BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SALERNO| 74° EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA: Redazione- È tutto pronto per la 74esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno che si terrà, in diretta Fb dalla fanpage della kermesse (https://www.facebook.com/festivaldelcinema/?epa=SEARCH_BOX) per le interviste agli ospiti e sulla piattaforma digitale ufficiale (https://festivaldelcinemadisalerno.teyuto.com) per la visione VILLA TIBERIA HOSPITAL| BREAST CENTER: Redazione-  54.976 casi, pari al 14,6% di tutte le nuove diagnosi: questa è l'incidenza stimata del tumore alla mammella per l'anno 2020. È la neoplasia più frequente nelle donne di qualsiasi età ma oggi, grazie ai progressi della ricerca e MAKER FAIRE ROME| EUROPEAN EDITION 2020: Dal 10 al 13 dicembre 2020 su www.makerfairerome.eu  Redazione- La Maker Faire Rome - European Edition 2020, il più grande spettacolo di innovazioni e creatività al mondo, per la prima volta in versione virtuale, porterà la musica all’attenzione di appassionati e CAOS SANITA' | I SINDACI DE ROSA- DI NATALE- GIOVAGNORIO SI RIVOLGONO ALLA PROCURA: Redazione- La disastrosa emergenza sanitaria, con il triste corollario che l'accompagna, dalla carenza di posti letto a quella del personale, la mancanza di strumentazione adeguata per le diagnosi, che ha condotto all'implosione della linea di individuazione e tracciamento, fondamentale per INTERVISTA ALLA POETESSA E SCRITTRICE ALESSANDRA IANNOTTA: Redazione- È in libreria e negli store digitali “Panni al vento”, il nuovo libro di Alessandra Iannotta pubblicato da L'Erudita. Una raccolta di centouno poesie scritte in questi ultimi cinque anni. Sono tutte fotografie di attimi rubati al divenire delle L’AQUILA| IN TUTTA LA PROVINCIA PER OGNI CINQUE ABITANTI QUATTRO LIBRETTI E OTTO BUONI POSTALI: Redazione- Con 243mila libretti postali attivi al 30 settembre, quella aquilana si conferma la prima provincia abruzzese nel rapporto tra questo storico prodotto di risparmio e il numero degli abitanti. In questa speciale classifica sul risparmio in Abruzzo, L’Aquila si ROMEO E GIULIETTA NEGLI ATER| UN' AMORE POPOLARE: Uno Shakespeare da guardare affacciati alle finestre, nei cortili dei palazzi popolari dell’ATER dal 10 al 13 Dicembre 2020. 10 e 11 dicembre ore 17.00 Ater Quarticciolo, 12 e 13 dicembre ore 17.00 Ater Primavalle, E online su www.facebook.com/lacittaideale Redazione- Il teatro dove ABRUZZO| PD IN ASCOLTO: Redazione- Si terrà giovedì 3 dicembre, a partire dalle 18.30, in diretta Facebook sulla pagina del Partito Democratico abruzzese, l’iniziativa “La voce dei territori”, un confronto con i sindaci e gli amministratori. Interverranno Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e presidente SOTTO LA LENTE - INTERVISTA AL SINDACO DI TAGLIACOZZO: Redazione- Oggi per la rubrica SOTTO LA LENTE, ho il piacere di intervistare il Sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio. I punti dell'intervista sono forti, la sanità marsicana, territoriale, il brutto momento sociale che stiamo vivendo......<< Buonasera Sindaco 1. Come sta gestendo questo TAGLIACOZZO - L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, OLTRE AL DRIVE-IN NEL CAPOLUOGO, ORGANIZZA LO SCREENING DI MASSA ANCHE CON UNA POSTAZIONE MOBILE PER: Redazione- A Tagliacozzo è in grande attività l’organizzazione del drive-in comunale, coordinato dal Consigliere comunale Danilo Iacoboni, che prosegue lo screening di massa, voluto dalla Regione Abruzzo, con i tamponi gratuiti forniti dal Governo nazionale. La postazione fissa nel capoluogo

MICHELE FINA| CONFESSIONI DI UNO ZERO

Fina, Di Iacovo Fina, Di Iacovo

Redazione- E’ stato “Confessioni di uno zero” (Castelvecchi), di Giovanni Di Iacovo, il libro al centro del 23esimo incontro di “Un libro, il dialogo, la politica”, la rubrica in diretta Facebook di Michele Fina. L’incontro con tra Fina e l’autore si è svolto dal vivo, alla festa dell’Arci a Pescara.Proprio la città adriatica è tra le ambientazioni principali del romanzo. Si tratta della storia di una ragazza che perde la memoria quando si sta per sposare. La riacquisterà; decisivo nell’intreccio l’incontro di un amico di un passato di cui non ricorda nulla, che la fa scoprire vittima di una manipolazione. Il matrimonio in programma è con un uomo scelto in realtà dalla madre, il vero amore della protagonista è un altro.ìTra le notazioni di Fina quella che riguarda proprio il cuore della vicenda: “La storia è apparentemente strana, ma in certo senso è ciò che capita a molti. Ognuno di noi ha una sorta di memoria trasferita basata sul conformismo: qui il rapporto fra generazioni spesso è basato sulla continuità e finisce con il poggiarsi esclusivamente su elementi come la sicurezza economica e la certezza sociale; senza vera libertà e senza felicità". Fina rileva anche la capacità di Di Iacovo di tratteggiare una sorta di altro Abruzzo rispetto a quello di cui siamo abituati a leggere nelle opere narrative, o vedere al cinema.

L’autore ha accolto le osservazioni, rivelando che la storia è costruita “puntando sulle diversità, sulla possibilità di costruire una vita sulla base delle scelte personali. Seguire vie tracciate, mulattiere, porta a spegnere le caratteristiche che sono più proprie di ciascuno di noi”. Di Iacovo ha parlato diffusamente anche del suo metodo di lavoro e della sua concezione di scrittura: la ricerca meticolosa che precede la redazione; l’importanza data al ritmo e alle esperienze personali; un lavoro di revisione del testo molto accurato dopo la stesura iniziale. Fina ha anche sottolineato una delle caratteristiche della scrittura di Di Iacovo, l’abilità a mescolare generi diversi, che molto ricorda le modalità di comunicazione proprie della generazione della rivoluzione digitale.

Di Iacovo, ha detto, ha in cantiere un libro sulla “costruzione e la scelta” della felicità. Nelle considerazioni finali sulla situazione politica cittadina, l’autore, che è anche consigliere comunale, ha messo in guardia dalla sottovalutazione della riemersione del neofascismo: “Il pericolo non è costituito solo dal momento del voto. Questi fenomeni tra l’altro si nutrono di parole d’ordine che un tempo erano proprie della sinistra, che deve ritrovare le ragioni che l’hanno resa popolare, e la capacità di confrontarsi con le persone, conoscerle”.

Anche per Fina per la sinistra “c’è bisogno di ricostruire una presenza fatta anche di accudimento dei bisogni materiali e, aggiungo, tornare a lavorare sulle parole. Abbiamo la tendenza a usarne troppe e poco incisive”. La

Pescara di oggi, ha concluso Di Iacovo, è caratterizzata “da una situazione avvizzita, un inverno culturale”. L’urgenza è ripartire.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.