BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SEN. DI GIROLAMO| LA FERROVIA VELOCE ROMA-PESCARA SARA' UN'OPERA UTILE: Redazione- Ribadisco quanto già detto alla presentazione del progetto di prefattibilità del potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma ed il conseguente corridoio trasversale per persone e merci.Una visione ecologica richiede di agire da subito per decongestionare i grandi centri urbani dove MARINELLI| GOVERNO E MAGGIORANZA REGIONALI INADEGUATI: Redazione- Mentre la maggioranza che governa la Regione Abruzzo si occupa di aumentare gli stipendi ai dirigenti e di regolare i conti interni dopo le sconfitte elettorali, confezionando un vero e proprio rimpasto in perfetto stile e in piena pandemia, FESTIVAL DELLA DIPLOMAZIA| IL FUTURO POST COVID: Redazione- La pandemia di Covid-19 ha cambiato radicalmente le vite dei cittadini di tutto il mondo e ha reso urgente la gestione condivisa dell’emergenza. Con i Paesi occidentali e in particolare europei alle prese con la seconda ondata, la “ricostruzione” LUCO DEI MARSI| MESSA IN SICUREZZA DEL TERRITORIO A RISCHIO IDROGEOLOGICO: Redazione-Salvaguardia del territorio, a Luco dei Marsi circa 200mila euro per la progettazione di messa in sicurezza delle aree a rischio idrogeologico.Proseguono a pieno ritmo i lavori dell'Amministrazione luchese, che incassa l'assegnazione dei fondi per la progettazione definitiva ed esecutiva MARCO CIGNOLI| LA MIA MERCEDES: Redazione- Da martedì 27 ottobre arriva in radio e in digitale il remix de “LA MIA MERCEDES” (Jab Media), il nuovo singolo di MARCO CIGNOLI, realizzato dal Dj spagnolo GAGO.«L'incontro con Marco Cignoli nasce per puro caso grazie al web. EUGENIA SERAFINI| OMAGGIO ALL'ORIENTE: Redazione- Presso il Circolo degli Esteri di Roma (Via dell’Acqua Acetosa 42), fondato nel 1936 con finalità di rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri, è stata inaugurata venerdì 16 ottobre 2020, alle ore 18, la mostra personale dal titolo “Sguardo a Oriente” di Eugenia Serafini, AVEZZANO| L’UFFICIO POSTALE DI VIA MARCONI RIPRISTINA L’APERTURA POMERIDIANA: Redazione- Poste Italiane comunica che da oggi, martedì 27 ottobre, in concomitanza con il primo giorno di pagamento delle pensioni di novembre, l’ufficio postale di Avezzano 2 (via Marconi) tonerà disponibile con orario continuato dal lunedì al venerdì, dalle 8.20 MICHELE FINA| L'IDENTITA' DELL'APPENNINO: Redazione- L’identità e le prospettive dell’Appennino nel trentesimo appuntamento di “Un libro, il dialogo, la politica”, la rubrica in diretta Facebook di Michele Fina che ha dialogato con Piero Lacorazza (Fondazione Appennino) e Giuseppe Lupo, autore assieme a Raffaele Nigro PESCARA - IN CENTINAIA IN PIAZZA CONTRO NUOVO DPCM: Redazione- Centinaia dono state le persona riverdate in piazza, e nelle starde limitrofi, a Pescara per protestare contro le chiusure imposte dal Dpcm Conte: c'erano baristi, ristoratori, titolari di palestre, operatori di centri scommesse e sale bingo e rappresentanti di ORDINANZA DI MARSILIO| DAD A DISTANZA PER SUPERIORI E UNIVERSITA’: Redazione- "Sospensione delle attività scolastiche secondarie di secondo grado in presenza, rimettendo in capo alle Autorità Scolastiche la rimodulazione delle stesse, con ricorso alla didattica digitale a distanza". Lo prevede un'ordinanza firmata dal governatore dell'Abruzzo, Marco Marsilio, che impone modalità

