BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down
Logo
Stampa questa pagina

CARSOLI, ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: UN SUCCESSO LA CONFERENZA CON GLI STUDENTI DELLO SCIENTIFICO, DEL CLASSICO DI TIVOLI E DEL TURISTICO DI TAGLIACOZZO

Il Presidente del Comitato Locale della Croce Rossa di Carsoli Luciano Camerlengo Il Presidente del Comitato Locale della Croce Rossa di Carsoli Luciano Camerlengo

Redazione- E’ stato un vero e proprio successo di partecipazione e di attenzione la Conferenza sull’alternanza Scuola-Lavoro svoltasi nella sala consiliare del Comune di Carsoli alla presenza del Sindaco Velia Nazzarro, dell’assessore alle politiche sociali Rosa De Luca e del presidente del comitato locale della Croce Rossa Luciano Camerlengo. All’evento hanno preso parete gli studenti del Liceo Scientifico di Carsoli, del Liceo Classico di Tivoli e del Turistico di Tagliacozzo. La Croce Rossa, ha messo in evidenza Camerlengo, ha sempre dimostrato di tenere in alta considerazione i giovani, tanto da riservare loro, nell’organizzazione, ruoli di grande importanza. Dimostra, ancora una volta, di credere nell’impegno e nella capacita dei ragazzi di poter svolgere un ruolo costruttivo nella società , sicura di lasciar loro il buon esempio di come ciascuno , con un gesto ed una piccola azione, possa fare qualcosa per gli altri. E’ stato fatto notare, durante i vari interventi succedutesi, che in Italia ,nel 2016-2017, il 95% degli istituti ha fatto alternanza .Sono stati oltre 900.000 gli studenti delle scuole coinvolti, il 90%. Duecento mila le realtà produttive che hanno accolto i ragazzi e di queste 130 mila sono aziende.

Questi dati ci dicono che l’alternanza nel nostro paese deve migliorare e nella maggioranza dei casi è fatta bene. Tutto ciò è dimostrato dai numeri e soprattutto dai racconti dei ragazzi.

Non è tutto perfetto e si devono migliorare quegli aspetti più difficoltosi emersi in questi anni ma, certamente, non si può tornare indietro, al punto di partenza. L’alternanza scuola-lavoro è scuola a tutti gli effetti e va fatta bene.

Deve essere coerente con il percorso di studi che il ragazzo sta compiendo. Attraverso l’alternanza si fanno esperienze di crescita, di competenze e di orientamento. Per questo anno scolastico è previsto il coinvolgimento di circa un milione e trecentomila studenti, di fronte a questi numeri occorre aumentare l’impegno. Vi è sempre più bisogno che le realtà del mondo del lavoro e delle aziende aprano le porte alle scuole, perché da sola la scuola non può far fare esperienze di alternanza. Gli strumenti ci sono: il registro nazionale delle imprese deve diventare strumento principe di aiuto alle scuole, i voucher per i tutor messi a disposizione dalle camere di commercio e i fondi Pon dedicati all’alternanza che per il primo anno hanno visto già 1845 domande presentate, sono la dimostrazione di un impegno in tal senso, così come la carta dei diritti e dei doveri o il nuovo portale del Miur. Se si crede nei nostri giovani è necessario fare tutti insieme un passo in questa direzione,

investendo sul loro futuro e non certo tornando al punto di partenza.

Ultima modifica ilDomenica, 11 Febbraio 2018 14:03
Copyright ©2015, All Rights Reserved.Developed by M.M. Cavalierenews è una testata di informazione - Aggregatore news:Xinnovation srl, via Gorizia 70 - 09028 Sestu CA - p. Iva 03789500927