BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PESCOCOSTANZO - NEL CUORE DEL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA: Nel cuore degli altipiani carsici dell’Appennino abruzzese, a 1410 m s.l.m, come un gioiello di alta orificieria nostrana, incontriamo Pescocostanzo, uno dei Borghi più belli d’Italia, e d’Abruzzo.Un borgo di eccezionale bellezza che detiene un patrimonio architettonico civile e religioso CELANO - AQUILA IN DIFFICOLTA' NELLA STRADA CENTRALE DEL PAESE: Un bel esemplare di Aquila è stata notata per la strada provinciale di Celano. Subito allertati i Carabinieri Forestali, che in un primo intervento hanno evidenziato uno satto confiìuzionale del rapace, forse intossicato da un cibo. Solo dopo un paio PAGANICA - DONNA INSEGUITA DA UN GRUPPO DI GIOVANI, SALVA GRAZIE ALL'INTERVENTO DEI CARABINIERI: Una banale passeggiata con il cane si è trasformata in un incubo per una donna di Paganica che si è imbattuta in un gruppo di ragazzi: “Verso le 20 e 40 – racconta sui social – stavo passeggiando con il SULMONA - CONVEGNO PER RICORDARE MALVESTUTO, DELLA BRIGATA MAIELLA: Si svolgerà venerdì 1 marzo alle ore 17.30 nell'aula consiliare del Comune di Sulmona il convegno dedicato alla figura di Gilberto Malvestuto, ufficiale della Brigata Maiella scomparso un anno fa. Al patriota, "punto di riferimento essenziale per la storia dei drammatici CORFINIO - LA PRIMA CAPITALE D'ITALIA: In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a SITI ARCHEOLOGICI ABRUZZESI - CORFINIUM: Corfinium è situata nella Valle Peligna. La città di Corfinium, per la sua marcata propensione all’indipendenza, si scontrò più volte con Roma, tanto che alla fine del conflitto nel 90 a.C. la città vide riconosciuta la cittadinanza romana. In questo NNUJE L’ANTICO SALAME ABRUZZESE: Le nnuje,è un prodotto tipico abruzzese, un salume di antiche origini diffuso in tutta la regione, in particolare nel Teramano. Le nnuje sono una specie di incrocio tra salsiccia e salame, realizzate con trippa e pancetta suina insaccate in un POSTE ITALIANE: ROCCA DI CAMBIO, AL VIA I LAVORI DEL PROGETTO - POLIS- PER L’UFFICIO POSTALE: Redazione-  Poste Italiane comunica che l’ufficio postale di Rocca di Cambio è interessato da interventi di ammodernamento per migliorare la qualità dei servizi e dell’accoglienza. La sede infatti è inserita nell’ambito di “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto di 8 MARZO: IL LIBRO DI VALENTINA VENTI E LA MOSTRA DI SIMONE D'AMICO A BUGNARA: Redazione-  Venerdì 8 marzo 2024 a partire dalle ore 17.00, il Centro Studi e ricerche "Nino Ruscitti" ospiterà la mostra dell'artista sulmonese Simone D'Amico. A seguire la presentazione del libro di Valentina Venti "Per poi svegliarmi in un quadro" con PESARO CAPITALE ITALIANA DELA CULTURA: Redazione-  Poste Italiane comunica che oggi 26 febbraio 2024, viene emesso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico” dedicato alla città d’Italia: Pesaro, Capitale italiana della

L'AQUILA - CENONE DI CAPODANNO A MILLE EURO A PERSONA, CAOS SUI SOCIAL

Locandina Evento Locandina Evento

Redazione- Un menu per il cenone di capodanno da mille euro a persona. Senz’altro con materie prime selezionatissime e d’eccezione, che spaziano dal carpaccio con ribeye di Wagyu, tartufo bianco e fresco e fiocchi di foglie d’oro al prosciutto Pata Negra e al caviale di Beluga in purezza, proseguendo con risotto Carnaroli gran riserva ai fiori di pea con salsa di aragoste e tartare di gamberi di Mazara del Vallo e tagliolini al burro echirè e tartufo bianco, e ancora con un tris di filetto Wagyu, Fassona e Mangalica, il tutto annaffiato da calici di Dom Perignon, Valentini trebbiano, Bolgheri Sassicaia doc e Chateau d’Yquem.

Quello che però sta provocando scalpore sui social aquilani è il prezzo chiesto per questo cenone dalla Fuocìna di Emiliano steakhouse di San Gregorio, frazione del capoluogo, lungo la statale 17, ben 1.000 euro a persona. Un prezzo mai visto, effettivamente, nemmeno nei ristoranti più di alto livello e per di più stellati nel comprensorio aquilano.T anto che qualcuno ha ironizzato, commentando sul profilo facebook della Fuocìna di Emiliano: “Oooooooohh stai a San Gregorio, no a Cortina, ma daje su!”“Quatrà, me sa che se so sbagliati, hanno stampato nu zero de cchiù”, “È per dieci persone il prezzo, vero?”. E ancora: “ho un forte dubbio…se a Capodanno andrò da Casadonna Reale di Niko Romito, all’Osteria Francescana di Massimo Bottura o alla Fuocìna di Emiliano a San Gregorio…oppure aggiungendo altri 450 euro ai 1.000 euro potrei andare alla Pergola da Heinz Beck a Roma…”.

Il prezzo è invece quello giusto, assicura, contattato da Abruzzoweb, Emiliano Benedetti, titolare del locale assieme alla moglie Brikena Hoxha, e che si avvale dello chef Antonello Camardese, aquilano. “Ma per carità, le critiche ci stanno, figuriamoci, ma occorrerebbe anche sapere di cosa si parla: l’idea è stata quella di offrire per capodanno non il solito menu, ma proporre una cena con il top delle materie prime che già utilizziamo – spiega Benedetti –, per una serata esclusiva e dedicata a chi sa apprezzarle. Materie prime che hanno un costo inevitabilmente molto elevato. Per fare qualche esempio: il tartufo bianco sta in questo periodo a 5mila euro al chilo, e dipende ovviamente dalla pezzatura, il Wagyu giapponese è tra le carni più costose al mondo, a circa 500 euro al chilo, e nemmeno il filetto di Mangalica, che ci arriva dall’Ungheria, il corrispettivo del Kobe per la carne di maiale, certo non ce lo regalano. Il Sassicaia, va ricordato, è uno dei migliori vini al mondo, una bottiglia sta intorno anch’essa ai 500 euro, il Dom Perignon è il re dello champagne”.

E rivela: “siamo quasi al completo, e le prenotazioni sono fioccate dopo poche ore dal lancio della proposta, il 24 dicembre, e anche ora riceviamo telefonate in continuazione per chiedere informazioni, arrivate soprattutto da

fuori regione, avremo ad esempio clienti dal Lazio, dall’Umbria e dalla Lombardia”. Il pagamento, per completezza d’informazione, è anticipato e senza rimborso.

Ultima modifica ilGiovedì, 29 Dicembre 2022 16:53

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.