LA FRANCIA E' NUOVAMENTE PREDA DEL TERRORE, STRAGE AGGHIACCIANTE A NIZZA

LA FRANCIA E' NUOVAMENTE PREDA DEL TERRORE, STRAGE AGGHIACCIANTE A NIZZA Attentato A Nizza

Redazione-L'ennesima opera di un pazzo suicida o una strage pianificata? Al momento non c'è una rivendicazione ufficiale da parte dell'Isis che, come spesso accaduto, potrebbe comunque prendere la palla al balzo. L'unica certezza è che la Francia è stata colpita nuovamente al cuore, non durante i Campionati Europei come era stato a lungo paventato durante i mesi che hanno preceduto il grande evento sportivo, ma nel corso della festa nazionale più sentita. Il 14 luglio il Paese celebrava l'anniversario della Presa della Bastiglia, fulcro della Rivoluzione. Il killer che ieri sera è piombato con un tir sulla folla a Nizza, sparando all'impazzata, ha lasciato a terra 84 morti ed oltre un centinaio di feriti. Tra questi oltre una cinquantina sono bambini. L'attentatore è stato ucciso, si tratta di un franco-tunisino di 31 anni.

Il terrore corre ad 80 km l'ora

In quel momento a Nizza la gente affollava il lungomare Des Anglais per godersi lo spettacolo dei giochi pirotecnici. Poco prima delle 22.30 il tir si è scagliato sulla folla ad una velocità di circa 80 chilometri l'ora ed il conducente ha iniziato a sparare senza alcun obiettivo specifico. Il risultato è stata la strage, la nuova strage in territorio francese e, stando ai numeri, la più grave. Il camion sterzava di continuo, secondo la descrizione dei testimoni, colpendo le persone come fossero birilli. In mezzo a questo tragico slalom c'è stato ad un certo punto l'intervento delle forze dell'ordine transalpine, favorito dall'azione coraggiosa di un civile che è balzato sul tir cercando di fermare il killer. In quel momento la polizia è stata in grado di fermarlo, l'uomo è stato neutralizzato ed ucciso: si chiamava Mohamed Lahouaiej Bouhel, secondo quanto affermato dal quotidiano Nice Matin. All'interno del tir sono state inoltre rinvenute armi di grosso calibro ma in base ad un'ispezione più attenta sono risultate "fittizie". C'era anche una granata scarica. Il 31enne franco-tunisino era un volto noto alle forze dell'ordine per atti di violenza ed uso improprio di armi da fuoco ma, almeno ufficialmente, non avrebbe avuto contatti con cellule terroristiche. Il veicolo in questione, inoltre, sarebbe stato preso a noleggio poche ore prima dell'attentato.

L'esultanza della jihad

Sebbene non ci sia stato ancora nessun comunicato ufficiale da parte di Amaq, l'agenzia di stampa dello Stato Islamico, i sostenitori della jihad si sono scatenati sui social network esultando per quanto accaduto a Nizza. La storia si ripete, la campagna dell'odio che ancora una volta testimonia quanto sia difficile controllare i focolai dei terroristi sparsi per l'Europa ed il resto del mondo. Queste cellule impazzite che agiscono ed uccidono lo fanno in maniera assolutamente autonoma, senza una cupola che prenda le decisioni e pianifichi gli attentati. Questo, certamente, rende ancora più difficoltosa la lotta al terrore. Intanto le forze di sicurezza, oltre al triste compito di identificare tutte le vittime, sono alla ricerca di eventuali complici del killer: l'uomo infatti potrebbe non aver agito da solo. In proposito ci sarebbe una testimonianza, un uomo intervistato in diretta dalla TV francese, che afferma di aver visto saltare giù dal camion almeno tre uomini oltre all'autista che ha proseguito la sua folle corsa ma è una fonte tutta da verificare.Alla notizia della strage, la Farnesina si è subito messa in contatto con le autorità di Nizza. Non ci sarebbero vittime italiane ma ci sono dei dispersi: è una coppia, marito e moglie. Si chiamano Angelo D'Agostino e Gianna Muset. Una parente ha diffuso il messaggio di ricerca su Twitter, sostenendo di non avere più notizie dei due da ieri sera. Intanto il ministero degli esteri consiglia ai cittadini italiani di evitare spostamenti verso i litorali francesi, dove in molti si sarebbero mossi per raggiungere le località balneari della Costa Azzurra.

(Fonte:http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/07/la-francia-e-nuovamente-preda-del-terrore-strage-agghiacciante-a-nizza-001016343.html)

Ultima modifica ilLunedì, 18 Luglio 2016 21:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.