BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CORINALDO, PAOLO IL MARITO DI ELEONORA GIROLIMINI MORTA ALLA LANTERNA AZZURRA: -MIA FIGLIA URLAVA MAMMA E' GIU'-: Redazione- Il marito di Eleonora Girolimini, la 39enne morta alla “Lanterna Azzurra” insieme a 5 ragazzi tra i 14 e i 16 anni, ha raccontato: “Ho visto mia moglie a terra, hanno provato a rianimarla ma aveva le labbra fredde. REAL CARSOLI VS VIRTUS PRATOLA CALCIO 3-1: UN RISULTATO CHE LASCIA BEN SPERARE PER IL PROSIEGUO DEL CAMPIONATO: Redazione- Un risultato importantissimo, quello odierno, colto dal Real Carsoli in casa contro il Virtus Pratola Calcio che gli assicura la solitaria posizione del sesto posto in classifica del campionato di prima categoria girone A. Una vittoria, insomma, che lascia TRAGEDIA IN DISCOTECA A CORINALDO, IDENTIFICATO CHI HA SPRUZZATO LO SPRAY URTICANTE: -VOLEVA RUBARE UNA CATENINA-: Redazione-Lo spray urticante al concerto di Sfera  Ebbasta lo ha spruzzato un minorenne. È stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato uno spray urticante all'interno della discoteca Lanterna Azzurra provocando il panico che ha poi portato alla morte GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA': -NON LASCIARE NESSUNO INDIETRO-: Redazione-Giovedì 13 dicembre 2018, alle ore 10.00, a Cosenza, presso la Biblioteca Nazionale di Cosenza, Sala “Giacomantonio, si terrà un convegno sul tema Non lasciare nessuno indietro - Potenziamento delle persone con disabilità e garanzia dell’inclusione e dell’uguaglianza.All’iniziativa, moderata dallo GIORNATA DELLA SOLIDARIETA’ A CARSOLI: UN’INIZIATIVA FINALIZZATA ALLA RACCOLTA FONDI PER L’ACQUISTO DI UNA NUOVA AMBULANZA(VIDEO): Redazione-In un’ottica delle forze in campo, si è svolta oggi in piazza Corradino a Carsoli la GIORNATA DELLA SOLIDARIETA’ in collaborazione con le associazioni di volontariato con il fine di raccogliere i fondi necessari per l’acquisto di una nuova AUTOAMBULANZA PARLA PAOLO, IL MARITO DI ELEONORA GIROLIMINI MORTA NELLA CALCA DELLA DISCOTECA A CORINALDO: -ERANO TUTTI UBRIACHI. I MIEI 4: Redazione-Tra le sei vittime della strage alla discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo c'è anche Eleonora Girolimini: la donna, che aveva accompagnato la figlia di 11 anni al concerto di Sfera Ebbasta, è morta insieme ad altri cinque ragazzi, tutti di età AGRICOLTURA DI COMUNITA' E NEORURALI ABRUZZESI: AL VIA IL CROWDFUNDING SOSTENUTO DA BANCA ETICA: Progetto selezionato da Banca Etica. tra le attività: rafforzare l'esperienza della Fiera della Neoruralità di Sulmona. Creare un web-coworking tra gli attori neorurali. Sviluppare azioni per favorire, nelle aree rurali, il mutuo aiuto e progetti condivisi. Redazione-"NeoRuralità... il dito BARI, UN ALTRO PRESEPE BLASFEMO: MARIA E GIUSEPPE CLANDESTINI, GESU' BAMBINO DI COLORE NERO SUL UN BARCONE CHE AFFONDA: Redazione-Un altro presepe blasfemo, volgare, oltraggioso e vomitevole per propagandare l’invasione di clandestini islamici, potenziali terroristi, stupratori e spacciatori. Nel comune di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari, Maria e Giuseppe sono dei clandestini e Gesù bambino è di -L'ITALIA ALZA LA TESTA-, STANDING OVATION DEI PARTECIPANTI PER MATTEO SALVINI IN PIAZZA DEL POPOLO A ROMA: -PRIMA GLI ITALIANI-: Redazione-In piazza del Popolo a Roma la kermesse della Lega 'L'Italia alza la testa'. Matteo Salvini sale sul palco accompagnato dalle note dell'aria della Turandot di Puccini 'Vincerò', mentre dalla piazza si accendono fumogeni tricolori. Salvini, ora senza felpa della Polizia ma in DRAMMA AD ANCONA, SEI MORTI E CENTINAIA DI FERITI AL CONCERTO DI SFERA EBBASTA IN UNA DISCOTECA: UNO SPRAY URTICANTE: Redazione-Tragedia in provincia di Ancona dove sei persone sono morte, schiacciate dalla folla nel panico in una discoteca. A scatenare intorno all'una di notte la ressa al 'Lanterna Azzurra' di Corinaldo - che ospitava il concerto del rapper Sfera Ebbasta

IL CDM APPROVA ALL'UNANIMITA' IL DECRETO MIGRANTI DI SALVINI: VIA I PERMESSI UMANITARI, PIU' RIMPATRI FORZATI E STOP BUSINESS

