BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU', LEUCEMIA INFANTILE: "ORA SI GUARISCE": Redazione-Novità importanti nella lotta alla leucemia pediatrica e ai tumori del sangue, grazie a una nuova tecnica di manipolazione di cellule staminali. Messa a punto dai ricercatori dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù, la tecnica è stata sviluppata con la più grande DISINFESTAZIONE A CARSOLI E FRAZIONI: AVVISO ALLA CITTADINANZA: Redazione-Si comunica che dalle ore 01:00 di venerdì 28 Luglio fino alle ore 07:00 verrà effettuata la disinfestazione. Gli interventi di disinfestazione inizieranno alle ore 01:00 nella frazione di Poggio Cinolfo per poi proseguire presumibilmente dalle ore 03:30 nel comune EVENTI NEL CUORE DELLA LOCRIDE: Redazione-Giovedì 27 luglio 2017, alle ore 20.00, nell’ambito della kermesse Eventi nel cuore della Locride, al Parco Archeologico di Locri si terrà una serata dedicata a L’ispettore onorario Salvatore Galluzzo: amore e rispetto per il patrimonio culturale, figura legata all'importante POLO POSITIVO: IMMAGINI X LA CALABRIA: Redazione-Il progetto Polopositivo, finanziato dalla Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del MiBACT - Piano per l’arte contemporanea -, si configura come un concorso rivolto a giovani artisti, di età compresa tra i 21 e i 40 anni, italiani PRIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA PIANA DEL CAVALIERE: APPLAUSI PER UN ARRIVEDERCI AL 2018: Redazione-Il Festival della Piana del Cavaliere si è concluso tra gli applausi per il concerto del Simone Sala Trio, con la magia della tromba di Flavio Boltro. L’evento finale di questa prima edizione della rassegna marsicana si è svolto nella LA CLASSE E IL CARISMA DI DIANE SCHUUR IN SCENA A FESTIV'ALBA: L'ANFITEATRO ROMANO SI RIEMPIE DI MUSICA, LUCI E: Redazione-Dopo i primi appuntamenti all’interno della chiesa di San Pietro, Festiv’Alba si sposta nella magica cornice dell’anfiteatro romano di Alba Fucens. Nel cuore pulsante dell’affascinante sito archeologico marsicano, infatti, domenica 30 luglio si esibirà Diane Schuur, cantante e pianista statunitense LA NAZIONALE DI TAEKWON-DO ITF IN SARDEGNA: Redazione-Tre giorni di lavoro intenso per la nazionale femminile ITF che ha scelto la Sardegna come location di allenamento.Da venerdì 21,  le atlete hanno lavorato nei centri  del Team Tkd Sardegna a Capoterra e a Settimo S.Pietro, per preparare la IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ALZA LE STIME DEL PIL SULL'ITALIA: +1,3% NEL 2017: Redazione-L’Italia riparte? Troppo presto per dirlo dopo mesi in cui siamo stati l’unica economia in Europa a non dare segni di vita. Eppure gli ultimi dati del Fondo Monetario internazionale sembrano segnare un’invertenza di rotta. L’istituto rivede infatti al rialzo RIOFREDDO, STERPAGLIE A FUOCO LUNGO LA STRADA PROVINCIALE DI VALLINFREDA: Redazione-Un incendio di sterpaglie si è sviluppato poco dopo le 16:00, lungo la strada provinciale per Vallinfreda all’uscita del centro abitato di Riofreddo.L’incendio che si è sviluppato ha interessato una zona a ridosso delle montagne, lunga circa un centinaio di GEORGE SOROS E IL SUO PROGRAMMA PER L'ITALIA: Redazione-Cosa combina la fondazione Open Society di George Soros in Italia? Se lo chiede il giornale online italiano Il Primato Nazionale.Secondo quanto affermato dall’autore dell’articolo Roberto Derta, di cui Sputnik Italia riporta i passaggi principali, per una volta è la

