BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
FRANCAVILLA, LO PSICHIATRA DELL'UNIVERSITA' DI CHIETI MASSIMO DI GIANNANTONIO SUL CASO DI FAUSTO FILIPPONE: -NELLA SUA MENTE ERA TUTTO: Redazione-"Ci siamo trovati di fronte a un muro insormontabile e invalicabile". Così il professore Massimo Di Giannatonio a 'Radio Capital' parlando di Fausto Filippone, il 49enne che domenica, dopo aver lanciato da un viadotto dell'A14 la figlia Ludovica di 10 TEATRO DEI MARSI, UN FIORE ALL'OCCHIELLO DEL MOVIMENTO CULTURALE MARSICANO: Redazione-Un Teatro dei Marsi sempre più fiore all’occhiello del movimento culturale marsicano. Questo, di fatto, è quanto emerso dalla conferenza stampa di fine stagione che si è tenuta stamane all’interno della sala consiliare del Comune di Avezzano. Presenti il sindaco di Avezzano Gabriele De PAPA FRANCESCO: -L'EQUAZIONE FRA TERRORISMO E ISLAM E' UNA SCIOCCHEZZA E UNA MENZOGNA-: Redazione-"Anche nella Chiesa, quando non si vive la logica della comunione ma delle corporazioni, può avvenire che si intraprendano vere e proprie strategie di guerra contro qualcuno per il potere, che a volte si esprime in termini economici, a volte -L'EURO? E' UNA GABBIA TEDESCA-, IL -PAOLO SAVONA PENSIERO-: Redazione-L’euro? È una gabbia tedesca. La Germania ha sostituito la volontà di potenza militare con quella economica. L’Ue? È viziata da «innata ingiustizia». Cosa fare? Bisogna ricorrere a un piano B per uscire dall’euro, se fossimo costretti. Sono alcuni passaggi PIANA DEL CAVALIERE, IL FESTIVAL PREPARA IL BIS: DUE SETTIMANE DI SPETTACOLI: Si comincia il 2 giugno, con i concerti dei giovani dell’Accademia del Festival Aperte le iscrizioni alle masterclass gratuite di perfezionamento musicale Redazione-Tra i borghi di Pereto, Rocca di Botte e Oricola, dal 9 al 22 luglio è in programma la seconda IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE JUNCKER MINACCIA SALVINI:- STAREMO ATTENTI A SALVAGUARDARE I DIRITTI DEGLI AFRICANI IN ITALIA-: Redazione- Juncker stavolta ha alzato troppo il tiro. Il presidente della Commissione Ue minaccia, anche se indirettamente, il futuro ministro degli Interni Matteo Salvini: “Staremo attenti a salvaguardare i diritti degli africani in Italia”. Ma a salvaguardare i diritti degli MATTARELLA CONVOCA AL QUIRINALE GIUSEPPE CONTE PER L'INCARICO DA PREMIER: AL VIA IL NUOVO GOVERNO GIALLO-VERDE?: Redazione-Giuseppe Conte salirà al Colle alle 17.30. La comunicazione ufficiale del Quirinale arriva dopo la conferma sul suo nome di Lega e M5S per il conferimento dell'incarico da premier. Finisce così, salvo ulteriori colpi di scena, l'attesa per la formazione L'ECONOMISTA PROF.RE NINO GALLONI: -LO STATO ITALIANO DEVE TORNARE A STAMPARE MONETA-: Redazione-Nino Galloni, economista ed ex direttore generale al ministero del Bilancio, sindaco effettivo dell’Inpdap dal 2002 al 2010 e attualmente membro effettivo del Collegio dei sindaci dell’Inps in una recente intervista è stato chiaro: con una moneta sovrana l’Italia potrebbe creare dai IL MINISTRO DEGLI ESTERI DEL LUSSEMBURGO JEAN ASSELBORN MINACCIA L'ITALIA: -MATTARELLA NON PERMETTA CHE UN GOVERNO POPULISTA DISTRUGGA TUTTO-: Redazione-Dopo Francia e Germania, anche in Lussemburgo minacce l’Italia: “Mattarella non permetta che il governo populista distrugga tutto il lavoro fatto negli ultimi anni”. Si, massacrare agricoltori, lavoratori, aziende, famiglie, giovani e pensionati.“Spero che il presidente” della Repubblica Sergio Mattarella “non permetta” al LA CORALE ARMONIA SINFONICA PRESENTA LA IV RASSEGNA -VIVERE LA MUSICA AD ORICOLA, SABATO 26 MAGGIO A PARTIRE DALLE ORE: Redazione-La Corale Armonia Sinfonica presentarà, Sabato 26 Maggio a partire dalle ore 18:30 presso la Chiesa SS. Salvatore di Oricola, la Quarta Rassegna del"Vivere la Musica"(In onore di Santa Restituta).Parteciperà all'evento anche la Corale G.B. Martini di Colleferro diretta dal

