BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SIRIA, L'ISIS ANNUNCIA DI AVER UCCISO IL CROCIATO ITALIANO LORENZO ORSETTI: Redazione-L'Isis ha annunciato avere ucciso "un crociato italiano" nei combattimenti a Baghouz, l'ultima roccaforte degli estremisti nella parte orientale del Paese, dove da settimane combattono le forze curdo-arabe. Su Telegram, l'Isis ha pubblicato la tessera sanitaria e la carta di CHIETI CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE DEL SERVIZIO SOCIALE: Redazione-L’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Abruzzo celebra, per il secondo anno consecutivo, la Giornata Mondiale del Servizio Sociale a Chieti il 19 marzo dalle ore 9.00 alle ore 14.00 presso l’Auditorium del Rettorato dell’Università “G. D’Annunzio” . A Chieti, OLANDA, UN UOMO SPARA DENTRO UN TRAM: UN MORTO E DIVERSI FERITI. IPOTESI DI ATTACCO TERRORISTICO: Redazione-Una sparatoria a bordo di un tram. Sono queste le prime notizie che arrivano da Utrecht, Olanda, dove questa mattina sarebbe stati esplosi alcuni colpi di arma da fuoco proprio a bordo di uno dei mezzi pubblici della città. Secondo quanto riportano L'AQUILA, GN: #IOSTOCONBIONDI: Redazione-Nella notte, alcuni militanti hanno affisso uno striscione per ribadire la piena solidarietà al Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi da parte del movimento giovanile Gioventù Nazionale della Provincia dell’Aquila.“Ieri come oggi sempre al tuo fianco" #iostoconBiondi.Un uomo, un guerriero, un grande CARSOLI, OTI: GIANNI DE CRESCENZO E' IL NUOVO AMMINISTRATORE DELEGATO: Redazione-Cambio di vertice per Oti Officine Terapie Innovative. La storica azienda produttrice di medicinali omeopatici ha nominato Gianni De Crescenzo nuovo amministratore delegato. Medico specializzato in Malattie Infettive, De Crescenzo vanta 30 anni di esperienza nel settore farmaceutico. Dopo la SCONFITTA PESANTE PER IL REAL CARSOLI CHE PERDE FUORI CASA CONTRO IL PIZZOLI PER 0-5: Redazione-Sconfitta pesantissima per il Real Carsoli che perde fuori casa per 0-5 contro il Pizzoli. Continua, così, la serie negativa della squadra di Mr. Tarquini da inizio d’anno. La speranza di tutti i tifosi e della dirigenza è che si L'ULTIMO VANEGGIAMENTO DI AMNESTY INTERNATIONAL: -I CRISTIANI MASSACRATI IN NIGERIA? COLPA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI: Redazione-Negli ultimi tre anni almeno 3.641 persone sono morte in Nigeria nel conflitto tra pastori musulmani Fulani e agricoltori cristiani. Lo ha denunciato Amnesty International in un interessante rapporto (“Harvest of Death: Three Years of Bloody Clashes Between Farmers and MUSEO ARCHEOLOGICO DELL'ANTICA KAULON, ASPETTANDO LA MUSICA: MIMMO CAVALLARO TRIO: Redazione-A Monasterace, caratteristico centro della fascia jonica reggina, il Museo archeologico dell’antica Kaulon aderisce ad Aspettando la Festa della Musica, iniziativa promossa dal MiBAC, proponendo giovedì 21 marzo 2019, alle ore 18.30, Mimmo Cavallaro trio.Il “Trio (Mimmo Cavallaro, Andrea Simonetta LA NUOVA PORSCHE 911 CON FASCINO E APPEAL SENZA TEMPO, INCANTA LA CAPITALE: Redazione-Grande successo per la presentazione a Roma il 14 marzo della nuova Porsche 911 Time-less machine, presso il Prati Bus District, un evento luxury e fashion firmato Monica Mattei Events per Autocentri Balduina Centri Porsche di Roma.Oltre 800 invitati per ROMA LIBERTY E DINTORNI: DAL 21 MARZO AL 7 APRILE 2019: Redazione-Dal 21 marzo al 7 aprile Turismo Culturale Italiano ha organizzato una nuova rassegna di appuntamenti con l’arte a Roma nel periodo a cavallo tra Otto e Novecento e che coinvolge gli stili e i movimenti in auge in quell’epoca:

