BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
FESTA DELLA LIBERAZIONE A TRIESTE: NELLA SFILATA DELLA CELEBRAZIONE SPUNTANO LE BANDIERE DI TITO, IL COMUNISTA CHE INFOIBAVA GLI ITALIANI: Redazione-Bandiere di Tito a Trieste “in un luogo che dovrebbe essere di unità e di ricordo”. E il Pd che è preso da un attacco di afasia. Questo 25 aprile oltre a essere diventato una sagra paesana rivela aspetti vergognosi. Implacabile la rabbia di  Massimiliano ROCCA DI MEZZO, NUOVA EDIZIONE DELLA FESTA DEL NARCISO: Redazione-Correva l'anno 1947 ed era da poco terminata la Seconda guerra mondiale. L’intera comunità dell’Altipiano delle Rocche si riuniva creando una festa di rinascita e speranza per far fronte alle ferite che il conflitto aveva provocato. E quale miglior modo DIVIETO DI TRANSITO SUL VIADOTTO PULETO DELLA STATALE 3BIS-E45-: ANCHE GLI AUTOTRASPORTATORI ABRUZZESI SUBISCONO DISAGI: Redazione-A due mesi dal divieto di transito sul viadotto Puleto della statale 3bis (E45), il tratto di strada continua ad essere chiuso, costringendo i conducenti di veicoli pesanti a dover compiere lunghe e scomode deviazioni. Anche gli autotrasportatori della regione SUI SENTIERI DELLA DEA ANGIZIA CON IL TRAIL DEI MARSI: Redazione-Oltre duecento partecipanti per un percorso di diciotto km e 1100 metri di dislivello, attraverso gli antichi e suggestivi sentieri che solcano i monti luchesi. Sono questi i numeri di riguardo per la seconda edizione dell'attesissimo "Trail dei Marsi, sui -IL NOSTRO 25 APRILE, LA NOSTRA LIBERTA'- : STORIA E STORIE DELLA LIBERAZIONE A LUCO DEI MARSI: Redazione-La Liberazione attraverso la Storia, le storie, le lotte, i protagonisti e le vittime, lo sguardo di quanti quei protagonisti, spesso vittime, hanno conosciuto, direttamente e indirettamente, per "una riflessione forte e condivisa sui valori celebrati nella Liberazione e sull'urgenza A MESSINA IL FANTASTICO E INTERNAZIONALE -HAPPY CIRCUS-: Attrazioni pluripremiate ed artisti di grande rilievo per la prima volta in Sicilia Redazione-Un mondo fantastico sotto lo chapiteau di “Happy Circus” con attrazioni pluripremiate, artisti di alto rilievo sotto la direzione artistica di Donna Orfei, è a Messina dal 26 GLI STUDENTI DEL LICEO -G.B.VICO- DI SULMONA IN VOLO VERSO L'AMERICA: Redazione-Il liceo “G.B. Vico” di Sulmona ha concluso una lunga avventura culturale, iniziata nel 2013 nell’ambito della ricerca sociologica sull’emigrazione, che ha coinvolto gli studenti del liceo delle Scienze Umane. Sotto la guida appassionata e competente dei docenti Carolina Lettieri NON E' POLITICAMENTE CORRETTO AFFERMARE CHE I RESPONSABILI DELLE STRAGI SONO ISLAMISTI E I CRISTIANI LE VITTIME: Redazione-A seguire le dichiarazioni ufficiali, gli interventi dei leader mondiali e i principali media, fino a ieri sera uno avrebbe detto che in Sri Lanka si è consumato un attentato di ignoti contro ignoti. Troppo difficile pronunciare la parola islam - ILLUMINIAMO IL VOLLEY- :SUL LUNGOMARE DI NAPOLI UN EVENTO SPORTIVO PER GRANDI E PICCINI: La mission: promozionare lo sport come alternativa alla strada Redazione-Domenica 28 aprile 2019, dalle ore 9 alle ore 13, sul lungomare di Napoli (ovvero lungo via Caracciolo) si terrà l’evento “Illuminiamo il Volley” organizzato dalla Nuova POLISPORTIVA PONTICELLI: si tratta della seconda edizione della festa del UN'ALTRA BOMBA ESPLODE IN UNA CHIESA IN SRI LANKA, IL GOVERNO AMMETTE: -E' TERRORISMO ISLAMICO-. AVRA' COMPRESO PAPA FRANCESCO?: Redazione-Gli attentati di Pasqua che hanno causato almeno 290 morti e 500 feriti in Sri lanka sono opera di sette kamikaze di un gruppo jihadista locale, dietro i quali c’è però una rete internazionale senza la quale non sarebbero stati

