BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ANAGNI, TERREINAZIONE 2019: IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA CULTURA POPOLARE: Redazione- Terre in azione, terre che cantano e si raccontano, terre che ballano e che s’incontrano. Le nostre terre di oggi e di ieri, ma anche le terre lontane da noi, e quelle vicine, nonostante le lontananze: i colori, i COR VELENO, FUNKALLISTO, ENZA'S CHOO-CHOO TRAIN DAL 25 AL 31 LUGLIO AL PARCO SCHUSTER DI ROMA: Redazione- Musica, teatro e nuove tendenze sono le tre parole chiave della programmazione di Parco Schuster dal 25 al 31 luglio, con una chiusura del mese in grande stile in compagnia di Cor Veleno con Spirito Che Suona Tour (25 FESTIV'ALBA SI SPOSTA A ROSCIOLO DEI MARSI: 3 CONCERTI ALL'INTERNO DELLA CHIESA DI S. MARIA IN VALLE PORCLANETA. CRESCE L'ATTESA: Redazione- Alba Fucens. Dopo la bellissima esibizione dell’Orchestra Sinfonica Giovanile Europe, andata in scena domenica all’interno dell’anfiteatro romano di Alba Fucens alla presenza di 450 spettatori, Festiv’Alba trasloca a Rosciolo dei Marsi. La suggestiva chiesa di Santa Maria in Valle MUSICA, BALLI, SERATE SPECIALI E IL MARE DEI TRABOCCHI NELLA SETTIMANA DELLE VACANZE LUCHESI: Redazione-Musica e balli sotto le stelle, mercatini sul viale in festa, serata a tutto rock, storia, archeologia e un tuffo nel mare cristallino dei Trabocchi, nell'ambito del gemellaggio culturale entroterra-costa inaugurato lo scorso anno. Questi gli ingredienti della nuova tornata BILANCIO PIU' CHE POSITIVO PER IL FESTIVAL MOMENTI MUSICALI 2019: Redazione- Il Festival Momenti Musicali 2019, organizzato dall'Associazione Culturale “Il cuscino di stelle” nella persona di Armando Iadeluca, presidente dell'associazione, ha ospitato quattro giovani talenti musicali: il pianista Roberto Imperatrice che si è esibito il 5 luglio 2019 alle 21:00 CIVITA CASTELLANA, XXXI CIVITAFESTIVAL: IL PROGRAMMA DAL 17 AL 21 LUGLIO: Redazione- Dopo i primi appuntamenti che hanno visto per la prima volta in Italia Adam Pieronczyk Quintet, il dissacrante teatro di Antonio Rezza e la danza contemporanea francese di “Un po’ di più”, il CivitaFestival, giunto alla sua 31esima edizione, OTTO PER MILLE: GRAZIE ALLE POLITICHE DI PAPA FRANCESCO, LA CHIESA CATTOLICA PERDE DUE MILIONI DI BENEFATTORI: Redazione- Sempre meno contribuenti italiani destinano l’otto per mille alla Chiesa Cattolica. Dati alla mano, negli ultimi sette anni la Chiesa ha perso due milioni di benefattori. Il crollo degli introiti emerge dagli ultimi dati sulla ripartizione delle somme prelevate PIETRASECCA, LA SIGNORA GINA DI CARLO HA COMPIUTO 101 ANNI: AUGURI VIVISSIMI: Redazione- Apprrendiamo con gioia e con viva soddisfazione che la Sig.ra Gina Di Carlo di Pietrasecca ha raggiunto la venerabile età di 101 anni. Una donna che, sicuramente, ha contribuito a fare la Storia del meraviglioso ed antico borgo arroccato ANGIZIA LUCO, IL PRESIDENTE FAVORITI LASCIA. INCONTRO CON L'AMMINISTRAZIONE: Venerdì il termine per l'iscrizione al campionato di Eccellenza Redazione- Venti di bufera sull’Angizia Luco a tre giorni dalla chiusura dei termini per l’iscrizione al campionato di Eccellenza. Dopo quelle del Direttivo arrivano le dimissioni del presidente Omar Favoriti. “É una APPELLO DI C.RACKETE ALL'UE AFFINCHE' ACCOLGA I 500MILA PROFUGHI TENUTI IN LIBIA. SALVINI: -SIAMO ALLE COMICHE-: Redazione- In un'intervista alla Bild, la comandante della Sea Watch 3 fa un appello all'Unione europea perché accolga "il mezzo milione di persone tenute in Libia", compresi i rifugiati climatici". Matteo Salvini: "Siamo alle comiche".Carola Rackete, la capitana della Sea

GENOVA, CROLLA IL PONTE MORANDI SULL'A10: 35 MORTI

Ponte Morandi Crollato Ponte Morandi Crollato

Redazione-È sprofondato mentre le automobili e i tir sfrecciavano in un senso e nell'altro  Un tonfo devastante di cemento e calcinacci che da oltre cinquanta metri di altezza si è riversato rovinosamente sul quartiere Sampierdarena, che corre sotto ponte Morandi, il viadotto sull'autostrada A10 che attraversa la Val Polcevera, e ha travolto automobili, palazzi e la linea ferroviaria.