IL VESCOVO RAFFAELE NOGARO DI CASERTA: -MOSCHEE AL POSTO DI CHIESE PER SALVARE VITE-

Papa Bergoglio con il Vescovo Nogaro Papa Bergoglio con il Vescovo Nogaro

Redazione-Monsignor Raffaele Nogaro, vescovo emerito di Caserta, è uno di quelli che ha firmato l'appello per il "digiuno a staffetta".L'iniziativa che, stando a quanto comunicato dagli stessi aderenti, si prolungherà per dieci giorni e che mira a contestare le politiche messe in campo dal governo e dall'Ue in materia di gestione dei fenomeni migratori.

Ieri si è tenuta la prima manifestazione. Una vera e propria protesta inscenata tra piazza San Pietro e quella antistante Montecitorio. A fare da "front man" c'era padre Zanotelli, che ha richiamato gli ammonimenti del pontefice argentino: "Siamo qui davanti a San Pietro - ha scandito, come riportato da Repubblica - non tanto per la Basilica quanto per la vicinanza a Papa Francesco, che incoraggiamo a dire le parole forti che sta dicendo a favore dei migranti, e siamo qui con questa lampada per Francesco. Se c'era un uomo appassionato per i poveri era lui. Oggi - ha sottolineato - lo sentiamo presente con noi attraverso questa lampada che ci guiderà in questo cammino e in questo digiuno, perché davvero la voce di chi non ha più voce in Mediterraneo e in Libia abbia più voce domani".

Il Papa, insomma, come riferimento valoriale delle rimostranze a favore degli immigrati. Un simbolo del "migrazionismo", direbbero i detrattori del pontefice, considerato dai digiunanti più importante della stessa "Basilica", quindi del Vaticano. Ma durante la manifestazione, oltre a Bergoglio e al santo di Assisi, è stato richiamato anche un altro uomo di Chiesa. Quel monsignor Nogaro che, come detto, fa parte dell'elenco dei sottoscrittori del documento di presentazione dell'iniziativa.

Il vescovo, attraverso un'intervista rilasciata di recente, aveva fatto una riflessione che potrebbe essere considerata abbastanza choccante. Virgolettati che sono stati riportati ieri dallo stesso Zanotelli. Come a dire che sono condivisi. Tra le letture scelte, infatti, è stato selezionato questo passaggio: "Moralmente - aveva dichiarato Nogaro - e da uomo di fede sarei pronto a trasformare tutte le chiese in moschee se fosse utile alla causa e se consentisse di salvare la vita di uomini e donne, poveri e infelici, perché Cristo non è venuto sulla terra per costruire chiese ma per aiutare gli uomini indipendentemente dalla razza, dalla religione, dalla nazionalità. E invece ci sono politici che nei loro comizi continuano a predicare le espulsioni e la cosa peggiore è che lo fanno con la corona e il rosario in mano e nominando il nome di Dio invano, un peccato molto grave". Parole che magari potevano essere sfuggite, ma che dopo la giornata di ieri hanno iniziato a rimbalzare sui social.

Moschee al posto di chiese, in caso fossero utili alla sopravvivenza dei migranti. Il riferimento appare chiaro. Anche se non viene esplicitato preferendo parlare di una generica categoria comprendente "uomini e donne" e "poveri e infelici" Poi la stoccata del vescovo a Matteo Salvini, che da un palco, durante la campagna elettorale, aveva giurato tenendo un rosario in mano.

I cosiddetti "preti di strada" hanno già deciso da che parte stare.

Fonte:Giuseppe Aloisi-ilgiornale.it

Ultima modifica ilMartedì, 17 Luglio 2018 22:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.