BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI, LETTERA APERTA DEL PRESIDENTE DEL COMITATO LOCALE CRI DOTT.RE LUCIANO CAMERLENGO: Redazione-Dal Presidente del Comitato Locale della Croce Rossa di Carsoli Dott.re Luciano Camerlengo, riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente lettera aperta:<< Egregio Direttore Il nostro territorio è interessato, ormai da diverso tempo, da una crisi profonda che coinvolge non solo l’aspetto prettamente REAL CARSOLI VS CAPITIGNANO 1986 5-0: SI TORNA A VINCERE CON IL NUOVO ALLENATORE PAPPALARDO: Redazione-Mister Giordani, nonostante la società in tutti i modi abbia cercato di trattenerlo, ha scelto di non continuare l'avventura con il Carsoli. Mister Pappalardo, avendo già allenato il Real in promozione nella stagione 2013-14, ha preso il suo posto. In MILANO FASHION WEEK 2018, AL VIA CON OPENING MILAN FASHION WEEK BY ELENA SAVO': Redazione-E’ il momento della moda, delle grandi firme sul prestigioso carpet della Milano Fashion Week 2018, dal 19 al 26 febbraio. Allo Sheraton Diana Majestic di viale Piave al centro di Milano, l’entourage di Elena Savò apre la settimana della L'ISLAM SI ORIENTA A SINISTRA, PREDICHE ELETTORALI IN MOSCHEA: APPROVARE LO IUS SOLI E PIU' CENTRI DI PREGHIERA: Redazione-L’Islam vota a sinistra, prediche elettorali in moschea, da nord a sud, contro lo spauracchio di Matteo Salvini probabile futuro ministro degli interni: approvare lo Ius Soli e più centri di preghiera, questo è il collante diabolico che lega sinistra SETTIMANA DA -TRIPLETE- PER LE SQUADRE DI ALBERTA FIGUS: Redazione-Settimana da “Triplete” Per le squadre di Alberta Figus.Dopo il risultato positivo di domenica per 3 a 0 sul Decimomannu, nei turni infrasettimanali del campionato amatori,sono arrivati i successi per 2 set a 1 nei confronti rispettivamente di Monastir e UNO STRANO PAESE DAL NOME ITALIA: Redazione-L'Italia è davvero uno strano Paese: ogni anno spedisce a Londra migliaia giovani laureati per fare i lavapiatti e mantiene i clandestini a vivere in albergo. E' un Paese che lascia i propri concittadini colpiti dalla tragedia del terremoto a LA CHIESA IN DECADENZA, COMIZIO DELL'ABORTISTA BONINO NELLA BASILICA A NAPOLI: I FEDELI IN RIVOLTA SCRIVONO AL CARDINALE SEPE: Redazione-La Chiesa traditrice bergogliana continua ad insultare i fedeli e il Vangelo: la sterminatrice di feti, anticlericale, pro-Eutanasia, pro-divorzio e pro-droga libera, farà un comizio nella basilica dell’Incoronata a Napoli. Fedeli ovviamente in rivolta scrivono al cardinale pro-invasione Sepe.Emma Bonino e ANTONIO SOCCI: TRADITI, SOTTOMESSI E INVASI: Redazione-L'ultimo libro di Antonio Socci è chiaro sin dal titolo: Traditi, sottomessi, invasi (editore Rizzoli). Un volume nel quale si schiera senza indugi nel fronte sovranista e antieuropeista. E del libro, Socci, ne parla in un'intervista a Italia Oggi, in FRATELLI D'ITALIA: MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO OGNI INCIUCIO: Redazione-Domenica 18 febbraio a Roma Fratelli d’Italia ha convocato tutti i suoi candidati e chiederà loro di prendersi un impegno di fronte al popolo italiano sul rispetto del vincolo di mandato. Parteciperanno all'evento tutti i candidati aquilani del partito della FRONTEX, A GENNAIO SBARCHI RADDOPPIATI: Redazione-Il numero di migranti arrivati in Italia attraverso la rotta del Mediterraneo centrale è salito a gennaio a più di 4.800, il doppio rispetto al mese precedente, quando le attività dei trafficanti sono state condizionate da combattimenti vicino alle aree

IL PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA JOSEPH STIGLITZ: "L'ITALIA DEVE USCIRE DALL'EURO PER POTER CRESCERE"

In evidenza Il Premio Nobel per l&#039;Economia Joseph Stiglitz Il Premio Nobel per l'Economia Joseph Stiglitz

Redazione-Se l’Italia non fosse nell’euro “potrebbe implementare politiche per la crescita”. A dirlo, non è il solito euroscettico nazionalista ovviamente xenofobo di destra e a tratti se non del tutto razzista, ma a margine della lectio magistralis per il conferimento di un dottorato dal Sant’Anna di Pisa, il premio Nobel per l’economia, Joseph Stiglitz.“Un grosso problema dell’Italia – prosegue Stiglitz – e’ un sotto investimento nell’istruzione in particolare nel sistema di istruzione di livello universitario”.