I GESUITI A PAPA FRANCESCO: "BASTA CON GLI APPELLI PER L'ACCOGLIENZA DEGLI IMMIGRATI"

In evidenza Papa Francesco Papa Francesco

Redazione-Converrete che non c' è beffa peggiore, per un Papa gesuita, di essere sbugiardato dai gesuiti. Per di più sul tema a lui più caro, quello dell' accoglienza dei migranti. È ormai palese-scrive Liberoquotidiano- l' abissale distanza tra i messaggi di Francesco, ispirati alla politica delle braccia aperte verso i profughi, e la realtà dei fatti, che negano la possibilità di quell' accoglienza indiscriminata. Così come è evidente che le presunte vittime dell' odio e della discriminazione (ancora l' altro ieri, durante la Via Crucis, Bergoglio ha proclamato: «Vergogna per il sangue innocente di immigrati che viene versato») sempre più si rendono protagoniste di atti illegali e di soprusi. Con tanti saluti all' immagine edulcorata del Buon Profugo. Che spesso non è profugo, e non è neppure buono.

Stavolta la denuncia arriva dalla voce di un insospettabile, il padre gesuita Ennio Brovedani, direttore della Fondazione Stensen di Firenze, proprietaria di un immobile in via Spaventa, che da novanta giorni è occupato da un centinaio di migranti somali. Quel manipolo di sedicenti profughi, dopo il rogo del capannone di Sesto Fiorentino in cui erano alloggiati e in cui uno di loro aveva perso la vita, a inizio gennaio aveva preso possesso in modo abusivo dello stabile, con la promessa di lasciarlo il prima possibile.

In Italia tuttavia, come notava Prezzolini, niente è più stabile del provvisorio. E così, a distanza di tre mesi, quei migranti sono ancora lì, alla faccia delle leggi e a carico di chi, suo malgrado, deve mantenerli.

Ora però Brovedani ha deciso di dire basta e, in una lettera scritta in tre lingue (italiano, inglese e somalo) e rivolta sia ai migranti che al Comune di Firenze, ha lanciato un ultimatum agli occupanti «affinché liberino l' immobile nel più breve tempo possibile», chiarendo che «la nostra ospitalità e la vostra occupazione dovranno avere un limite a breve termine» e che «le mie risorse economiche, visto che ho già speso quasi 5.000 euro, sono quasi esaurite». Tradotto: voi siete occupanti abusivi e dovete ringraziare Dio se vi abbiamo ospitato fino a oggi; anche la nostra pazienza (cristiana quanto volete) ha un limite; la vostra presenza non solo ci ha privati di uno stabile ma ci è costata parecchi soldi. Ergo: ve ne dovete andare. Naturalmente un appello simile avrebbe dovuto essere subito raccolto da chi ha la responsabilità politica di occuparsi della questione migranti.

In questo caso, il sindaco di Firenze Dario Nardella. Brovedani sostiene di averlo sollecitato, ma fa sapere che lui «ha sempre evitato di incontrarmi e di parlarmi». Il paradosso è che Nardella denuncia il mancato rispetto della legalità ed esorta il padre gesuita a chiedere lo sgombero dell' immobile. Ma poi, in concreto, non fa nulla per risolvere la faccenda: né manda assistenti sociali, come vorrebbe Brovedani, per trovare un accordo coi migranti, né, come sarebbe più logico, cerca loro un' altra sistemazione, magari in un immobile comunale dismesso. Di sicuro, il compito di farsi carico di questi abusivi non spetta a un ordine religioso, che non ha offerto volontariamente la propria struttura ma se l' è vista occupare. Con un ulteriore aspetto grottesco: mentre tutti lucrano sul sistema dell' accoglienza, il povero padre gesuita è costretto a rimetterci di tasca propria. Sarà stato l' unico in Italia a perderci, anziché a guadagnarci, con l' ospitalità offerta ai profughi.Diteglielo a Bergoglio.(Fonte:riscattonazionale.it)

Migranti

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.