BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ORDINANZA DI MARSILIO| DAD A DISTANZA PER SUPERIORI E UNIVERSITA’: Redazione- "Sospensione delle attività scolastiche secondarie di secondo grado in presenza, rimettendo in capo alle Autorità Scolastiche la rimodulazione delle stesse, con ricorso alla didattica digitale a distanza". Lo prevede un'ordinanza firmata dal governatore dell'Abruzzo, Marco Marsilio, che impone modalità GIOVENTÙ NAZIONALE| BRUNO DI BASTIANO NOMINATO COORDINATORE PROVINCIALE: Redazione- “Innanzitutto vorrei ringraziare il mio predecessore *Benedetta Fasciani*, per lo straordinario lavoro svolto fino adesso e per aver creduto in me, il Presidente di Gioventù Nazionale *Fabio Roscani* per la fiducia e la stima mostrata nei miei confronti e FER| CORSO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO: Redazione- Confartigianato Imprese Avezzano ha aperto le iscrizioni per la NUOVA SESSIONE dei corsi di aggiornamento per tutti gli installatori e manutentori di impianti termoidraulici ed elettrici che operano su: • Biomasse per usi energetici (caldaie, caminetti e stufe a SEN. DI GIROLAMO| QUASI 3 MILIARDI PER RICOSTRUZIONE POST SISMA: Redazione- “Quasi 3 miliardi di euro per la ricostruzione sono stati annunciati dal Presidente Giuseppe Conte stamattina nel corso di una riunione sul sisma in Abruzzo, tenutasi con i Sindaci e rappresentanti dei territori. Lo stanziamento, pari a 2 milioni P.I.| LE PENSIONI DI NOVEMBRE IN PAGAMENTO DAL 27 OTTOBRE: Redazione- Poste Italiane comunica che in provincia dell’Aquila le pensioni del mese di novembre verranno accreditate a partire dal 27 ottobre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari P.I.| UN FRANCOBOLLO PER I 100 ANNI DALLA NASCITA DI GIANNI RODARI: Redazione- Poste Italiane comunica che dal 23 ottobre 2020 viene emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo commemorativo di Gianni Rodari, nel centenario della nascita, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€.        Tiratura: quattrocentomila esemplari.        Foglio da RICOSTRUZIONE L'AQUILA| PRIORITARIA PER IL PD: Redazione- “L’importante stanziamento annunciato dal presidente del Consiglio per la ricostruzione del cratere 2009 conferma che la questione della ripartenza dei territori colpiti dal sisma di undici anni fa è sempre stata considerata prioritaria dal governo, e dal Partito Democratico DUE ALUNNI POSITIVI AL COVID A CARSOLI | ORDINANZA SINDACALE DI CHIUSURA SCUOLA ELEMENTARE E MEDIA: Redazione- A seguito della segnalazione della Asl di competenza su due alunni risultati positivi al covid-19, il sindaco di Carsoli Velia Nazzarro ha disposto, con una sua ordinanza, la chiusura della scuola elementare e media per l’intera giornata di domani, MOZEZ| THAT'S CRAZY: Redazione- Ritorna Mozez, al secolo Osmond Wright, con il singolo “That’s Crazy” (letteralmente “è folle”, “assurdo”), un rock melodico e potente ebbro di contenuti e di messaggi positivi.Scongiurare un disastro imminente e forse già in atto, è compito del protagonista XI FESTIVAL DELLA DIPLOMAZIA| CULTURAL DIPLOMACY: Redazione- Cultural Diplomacy e Soft Power  tra i temi al centro dell’undicesimo Festival della Diplomazia che quest’anno si svolgerà in modalità ibrida, in presenza e online, dal 19 al 30 ottobre a Roma.Con il patrocinio del Ministero degli Esteri, della

ORRORE IN INGHILTERRA, MIGLIAIA DI BAMBINE TORTURATE E STUPRATE DA GANG ISLAMICHE: ARRESTATI PAKISTANI E SOMALI

Gli Arrestati Gli Arrestati

Redazione-Le bambine innocenti pagano le conseguenze delle politiche scellerate e criminali, di sinistra e di destra, che hanno consentito l’ingresso in massa della sottospecie islamica con la sua cultura bestiale in Inghilterra. Un orrore nazionale che scuote l’opinione pubblica: gang islamiche hanno sequestrato, torturato e stuprato migliaia di bambine. Arrestate decine bestie tra pakistani  e somali.Pervertiti e disumani. Sono solo due degli aggettivi usati dal giudice di Leeds per descrivere 20 uomini, tutti di origine pachistana, condannati a Huddersfield. Quello che apparentemente sembra un Paese tranquillo nel cuore della Gran Bretagna nascondeva, e secondo diverse fonti nasconde tuttora, un giro di sfruttamento sessuale minorile inquietante. In altre parole, bambine anche di soli 11 anni sono state trasformate in schiave del sesso. Come? La gang adescava le prede per strada, all’uscita da scuola o alla stazione degli autobus. Apparentemente poteva essere un semplice invito a una festa. Ma qui, poi, c’erano gli alcolici. E dentro gli alcolici c’era la droga. Quello che succedeva dopo lo si può immaginare. “A un certo punto sono rimasta sola con uno di loro. Quella è stata la prima volta che mi hanno stuprato”, racconta K., che per motivi legali deve rimanere anonima. K. prima di quella sera non sapeva neanche cosa fosse il sesso.