Ad avviso di Stiglitz si crea cosi’ “una situazione nella quale i ricercatori vanno all’estero e negli Stati Uniti e non tornano, ma il costo dell’istruzione e’ stato pagato dall’Italia”.Il premio Nobel mette nel mirino anche gli anni di governo della coalizione guidata da Berlusconi: “Il Paese ha perso molti anni sotto il governo Berlusconi”.A chi gli chiede, invece, un giudizio sulle politiche economiche del governo Renzi, Stiglitz schiva dicendo: “Non conosco ogni dettaglio per intervenire nella discussione politica”.E il valente economista attacca anche Mps: “Quando siamo in una situazione di crisi, come con Mps o come negli Usa nel 2008, penso che banche e depositi debbano essere salvati, ma anche che debba valere un principio di ‘accountability’, che implica che manager e banchieri siano responsabili dei disastri che hanno fatto.

Nel caso di Mps questo vale pure per i politici”.Tradotto in parole povere, dovrebbero essere processati anche i capi a vari livelli del Pd, partito che da sempre è il dominus di Mps, additittura da 40 anni.

E Stiglitz continua così: “Nel caso degli azionisti e degli obbligazionisti e’ naturale che soffrano una perdita anche se siamo consapevoli che in Italia c’e’ stato un problema specifico, ovvero gli istituti di credito hanno fatto sottoscrivere obbligazioni senza informare di cosa si trattava”. Pertanto, evidenzia, Stiglitz “sono favorevole a salvare il sistema finanziario italiano, ma deve valere l’accountability per manager e azionisti”.E Stiglitz attacca anche il ministro delle Finanze tedesco, Schaeuble:  “L’Unione monetaria, come ogni unione o accordo monetario puo’ finire, niente e’ per sempre. Fa parte del lavoro dei ministri delle Finanze e dei politici dire che l’euro non finira’ mai, perche’ potrebbero creare delle situazioni di panico e questo potrebbe portare a dei processi irreversibili”.

Per Stigltz, quindi, i politici lo sanno, ma tacciono e dicono piuttosto il contrario, per la paura che la valanga travolga non solo l’euro, ma anche le elite a cui appartengono e che l’euro hanno imposto alle nazioni dell’eurozona.“Lo stesso Schauble dichiaro’ che la Grecia avrebbe potuto lasciare l’euro – ha aggiunto Stiglitz -.Puo’ succedere che qualcuno lasci l’euro e, se questo avverra’, ci sara’ un’area con un Paese in meno”. Il premio Nobel lancia un monito al ministro delle Finanze tedesco: “La persona piu’ importante perche’ l’euro possa sopravvivere e’ lui: dovrebbe accettare di cambiare le regole per riportare la prosperita’ in Europa”.A domanda diretta sull’opportunita’ che sia proprio l’Italia ad abbandonare la moneta unica, l’economista americano rileva: “Spero che questo sia un buon momento con Macron in Francia, e auspico che, con l’attuale governo in Italia, convinca la Germania e altri Paesi del Nord Europa a riformare le regole europee.

Penso che con delle regole giuste l’euro possa funzionare, perche’ non c’e’ un problema economico, ma politico, relativamente alla volonta’ della Germania e degli altri Paesi nordici di riformare o meno le regole”.Per regole, Stiglitz intende la creazione degli eurobond, e quindi la condivisione del debito tra tutti gli stati dell’eurozona, e la cancellazione del fiscal compact che produce unicamente crisi economica, e quindi una vasta politica di investimenti pubblici in modo da creare lavoro, dato che la piaga più grave causata dall’euro è la disoccupazione di massa, che secondo i dati che la stessa Bce ha divulgato ieri, nell’eurozona è arrivata al 18,5%.Ma queste nuove regole che Stiglitz vorrebbe per l’eurozona sono quanto di peggio potrebbe accadere, secondo la Germania.

Ecco perchè il premio Nobel per l’Economia Stiglitz consiglia all’Italia di uscire dall’Euro. E lo ha fatto oggi, a Pisa, nella più prestigiosa università italiana, la Normale.

Fonte:stopeuro.news

Ultima modifica ilMercoledì, 04 Ottobre 2017 20:51

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.