BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
FESTA DELLA LIBERAZIONE A TRIESTE: NELLA SFILATA DELLA CELEBRAZIONE SPUNTANO LE BANDIERE DI TITO, IL COMUNISTA CHE INFOIBAVA GLI ITALIANI: Redazione-Bandiere di Tito a Trieste “in un luogo che dovrebbe essere di unità e di ricordo”. E il Pd che è preso da un attacco di afasia. Questo 25 aprile oltre a essere diventato una sagra paesana rivela aspetti vergognosi. Implacabile la rabbia di  Massimiliano ROCCA DI MEZZO, NUOVA EDIZIONE DELLA FESTA DEL NARCISO: Redazione-Correva l'anno 1947 ed era da poco terminata la Seconda guerra mondiale. L’intera comunità dell’Altipiano delle Rocche si riuniva creando una festa di rinascita e speranza per far fronte alle ferite che il conflitto aveva provocato. E quale miglior modo DIVIETO DI TRANSITO SUL VIADOTTO PULETO DELLA STATALE 3BIS-E45-: ANCHE GLI AUTOTRASPORTATORI ABRUZZESI SUBISCONO DISAGI: Redazione-A due mesi dal divieto di transito sul viadotto Puleto della statale 3bis (E45), il tratto di strada continua ad essere chiuso, costringendo i conducenti di veicoli pesanti a dover compiere lunghe e scomode deviazioni. Anche gli autotrasportatori della regione SUI SENTIERI DELLA DEA ANGIZIA CON IL TRAIL DEI MARSI: Redazione-Oltre duecento partecipanti per un percorso di diciotto km e 1100 metri di dislivello, attraverso gli antichi e suggestivi sentieri che solcano i monti luchesi. Sono questi i numeri di riguardo per la seconda edizione dell'attesissimo "Trail dei Marsi, sui -IL NOSTRO 25 APRILE, LA NOSTRA LIBERTA'- : STORIA E STORIE DELLA LIBERAZIONE A LUCO DEI MARSI: Redazione-La Liberazione attraverso la Storia, le storie, le lotte, i protagonisti e le vittime, lo sguardo di quanti quei protagonisti, spesso vittime, hanno conosciuto, direttamente e indirettamente, per "una riflessione forte e condivisa sui valori celebrati nella Liberazione e sull'urgenza A MESSINA IL FANTASTICO E INTERNAZIONALE -HAPPY CIRCUS-: Attrazioni pluripremiate ed artisti di grande rilievo per la prima volta in Sicilia Redazione-Un mondo fantastico sotto lo chapiteau di “Happy Circus” con attrazioni pluripremiate, artisti di alto rilievo sotto la direzione artistica di Donna Orfei, è a Messina dal 26 GLI STUDENTI DEL LICEO -G.B.VICO- DI SULMONA IN VOLO VERSO L'AMERICA: Redazione-Il liceo “G.B. Vico” di Sulmona ha concluso una lunga avventura culturale, iniziata nel 2013 nell’ambito della ricerca sociologica sull’emigrazione, che ha coinvolto gli studenti del liceo delle Scienze Umane. Sotto la guida appassionata e competente dei docenti Carolina Lettieri NON E' POLITICAMENTE CORRETTO AFFERMARE CHE I RESPONSABILI DELLE STRAGI SONO ISLAMISTI E I CRISTIANI LE VITTIME: Redazione-A seguire le dichiarazioni ufficiali, gli interventi dei leader mondiali e i principali media, fino a ieri sera uno avrebbe detto che in Sri Lanka si è consumato un attentato di ignoti contro ignoti. Troppo difficile pronunciare la parola islam - ILLUMINIAMO IL VOLLEY- :SUL LUNGOMARE DI NAPOLI UN EVENTO SPORTIVO PER GRANDI E PICCINI: La mission: promozionare lo sport come alternativa alla strada Redazione-Domenica 28 aprile 2019, dalle ore 9 alle ore 13, sul lungomare di Napoli (ovvero lungo via Caracciolo) si terrà l’evento “Illuminiamo il Volley” organizzato dalla Nuova POLISPORTIVA PONTICELLI: si tratta della seconda edizione della festa del UN'ALTRA BOMBA ESPLODE IN UNA CHIESA IN SRI LANKA, IL GOVERNO AMMETTE: -E' TERRORISMO ISLAMICO-. AVRA' COMPRESO PAPA FRANCESCO?: Redazione-Gli attentati di Pasqua che hanno causato almeno 290 morti e 500 feriti in Sri lanka sono opera di sette kamikaze di un gruppo jihadista locale, dietro i quali c’è però una rete internazionale senza la quale non sarebbero stati

IL CARDINALE GERHARD LUDWIG MÜLLER: GLI IMAM IN CHIESA? TUTTI I FEDELI DEVONO RIBELLARSI, PROTESTARE E ANDARE VIA-

In evidenza Il Cardinale Gerhard Ludwig Müller Il Cardinale Gerhard Ludwig Müller

Redazione-Parla in modo pacato il cardinale Gerhard Müller, ma i suoi giudizi arrivano chiari e netti. Mi accoglie molto cordialmente nel suo appartamento a due passi dalla Basilica di San Pietro, che ha mantenuto anche dopo aver ricevuto il benservito da papa Francesco, che in un modo un po' brutale nel luglio 2017 non gli ha rinnovato l'incarico di prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede....