Una volta che si entra nel giro, è praticamente impossibile uscirne. La quotidianità si trasforma, nel giro di qualche giorno, in un incubo a base di torture e minacce. Sì, perché se a 12 anni sei ricoperta dalla testa ai piedi di benzina e minacciano di darti fuoco, non dici di no. Ti lasci violentare. E se poi minacciano di dare fuoco pure a casa tua e alla tua famiglia, su quella macchina scura che ti aspetta davanti al cancello ci sali. Dai racconti delle vittime, oltre alle sfumature raccapriccianti, emerge infatti un fattore chiave: questi mostri riuscivano a controllare la mente delle adolescenti. È come se in qualche modo fossero diventate di loro proprietà. Proprietà dei loro stupratori. Solo per fare un esempio: la madre di una delle vittime ha raccontato che sua figlia ha rischiato di farsi male buttandosi giù dal balcone del primo piano di casa per uscire dopo che i suoi aggressori le avevano ordinato di incontrarli. Un’altra ragazza è invece riuscita a sfuggire agli abusi dopo che la gang pachistana ha dato fuoco a casa sua. La famiglia, di conseguenza, ha dovuto trasferirsi: “È stata la cosa migliore che potessero farmi, quella di dare fuoco a casa mia”

“Usate e abusate a volontà”

Gli abusi hanno avuto luogo tra il 2004 e il 2011. I 20 uomini di Huddersfield, che fanno tutti parte della comunità musulmana locale, sono stati condannati alla Leeds Crown Court al termine di tre processi: hanno commesso oltre 120 reati ai danni di 15 bambine e ragazze. Ma, secondo quanto è emerso dalle carte, una cosa è certa: molti aggressori non sono ancora stati identificati. Stessa cosa vale per le vittime. E non è finita qua: risale al 16 novembre, infatti, la notizia che altre 30 persone dello stesso paese sono accusate di stupro, maltrattamenti, traffico di minori e droga. Andranno a processo tra un anno.

Il leader della gang, Amere Singh Dhaliwal, un 35enne sposato con due figli, è stato condannato all’ergastolo. “L’entità e la gravità della tua violenza superano di gran lunga tutto ciò che ho visto in tutti i miei anni di lavoro”, ha affermato poco prima della sentenza uno dei giudici coinvolti. Le altre bestie del gruppo hanno preso invece dai cinque ai 18 anni. Utilizzavano tra loro nomi in codice come “Dracula”, “Bullo” o “Bestia”. Secondo quanto riportato da altri giurati di Leeds, gli aggressori, in particolare, predavano bambine e ragazzine giovani e vulnerabili. Una di loro avrebbe avuto infatti l’età mentale di un bimba di sette anni durante gli anni dell’incubo.

Orrore nazionale

Ma non è sol Huddersfield. È tutto il Regno Unito: è Rotherham, Oxford, Rochdale, Newcastle, Keighley, Halifax, Bristol, Aylesbury, Peterborough, Telford, Banbury, Derby. E certamente molte altre città.Dal 2005 ad oggi, circa 300 uomini sono stati condannati per stupro, traffico di minori e sequestro di persona. Di questi, il 99% fa parte della comunità musulmana locale.  In particolare si tratta nell’84% dei casi di persone di origini pachistane. Una più piccola fetta, invece, è di origine somala. C’è poi da considerare che molti processi e molte indagini sono ancora in corso. Non c’è poi da escludere la possibilità che alcune di queste gang fossero collegate tra loro, considerando il fatto che spesso le vittime venivano portate dall’altra parte del Paese per poi essere vendute ad altri uomini.

Questo crimine, fino a qualche anno fa, raramente veniva discusso nel Paese. Rappresentava una sorta di tabù. Questi abusi sessuali sono stati spesso ignorati o addirittura insabbiati. A Rotherham , infatti, dove 1400 bambine sono state stuprate e abusate per anni, la polizia si è scusata pubblicamente per avere ignorato per anni le innumerevoli richieste di aiuto da parte di ragazze e famiglie. Molti poliziotti hanno ammesso che avevano paura di essere identificati come razzisti affrontando l’argomento. E così, la protezione della reputazione istituzionale o della coesione comunitaria è venuta prima della vita di queste bambine.

Fonte:riscattonazionale.org

Ultima modifica ilMartedì, 20 Novembre 2018 19:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.