BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
MATTEO SALVINI E LA FLAT TAX: -ALIQUOTA AL 15% PER UN MILIONE DI ITALIANI-: Redazione-"Stiamo lavorando per far pagare almeno a un 1 milione di italiani il 15% del loro fatturato". Lo afferma il vicepremier Matteo Salvini ospite di Atreju, la festa politica di Fratelli d'Italia in corso a Roma. "Siamo al governo per CARSOLI, UN TOMBINO PERICOLOSO: Redazione-Un nostro lettore ci sottopone una segnalazione a proposito di un potenziale pericolo per la sicurezza dei cittadini. Nello specifico, si tratta di un tombino di ghisa, collocato in via delle Recocce nei pressi dello stabilimento Oti e della Scuola ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA, MARCELLO MARIANI: FORME DAL TERREMOTO: Accademia di Belle Arti di Roma, Sala Colleoni, dal 19 al 29 settembre 2018     Redazione-Marcello Mariani (L’Aquila 1938-2017), artista astratto di caratura internazionale, è diventato il simbolo dell’anima ferita ma indomita dell’Aquila dopo il devastante terremoto del 2009, dell’arte che non PRESENTATO A COSENZA L'ULTIMO ROMANZO -RITROVARSI-CARLA- DI MARLISA ALBAMONTE: Redazione-E’ stato presentato a Cosenza, nella suggestiva cornice dell’Area Archeologica della Biblioteca Nazionale di Cosenza, Ritrovarsi - Carla (The Writer), un appassionante romanzo di Marlisa Albamonte.Sono intervenuti all’iniziativa, moderata dallo scrivente: Rita Fiordalisi, direttore Biblioteca Nazionale di Cosenza; Maria Francesca CARSOLI, 38ENNE ARRESTATO CON L’ACCUSA DI DETENZIONE E SPACCIO DI STUPEFACENTI: COLTIVAVA MARIJUANA SUL PROPRIO TERRAZZO: Redazione-I Carabinieri di Carsoli, nell’ambito della consueta attività di controllo e prevenzione sul territorio, hanno tratto in arresto un giovane 38enne del luogo con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti. L’uomo, sottoposto ora ai domiciliari con un provvedimento dell’autorità PAPA FRANCESCO SI SCAGLIA CONTRO LE NUOVE FORME DI XENOFOBIA E RAZZISMO: IL NAZIONALISMO POPULISTA E' NEGATIVO: Redazione-Mentre in Medio Oriente e in Asia gli islamici continuano col genocidio dei cristiani, la priorità dei vescovi della Chiesa, è la lotta alla xenofobia, al razzismo e al nazionalismo populista”. “Tutti i cristiani e tutti coloro che sostengono i LUCA BONAFFINI: -LA NOTTE IN CUI SPUNTO' LA LUNA DAL MONTE-: Le canzoni e la storia di Pierangelo Bertoli   Redazione-Quasi trent’anni fa, nel febbraio del 1991, Pierangelo Bertoli (a sorpresa e contro ogni previsione) strappò l’applauso più lungo della storia del Festival di Sanremo. Tanti già lo conoscevano per i suoi successi ARSOLI, PRESENTAZIONE UFFICIALE DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE -NO LABEL-: DOMENICA 23 SETTEMBRE IN VIA APRUTINA 43 CON INIZIO ALLE ORE 15:30   MUSEO STATALE DI MILETO: OMAGGIO ALLA CANZONE NAPOLETANA: Redazione-Sabato 22 settembre 2018, alle ore 19.00, il Museo Statale di Mileto, guidato da Faustino Nigrelli, celebra le Giornata Europee del Patrimonio, con un’iniziativa di grande suggestione Omaggio alla canzone napoletana, atteso concerto a cura del Cantiere Musicale Internazionale.Una scelta CNA AVEZZANO: PREMIO CAMBIAMENTI: Redazione-Il Premio CAMBIAMENTI è il grande concorso nazionale, istituto dalla CNA, che rientra ormai tra gli eventi di spicco nell’universo delle startup e che ha registrato, nelle prime due edizioni, oltre 1300 imprese candidate. Il Premio è rivolto a imprese

CARSOLI, RISPOSTA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SERGIO MATTARELLA AD UNA LETTERA INVIATAGLI DA LORETO COCOCCIA

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Redazione-Il nostro concittadino Loreto Cococcia ha scritto al Presidente della Repubblica la lettera che riportiamo lamentando la scarsa attenzione in Italia per gli anziani mentre si spendono 12.000'€ all'anno per ogni immigrato irregolare. Il Presidente della Repubblica ha risposto interessando la Regione Abruzzo perché affronti questo problema:<<

Lettera raccomandata al Signor Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.

Oggetto; l’attenzione verso i più deboli.

Lo scrivente Loreto Cococcia, comunissimo Cittadino del paese di Carsoli Provincia di L’Aquila, di anni 85, e pensionato al minimo, con 40 anni di versamenti artigianali, commerciali, e volontari, Le chiede, in riferimento al suo discorso fatto non molto tempo fa, durante il quale Lei ha pronunciate sacrosante parole, dicendo:  “il grado di democrazia di un paese si misura nel dimostrare l’attenzione e la solidarietà verso i più deboli”.