Matteo Salvini Matteo Salvini

Redazione-Trionfo per il ministro degli Interni Matteo Salvini, il consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità il decreto di migranti per combattere l’invasione islamica dell’Italia sostenuta per anni dal Partito Democratico: via il permesso umanitario per i clandestini, più rimpatri forzati e finalmente stop al business dell’accoglienza. Stavolta la pacchia è finita per davvero!Il decreto Migranti, nato dalla “fusione”dei due decreti Immigrazione e Sicurezza ideati da Matteo Salvini, è arrivato oggi in Consiglio dei ministri.Dopo le limature delle ultime ore, le norme volute dal ministro dell’Interno sono ora diventate reltà.Secondo quanto emerge dalla prima bozza che sta circolando in queste ore, all’interno del Dl migranti dovrebbe essere stata confermata la “sostanza” delle promesse fatte da Salvini in campagna elettorale e in questa estate di incontri e di comizi.

Intanto i rimpatri. Nella bozza è previsto il trasferimento al Fondo rimpatri di 500mila euro per il 2018 e i 1,5 milioni annui per il 2019 e il 2020. I soldi finiranno agli sportelli informativi comunali per gli stranieri che intendono accedere ai programmi di rimpatrio volontario. “Infatti – si legge nella relazione illustrativa – le attività di informazione e supporto ai migranti che intendono accedere ai rimpatri volontari e assistiti sono già svolte dalle organizzazioni internazionali della cui collaborazione si avvale il dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno, anche attraverso le progettazioni avviate sui fondi Fami”.

Per chi invece non ha intenzione di tornare volontariamente al suo Paese è previsto un rafforzamento dei centri di rimpatrio coatto. Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del dl Migranti, sarà possibile procedere per l’esecuzione dei lavori di costruzione o ristrutturazione dei Centri per i rimpatri attraverso procedure negoziate, per lavori di importo inferiore alle soglie comunitarie in un arco temporale di tre anni. L’obiettivo è quello di “ottenere un rapido ampliamento dei posti nei centri e facilitare l’esecuzione di provvedimenti di rimpatrio degli stranieri irregolarmente presenti nel territorio nazionale”. All’interno dei centri, peraltro, i clandestini potranno rimanere più che in passato, visto che il periodo massimo di trattenimenti passa da 90 a 180 giorni. Raddoppia.

Tra le misure più desiderate da Salvini, che ne ha parlato spesso in questi mesi, c’è l’abolizione del permesso di soggiorno per motivi umanitari.Si tratta di un tipo di permesso utilizzato in Italia in maniera molto più generosa che all’estero. Visto e considerato che la maggior parte dei permessi di soggiorno staccati in questi anni ai migranti sono proprio di tipo umanitario. “L’ampio ricorso a tale forma di tutela si fonda principalmente su una definizione legislativa dell’istituto dai contorni incerti – si legge nella relazione illustrativa – che lascia ampi margini ad una interpretazione estensiva in contrasto con il fine di tutela temporanea di esigenze di carattere umanitario per il quale l’istituto è stato introdotto nell’ordinamento”.

A sostituirlo ci saranno permessi di soggiorno per gravi condizioni di salute, per calamità naturale nel Paese di origine e per atti di particolare valore civile. Per quello che riguarda la salute, il dl specifica che non potrà essere un malanno qualsiasi a garantire la permanenza nel Belpaese. Ma deve essere una “eccezionale gravità tali arrecare un irreparabile pregiudizio alla sua salute in caso di rientro nel paese di origine”. Per quanto riguarda il permesso di soggiorno per gravi motivi di saluti, la relazione specifica che «si tratta del permesso di soggiorno per cure mediche quando lo straniero versi in condizioni di salute di eccezionale gravità tali arrecare un irreparabile pregiudizio alla sua salute in caso di rientro nel paese di origine”. Il permesso di soggiorno per salute, inoltre, sarà limitato al tempo necessario per curare la patologia. Poi si annullerà.

Quello per calamità naturale, invece, avrà una durata di sei mesi e, pur consentendo lo svolgimento di attività lavorativa, non è prorogabile né convertibile in permesso di soggiorno per motivi di lavoro.Il permesso per atti di particolare merito civile (ha durata biennale ed è convertibile in permesso per motivi di lavoro), invece, sarà invece rilasciato dal ministro dell’Interno, su proposta del prefetto competente per territorio, “fatte salve controindicazioni soggettive derivanti dalla sussistenza della pericolosità dello straniero per l’ordine pubblico e la sicurezza dello Stato”.

Esulta, contento, Salvini: “Decreto Sicurezza, alle 12.38 il Consiglio dei Ministri approva all’unanimità! Sono felice? – scrive su Facebook – Un passo in avanti per rendere l’Italia più sicura – aggiunge – Per combattere con più forza mafiosi e scafisti, per ridurre i costi di un’immigrazione esagerata, per espellere più velocemente delinquenti e finti profughi, per togliere la cittadinanza ai terroristi, per dare più poteri alle Forze dell’Ordine.

Dalle parole ai fatti, io vado avanti!”.

Fonte:riscattonazionale.org

Ultima modifica ilDomenica, 30 Settembre 2018 23:03

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.