BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
BONUS 600 EURO| IMMAGINE DEL PARLAMENTO DANNEGGIATA?: Redazione - Lo scandalo “Bonus” rischia di travolgere l’immagine del Parlamento e a distanza di giorni e’ ancora piu’ scandaloso il silenzio che avvolge questa torbida vicenda. Esattamente, perché il vero scandalo stà proprio sulla tempistica che il parlamento mostra MATTEO MAURI ALL'EVENTO DEL PD ABRUZZO: Redazione- “Contro la paura, proteggiamo il futuro” è il titolo dell’incontro con il viceministro dell’Interno Matteo Mauri, organizzato dal Partito Democratico abruzzese. Hanno partecipato tra gli altri i candidati a sindaco a Chieti, Avezzano e Pettorano sul Gizio, Diego Ferrara, FINA A DI STEFANO | PARLA A SPROPOSITO: Redazione- “Fabrizio Di Stefano non vincerà le elezioni ma ha già vinto la gara per mister faccia di bronzo d’Abruzzo”: lo dichiara il segretario regionale del Pd Abruzzo Michele Fina.Fina spiega: “Il candidato della Lega ieri si è esercitato in AL FESTIVAL DELLA PIANA DEL CAVALIERE IL TAU STRING TRIO: Redazione- Sabato 15 agosto, alle ore 21 presso la Chiesa di Santa Maria Assunta di Configni (Rieti) il Tau String Trio sarà ospite per la prima volta al Festival della Piana del Cavaliere con uno straordinario concerto dal programma dedicato ABRUZZO| 9 NUOVI CASI DI CORONAVIRUS: Redazione- Nove nuovi casi di coronavirus accertati in Abruzzo nelle ultime ore. Il totale regionale sale così a quota 3.516. In aumento gli attualmente positivi, che sono 221. I guariti sono 2.823. Non si registrano decessi recenti: il bilancio delle CORONAVIRUS A CARSOLI| TUTTI NEGATIVI I 24 TAMPONI: Redazione- Sono tutti negativi i 24 tamponi fatti, dopo il caso di positività della ragazza rientrata dalla Spagna. Il risultato è stato emanato, ieri dalla Asl di Avezzano.al sindaco di Carsoli, Velia Nazzarro. Finalmente arriva un po di quiete, dopo FINA E I FONDI MASTERPLAN: Redazione- “Il Presidente Marsilio non sa che negli Stati Uniti e in molti altri luoghi l’asino è orgogliosamente il simbolo dei democratici, per l’umiltà, il coraggio e la forza che rappresenta”: lo dice il segretario del Pd Abruzzo Michele Fina ANAGNI| GIUSEPPE ZENO IN FAUST: Redazione- Il 22 agosto sul palcoscenico open air del Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni, ai piedi della monumentale cattedrale di Piazza Innocenzo III come ineguagliabile scenografia urbana, va in scena Giuseppe Zeno - diretto da Stefano Reali VIVALDI E RESPICHI E UN VERSO LEOPARDIANO: Redazione- Dopo il duro e lungo momento di stasi dovuto alla chiusura dei teatri per l’emergenza covid-19 finalmente anche l’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani riparte con una serie di concerti nell’ambito del Festival della Piana del Cavaliere.Dopo il concerto di apertura FINA E GRECO| IL RILANCIO DEL PROGETTO EUROPEO: Redazione- La scienza come chiave interpretativa come della storia europea, collante e motore del continente.  Nelle sorti della scienza si possono intravedere anche quelle del progetto europeo: il rischio del declino e il possibile riscatto. E’ stato questo l’argomento su

COVID-19: I GATTI POSSONO CONTRIBUIRE A TROVARE LA CURA

Coronavirus Coronavirus

Redazione- I primi risultati sono confortanti anche se, prima di azzardare conclusioni affrettate, dovranno essere effettuati ulteriori studi. I ricercatori dell’Accademia cinese delle scienze mediche, guidati dal professor Zhang Shuyang, hanno pubblicato un articolo sull’archivio online bioRxiv in merito a una possibile cura per debellare il Sars-CoV-2.Il farmaco che ha attirato l’attenzione degli scienziati, secondo il South China Morning Post, è il GC376.Si tratta di un medicinale usato per curare la peritonite infettiva felina (FIP), una malattia fetale felina molto grave, provocata da un coronavirus che non infetta l’uomo. Ebbene, effettuando un test di laboratorio, il team di ricercatori cinesi ha scoperto che il farmaco in questione potrebbe riuscire a bloccare in maniera efficace la replicazione del Covid-19.La speranza arriva dallo sviluppatore americano della medicina per gatti, che aveva annunciato la presentazione di una domanda di approvazione d’emergenza alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, proprio per avviare studi clinici per la somministrazione di quel farmaco sugli esseri umani.Gli scienziati cinesi hanno scoperto che il GC376 rappresenta “un metodo relativamente efficace e sicuro” e che il medicinale è uno dei candidati a ricoprire il ruolo di farmaco anti-Covid.Attualmente è stato dimostrato che il farmaco felino riesce a legarsi a un importante enzima di Sars-CoV-2, il cosiddetto Mpro, l’enzima che scompone le grandi proteine di un organismo in amminoacidi.Il virus utilizza proprio questi amminoacidi come “elementi costitutivi”. In altre parole, senza Mpro, il nuovo coronavirus non può replicare se stesso.Una concentrazione molto bassa di GC376 ha permesso di evidenziare che lo stesso farmaco può entrare nelle cellule infettate e inibire la produzione virale. Una minima quantità per il massimo effetto.Questo farmaco è stato sviluppato da Anivive Lifesciences, una società di biotecnologie situata a Long Beach, in California ed è da sempre utilizzato per curare i gatti affetti da FIP.Ora la stessa società ha presentato una richiesta pre-investigativa alla FDA, sulla base delle ultime ricerche. “Non vediamo l’ora di discutere con la FDA e avanzare verso una sperimentazione clinica”, ha dichiarato Dylan Balsz, fondatore dell’azienda (come riporta il South China Morning Post).E’ forse il caso di aprire una piccola parentesi sui felini. Sembra che il Sars-CoV-2 possa essere nocivo non solo per gli esseri umani, ma anche per altri animali, per i felini in particolare. Si apprende infatti che 5 tigri e 3 leoni dello zoo del Bronx di New York siano stati colpiti dal Covid.Il Prof. Chen Hualan, dell’Istituto di ricerca veterinaria di Harbin, in Cina, ha scoperto che il nuovo coronavirus è molto dannoso per i gatti. Al contrario, il virus non riuscirebbe a replicarsi negli organismi di cani, maiali, galline e anatre.Il Prof. Guo Xiaofeng della South China Agricultural University ha ribadito che alcune malattie sono in grado di infettare sia gli uomini che gli animali ed è per questo motivo che determinati trattamenti medici possono rivelarsi ugualmente efficaci per gli uni e per gli altri: “Se una cura funziona sui gatti c’è una ragionevole speranza che possa funzionare anche sugli esseri umani.

Ma non c’è una garanzia, perché gli umani sono probabilmente più sofisticati dei gatti”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.