Premessa: Per esperienza personale, Le vorrei chiedere, facendo due esempi, in relazione di quanto detto sopra.

Il sottoscritto essendo responsabile Sindacale dello SPI-CGIL del territorio, per molti anni in collaborazione con la Provincia, la quale sosteneva le spese minimo dell’80% fino al 100 x 100 a secondo dei redditi di ognuno, si è interessato per organizzare i soggiorni termali per gli anziani a Riccione, gente che ne aveva molto bisogno per la propria salute, con patologie diverse.

Sono tre anni e cioè da quando il Signor Matteo Renzi si è incaponito per togliere le Province, non è stato più possibile avere questo minimo beneficio per la gente più debole sopracitata. E quello che è ancora più grave, è che la cancellazione delle Province non ha ridotto le spese, ma solo annullati i servizi; e poi è stata implicitamente bocciata con il referendum del 4 dicembre 2016.

Ma le conseguenze sono rimaste. Il sottoscritto credeva che con la bocciatura del referendum le attività in Provincia ritornassero come prima, ma non è stato così. A seguito di numerose richieste da parte degli anziani, ho ripreso ad interessarmi, facendo ripetute telefonate all’Istituto Provinciale per poter ripristinare i soggiorni termali come negli anni passati.  La risposta purtroppo è stata che quell’ufficio che era preposto alle politiche sociali nell’istituto non c’è più, è stato soppresso; e quindi quel poco di beneficio che avevano i più deboli non c’è più. Chi paga è sempre il più debole. Quindi quali sono le attenzioni di cui parlava Lei verso i più deboli? E l’Italia che posto occupa in questa graduatoria?

In seguito mi sono rivolto, con ripetute telefonate, alla Regione, credendo che questi compiti l’avessero demandati alla Regione. La risposta è stata che di queste cose loro non ne sapevano niente e che non era compito loro.

Quindi dove è l’attenzione per i più deboli, se quel minimo che c'era, in riferimento a quanto detto sopra, è stata tolto?

Il secondo esempio per esperienza personale, è che il sottoscritto, come altri milioni di poveracci che hanno la pensione al minimo, e hanno bisogno delle cure odontoiatriche, non avendo la possibilità economica di rivolgersi ad uno studio dentistico privato, si sono rivolti alla struttura pubblica, illudendosi di poter risolvere il proprio problema. Il sottoscritto per questi motivi si è rivolto  all’ospedale S. Salvatore di L’Aquila dove mi hanno praticato degli interventi nell’estrazione di alcuni denti malati. Però poi mi è stato detto che per quando riguardava l’istallazione delle protesi, mi dovevo rivolgere a uno studio privato, perché nell’ordinamento del reparto dell’ospedale, questo non è contemplato. Siamo all’assurdo. È come se un chirurgo mi fa un’operazione, e poi mi dice. Il mio compito è finito adesso vai da un chirurgo privato e ti fai ricucire la ferita. Siamo al ridicolo! Tenendo presente che questa patologia nelle persone anziane è la più comune data anche l’età, che cosa significa che i poveracci se vogliono nutrirsi si devono fare delle pappette come i neonati? Perché senza denti non si può mangiare.

Signor Presidente in relazione a quanto ho appena detto, il posto dell’Italia nella graduatoria di cui parlava Lei riguardante l’attenzione verso i più deboli, credo che stia in fondo alla graduatoria.

E' da quando ero ragazzo, che sento dire dai Governi di turno, di ogni colore politico, che bisogna aiutare i più deboli. Oggi il sottoscritto ha 85 anni, e sento sempre le stesse cose, ma nessuno le mette in atto. Sarebbe ora di finirla di prendere in giro la povera gente. E fare qualche cosa di serio. I Governi che si sono succeduti da moltissimi anni a questa parte, e ripeto di ogni colore politico, a forza di "aiutare i più deboli" hanno moltiplicato i poveri.

Mentre il 10% di personaggi detengono il 80 % della ricchezza Nazionale Italiana,  e in la forbice tra ricchi e poveri si è notevolmente allargata. Questa è la realtà dei fatti. Quindi ripeto nella graduatoria di cui parlava Lei Signor Presidente, l’Italia che posto occupa?

Debbo infine osservare che non si trovano 600/700 € all'anno per le cure termali degli anziani, mentre si spendono 12.000 € all'anno per ogni extracomunitario che arriva nelle nostre coste. Questi anziani hanno lavorato per 40 /45 anni per avere un diritto riconosciuto di cui beneficiavano fin quando c'erano le Province (e l'Italia, si diceva, era più povera) e che ora è stato annullato. In che paese viviamo? Cosa ci stanno raccontando?

Mi sarebbe molto gradita una Sua risposta.

      

Carsoli 8 agosto 2017                             

Cococcia Loreto>>.

Lettera di Loreto Cococcia

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.