BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
L'AQUILA| IN RICORDO DI MARIALAURA PERFETTO GIULIANI: Redazione- Con commozione ho appreso poco fa, da un breve articolo su un giornale online, la triste notizia della scomparsa di Maria Laura Perfetto Giuliani, deceduta ieri nella sua abitazione fuori Porta Leoni a L'Aquila. Aveva 94 anni, portati sempre ROMEA PONZA| LIMBO: Redazione- Dopo l'esordio poetico nel 2019 con la raccolta intitolata «L'Arcobaleno tra il Sole e il Mare - The Rainbow Between the Sun and the Sea», in doppia lingua italiano / inglese e con la prestigiosa presentazione del maestro Alessandro TELLARO| LA NUOVA SCULTURA DI CARLO BACCI: Redazione- A Tellaro, uno dei borghi più belli d’Italia che si trova in Liguria nel Golfo dei Poeti, è stata ripristinata la discesa a mare da via Pelosini verso il “GRO”.Il GRO è il nome del grande scoglio che si LONDRA - LE LACRIME DELLA REGINA ELISABETTA: Redazione- Per oltre 70 anni, Elisabetta aveva avuto in Filippo il suo confidente: che ora per la prima volta l’ha preceduta.     E nel pomeriggio dei funerali è apparsa affondata, quasi raggomitolata nel suo dolore. Il volto coperto dall’ampio cappello nero. Le ABRUZZO - DECOLLO VACCINI, DA LUNEDI ANCHE A OVER 70: Redazione- Finalmente parte con il turbo il sistema vaccini in Italia, e sopratttutto in Abruzzo,dove ieri sono state oltre 6mila le somministrazioni, con l’assessore Nicoletta Verì che ha comunicato che è stato  riaperto il sistema per consentire la manifestazione d’interesse TAGLIACOZZO - IL COVID SI PORTA VIA IN POCHE ORE PADRE E FIGLIO: Redazione-  Non si possono usare parole, per comprendere il forte dolore di quel che resta della famiglia, dei familiari, dei paesani. A poche ore di distanza tra uno e l'altro, sono morti per covid padre e figlio. Giovanni Valentini, 73 anni AVEZZANO - MUORE PER COVID GIOVANE MADRE DI 45 ANNI, LASCIA TRE FIGLI: Redazione- Una notizia che ha sconvolto tutta la città, tutta la Marsica. Il covid si è portato via Anna Maria Romagnoli, 45 anni, molto conosciuta in città. Anna lascia tre splenditi bambini, ed il marito. Qualche giorno fa, il risultato ROVIANO - BANDO COMUNALE PER AFFIDAMENTO LA GESTIONE DI AREE VERDI DEL TERRITORIO: Redazione- Il Comune di Roviano, ha emesso un bando per l'affidamento, e la gestione di aree verdi comunali - "è in pubblicazione il Bando Pubblico con il quale l’Amministrazione Comunale, attraverso la gestione in affidamento di aree verdi pubbliche come previste CARSOLI - ZONA ROSSA, IL SINDACO SCRIVE ALLA ASL: Redazione- La seconda settimana in zona rossa, per Carsoli, sembra un dilemma Amletico, perchè i dati dei positivi non sono da allerta ROSSA. Il sindaco Velia Nazzarro, manda una nota alla ASL chiedendo i parametri di misura, su tale decisione. ABRUZZO VACCINI - RIAPERTA PIATTAFORMA PER DISABILI, FRAGILI E CAREGIVER: Redazione-  Per agevolare l'adesione alla campagna vaccinale da parte dei soggetti fragili e dei disabili che non si erano ancora iscritti alla piattaforma regionale (attivata lo scorso 18 gennaio), è stato riaperto il sistema per consentire la manifestazione d'interesse alla

