BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
AL VIA LE CANDIDATURE PER LA 2^ EDIZIONE DI - UNA VOCE PER SAN MARINO-: Redazione- Media Evolution srl è lieta di annunciare, in collaborazione con la Segreteria di Stato per il Turismo, Poste, Cooperazione ed Expo della Repubblica di San Marino, e con San Marino RTV, la Radiotelevisione della Repubblica di San Marino, l'apertura DAL 1° OTTOBRE AL VIA LA NUOVA STAGIONE DI TEATRO RAGAZZI AL TEATRO VERDE DI ROMA: Redazione- Il Teatro Verde di Roma riapre le sue porte al pubblico sabato 1° ottobre con lo spettacolo “Il Gatto con gli Stivali” di Roberto Marafante e la regia di Emanuela La Torre che inaugura la nuova stagione della Rassegna I NUOVI APPUNTAMENTI DELL'ESTATE ROMANA 2022 | DAL 28 SETTEMBRE AL 4 OTTOBRE: Redazione- In partenza una nuova settimana di interessanti appuntamenti di Roma Culture. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulle iniziative offerte dalle istituzioni culturali cittadine e dalle associazioni vincitrici dell’avviso pubblico triennale Estate Romana 2020-2021-2022 e dell’avviso pubblico annuale Estate CON LA RASSEGNA -NUOVE VARIANTI- IL 2 OTTOBRE PRENDE IL VIA LA STAGIONE AUTUNNALE DEL TEATRO VILLA PAMPHILJ DI: Redazione- Dalla Commedia dell'Arte alla formazione per gli studenti, dalla scuola di teatro per ragazzi al laboratorio sul Clown Teatrale, dalla musica alla prosa, questi tutti gli appuntamenti della nuova stagione del Teatro Villa Pamphilj di Roma, spazio appartenente alla ZAR | VENERE: Redazione- Dal 30 settembre 2022 sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “Venere” (LaPOP), il nuovo singolo di ZAR, che anticipa il suo primo album.“Venere” è un brano che si presenta come una ballad orchestrale, AL VIA LA 13ᵃ EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA LETTERATURA DI VIAGGIO: Redazione- Torna a Roma dal 29 settembre al 2 ottobre il Festival della Letteratura di Viaggio, come sempre dedicato al racconto del mondo, vicino e lontano, attraverso diverse forme di narrazione di luoghi e culture: dalla geografia all’antropologia, dalla filosofia A VILLA CA' ZENOBIO CELEBRAZIONE DELLA XXI EDIZIONE DELLA GIORNTA EUROPEA DELLE FONDAZIONI: Redazione- Anche quest’anno la Fondazione Cassamarca aderisce alla “Giornata Europea delle Fondazioni”, che viene a coincidere on la 21^ edizione di “Invito a Palazzo”. Per celebrare le due ricorrenze sono state organizzate una serie di iniziative, che saranno ospitate a Villa CONCLUSI CON SUCCESSO A MENTONE, IN FRANCIA, GLI EVENTI DI ALTER ITALIA: Italia Eterna, 16-17-18 Settembre, tre giorni di riflessione sull’italianità nel mondo Redazione- Si è conclusa con grande successo a Mentone, splendida città francese sulla Costa Azzurra, la manifestazione “Italia Eterna”, promossa e organizzata da Alter Italia dell’imprenditore Mauro Marabini, che da STEFANIA DI PADOVA ELETTA, FINA | GRANDE SODDISFAZIONE: Redazione- “La notizia ufficiale che apprendiamo dal Ministero dell’Interno è quella dell’elezione di Stefania Di Padova alla Camera dei Deputati. La nostra soddisfazione è grande, per tutto quello che questa elezione significa. Ci abbiamo creduto e investito le energie di DONNA DI MARANO EQUO PARTORISCE DUE GEMELLI IN AMBULANZA SULL’A24: Redazione- Nella notte di domenica 25 settembre, lungo la corsia di emergenza dell’autostrada in un’ambulanza, nascono due gemelli: sono settimini, un maschio e una femmina, e sono in buone condizioni. Ora sono sani e salvi al reparto di Neonatologia del