Un inferno che ha coinvolto trenta auto e tre tir e ammazzato almeno 35 persone. "La dimensione è epocale - spiega all'Adnkronos il direttore del 118, Francesco Bermano - alcuni sono morti precipitando dal viadotto, altri rimanendo incastrati sotto le macerie". Forse il violento nubifragio, che questa mattina ha colpito Genova, ha causato il cedimento strutturale di una delle colonne all'altezza di via Fillak, nella zona di Sampierdarena, e il conseguente crollo della mastodontica struttura per almeno 200 metri di lunghezza 

Uscito da una galleria dell'autostrada, Alberto Lercari, autista Atp, ha sentito un boato assordante, poi si è trovato davanti a una coda di auto immobili. "La gente scappava venendo verso di me - racconta all'agenzia Agi - ho visto la gente corrermi incontro, scalza e terrorizzata... è stato orribile". A decine piangevano e urlavano: "Sta crollando il ponte, scappate!". Un crollo apocalittico che, intorno alle undici e un quarto di questa mattina, ferisce Genova nel suo cuore. Tra i morti ci sono anche una bambina e due operai dell'Amiu, la ditta che si occupa della raccolta rifiuti. Una devastazione senza precedenti che squarcia la città trasformandola in un campo di guerra. Il fumo che si leva tutt'intorno, le grida di terrore e di dolore degli automobilisti bloccati lungo le due carreggiate dell'autostrada A10 , le macerie del Ponte Morandi che si confondono con le case schiacciate sotto l'urto deflagrante. E in questo inferno i Vigili del Fuoco, con le squadre Usar e le unità cinofile, che si lanciano nella corsa contro il tempo per riuscire a salvare quei corpi imprigionati sotto il cemento. Provano a estrarli dalle lamiere delle automobili accartocciate su se stesse e a mettere in sicurezza quelle fughe di gas che potrebbero causare un'ulteriore tragedia.

"Eravamo fermi in coda e poi ho visto la tragedia alle mie spalle, poi più nulla". Mentre parla ai microfondi di RaiNews24, Corrado Cusano ha ancora la voce strozzata. Al momento del crollo decine di automobilisti hanno abbandonato la propria automobile per rifugiarsi, procedendo a piedi, all'interno della galleria che precede il viadotto. Una donna di 75 anni è rimasta intossicata nell'incendio che si è sprigionato dopo che la sua casa è stata schiacciata dal ponte. Ora si trova in camera iperbolica all'ospedale "San Martino". Il dramma è sotto gli occhi impotenti dei genovesi . Il ponte, che si è sbriciolato su se stesso, è infatti una delle arterie principali del nodo viario genovese che corre tra i caselli di Aeroporto e Genova Ovest. E dalle finestre e dai balconi di tutta la città resta ben visibile quel che resta del viadotto costruito negli anni Cinquanta e inaugurato dall'allora presidente Giuseppe Saragat. Ponte Morandi, con una lunghezza di 1.182 metri e un'altezza al piano stradale di 45 metri, attraversa la Val Polcevera ed è retto da tre piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza. Il crollo si è verificato nel secondo tratto, verso il raccordo con l'autostrada A7.

Come il ponte Morandi, altre decine di migliaia di ponti italiani sono a rischio crollo. E ogni anno puntualmente ne crollano una ventina solo che non fanno notizia perché non sono grandi come quello di Genova . Settimo Martinello la questione la conosce bene: è il direttore generale di 4 Emme, società di Bolzano ma con sedi in sedici città, che si occupa di ispezioni e verifiche sullo stato dei ponti. "In questo momento ne gestiamo cinquantamila". Non il ponte Morandi, però. "Quello era gestito dalle autostrade e di solito loro fanno le cose per bene, anche se quel ponte, lo sapevano tutti, aveva sempre avuto dei problemi". Il fatto, secondo Martinello, è che tutti i ponti realizzati in calcestruzzo fra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta sono a rischio. "Perché - spiega - sono arrivati a fine vita, non sono eterni ed è troppo facile prevedere che andranno giù tutti". Intanto a procura di Genova ha aperto un'inchiesta per disastro colposo e omicidio colposo plurimo a carico di ignoti per accertare le cause del crollo.

Sul luogo dell'incedente è anche arrivato il premier Giuseppe Conte: "Il bilancio ufficiale è di 22 persone decedute, 16 feriti di cui nove in codice rosso. Purtroppo da quello che ho constatato personalmente sin qui è un bilancio destinato a lievitare". Poi ha indicato un piano per evitare che quanto accaduto possa ripetersi: "È chiaro che dobbiamo subito programmare un intervento in via straordinaria. Dobbiamo lanciare un piano di monitoraggio per tutte le infrastrutture.

Non dobbiamo assolutamente consentire che tragedie del genere si ripetano".

Fonte:ilgiornale.it

Ultima modifica ilLunedì, 20 Agosto 2018 22:04

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.