BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PESCARA - IN CENTINAIA IN PIAZZA CONTRO NUOVO DCPM: Centinaia dono state le persona riverdate in piazza, e nelle starde limitrofi, a Pescara per protestare contro le chiusure imposte dal Dpcm Conte: c'erano baristi, ristoratori, titolari di palestre, operatori di centri scommesse e sale bingo e rappresentanti di tutti ORDINANZA DI MARSILIO| DAD A DISTANZA PER SUPERIORI E UNIVERSITA’: Redazione- "Sospensione delle attività scolastiche secondarie di secondo grado in presenza, rimettendo in capo alle Autorità Scolastiche la rimodulazione delle stesse, con ricorso alla didattica digitale a distanza". Lo prevede un'ordinanza firmata dal governatore dell'Abruzzo, Marco Marsilio, che impone modalità GIOVENTÙ NAZIONALE| BRUNO DI BASTIANO NOMINATO COORDINATORE PROVINCIALE: Redazione- “Innanzitutto vorrei ringraziare il mio predecessore *Benedetta Fasciani*, per lo straordinario lavoro svolto fino adesso e per aver creduto in me, il Presidente di Gioventù Nazionale *Fabio Roscani* per la fiducia e la stima mostrata nei miei confronti e FER| CORSO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO: Redazione- Confartigianato Imprese Avezzano ha aperto le iscrizioni per la NUOVA SESSIONE dei corsi di aggiornamento per tutti gli installatori e manutentori di impianti termoidraulici ed elettrici che operano su: • Biomasse per usi energetici (caldaie, caminetti e stufe a SEN. DI GIROLAMO| QUASI 3 MILIARDI PER RICOSTRUZIONE POST SISMA: Redazione- “Quasi 3 miliardi di euro per la ricostruzione sono stati annunciati dal Presidente Giuseppe Conte stamattina nel corso di una riunione sul sisma in Abruzzo, tenutasi con i Sindaci e rappresentanti dei territori. Lo stanziamento, pari a 2 milioni P.I.| LE PENSIONI DI NOVEMBRE IN PAGAMENTO DAL 27 OTTOBRE: Redazione- Poste Italiane comunica che in provincia dell’Aquila le pensioni del mese di novembre verranno accreditate a partire dal 27 ottobre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari P.I.| UN FRANCOBOLLO PER I 100 ANNI DALLA NASCITA DI GIANNI RODARI: Redazione- Poste Italiane comunica che dal 23 ottobre 2020 viene emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo commemorativo di Gianni Rodari, nel centenario della nascita, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€.        Tiratura: quattrocentomila esemplari.        Foglio da RICOSTRUZIONE L'AQUILA| PRIORITARIA PER IL PD: Redazione- “L’importante stanziamento annunciato dal presidente del Consiglio per la ricostruzione del cratere 2009 conferma che la questione della ripartenza dei territori colpiti dal sisma di undici anni fa è sempre stata considerata prioritaria dal governo, e dal Partito Democratico DUE ALUNNI POSITIVI AL COVID A CARSOLI | ORDINANZA SINDACALE DI CHIUSURA SCUOLA ELEMENTARE E MEDIA: Redazione- A seguito della segnalazione della Asl di competenza su due alunni risultati positivi al covid-19, il sindaco di Carsoli Velia Nazzarro ha disposto, con una sua ordinanza, la chiusura della scuola elementare e media per l’intera giornata di domani, MOZEZ| THAT'S CRAZY: Redazione- Ritorna Mozez, al secolo Osmond Wright, con il singolo “That’s Crazy” (letteralmente “è folle”, “assurdo”), un rock melodico e potente ebbro di contenuti e di messaggi positivi.Scongiurare un disastro imminente e forse già in atto, è compito del protagonista

DON BIANCALANI E PADRE ZANOTELLI INFURIATI PER IL NO DEL SENATO AL PROCESSO A SALVINI PER IL CASO OPEN ARMS

Padre Alex Zanotelli e Don Biancalani Padre Alex Zanotelli e Don Biancalani

Redazione- Adesso l’armata buonista anti salviniana torna alla carica dopo lo stop inferto ai magistrati di Palermo che, con ogni forza, vorrebbero mandare a processo Matteo Salvini per il caso di Open Arms. I fan dell’immigrazione si sono, infatti, infuriati contro Italia Viva che oggi ha deciso di ”battere in ritirata” astenendosi dal voto per l’immunità all’ex ministro dell’Interno.“Oggi la Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato ha deciso di non accogliere la richiesta del Tribunale dei Ministri di Palermo di procedere avanti al Tribunale di Palermo nei confronti dell’ex Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona e omissione d’atti d’ufficio– si legge ancora nella Nota – La richiesta del tribunale si riferisce ai fatti accaduti ad Agosto del 2019, quando il nostro rimorchiatore, l’Open Arms, dopo aver soccorso 163 persone durante tre diverse operazioni di salvataggio, prima di raggiungere un place of safety rimase 21 giorni in mare, 7 dei quali di fronte alle coste di Lampedusa“.“In quei 21 giorni abbiamo ottenuto la sospensione del divieto di ingresso in acque territoriali con sentenza del Tar del Lazio (14 agosto), fatto sbarcare 28 ragazzi minorenni che viaggiavano soli per disposizione del Tribunale dei Minori di Palermo, richiesto e ottenuto ben 41 evacuazioni mediche“, si legge in conclusione della nota.