CASCINA DELL'ANGELO | IL VIVACE AFFRESCO DI BRUNO ALBERGANTI SUL MONDO DEI RISICOLTORI

Copertina Libro Copertina Libro

Redazione- È in libreria, per i tipi della Aletti, il corposo romanzo “Cascina dell’Angelo” di Bruno Alberganti, un’opera di ampio respiro (di ben 588 pagine) che ruota attorno alla vicenda di un uomo impegnato nella laboriosa conduzione di un’azienda agricola. La vita del protagonista è il perno di un mondo di scambi affettivi, sensuali, amicali e di lavoro, improntati a schiettezza di intenti e temperati da spiritosa ironia. Emerge, così, lo spaccato del mondo delle risaie vercellesi al tempo delle mondine, con il forte senso di regolarità dell’esistenza, che si realizza nel ciclo che va dalla nascita, alla creazione della propria famiglia, alla morte.

«Ho descritto la vita di impegni e sacrifici tra le risaie, il cui nucleo fa sempre capo a una Cascina – ha dichiarato Bruno Alberganti –. Ne esistono a decine, unicamente nella mia provincia di Vercelli, e ogni Cascina è seguita da un proprio nome». La scelta di intitolare il romanzo “Cascina dell’Angelo” mette in luce il personaggio di Angelo, figura chiave e nel contempo misteriosa all’interno della storia di tre generazioni, presentata, attraverso un racconto onirico, dal protagonista Carlo, imprenditore di discreto successo. Ne viene fuori una narrazione verosimile e convincente, anche grazie alla documentazione sul campo acquisita da Alberganti, che ha frequentato con assiduità la cascina per conoscere da vicino il lavoro delle risaie. Alla precisione del contesto rurale che fa da sfondo, si aggiungono, con agilità di scrittura, numerosi elementi che fanno di questo romanzo un’opera di grande spessore e interesse: i tratti psicologici dei personaggi descritti, l’importanza degli eventi e dei contesti, in una narrazione che soddisfa più livelli di lettura, che vanno dalla curiosità storica e sociologica, alla trama con la successione dei fatti intervenuti e colpi di scena, alla “leggerezza” calviniana del racconto scritto con naturalezza.

Come scrive Davide Ghezzo, nella prefazione del libro: «Sullo sfondo della campagna vercellese, nell’alternarsi veloce delle stagioni si innesta una vicenda familiare ad ampio respiro, che vede scorrere la vita del protagonista dall’infanzia alla maturità alla vecchiaia. Gli fanno da vivace contorno le figure femminili, i figli e i parenti acquisiti, nonché, amici, collaboratori e divertenti macchiette come il prete e il commendatore. Il tempo è scandito da nascite, matrimoni, morti… Non viene negata la sensualità e la ricerca del piacere fisico, quale componente essenziale di una vita faticosa che richiede il compenso tangibile del cibo e del sesso». Già da queste considerazioni, emerge la densità del racconto; un concentrato delle molteplici sfaccettature della vita. Le pagine più interessanti dell’opera – asserisce Ghezzo – sono quelle dedicate alla figura di Angelo, che, «dopo aver aiutato il protagonista a costruirsi una redditizia attività lavorativa, scompare misteriosamente salvo riapparire in forma indiretta nei momenti più inaspettati come presenza salvifica ma intangibile sul piano materiale». Il personaggio introduce anche l’elemento del mistero: l’esistenza di una componente spirituale, ovvero, la presenza di «entità disincarnate che appaiono protettrici benefiche delle persone ancora in vita quaggiù e delle loro attività», riprendendo le parole di Ghezzo.

La rivisitazione di un mondo antico, finalmente immortalato nelle pagine della preziosa opera prima di narrativa di Alberganti, è ora a disposizione di chiunque voglia approfondire queste tematiche, che raccontano un’Italia

lontana, di cui si sono perse le tracce nel tempo presente.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.