BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SEN. DI GIROLAMO| STABILIZZAZIONE PRECARI RICOSTRUZIONE POST SISMA: Redazione- In questi giorni ho interloquito con il Dipartimento della Funzione Pubblica per raccogliere informazioni sulle procedure per richiedere i contributi destinati all’assunzione a tempo indeterminato del personale precario impiegato nella ricostruzione post sisma.Voglio informare gli amministratori di Regione, Enti MENO FORTUNATI DI SALERNO| ASS. COMMERCIALISTI CONSEGNA CONTRIBUTI: Redazione- In considerazione dell’aggravarsi dell’emergenza sanitaria e a fronte delle ultime disposizioni normative regionali e nazionali, quest’anno l’appuntamento annuale organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno è stato annullato.L’evento, nato con l’obiettivo di creare un’occasione costruttiva e di favorire un momento di XI FESTIVAL DELLA DIPLOMAZIA| TECH DIPLOMACY: Redazione- La sfida e la concertazione internazionale passa anche per la tecnologia: sicurezza informatica, 5G, privacy, voto online e così via. Le questioni sullo scacchiere globale sono molte, per questo anche nella undicesima edizione, il tema delle nuove tecnologie e CHATTANOOGA SALOON| UN SUCCESSO IL NON SOLO SELFIE: Redazione- Ancora una tappa per la presentazione al pubblico del primo libro della blogger Elenia Scarsella NON SOLO SELFIE. Si tratta di un prontuario simpatico e divertente che contiene preziosi consigli e accorgimenti utili per riuscire a restituire sui Social MARIA ELISABETTA GIUDICI| LA FORESTA INVISIBILE: «Sembrò che tutto fosse possibile e che perfino le strade e il vento ostile profumassero di desiderio». Redazione- È disponibile in libreria e negli store digitali “La foresta invisibile”, il nuovo libro di Maria Elisabetta Giudici pubblicato da Castelvecchi nella collana PADOVAN| COMMENTI SONORI ALTERNATIVI: Redazione- “Commenti sonori alternativi” è un progetto strumentale con la funzione di un vero e proprio accompagnamento musicale alla quotidianità. La scelta di sette capitoli, come fosse un romanzo “suonato”, ha fatto sì che Roberto Padovan (compositore di musiche, arrangiatore TWICE 20| BEAUTIFUL DREAM: Redazione- Da martedì 20 ottobre in radio “BEAUTIFUL DREAM” (Food Records / Freecut Music), il nuovo singolo dei TWICE 20 con il featuring di Rhade, prodotto da Ricky Boerci e Lobstar. Il brano parla dell'importanza di liberarsi da cose, persone INCONTRO REGIONALE A.L.I. CONFCOMMERCIO| UN SUCCESSO: Redazione- Convocato dal Presidente Abruzzo Confcommercio Roberto Donatalli , si è svolto ieri, presso la sede della Confcommercio di L’Aquila un incontro con gli operatori del settore librerie , alla presenza del Presidente Nazionale A.L.I. Confcommercio (Associazione Librai Italiani) Paolo SEN. DI GIROLAMO| PROROGA DEL SUPERBONUS DEL 110% CON I FONDI EUROPEI: Redazione- Sul Superbonus 110% voglio rassicurare gli operatori del settore dell’edilizia, condividendo le parole del Ministro Patuanelli quando ricorda che il Superbonus non è nella legge di bilancio perché è già stato istituito per durare fino alla fine del prossimo DOMENICO D'ANTONIO| GIU' LA MASCHERA: Redazione- Dal consigliere di opposizione del gruppo "Unione Civica per Carsoli" Domenico D'Antonio, riceviamo ed integralmente pubblichiamo il seguente suo comunicato:<<E’ passato un mese dalle elezioni, certamente un periodo breve ma che può già dare il segnale di quello che

IL MEDIOEVO PRENDE VITA CON L’ASSOCIAZIONE “MILITES REGIS”(FOTO)

IL MEDIOEVO PRENDE VITA CON L&rsquo;ASSOCIAZIONE &ldquo;MILITES REGIS&rdquo;(FOTO) Milites Regis