ILEANA MORTARI| INTERVISTA ALLA LETTERATA E TEOLOGA MILANESE

Ileana Mortari Ileana Mortari

Redazione- “I Testimoni di Geova. Saggio critico sulla Watch Tower” della dott.ssa Ileana Mortari, letterata, teologa e studiosa dei NMR e dei MRA, affronta le questioni relative alla Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, offrendo una disamina dei principali aspetti della stessa: dalla storia della congregazione agli impegni richiesti all’adepto, alla manipolazione mentale, alla struttura organizzativa, al rapporto tra i responsabili e i membri, al drammatico fenomeno dell’ostracismo, ai modi in cui è possibile un recupero delle persone fuoriuscite.La trattazione si avvale degli studi più recenti di sociologia religiosa, psicologia, movimenti religiosi alternativi, nonché di molte testimonianze ed esperienze sul campo.Il saggio esce nel periodo di emergenza sanitaria da COVID-19. Tutti i proventi della vendita del libro sia eBook che cartaceo andranno alla causa della pandemia. Chi acquisterà questo testo, oltre a informarsi personalmente saprà di aver dato un piccolo contributo nella dura lotta che ci affligge.<<

Come è nata l’idea di scrivere un saggio che affronta le questioni relative alla Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova?

Un giorno, per caso (o per Provvidenza, secondo i punti di vista) mi capitò sotto gli occhi una pagina che descriveva il modo in cui i Testimoni di Geova allevano i loro figli. Non tutti, certamente, ma moltissimi lo fanno in maniera fanatica, inculcando fin da piccoli il terrore di Geova e proibendo tante attività normali per i bambini, sia a scuola che nel tempo libero. La cosa mi colpì molto e da lì iniziarono i miei studi sulla Congregazione dei Testimoni, da tutti i punti di vista. Mi resi anche conto che, complici i mass media che parlano solo, e raramente, di emotrasfusioni e periodiche assemblee affollate, la quasi totalità degli italiani ignora completamente che cosa significa passare un breve o lungo periodo frequentando le sale del Regno. Infine il divieto di informarsi al di fuori della Congregazione mi indusse a scrivere questo testo, quale 2° campana che in un paese democratico ognuno ha il diritto di conoscere, prima di prendere una decisione che potrebbe essere determinante per il resto della sua vita e di quella dei suoi familiari.

Quanto è stato difficile portarlo a termine?

Non è stato facile, anzitutto perché la congregazione, con i suoi “intendimenti progressivi”, cambia spesso direzione, ordina cose contrarie a quelle di 30 anni prima, etc. In secondo luogo, l’ultimo saggio critico italiano sull’argomento uscì nel 2014; pertanto ho dovuto provvedere all’aggiornamento utilizzando anche fonti estere (ma oggi con Internet è tutto facilitato). Infine sono riuscita (almeno credo e ho già conferme da parte di chi ha letto il libro) a mantenere un tono pacato, oggettivo e imparziale, facendo parlare soprattutto i fatti e le persone ex TdG che ho intervistato. Ma vi assicuro che non è stato facile reprimere lo scandalo e i miei sentimenti negativi di fronte a situazioni abnormi, come la rovina di infanzie, l’ostracismo e il disprezzo della cultura in generale, tanto per dirne alcune; però, come ripeto, ritengo di esserci riuscita.

Uno dei punti fondamentali del geovismo è la dottrina della “rivelazione progressiva”. In cosa consiste?

Secondo il geovismo la dottrina della “rivelazione [o luce] progressiva” consiste in questo: Dio fa conoscere la sua verità progressivamente, gradualmente nel tempo. Naturalmente la rivela non a tutti, ma solo al suo proprio «canale», cioè al Corpo Direttivo* (CD) di Warwick.
La rivelazione progressiva è paragonata dai TdG a una luce che gradualmente filtra in una stanza buia. Quando nella stanza entra un filo di luce, s’intravvede la sagoma di un armadio. Man mano che la luce aumenta, se ne intravvedono le dimensioni. Quando la luce rischiara tutta la camera, si distinguono i colori dell’armadio e tutti i particolari. Allo stesso modo, Dio illumina il CD. Ma, se la maggiore illuminazione fa scoprire che il punto di vista precedente era sbagliato, bisogna correggerlo (Cfr. La Torre di Guardia, 1 luglio 1979, pagg. 25–26.). Sulla base di questo principio, molte dottrine del geovismo sono state «corrette». Esemplificazioni e conseguenze pratiche di tale teoria sono troppo complesse e lunghe per trovare posto in un’intervista. Rimando al mio libro alle pagg.59-63.

