BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CONCESSIONI AUTOSTRADALI, INTERVENTO DI GIORGIA MELONI SU BENETTON: -CI FANNO LA MORALE SUI MIGRANTI MA PAGANO LE TASSE ALL'ESTERO-: Redazione-“Ci fanno la morale sui migranti ma pagano le tasse all’estero”: la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in un video su Facebook disintegra il clan dei Benetton, corresponsabili della tragedia avvenuta ieri a Genova.Il tragico disastro del ponte Morandi a Genova che LEGAMBIENTE SULL’ EMERGENZE DEI VIADOTTI AUTOSTRADALI A24, A25: -VALUTARE SICUREZZA-: Redazione-La tragedia di Genova riporta l'attenzione sulla sicurezza dei ponti, a rilanciare l'emergenza in Abruzzo è Legambiente. "La più grande opera pubblica di sicurezza e occupazionale resta la manutenzione" dice il presidente regionale Giuseppe Di Marco. "Nel giorno del cordoglio LA NOBILE ANIMA DI PEPPINO RANALLI: Redazione-Se mi chiedessero di descrivere Peppino Ranalli, protagonista incontrastato del libro “Peppino e la perfezione del melograno” di Lina Ranalli, ricorrerei senza alcun dubbio ad una canzone evocativa e introspettiva: “Impressioni di Settembre” della PFM. Il motivo è semplice: nel suo ACIAM, CITTADINI SEMPRE PIU' ATTENTI E CONSAPEVOLI: L'ISTANTANEA DELL'ANALISI SUL RIFIUTO ORGANICO: Redazione-Una consapevolezza crescente nei confronti dell'ambiente e delle corrette pratiche di conferimento dei materiali, da parte dei cittadini, insieme a un'attenzione sempre maggiore nell'attuazione delle stesse. É questo il quadro delineatosi al termine della campagna annuale di analisi merceologiche realizzata GENOVA, CROLLA IL PONTE MORANDI SULL'A10: 35 MORTI: Redazione-È sprofondato mentre le automobili e i tir sfrecciavano in un senso e nell'altro  Un tonfo devastante di cemento e calcinacci che da oltre cinquanta metri di altezza si è riversato rovinosamente sul quartiere Sampierdarena, che corre sotto ponte Morandi, L'AQUILA, TORNANO A MORDERE LE VIPERE: DUE UOMINI RICOVERATI IN RIANIMAZIONE AL SAN SALVATORE: Redazione-Era da tempo che nell'Aquilano non si registravano casi di persone morse da vipere. Questo trend positivo, purtroppo, si è interrotto sabato quando si sono verificati due gravi episodi: uno a Santi di Preturo, nei pressi di un resort e CHIESA DI SAN ZULIAN, SPUTI SUL CROCIFISSO. IL PARROCO: -ISLAMICHE CON IL VELO LO HANNO PROFANATO-: Redazione-Dopo il braccio spezzato al Cristo Settecentesco di San Geremia da parte di un franco-magrebino (ora espulso) pochi giorni fa gli sputi a un altro crocifisso nella chiesa di San Zulian, a pochi passi da San Marco sotto gli occhi del sorvegliante: L'AQUILA, MICHELE MALAFOGLIA DI FDI: -MORELLI IMPRECISO, DISTRATTO, POCO LUCIDO. IN POCHE PAROLE DISASTROSO-: Redazione-“Impreciso, distratto, poco lucido. In poche parole disastroso”. Con queste parole il portavoce comunale di Fratelli d’Italia, Michele Malafogila, intende replicare alla nota diffusa dal coordinatore comunale di Forza Italia, Stefano Morelli. “Viene da chiedersi, innanzitutto, se anche consiglieri e GLI APRE'S LA CLASSE PRONTI A SCUOTERE LA MARSICA: Redazione-É iniziato il conto alla rovescia per il concerto più atteso nella Marsica, che il 15 agosto, a Luco dei Marsi, nell'ambito della Festa de l'Unità, vedrà protagonista gli “ Après La Classe”, stellare band   ska ed electro rock salentina. L'AQUILA, CASTEL DEL MONTE: -SE VI PIACE ASCOLTAR-: Gli scritti del poeta-pastore Francesco Giuliani ispirano un documentario sull’antico tratturo da Campo Imperatore-Castel del Monte fino al Tavoliere Redazione-La poetica narrazione della transumanza del pastore e poeta Francesco Giuliani (Castel del Monte, 1890-1970) ha ispirato la realizzazione di un documentario

CARSOLI, -ELEZIONI COMUNALI: PARTITA LA SFIDA-

Municipio Di Carsoli Municipio Di Carsoli

Redazione-Dal Consigliere Comunale Domenico D’Antonio riceviamo ed integralmente pubblichiamo il seguente comunicato:<<State tranquilli; non siamo in prossimità di nessuna competizione elettorale ma si tratta solo di una rappresentazione di fantasia e di immaginazione.Anche se non serve a nulla ragionare con i se, proviamo, comunque, a ragionare come se l’amministrazione D’Antonio fosse arrivata alla sua naturale scadenza, cioè maggio 2018, e che quella bruttissima pagina, ancora senza senso e motivi, del commissariamento del nostro Comune non fosse mai stata scritta.

