BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
IL TRICOLORE SVENTOLA A PONTIDA, SALVINI ALLE ONG: -GODETEVI I PORTI APERTI FINCHE' DURANO. TORNERO' AL GOVERNO-: Redazione- Il Tricolore debutta a Pontida. La rivoluzione "nazionale" impressa da Matteo Salvini alla Lega, un movimento che per più di venti anni ha guardato al Nord Italia, è compiuta con l'irruzione delle bandiera nazionali sul palco del "sacro pratone"."Se L'ON. JACOPO MORRONE DELLA LEGA: -SULL'IMMIGRAZIONE CONTE E L'UE CHIEDONO DI SILENZIARE LE NOTIZIE-: Redazione-"'Ridurre al minimo le esternazioni' sull’immigrazione. Lo leggiamo sui quotidiani di oggi. E’ l’invito del premier Giuseppe Conte al Governo e, va da sé, l’intimazione ai media a non sgarrare. La lungimirante politica immigratoria dell’esecutivo giallo-rosso punta a mettere il RAGAZZI DI IERI, GIOVANI DI OGGI: Redazione- Nel cuore della Sardegna, è appena nato un libro generazionale che la racconta tutta sui ragazzi di oggi e il confronto con i ben pensanti di ieri e di quei tanto amati anni 60/70/80/90 che mancano oramai a tutti.  FRANCESCHINI PLAUDE ALLO SBARCO DEI MIGRANTI DELLA OCEAN VIKING. SALVINI: -ITALIA CAMPO PROFUGHI D'EUROPA-: Redazione- I migranti a bordo della Ocean Viking sbarcheranno a Lampedusa e il leader leghista attacca: "Italia campo profughi d'Europa"Gli ottantadue migranti a bordo della Ocean Viking, la nave delle Ong Medici senza frontiere e Sos Mediterrane, sbarcano a Lampedusa, MIGRANTI, SENZA SALVINI AL VIMINALE A SETTEMBRE GIA' TRIPLICATI GLI SBARCHI: Redazione- Una ripresa degli sbarchi a settembre, numeri alla mano, è ben evidente. Al di là delle valutazioni politiche, sono i dati diffusi dal dipartimento Pubblica Sicurezza del Viminale a rendere in primo luogo oggettivi i dati: dall’1 all’11 settembre GABRIELE D'ANNUNZIO IN MUSICA: IL DOPPIO CD DEL -TRAETTA OPERA FESTIVAL-: Redazione- Il Traetta Opera Festival torna a far parlare di sé e lo fa con l’uscita di un lavoro dedicato a Gabriele D’Annunzio. Mentre il festival che prende il nome dal compositore bitontino Tommaso Traetta e che nell’ultima edizione- la numero quindici- ha AVVIATA LA NUOVA PROGRAMMAZIONE FORMATIVA DI CONFARTIGIANATO IMPRESE AVEZZANO: Redazione- A PARTIRE DAL PROSSIMO 19 SETTEMBRE PRESSO CONFARTIGIANATO IMPRESE AVEZZANO SARA’ POSSIBILE FREQUENTARE I NUOVI CORSI DI FORMAZIONE E SEMINARI TECNICI DEDICATI A DIVERSE CATEGORIE DI ATTIVITA’, DOVE SARANNO TRATTATI I SEGUENTI ARGOMENTI:19/09/2019 – BANCA DATI FGAS – attuazione MARE E MINIERE 2019: MAURO PALMAS QUARTETTO: Redazione- Mauro Palmas con il suo quartetto torna a veleggiare in Sardegna facendo rotta sabato 14 settembre alle ore 20.30 con il concerto che si terrà a Teulada sul palco di Piazzetta Sottsass, per approdare domenica 15 settembre alle ore TAGLIACOZZO, UN SUCCESSO LA MANIFESTAZIONE WINE & ART FESTIVAL: Redazione- Domenica 8 settembre, con la chiusura della seconda giornata di incontri, seminari, degustazioni nel fantastico Chiostro rinascimentale di San Francesco si è conclusa a Tagliacozzo (L’Aquila) la prima edizione del “Wine & Art festival”. Due giorni intensi in cui 35 CARSOLI, AL VIA DOMENICA LA QUINTA EDIZIONE DI -EDOMANISIGIOCA-: Redazione- Il prossimo 15 settembre si svolgerà presso il centro sportivo “Le Sequoie” a Carsoli, che sempre ringraziamo per l’ospitalità, la V edizione di EDOmanisigioca. Sarà una giornata dedicata interamente allo sport, all’arte e al gioco.Il tema centrale di questo