L’indignazione di padre Alex Zanotelli

Vergogna“. A commentare con tono profondamente indignato il retrofront di Italia Viva sul caso Open Arms è padre Alex Zanotelli, missionario comboniano. “Resto sbigottito – dice all’Adnkronos – e l’unica parola che mi viene in mente è che i renziani si vergognino”. Padre Zanotelli conosce da vicino sia il caso della nave Gregoretti che quello in questione della Open Arms: “So bene quello che è avvenuto e le sofferenze patite dai 150 migranti bloccati sulla nave“. I renziani sostengono che l’ex ministro dell’Interno non sarebbe stato il solo responsabile e che è mancata una istruttoria seria: “I magistrati – osserva padre Zanotelli – hanno guardato bene dentro alla cosa. Io mi sono sempre augurato che Salvini andasse a processo e sarebbe la cosa più naturale che lui, da uomo di Stato, ora affrontasse il processo“. Padre Zanotelli non si capacita del colpo di scena di Italia Viva: “Sapevo che tra i Cinque stelle c ‘è una fronda che ha sempre difeso Salvini ma ora che sia Italia Viva a farlo mi lascia shoccato. Lo dicano i renziani se vogliono un governo Salvini. E grave che siano i renziani a salvare Salvini. E’ possibile che abbiano cercato tutte le scuse per mettere i pali tra le ruote? Ma cosa vogliono fare? Rimango esterrefatto“.

La reazione di Don Biancalani

Sono deluso perché è mancato il coraggio di mettersi finalmente alle spalle una stagione di politiche dai tratti razzisti e sono deluso dai renziani per il venire meno del senso di giustizia“, dice all’Adnkronos don Massimo Biancalani, ”il parroco dei migranti”. Osserva don Biancalani: “Non capisco il motivo per cui un ministro che si è preso la responsabilità di compiere un gesto di quel tipo nei confronti di immigrati sfuggiti ad ogni tipo di violenza e tortura, non debba ora prendersi le proprie responsabilità davanti a un giudice. Io sono basito e anche dispiaciuto che i renziani, astenendosi, non abbiano sentito venire meno il senso della giustizia“. Ora la decisione passerà all’Aula: “Spero che nel secondo passaggio si abbia il coraggio per inaugurare una stagione libera da politiche razziste. Al momento c’è ancora tanta incertezza e poco coraggio“, osserva don Biancalani. Il parroco dei migranti guarda con delusione al quadro politico che “in questi ultimi anni non ha avuto quel senso di responsabilità nella gestione di questo fenomeno drammatico che coinvolge persone che hanno sofferto, scappate da guerre, torture, uccisioni. Una situazione che dovrebbe essere governata da paese civile e così non è“.

Il commento di Liberi e Uguali

Il voto della giunta del Senato che ha negato l’autorizzazione a procedere contro l’ex ministro degli Interni Salvini per il caso della ‘Open Arms’ è un fatto molto grave. Italia viva, anche se la sua astensione non è stata determinante, si sta assumendo una responsabilità pesante“. Lo afferma la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto. “La Giunta e poi l’Aula – precisa la presidente De Petris –non sono chiamate a giudicare ma solo a consentire che a decidere sia, come per tutti i cittadini, la giustizia. Sottrarre un ex ministro alla magistratura sarebbe dunque inaccettabile. Mi auguro che in aula Italia viva cambi il suo voto permettendo così alla giustizia di seguire il suo corso“.

La risposta di Italia Viva

No, non abbiamo salvato Salvini. Un po’ di matematica. La Giunta per le immunità del Senato ha approvato la relazione del presidente 13 voti a 7, Italia Viva conta 3 senatori all’interno della Giunta: i nostri non-voti non sono stati determinanti. Hanno votato con la destra l’ex grillino Giarrusso e una senatrice 5 Stelle“. Lo scrive su facebook il presidente di Italia viva Ettore Rosato. “Il voto nella Giunta non è definitivo, serve solo a fornire un parere: sarà l’aula del Senato a decidere sul processo a Salvini come accaduto sui casi Gregoretti e Diciotti. Perché ci siamo astenuti? – aggiunge – Perché abbiamo scelto la strada della coerenza. L’istruttoria della Giunta è stata incompleta: abbiamo chiesto più volte di avere alcune informazioni (ad esempio, se la decisione sulla #OpenArms era stata assunta solo da Salvini o vi era stato un avvallo del Governo nella sua collegialità) che ad oggi non ci sono state fornite e che aspettiamo di ricevere entro la data del voto in Aula“. “Garantisti non a giorni alterni – sottolinea Rosato – Siamo alternativi a Salvini, noi non siamo mai stati al governo con la Lega e non abbiamo condiviso con lui i decreti Sicurezza, la politica dei porti chiusi o le polemiche contro le Ong che salvano le vite in mare. Vogliamo sconfiggere Salvini sul campo della politica,

non in una aula di tribunale: siamo garantisti anche con i nostri avversari”.

 

Fonte:rassegneitalia.info

Ultima modifica ilMercoledì, 17 Giugno 2020 20:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.