Con molta probabilità le elezioni si sarebbero tenute il 26 e 27 maggio prossimo, le liste sarebbero state già presentate e sarebbe partita ufficialmente la competizione elettorale.

Naturalmente il primo elemento di valutazione sarebbe stato verificare i risultati ottenuti dalla amministrazione precedente; ora continuiamo ad immaginare che i risultati ottenuti (o non ottenuti) dall’amministrazione Nazzarro dal 2015 al 2018 si aggiungano a quanto precedentemente fatto dall’amministrazione D’Antonio, al fine di completare i 5 anni di amministrazione.

Ed è proprio a questa valutazione e riflessione, seria, sincera e svincolata da giudizi collegati ad appartenenze politiche e rapporti parentali ed amicali, che vorrei invitare i cittadini.

Come avreste giudicato l’amministrazione da me guidata se, pur avendo ottenuto nel primo periodo importanti finanziamenti, aver organizzato la macchina amministrativa, ristabilito regole e procedure, equilibrato il bilancio per i periodi successivi, si fosse presentata oggi nuovamente a richiedere il vostro voto nella situazione seguente:

  1. Istituto comprensivo non completato anzi con i lavori di ricostruzione non ancora iniziati;
  2. La grande opportunità rappresentata da "Abruzzo quality" ancora non sfruttata, con grave penalizzazione per lo sviluppo del territorio;
  3. La procedura di realizzazione del parcheggio da collegare al sottopasso ferroviario nemmeno iniziata;
  4. I cimiteri completamente dimenticati con la realizzazione dei loculi continuamente rimandata nonostante molte persone abbiano già effettuato la prenotazione ed anche versato degli anticipi da molti anni;
  5. Le strade si trovassero nell'abbandono assoluto senza alcuna programmazione di sistemazione del manto stradale;
  6. La realizzazione dei pozzi idrici fosse stata tolta dalla programmazione confidando esclusivamente sull'intervento regionale;
  7. Fosse stato aumentato il debito per la sistemazione del campo sportivo, ricorrendo al mutuo della Cassa Depositi e Prestiti, e contravvenendo ad un preciso impegno scritto nel programma e, ciò nonostante, ad oggi non fossero ancora iniziati i lavori;
  8. Fosse stata fatta la scelta dissennata riguardante la dislocazione degli uffici comunali in parte presso l'edificio ex Mael ed in parte presso la Scuola dell'Infanzia di Via Genova con tutte le successive, gravi e non preventivate implicazioni; cosa avreste pensato se, addirittura, detto edificio, realizzato da pochi anni, già avesse mostrato delle criticità con caduta di materiale dai soffitti, guaine sollevate ecc.;
  9. Ci fosse stato un consistente aumento delle spese per indennità degli amministratori con addirittura la riproposizione dell'indennità per il Presidente del Consiglio;
  10. Le tasse fossero rimaste elevate nonostante le due ristrutturazioni del debito e la notevole riduzione dei costi conseguente al bando sui rifiuti e l'allargamento della raccolta differenziata su tutto il territorio comunale;
  11. L'isola ecologica, che dovrebbe migliorare ulteriormente il servizio rifiuti, ancora non fosse stata realizzata;
  12. Non vi fosse nessuna, e dico nessuna, opera pubblica finanziata da rivendicare e poterne lasciare la realizzazione all'amministrazione subentrante.

Ed oltre a questi punti, il cui elenco potrebbe continuare, ci si trovasse con la macchina amministrativa completamente ingessata per lotte interne e frizioni continue conseguenti alla affermazione dell'autorità e non al riconoscimento dell'autorevolezza del Sindaco; vi fosse stato lo sgretolamento del tessuto sociale ed un ulteriore allontanamento ed aumento delle distanze tra cittadini ed istituzioni, il territorio fosse stato completamente abbandonato senza alcun controllo e nessuna vigilanza.

La candidata sindaco Nazzarro, i componenti della sua squadra ed i suoi sostenitori avrebbero accettato le giustificazioni dovute a carenza di personale, alle lungaggini burocratiche, alla farraginosità delle procedure? Avrebbero accettato lo scarico di responsabilità su altri enti o, come è avvenuto, su assessori che non condividendo il percorso amministrativo, avevano deciso di rassegnare le dimissioni? Oppure avrebbero accusato di inefficienza e di incapacità la nostra amministrazione per non essere riusciti a completare il programma e realizzare opere importantissime nei tempi programmati?

E se, oltretutto, il mancato raggiungimento di risultati fosse avvenuto con un atteggiamento spocchioso, prevaricante, irrispettoso dei cittadini e delle prerogative della minoranza e con una idiosincrasia verso la critica e tutti coloro che avevano osato avere una visione diversa, anche se argomentata e motivata?

Solo se il voto diventa consapevole e basato su dati concreti e non sulle solite effimere promesse diventa uno strumento fondamentale nelle mani dei cittadini.

Credo che quanto sopra scritto possa rappresentare un momento di riflessione per il futuro; se si vota spinti da considerazioni diverse dalla capacità di amministrare e dal perseguimento del bene pubblico

non ci si può poi successivamente lamentare>>.

Ultima modifica ilLunedì, 30 Aprile 2018 18:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.