Che cosa significa essere ostracizzati?

La questione è assai complessa e richiede uno spazio maggiore di quello che ho a disposizione in questa sede (la tratto alle pagg.82-101 del mio libro). Dirò in breve che la congregazione TdG, come ogni Movimento Religioso, ha delle regole al suo interno e delle sanzioni da applicare quando le regole non vengono rispettate. Ad esempio il perdono viene concesso a chi si è pentito del suo peccato dopo un periodo penitenziale; ma se il peccato è di “apostasia”, viene dato solo se una persona rientra nel Movimento stesso.L’aspetto più grave ed inquietante è infatti che molte disassociazioni (tipo “scomuniche” per intenderci) avvengono per APOSTASIA. Infatti non si ammette che una persona possa maturare idee personali diverse da quelle impartite. Siccome i TdG si ritengono l’unico canale di Dio e della salvezza, chi, per ragioni ideologiche, non intende più appartenervi, è considerato un “traditore” di Geova e dunque meritevole della punizione peggiore. Fraintendendo un passo biblico (2 Giov.10, che si riferisce all’anticristo e non va applicato a tutti i tipi di peccati), la Watch Tower (Torre di Guardia) commina all’ ”apostata” la punizione dell’”ostracismo”. Questo significa che chi viene espulso non fa più parte della congregazione e tutti, anche i familiari più stretti (figli, genitori, fratelli e sorelle carnali) sono tenuti a non parlargli, nè ad avere contatti, e neppure a rivolgergli un semplice saluto di cortesia; gli ostracizzati sono anche banditi da ogni forma di sostegno morale, fisico e di relazione umana. Fanno eccezione i figli minorenni o i figli maggiorenni e i genitori che possano trovarsi in una particolare situazione di gravità come imminenza della morte o di salute grave, ma solo per lo stretto tempo necessario, senza però farsi coinvolgere emotivamente, ma rimanendo sempre distaccati e freddi nei loro confronti. E chi trasgredisce queste norme viene a sua volta punito con la disassociazione (il che può succedere ad esempio al genitore TdG che comunica con il figlio disassociato). Questo provvedimento, che viola il diritto di critica, la libertà di pensiero e di fatto ha spaccato e continua a distruggere molte famiglie, è di una gravità inaudita. E’ in corso una proposta di legge per sanzioni penali motivate dall’induzione all’isolamento.

Da sempre è impegnata in un‘associazione onlus per l’adozione a distanza di bambini ugandesi. Ce ne vuole parlare.L’Associazione onlus Good Samaritan nacque in Uganda per iniziativa di alcune suore comboniane alla fine degli anni 90, quando impazzava la guerra civile e migliaia di bambini venivano rapiti dalle squadracce di Joseph Kony per farne macchine da guerra. Il nostro 1° impegno fu quello di far conoscere in Italia, dove non si sapeva nulla, gli scempi che venivano perpetrati sui più giovani. Finita la guerra, c’era tutto da ricostruire. E noi puntammo su due aspetti: l’aiuto immediato con viveri e luoghi di ricovero e poi l’organizzazione del Sostegno a Distanza (SAD), di cui l’Associazione sottoscrisse la carta dei Principi, per tutelare i diritti dei bambini e per garantire la trasparenza del buon uso delle donazioni ricevute. Questa “adozione” consiste soprattutto nel pagare le spese scolastiche ai bambini e ai ragazzi, sostenendoli fino all’Università, se capaci e meritevoli (in 10 anni abbiamo avuto un centinaio di laureati). Infatti noi siamo convinti che l’istruzione sia la base della civiltà e solo persone istruite e consapevoli possono migliorare la situazione del loro paese, riducendo sempre più l’attesa di aiuti da esterni.

Laureata in lettere moderne e teologa, ha insegnato al Liceo Scientifico e, dopo il pensionamento, per alcuni anni ha tenuto corsi biblici. Com’è cambiata la scuola al tempo del coronavirus?

Mi dispiace, non sono in grado di dare una risposta valida, perché da oltre 10 anni non vivo più nel mondo della scuola e

sono solita fare considerazioni solo sulle mia dirette conoscenze ed esperienze>>.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.