Omissis

Nei giorni scorsi è stato denunciato il caso di una messa ecumenica a Milano, in cui una pastora battista ha proclamato il Vangelo, fatto l'omelia, distribuito l'Eucarestia dopo aver seguito dietro al prete la consacrazione. Il parroco ha detto che la transustanziazione è solo uno dei modi di comprendere l'Eucarestia. E questo tipo di ecumenismo non è un fatto isolato.«È un atto quasi blasfemo. C’è una crassa ignoranza tra sacerdoti, vescovi e perfino cardinali: sono servitori della Parola di Dio ma non la conoscono, e non conoscono la dottrina. Se parliamo di transustanziazione, il Concilio Laterano IV, il Tridentino e anche il Vaticano II nonché alcune encicliche come la Mysterium Fidei (1965) hanno spiegato che con questa espressione la Chiesa constata la realtà della vera conversione del pane e del vino nella sostanza del corpo e del sangue di Gesù Cristo. In Inghilterra al tempo di Edoardo VI ed Elisabetta I (XVI secolo) c’era la pena di morte per quanti credevano nella transustanziazione. Tanti cattolici sono stati martirizzati e non è che perdessero la vita solo per un modo fra i tanti di intendere l’Eucarestia, ma era per la realtà del sacramento».

Ma cosa può fare un fedele se si trova a una messa del genere?

«Deve protestare pubblicamente. Ha il diritto di andare via o, se è capace, può dire qualcosa: Protesto contro questa desacralizzazione della Santa Messa; Sono venuto qui per celebrare la messa cattolica, non per partecipare a un costrutto di un parroco che non sa nulla della fede cattolica».Dopo il Giubileo della Riforma luterana, ora arrivano gli 800 anni dell’incontro di san Francesco con il Sultano. E già cominciano i corsi di islam nelle parrocchie e gli imam invitati in chiesa a spiegare chi è Gesù per l’islam.«Per noi è un’offesa dire che Gesù è solo un uomo, che non è il figlio di Dio, come si fa a invitare qualcuno in chiesa per farsi offendere? Ma oggi nel cattolicesimo c’è una cattiva coscienza verso la propria fede e ci si inginocchia sempre davanti agli altri. Prima il giubileo di Lutero, ora questo di san Francesco: si usano per protestantizzare e per islamizzare la Chiesa. Questo non è vero dialogo, alcuni di noi hanno perso la fede e vogliono farsi schiavi degli altri per farsi amare».

Qual è il problema più grave per la Chiesa oggi?

«La relativizzazione della fede. Sembra complicato annunciare la fede cattolica nella sua integrità e con una retta coscienza. Eppure il mondo di oggi merita la verità e la verità è la verità di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo. I falsi compromessi non servono all’uomo d’oggi. Invece di proporre la fede ed educare la gente, si tende sempre a relativizzare, si dice sempre un po’ di meno, meno, meno, meno C’è una orizzontalizzazione del cristianesimo, lo si riduce in modo da piacere agli uomini d’oggi, invece così si inganna la gente».Il Papa sta insistendo molto sul concetto di Fraternità universale.

Come deve essere intesa per evitare la confusione?

«Non mi sono piaciute tutte quelle grandi lodi dei massoni al Papa. La loro fraternità non è la fraternità dei cristiani in Gesù Cristo, è molto di meno. Sulla base della creazione siamo tutti figli di Dio. Tutti abbiamo un padre nel Cielo, ma questo padre si è rivelato in Israele, a Mosè, ai profeti e alla fine in Gesù Cristo. Sicuramente fratellanza è evitare guerre contro l’uno o contro l’altro, evitare liti tra popoli, ma non possiamo ridurre la fraternità a questo. Una religione universale non esiste, esiste una religiosità universale, una dimensione religiosa che spinge ogni uomo verso il mistero. A volte si sentono idee assurde, che descrivono il Papa come capo di una internazionale di sinistra o capo di una religione universale, ma questo è assolutamente contro l’istituzione del papato di Gesù Cristo. Gesù ha istituito Pietro come primo e principio della sua successione nel papato a causa della sua confessione o professione di fede: Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivo. Questa è la sostanza del papato, è la voce della

confessione della fede della Chiesa e non il capo dell’Onu».

Fonte:riscattonazionale.org

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.