MIGRANTI, LA DICIOTTI NON ATTRACCA A TRAPANI. LINEA DURA DI SALVINI: -O SCENDONO IN MANETTE O NON SBARCA NESSUNO-

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini Il Ministro degli Interni Matteo Salvini

Redazione-La nave Diciotti della Guardia Costiera non attarcca al porto di Trapani, ma intorno alle 12 ha invertito la rotta. Il ministro Giorgio Salvini usa il pugno duro e insiste: Nessuno sbarco sarà autorizzato se i migranti che si sono macchiati del tentato ammutinamento non scenderanno in “manette”.È rimasta per alcune ore al largo di Trapani, vicono all’isola di Favignana. Poi la nave Diciotti della Guardia Costiera si è avvicinata al porto e stava per entrare quando ha invertito la rotta e, intorno alle 12, si è fermata in rada.Continua il braccio di ferro portato avanti da Matteo Salvini, che non intende cedere sulla possibilità di autorizzare lo sbarco se prima i responsabili della rivolta sulla Vos Thalessa non verranno assicurati alla giustizia.

L’arrivo era previsto già ieri pomeriggio. Poi però lo sbarco è slittato alla serata, infine a stamattina alle 8. Ma le indagini della squadra mobile e dello Sco, saliti ieri sera a bordo, hanno costretto il comandante a rallentare la rotta. Salvini in fondo era stato chiaro: nessuno sbarco sarà autorizzato se i migranti che si sono macchiati del tentato ammutinamento non scenderanno in “manette”.

La vicenda dei 67 immigrati inizia la sera del 9 luglio, quando la Vos Thalassa li recupera da un barcone al largo della Libia. Le indicazioni del Viminale invitano il rimorchiatore italiano a coordinarsi con la Guardia costiera libica per consegnare i clandestini alle autorità di Tripoli. Poi, però, avviene l’imponderabile. Alcuni migranti si accorgono che la nave sta facendo rotta verso Sud. Protestano, circondano un ufficiale e lo minacciano. La Vos Thalassa, come risulta dalle mail inviate alla Capitaneria di porto italiana, chiede l’intervento della Marina di Roma. Toninelli autorizza il trasbordo dei migranti dal rimorchiatore alla Diciotti, provocando l’irritazione di Salvini.

Lo scontro tra M5S Lega si è protratto fino ad oggi. Prima Di Maio, che ha definito “inimmaginabile” l’eventualità di chiudere i porti anche alle imbarcazioni italiane. Poi è stato il turno del ministro Trenta, che in una intervista Avvenire ha sfidato Salvini sull’accoglienza(schierandosi pure a difesa delle Ong). Ora la partita si sposterà sul piano dell’ordine pubblico e della giustizia. Il ministro dell’Interno non è disposto a cedere: intende vedere in galera i migranti che, con la loro rivolta, hanno impedito il contatto tra marina libica e Vos Thalassa.

Secondo quanto riporta Repubblica, da Innsbruck dove si trova per il vertice con gli altri ministri dell’Interno, Salvini avrebbe telefonato al capo di gabinetto al viminale per avere notizie dalla Diciotti. “Guarda che io insisterò sul fatto che questi devono scendere da bordo in manette – avrebbe detto – Altrimenti non sbarca nessuno. Quanti ne hanno beccati?“. Poi avrebbe raccontato: “A quanto pare due sono stati già individuati e altre quattro sono da identificare“. E sul blitz dei pm che non intendono emettere ordini di arresto prima dello sbarco in porto, replica: “Basta una telefonata ai magistrati delle forze dell’ordine presenti sulla nave.

Su questo non transigo, sono dei violenti che hanno dirottato una nave“.

Fonte:riscattonazionale.org

Ultima modifica ilMercoledì, 18 Luglio 2018 12:31

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.