IL REDDITO DI CITTADINANZA DEI PENTASTELLATI E' PURA DEMAGOGIA

Di Maio Di Maio

Redazione-Da gente che delira ogni giorno su scie chimiche, pomodori antigelo, microchip sottocutanei, l'Aids che non esiste e le sirene invece sì, il falso sbarco sulla luna, il complotto dei frigoriferi a Roma, lo smog che uccide più della peste, non c'era certo da aspettarsi tanto di meglio. 

Il reddito di cittadinanza è stato uno dei motori principali, se non il più potente, della crescita del consenso elettorale dei grillini, da parte dei parassiti che preferiscono prendersi un po' di soldi senza cercarsi un lavoro, stando a casa a far niente campando sulle spalle dello Stato. E ciò si è visto dalle migliaia di grottesche richieste ai Caf del Sud, subito dopo il risultato del M5s il 4 marzo. Peccato che la proposta demenziale e puramente demagogica partorita dalle menti dei parlamentari M5s, sia semplicemente insostenibile, come più volte ripetuto da molti economisti. Le cifre ballano di centinaia di euro al mese, i progetti collaterali dalla formazione all'inserimento lavorativo rimangono vaghi e fumosi e le coperture sono solo pura fantasia.

Come prova che il reddito di cittadinanza sarebbe un fallimento nazionale, c'è ora un caso di studio locale: è la bella Livorno, dove il Comune grillino del sindaco Filippo Nogarin continua a sbagliare tutto. Nella città labronica il reddito di cittadinanza è una realtà già da due anni. Nogarin l'ha varato nel 2016, stanziando 300mila euro (a fronte però di 290mila euro di tagli al capitolo sociale del bilancio del capoluogo: una coincidenza non casuale) per garantire 500 euro al mese per 6 mesi a 100 nuclei familiari in difficoltà. L'anno dopo le risorse aumentano a quota 400mila euro, si triplica la platea dei beneficiari (348) i quali si vedono il loro assegno decisamente ridotto: da 80 ad un massimo di 220 euro, a seconda dei casi.

Eppure il grande statista Luigi Di Maio e tutto il movimento al gran completo, hanno sempre propagandato via social e via blog il reddito di cittadinanza alla livornese, come un esempio virtuoso delle capacità amministrative a cinque stelle e della possibilità di estenderlo a livello nazionale, richiamando la scelta «pionieristica nella lotta alla povertà» di cui parlava Nogarin. Lo stesso che oggi deve fare i conti con stanziamenti insufficienti e conti sbagliati. Per il 2018 raggranellare le risorse necessarie sarà praticamente impossibile. Ad oggi, infatti, sono disponibili solo 200mila euro (metà del fabbisogno del 2017), che servirà a fatica ad erogare 200 euro a testa per 170 cittadini. Un'elemosina.

A livello nazionale sarebbe ancora peggio. Il reddito di cittadinanza a geometria variabile (da 780 euro mensili per i single a 1.950 per famiglie con due figli che hanno più di 14 anni) costerebbe 17 miliardi. Nel magico mondo di Di Maio ad ogni disoccupato verrebbero offerti tre posti di lavoro, pena la decadenza del reddito di cittadinanza se li rifiutasse tutti. I disoccupati in Italia sono 2,8 milioni (dato Istat 2017), significa che Di Maio promette 2,8 milioni di posti di lavoro, e garantirà quasi 9 milioni di offerte di lavoro.

Se non è pronto a fare il premier lui chi altri? 

Fonte:Fabrizio Boschi-ilgiornale.it

Ultima modifica ilMercoledì, 25 Aprile 2018 12:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.