. Con quale diritto i cristiani possono pretendere di celebrare il natale di quel Gesù che il loro paese, senza alcuna loro resistenza o protesta, espelle l'uomo nel figlio di dio?". E ancora: "Se Gesù, con Maria e Giuseppe, si presentasse da noi per celebrare la sua nascita, col decreto immondo di Salvini, sarebbe fermato alla frontiera e rimandato indietro perchè migrante economico, perchè senza permesso di soggiorno e perchè in Palestina non c'è una guerra 'vecchia' dal 1948".

"Tutto questo - insiste il parroco - avviene nel silenzio complice di un mondo cattolico che inneggia a un ministro che dondola un presepe di plastica, sventola un vangelo finto e illude con il Rosario in mano, senza suscitare un rigurgito di vomito dei cosiddetti cattolici da salotto".

Insomma: per tutti questi e altri motivi la chiesa di San Torpete a Genova "resterà chiusa perchè per un Natale senza Cristo, un Natale senza Dio, perchè Natale senza uomo". "Come è possibile - si chiede Farinella - aprire le chiese e baloccarsi con ninne-nanne, tu scendi dalle stelle, canti gregoriani, presepi scellerati, quando fuori il vero cristo è offeso, torturato, stuprato, vilipeso, venduto, schiaffeggiato, ucciso". E ancora: "Con quale diritto i cristiani possono pretendere di celebrare il Natale di quel Gesù che il loro Paese, senza alcuna loro resistenza o protesta, espelle l’Uomo nel Figlio di Dio?".Immediata è arrivata la replica del ministro dell'Interno: "Non ho parole. Questo 'prete' non danneggia me,

ma toglie il Natale ai genovesi e agli italiani".

Fonte:ilgiornale.it

Ultima modifica ilGiovedì, 13 Dicembre 2018 22:20

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.