BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
UNA LETTERA DEL DIAVOLO SCRITTA NEL 1676 DA SUOR MARIA CROCEFISSA DELLA CONCEZIONE, TRADOTTA E DECIFRATA DA UN TEAM DI: Redazione-"Dio non esiste, la trinità è un falso, ci sono solo io". Questo è il messaggio che emerge dalla celebre "Lettera del diavolo", la missiva scritta nel 1676 da suor Maria Crocifissa della Concezione, e per anni rimasta incomprensibile. Dopo ANTONIO SOCCI: "ESISTE UN PATTO TRA LA CHIESA E IL PD PER RIEMPIRE L'ITALIA DI IMMIGRATI": Redazione-A giugno scorso la politica italiana ha svoltato ed ha cominciato la volata dell’ultimo chilometro. Da allora tutto quello che accade va letto in chiave pre-elettorale, cioè in vista delle elezioni politiche. Tutto è finalizzato a quell’esame.Perché è stato decisivo CARSOLI, SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA: AVVISO MENSA SCOLASTICA MELKER GARAY AL PALAZZO VELLI EXPO DI ROMA CON LA SUA PRIMA MOSTRA PERSONALE ITALIANA: Venerdì 6 ottobre ore 18.30 | Palazzo Velli Expo, Roma Redazione-Inaugura venerdì 6 ottobre a Palazzo Velli Expo la prima personale italiana di Melker Garay intitolata Pensare il non-pensato. Ciò a cui il pensiero non può arrivare: quindici tele della serie VIBO VALENTIA, AL VIA LA MOSTRA DI ARTE CONTEMPORANEA "ARTIFICIALIA": Redazione-Il Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia, diretto da Adele Bonofiglio, promuove un ciclo di incontri dedicati all’arte contemporanea, nell’ambito dell’esposizione Artificialia, che dal 29 luglio del 2017 è posta in dialogo con la collezione permanente del Museo. Il primo IL DEBITO PUBBLICO ITALIANO ARRIVA A 2.300 MILIARDI, E' RECORD MONDIALE: Redazione-Nuovo record negativo del debito delle pubblico italiano: a luglio e’ stato pari a 2.300 miliardi, in aumento di 18,6 miliardi rispetto al mese precedente. Lo comunica la Banca d’Italia spiegando che l’incremento ha riflesso l’aumento delle disponibilita’ liquide del PROSEGUE SENZA SOSTA LA PROGRAMMAZIONE ARTISTICA DI HARMONIA NOVISSIMA: IN ARRIVO LA 2^ EDIZIONE DI AUTUNNO IN MUSICA: Redazione-Dopo aver annunciato i quattordici eventi che andranno in scena al Teatro di Marsi di Avezzano, e aver svelato l’ospite del concerto di Natale 2017, l’associazione Harmonia Novissima è lieta di presentare al pubblico marsicano la seconda edizione di “Autunno LA SCIABOLATRICE AVEZZANESE MARIA CHIARA LANCIANI RAPPRESENTERA' L'ABRUZZO AL TROFEO CONI A SENIGALLIA: Redazione-Sarà Maria Chiara Lanciani, sciabolatrice avezzanese in forza al Circolo Scherma “I Marsi”, a rappresentare l’Abruzzo al Trofeo Coni, in programma a Senigallia dal 21 al 24 settembre. La giovanissima schermitrice, classe 2004, scenderà in pedana contro le rivali di CARSOLI, IL VIDEO DELLO SCONTRO TRA DUE TIR SULL'A24 IN DIREZIONE ROMA: Redazione-Un autoarticolato di colore bianco fermo all’uscita di una galleria viene centrato da un secondo mezzo pesante, rosso, che nell'impatto finisce per invadere la corsia di marcia opposta: il tamponamento è avvenuto martedì sull'autostrada A24 in direzione Roma, tra i IL CAPPIO DELL'EURO SI STRINGE: ECCO COME LO STATO STA METTENDO GLI ITALIANI IN MISERIA: Le manovre compiute dagli ultimi governi nel nome della lotta all’evasione e al riciclaggio si ritorcono sul cittadino qualunque.E il cappio si stringe… Redazione-Stando alle parole di un detto popolare di Andreottiana memoria , “a pensar male degli altri si fa