ORRORE IN INGHILTERRA, MIGLIAIA DI BAMBINE TORTURATE E STUPRATE DA GANG ISLAMICHE: ARRESTATI PAKISTANI E SOMALI

Gli Arrestati Gli Arrestati

Redazione-Le bambine innocenti pagano le conseguenze delle politiche scellerate e criminali, di sinistra e di destra, che hanno consentito l’ingresso in massa della sottospecie islamica con la sua cultura bestiale in Inghilterra. Un orrore nazionale che scuote l’opinione pubblica: gang islamiche hanno sequestrato, torturato e stuprato migliaia di bambine. Arrestate decine bestie tra pakistani  e somali.Pervertiti e disumani. Sono solo due degli aggettivi usati dal giudice di Leeds per descrivere 20 uomini, tutti di origine pachistana, condannati a Huddersfield. Quello che apparentemente sembra un Paese tranquillo nel cuore della Gran Bretagna nascondeva, e secondo diverse fonti nasconde tuttora, un giro di sfruttamento sessuale minorile inquietante. In altre parole, bambine anche di soli 11 anni sono state trasformate in schiave del sesso. Come? La gang adescava le prede per strada, all’uscita da scuola o alla stazione degli autobus. Apparentemente poteva essere un semplice invito a una festa. Ma qui, poi, c’erano gli alcolici. E dentro gli alcolici c’era la droga. Quello che succedeva dopo lo si può immaginare. “A un certo punto sono rimasta sola con uno di loro. Quella è stata la prima volta che mi hanno stuprato”, racconta K., che per motivi legali deve rimanere anonima. K. prima di quella sera non sapeva neanche cosa fosse il sesso.

Una volta che si entra nel giro, è praticamente impossibile uscirne. La quotidianità si trasforma, nel giro di qualche giorno, in un incubo a base di torture e minacce. Sì, perché se a 12 anni sei ricoperta dalla testa ai piedi di benzina e minacciano di darti fuoco, non dici di no. Ti lasci violentare. E se poi minacciano di dare fuoco pure a casa tua e alla tua famiglia, su quella macchina scura che ti aspetta davanti al cancello ci sali. Dai racconti delle vittime, oltre alle sfumature raccapriccianti, emerge infatti un fattore chiave: questi mostri riuscivano a controllare la mente delle adolescenti. È come se in qualche modo fossero diventate di loro proprietà. Proprietà dei loro stupratori. Solo per fare un esempio: la madre di una delle vittime ha raccontato che sua figlia ha rischiato di farsi male buttandosi giù dal balcone del primo piano di casa per uscire dopo che i suoi aggressori le avevano ordinato di incontrarli. Un’altra ragazza è invece riuscita a sfuggire agli abusi dopo che la gang pachistana ha dato fuoco a casa sua. La famiglia, di conseguenza, ha dovuto trasferirsi: “È stata la cosa migliore che potessero farmi, quella di dare fuoco a casa mia”

“Usate e abusate a volontà”

Gli abusi hanno avuto luogo tra il 2004 e il 2011. I 20 uomini di Huddersfield, che fanno tutti parte della comunità musulmana locale, sono stati condannati alla Leeds Crown Court al termine di tre processi: hanno commesso oltre 120 reati ai danni di 15 bambine e ragazze. Ma, secondo quanto è emerso dalle carte, una cosa è certa: molti aggressori non sono ancora stati identificati. Stessa cosa vale per le vittime. E non è finita qua: risale al 16 novembre, infatti, la notizia che altre 30 persone dello stesso paese sono accusate di stupro, maltrattamenti, traffico di minori e droga. Andranno a processo tra un anno.

Il leader della gang, Amere Singh Dhaliwal, un 35enne sposato con due figli, è stato condannato all’ergastolo. “L’entità e la gravità della tua violenza superano di gran lunga tutto ciò che ho visto in tutti i miei anni di lavoro”, ha affermato poco prima della sentenza uno dei giudici coinvolti. Le altre bestie del gruppo hanno preso invece dai cinque ai 18 anni. Utilizzavano tra loro nomi in codice come “Dracula”, “Bullo” o “Bestia”. Secondo quanto riportato da altri giurati di Leeds, gli aggressori, in particolare, predavano bambine e ragazzine giovani e vulnerabili. Una di loro avrebbe avuto infatti l’età mentale di un bimba di sette anni durante gli anni dell’incubo.

Orrore nazionale

Ma non è sol Huddersfield. È tutto il Regno Unito: è Rotherham, Oxford, Rochdale, Newcastle, Keighley, Halifax, Bristol, Aylesbury, Peterborough, Telford, Banbury, Derby. E certamente molte altre città.Dal 2005 ad oggi, circa 300 uomini sono stati condannati per stupro, traffico di minori e sequestro di persona. Di questi, il 99% fa parte della comunità musulmana locale.  In particolare si tratta nell’84% dei casi di persone di origini pachistane. Una più piccola fetta, invece, è di origine somala. C’è poi da considerare che molti processi e molte indagini sono ancora in corso. Non c’è poi da escludere la possibilità che alcune di queste gang fossero collegate tra loro, considerando il fatto che spesso le vittime venivano portate dall’altra parte del Paese per poi essere vendute ad altri uomini.

Questo crimine, fino a qualche anno fa, raramente veniva discusso nel Paese. Rappresentava una sorta di tabù. Questi abusi sessuali sono stati spesso ignorati o addirittura insabbiati. A Rotherham , infatti, dove 1400 bambine sono state stuprate e abusate per anni, la polizia si è scusata pubblicamente per avere ignorato per anni le innumerevoli richieste di aiuto da parte di ragazze e famiglie. Molti poliziotti hanno ammesso che avevano paura di essere identificati come razzisti affrontando l’argomento. E così, la protezione della reputazione istituzionale o della coesione comunitaria è venuta prima della vita di queste bambine.

Fonte:riscattonazionale.org

Ultima modifica ilMartedì, 20 Novembre 2018 19:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.