Redazione- Agguati e duelli, agnizioni e cavalierati, epidemie di peste nera, pergamene segrete, padri crudeli e giovani innamorati infelici, badesse inquiete e abati misteriosi. Il Medioevo della “Milites Regis” è una cavalcata  nel piacere puro, quasi fanciullesco, in un periodo storico considerato da molti “buio” erroneamente. Invece, il Medio Evo deve essere valutato come  un periodo di passaggio tra l’Antichità e la Modernità: passaggio significa soprattutto sviluppo e progresso. Nel Medio Evo progressi straordinari ci sono stati in tutti i campi, con i mulini a vento e ad acqua, l’aratro di ferro, la rotazione delle culture da biennale a triennale. Ma non c’è nessuna rottura fondamentale tra Medioevo e Rinascimento, tra il 14esimo e il 17esimo secolo. Ci sono cambiamenti che non modificano in modo sostanziale la natura della vita dell’umanità. L’economia resta rurale, ciclicamente caratterizzata da carestie. Non solo progressi materiali ed intellettuali, ma anche sociali. Nel Medioevo, infatti, per la prima volta la donna acquisì l’uguaglianza sociale: «Io ritengo», scrisse Le Goff nel 2006, «che l’idea che la donna sia uguale all’uomo abbia determinato la concezione cristiana della donna e abbia influenzato la visione e l’atteggiamento della Chiesa medievale nei suoi confronti».I secoli bui non sono mai esistiti, semmai ci sono state innovazioni nel Medioevo che hanno irradiato il Rinascimento e l’Illuminismo e ci sono stati momenti crudeli, non certo peggiori della ghigliottina e dei massacri degli ottocenteschi rivoluzionari francesi. L’Associazione Culturale “Milites Regis”, attraverso le sue Rappresentazioni Realistiche , cerca e con successo di rivalutare Questa Età Di Mezzo con un coinvolgimento di un pubblico sempre più ampio che non è semplice spettatore, ma che  diventa, esso stesso,  protagonista delle vicende proposte. Vengono così riscoperti i costumi, i cibi, le usanze ed i mestieri che caratterizzarono l'antica età medievale e dulcis in fundo, I  Duelli. Il duello, quale mezzo di riparazione di ingiurie, era sconosciuto nell'antichità, se non per trarre auspicio, una pratica che veniva utilizzata soprattutto dai Germani: essi erano usi, infatti, rapire un soldato di un popolo nemico prima di una battaglia e farlo sfidare da un loro combattente, cercando di prevedere l'andamento dello scontro dall'esito del duello.Il combattimento giudiziario, altrimenti chiamato processo per combattimento, ovvero la pratica di risolvere i contenziosi legali attraverso una sfida all'ultimo sangue, trovava invece larga applicazione in un numero di popolazioni germaniche, tanto che se ne trova applicazione nei sistemi di leggi di Franchi, Turingi, Frisoni, Sassoni e Longobardi. La veloce diffusione del duello giudiziario era favorita dal carattere combattivo di quei popoli che, peraltro, venendo in contatto con gli insegnamenti del Cristianesimo, si rafforzarono nella loro istituzione, anziché abbandonarla. Infatti, se era vero, come ammaestrava la nuova religione, che Dio fosse la verità e la giustizia stesse, Egli non avrebbe potuto permettere che nel duello prevalesse l'ingiusto. La fioritura dei Comuni nell'XI e nel XII secolo nel nord Italia portarono la situazione economica a essere meglio gestita attraverso le vie giudiziarie ordinarie, grazie alla ramificata amministrazione che veniva fatta dai podestà e dai sindaci.Il passaggio dal duello come mezzo di risoluzione delle controversie al mezzo di difesa dell'onore si ebbe nel XV secolo, in cui si stabilì l'usanza, tutta aristocratica, di chiedere al re l'autorizzazione a combattere in campo chiuso a fronte di un'offesa ricevuta. Il re, che assisteva al combattimento, poteva interromperlo in qualunque momento, gettando lo scettro tra i combattenti. La superstizione ancorata alla presenza del giudizio di Dio, tale quindi da assicurare la vittoria al giusto e la punizione all'ingiusto, non venne abbandonata, ma il combattimento assunse certamente più un carattere di guerra privata, per motivi più personali che di persecuzione legale. Grazie alla “Milites Regis”, abbiamo cominciato a riscoprire un Mondo ,Quello Medioevale, Splendido e Affascinante. Ci sarebbe ancora tanto da dire e da analizzare, ma per il momento ci fermiamo qui con il proposito di continuare, man mano, questo Viaggio insieme a Loro continuandoli a seguire con Passione e Attenzione. Ringraziamo quindi:

1.       Il Presidente: Leoni Alessandro;

2.       Vice Presidente: Leoni Sabrina;

3.       Cassiere : Maria Rosaria Speranza;

4.       Presidente Onorario: Leoni Federico;

 

5.       Soci Fondatori : Emanuela Ferrara, Luca Pulcini, Furia Marco, Pierluigi Pulcini;

 

6.       Consigliere: Lorenzo Maggi;

 

7.       Soci: Ambra Bellia, Giovanni Sabellico, Erika Celi, Ivano di Serafino, Filippo Maria Triccoli, Cesare Bernabucci, Nunzia Rella.

 

Milites Regis

Ultima modifica ilDomenica, 17 Luglio 2016 21:09

Galleria immagini

{gallery}6728{/gallery}

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.