I GESUITI A PAPA FRANCESCO: "BASTA CON GLI APPELLI PER L'ACCOGLIENZA DEGLI IMMIGRATI"

In evidenza Papa Francesco Papa Francesco

Redazione-Converrete che non c' è beffa peggiore, per un Papa gesuita, di essere sbugiardato dai gesuiti. Per di più sul tema a lui più caro, quello dell' accoglienza dei migranti. È ormai palese-scrive Liberoquotidiano- l' abissale distanza tra i messaggi di Francesco, ispirati alla politica delle braccia aperte verso i profughi, e la realtà dei fatti, che negano la possibilità di quell' accoglienza indiscriminata. Così come è evidente che le presunte vittime dell' odio e della discriminazione (ancora l' altro ieri, durante la Via Crucis, Bergoglio ha proclamato: «Vergogna per il sangue innocente di immigrati che viene versato») sempre più si rendono protagoniste di atti illegali e di soprusi. Con tanti saluti all' immagine edulcorata del Buon Profugo. Che spesso non è profugo, e non è neppure buono.

Stavolta la denuncia arriva dalla voce di un insospettabile, il padre gesuita Ennio Brovedani, direttore della Fondazione Stensen di Firenze, proprietaria di un immobile in via Spaventa, che da novanta giorni è occupato da un centinaio di migranti somali. Quel manipolo di sedicenti profughi, dopo il rogo del capannone di Sesto Fiorentino in cui erano alloggiati e in cui uno di loro aveva perso la vita, a inizio gennaio aveva preso possesso in modo abusivo dello stabile, con la promessa di lasciarlo il prima possibile.

In Italia tuttavia, come notava Prezzolini, niente è più stabile del provvisorio. E così, a distanza di tre mesi, quei migranti sono ancora lì, alla faccia delle leggi e a carico di chi, suo malgrado, deve mantenerli.

Ora però Brovedani ha deciso di dire basta e, in una lettera scritta in tre lingue (italiano, inglese e somalo) e rivolta sia ai migranti che al Comune di Firenze, ha lanciato un ultimatum agli occupanti «affinché liberino l' immobile nel più breve tempo possibile», chiarendo che «la nostra ospitalità e la vostra occupazione dovranno avere un limite a breve termine» e che «le mie risorse economiche, visto che ho già speso quasi 5.000 euro, sono quasi esaurite». Tradotto: voi siete occupanti abusivi e dovete ringraziare Dio se vi abbiamo ospitato fino a oggi; anche la nostra pazienza (cristiana quanto volete) ha un limite; la vostra presenza non solo ci ha privati di uno stabile ma ci è costata parecchi soldi. Ergo: ve ne dovete andare. Naturalmente un appello simile avrebbe dovuto essere subito raccolto da chi ha la responsabilità politica di occuparsi della questione migranti.

In questo caso, il sindaco di Firenze Dario Nardella. Brovedani sostiene di averlo sollecitato, ma fa sapere che lui «ha sempre evitato di incontrarmi e di parlarmi». Il paradosso è che Nardella denuncia il mancato rispetto della legalità ed esorta il padre gesuita a chiedere lo sgombero dell' immobile. Ma poi, in concreto, non fa nulla per risolvere la faccenda: né manda assistenti sociali, come vorrebbe Brovedani, per trovare un accordo coi migranti, né, come sarebbe più logico, cerca loro un' altra sistemazione, magari in un immobile comunale dismesso. Di sicuro, il compito di farsi carico di questi abusivi non spetta a un ordine religioso, che non ha offerto volontariamente la propria struttura ma se l' è vista occupare. Con un ulteriore aspetto grottesco: mentre tutti lucrano sul sistema dell' accoglienza, il povero padre gesuita è costretto a rimetterci di tasca propria. Sarà stato l' unico in Italia a perderci, anziché a guadagnarci, con l' ospitalità offerta ai profughi.Diteglielo a Bergoglio.(Fonte:riscattonazionale.it)

Migranti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.