BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ULTIM'ORA - RAZZO CINESE STA CADENDO SULLA TERRA, ALLERTA DELLA PROTEZIONE CIVILE PER ALCUNE REGIONI:  I frammenti di un razzo cinese potrebbero colpire la Calabria. Lo appena ribattuto le principali agenzie di stampa nazionali, rilanciando una allerta della Protezione civile. «La caduta di frammenti del razzo spaziale cinese 'Lunga marcia 5B' - scrive Tgcom24 - potrebbe interessare 9 Regioni italiane. PESCARA - FIGLIUOLO RASSICURA SU CONSEGNE VACCINI: La visita in Abruzzo del Generale di Corpo d'Armata, Francesco Paolo Figliuolo, Commissario straordinario  per l'emergenza Covid, accompagnato dal Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, è stata l'occasione per toccare con mano come stia operando la macchina organizzativa regionale TAGLIACOZZO - DOMENICA LA SANTA MESSA, LA RELIQUIA DELLA MANNA DI SAN NICOLA: Domenica 9 maggio, in occasione della ricorrenza della Traslazione delle reliquie di san Nicola, le comunità parrocchiali della città di Tagliacozzo avranno la gioia di accogliere la presenza della preziosa “Reliquia della manna”. La “Manna di san Nicola” è l’acqua che TAGLIACOZZO - STOP ALLE PRENOTAZIONI OPEN DAY VACCINALI, TUTTO ESAURITO: Il sindaco di Tagliacozzo ha comunicato il tutto esaurito per le prenotazioni dell'open day vaccinale dell'8 e del 9 Maggio.Il weekend dedicato a JOHNSON & JOHNSON e ASTRAZENECA nel Centro vaccinazioni di Tagliacozzo. CARSOLI - SCENDONO I POSITIVI SUL TERRITORIO: Finalmente i dati scendono, sul territorio Carseolano sono dieci i positivi, di cui però sei sono rioverati in ospedale. Si spera che il numero scenda ancora, e le persone in ospedale torneranno negative, fino ad arrivare au territorio Covid free. QUANDO UN GENIO ABRUZZESE INVENTO' LA MITICA VESPA: Corradino D'Ascanio diede vita alla vespa, che in pochi anni fu conosciuta in tutto i mondo. Corradino D’Ascanio fu un ingegnere italiano che nacque il 1 febbraio 1891 a Popoli, allora provincia de l’Aquila, oggi provincia di Pescara, fu l’inventore del RIETI - ORSO INSEGUITO CON L'AUTOMOBILE A LEONESSA: A nulla è servito il clamore mediatico suscitato dall’inseguimento in auto di un orso marsicano in pieno centro a Celano. A nulla è servito il monito del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.Ieri sera, nel centro abitato di Leonessa(RI), un SCAFA - MARSILIO INNAUGURA IL NUOVO HUB VACCINALE: Inaugurato, questo pomeriggio, il nuovo Hub Vaccinale per la zona territoriale Val Pescara, a Scafa, alla presenza del presidente della Regione, Marco Marsilio, dell'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, del presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, del presidente della Provincia di L'ABRUZZO AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DOCUMENTARIO DI COPENAGHEN: La Film Commission d'Abruzzo partecipa al Festival Internazionale del Cinema Documentario in corso  a Copenaghen, in Danimarca, il CPH-DOX 2021. Il festival vede la partecipazione di oltre 1800 espositori da tutto il mondo e si protrarrà fino al 12 maggio. In L'AQUILA - OGGI LA VISITA DEL GENERALE FIGLIUOLO ALL'HUB VACCINALE: Oggi la giornata abruzzese del Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, il Gen. Francesco Paolo Figliuolo e del capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio, dopo una mattinata a Pescara, proseguirà su l'Aquila dove è prevista, alle 14.30, una visita all'HUB vaccinale

OGGI SI FESTEGGIA SANTA CATERINA DA SIENA PATRONA D'ITALIA E D'EUROPA

Santa Caterina da Siena Santa Caterina da Siena

 

Redazione- Il Signore è solito servirsi di umili e deboli creature per operare cose grandi: si servì di Ester per liberare il suo popolo dalla morte, di Giuditta per abbattere l'invitto Oloferne, si servì di Maria SS. per compiere la Redenzione, si servì di S. Caterina da Siena per dare la pace alla Chiesa e ai popoli del suo tempo.

Nacque Caterina nell'illustre città di Siena, focolaio di grandi santi, nell'anno 1347.Già a sette anni la santa fanciulla manifestò una pietà non comune e una virtù tale per cui a otto anni fece voto di verginità.

Per mantenersi fedele a questa promessa restò sempre ritirata, parca nel parlare, in continua unione col Divino Sposo mediante l'orazione e particolarmente colla mortificazione del suo corpo che macerò con digiuni e flagelli ed ancor più con la mortificazione interna.

La fanciulla, fatta segno a ingiurie e villanie, rimase ferma tutto soffrendo per Gesù e infine fu vittoriosa. I suoi genitori, scorgendo la mano di Dio che difendeva e guidava la loro figliuola, le lasciarono piena libertà.D'allora in poi moltiplicò le sue penitenze esterne; quando però il confessore le impose un po' di moderazione, ella sapendo essere maggiore il valore dell'ubbidienza, subito le moderò. Fu ammessa nella Congregazione delle Terziarie Domenicane, ove trovò modo di esercitarsi in tantissime pratiche di mortificazione; tra le altre ammirabile fu il rigoroso silenzio che mantenne per tre anni.

Il Divin Maestro inoltre la rese degna d'imitarlo nella sua passione, facendola oggetto di disprezzo e di accuse anche da parte di chi le doveva riconoscenza e amore.

La Santa, con eroica carità, tutto soffrì e perdonò, ricambiando gl'ingrati con le cure più amorose.Un cuore apostolico quale quello di Caterina non si limitava alla carità materiale; essa infatti ci lasciò i suoi scritti ascetici e le sue 300 e più lettere, piene di santo ardore, indirizzate a Pontefici, a pfincipi, a popoli in discordia tra di loro.

Ottenne dopo suppliche, preghiere, digiuni e colloqui, che il Papa da Avignone ritornasse a Roma; ottenne la pace tra città nemiche, ottenne frutti consolantissimi in tutta l'Europa.

Zelo e attività ammirabili in una donna! Nella Bolla di canonizzazione si legge: « Nessuno mai trattò con essa senza partirsene migliore di prima ».

Amava di straordinario amore e devozione il Papa, e lo chiamava il « dolce Cristo in terra ».

Il Maestro Divino, dopo averla favorita del dono celeste delle sante stimmate, di rivelazioni e miracoli, le diede quella immarcescibile corona per cui tanto si era affaticata, chiamandola in cielo il 29 aprile dell'anno 1380. Pio XII la proclamò Patrona Principale d'Italia.

PRATICA. « Ogni fedele cristiano è tenuto ad essere fedele e di servire la Chiesa, ciascuno secondo lo stato suo» (S. Caterina). Proponiamo di conoscere più ampiamente la vita e le gesta della Patrona della Patria, di imitarne gli esempi, di invocarla fiduciosamente.

PREGHIERA. Fa', te ne preghiamo, Dio onnipotente, che mentre festeggiamo la tua beata vergine Caterina, possiamo trarre profitto dalle sue molteplici virtù.

fonte vaticanews

Ultima modifica ilGiovedì, 29 Aprile 2021 20:05

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.