BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Redazione

Redazione

URL del sito web:

TAEKWON-DO SARDEGNA PROTAGONISTA AL MONDIALE DI DUBLINO: FARIGU, ORIOLANI E SPANO CAMPIONI DEL MONDO

Redazione-ITF Dal 10 al 15 Ottobre, si è svolto a Dublino,in Irlanda, il Campionato del Mondo di Taekwon-do ITF, con oltre 1100 atleti provenienti da 60 Paesi. La delegazione italiana, composta da 35 atleti, contava con 7 atleti sardi: la pluricampionessa Silvia Farigu, Christian Oriolani, Mattia Spano, Maurizio Lai, Chiara Loi, Carla Melis e Pierluigi Tatti, tutti rappresentanti del team Tkd Sardegna, gestito dai maestri Farigu e Oriolani. Senza dubbio l'evento più importante della storia del Taekwon-do ITF sia in termini di partecipanti che per l'altissimo livello tecnico e organizzativo. Martedì 10, dopo le registrazioni e le operazioni di peso, l'evento ha preso avvio ufficialmente, con la cerimonia di apertura in cui Silvia Farigu e Massimo Persia hanno fatto da portabandiera azzurri. Nella prima giornata di gara arriva l'oro del team maschile nelle forme a squadre, davanti all' Argentina e dopo aver superato Irlanda e Russia nelle fasi eliminatorie. Oriolani e Spano si proclamano così campioni del Mondo insieme a Bos, Persia e Di Profio. Nella stessa specialità, la squadra femminile supera la Germania (campionesse europee in carica) e la Nuova Zelanda e si ferma in semifinale con la Norvegia,che poi vincerà la categoria. Un bronzo importante per la squadra, capitanata da Farigu e composta da Loi, Pinton, Pinton e Holzner. Nelle gare di forme individuali buona prestazione per Melis, Loi, Spano e Oriolani che superano diverse fasi eliminatorie ma non riescono ad arrivare a podio.

Silvia Farigu

Si ferma ai quarti anche Lai, dopo aver superato Albania, Uganda e Russia, per pochi decimi esce con un verdetto di 3-2 contro un atleta argentino poi vicecampione della categoria. Campionessa in carica in questa specialità, Farigu ha mostrato grande superiorità davanti alle avversarie ma con un sorprendente verdetto arbitrale è costretta a fermarsi ai quarti. La giornata si conclude con la prova del duo Farigu-Oriolani nel combattimento tradizionale che con una coreografia di elevata difficoltà tecnica e originalità, superano a punteggio pieno le fasi eliminatorie contro Belgio, Cile, Spagna, Inghilterra e si proclamano vice campioni del Mondo con un verdetto di 3-2 contro la Nuova Zelanda, campione in carica da 3 edizioni. La seconda giornata di gara ha visto impegnata ancora una volta Farigu che, in una categoria durissima di combattimento, riconquista il titolo di Campionessa del mondo, -50kg, scontrandosi con atlete di Russia, Usa, Argentina, Scozia e Irlanda. Nella giornata di venerdí ha debuttato Pierluigi Tatti, alla sua prima esperienza in azzurro, il settimese ha affrontato con grande determinazione il suo avversario poi finalista della categoria. Buona anche la prova di Carla Melis che dopo aver superato Canada e Irlanda, esce contro un’atleta russa in un match combattuto fino all’ultimo. Brillante la prova di Mattia Spano, che gestisce il match con grande tecnica e determinazione, e dopo un verdetto pari, viene penalizzato dall’ultima azione nell’extra round ed è costretto a fermarsi. Nonostante non riescano a ottenere medaglia, Spano, Melis e Oriolani si dimostrano all’altezza anche nelle specialità di tecniche speciali e di potenza. L’ultima giornata di gara, riservata alle gare di combattimento a squadre, vede impegnati Spano, che con la squadra maschile supera il primo turno con l’Argentina ed esce contro i colossi tedeschi poi vice campioni del mondo, e Farigu che con la squadra femminile viene fermata per un punteggio di 10-9 contro la squadra argentina. Nella classifica generale l’Italia è 9’ con 3 medaglie d’oro, 2 d’argento e 4 di bronzo. Il gruppo sardo si riconferma ai vertici del taekwon-do nazionale e mondiale e pensa già ai prossimi appuntamenti, a Novembre Silvia Farigu sarà impegnata nel campionato del mondo di Kick Boxing, mentre il 18-19 Novembre, si realizzerà a Capoterra un seminario internazionale con

il Maestro Tomaz Barada, vicepresidente del comitato olimpico sloveno.

Comments ()
  • Pubblicato in SPORT
  • 0