BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
DIRITTI DI CITTADINANZA| IL DIVARIO TRA NORD E SUD AUMENTA: Redazione- “Divario di cittadinanza. Un viaggio nella nuova questione meridionale” (Rubbettino), scritto da Luca Bianchi (direttore della Svimez) e Antonio Fraschilla (giornalista de la Repubblica) è stato il libro al centro del 29esimo incontro di “Un libro, il dialogo, la DONNE PD ABRUZZO| INVESTIMENTI E OCCUPAZIONE CON IL RECOVERY FUND: Redazione- “Le Democratiche abruzzesi raccolgono con entusiasmo l’annuncio del presidente del Consiglio Conte e della maggioranza di governo di destinare una parte dei fondi in arrivo dall’Europa per promuovere l'occupazione femminile e le agevolazioni per donne e madri lavoratrici.  Si VITORCHIANO| IL BORGO RACCONTA: Redazione- Viaggiare senza spostarsi molto, alla scoperta dell’unico Moai al mondo fuori dall’Isola di Pasqua, della più grande coltivazione di peonie d’Europa, di miti e leggende sospesi nel tempo, di sapori antichi. Quando lo smart working ripopola i borghi, ecco PAPA FRANCESCO APRE ALLE UNIONI CIVILI PER LE COPPIE GAY: Redazione- Il Papa apre al sostegno della Chiesa per le leggi sulle unioni civili tra persone omossessuali. La novità che arriva da un documentarioUna dichiarazione che farà discutere, in un contesto culturale già particolarmente interessato da contrasti interni e da CARSOLI - SANIFICAZIONE DEL TERRITORIO: Redazione- Il Comune di Carsoli, avvisa la cittadinanza che nei giorni di oggi 20 Ottobre e domani 21 Ottobre sarà svolta la sanificazione del territorio, dalle 23 alle 5. Si avvisa la cottadinanza di non lasciare panni ed indumenti fuori, ADRIANA SPURIA| VEROAMORE: Redazione- Adriana Spuria il 16 ottobre e’ su tutte le piattaforme di streaming , su You tube e su tutti i digital stores con la canzone “ VeroAmore “.In produzione proprio durante il lockdown ,VeroAmore e’ stata scritta insieme all’autore AVEZZANO| RIAPERTO L'UFFICIO POSTALE DI VIA MARCONI: Redazione- Poste Italiane comunica che da venerdì 16 ottobre, riaprirà al pubblico l’ufficio postale di Avezzano 2 (via Marconi).La sede, interessata da intervento di sanificazione, sarà temporaneamente operativa dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.35 (il sabato fino alle NUOVO DPCM IN VIGORE DA LUNEDI 19 OTTOBRE: Redazione- "Non possiamo perdere tempo, dobbiamo agire mettendo in campo le misure necessarie per scongiurare un nuovo lockdown generalizzato. Il paese non può permettersi una nuova battuta d'arresto". Sono le parole con cui il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, illustra PD| INTERVENTI PER LA CULTURA E SPETTACOLO: Redazione- Lunedì 19 ottobre alle 17 in diretta sulla pagina Facebook del PD Abruzzo si terrà l’evento “Cultura e spettacolo: lo stato dell’arte in Abruzzo”. Davide Di Noi, responsabile nazionale cultura del Pd, si confronterà con gli e le rappresentanti regionali FABRIZIO NITTI| E TU VIVI: Redazione- Da venerdì 16 ottobre è in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “E TU VIVI”, il nuovo singolo di FABRIZIO NITTI.«È semplicemente una lettera ad un figlio in cui lo metti in guardia sulle difficoltà

ROCCA DI BOTTE, PIETRO CHIAMATO L'EREMITA

ROCCA DI BOTTE, PIETRO CHIAMATO L'EREMITA San Pietro Eremita

Redazione-Pietro l'eremita, detto anche Pietro di Trevi (Rocca di BotteXI secolo – Trevi nel Lazio30 agosto 1052), fu un giovane eremita itinerante vissuto nell'XI secolo. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica.Chiamato per la prima volta "Eremita" nella bolla di papa Paolo II è nato a Rocca di Botte, inAbruzzo, dove ha vissuto fino all'adolescenza prima di rifiutare un matrimonio combinato dai genitori e scegliere di vivere nella carità, conducendo una vita morigerata, a Tivoli. Fu soprannominato il "cavaliere itinerante". Dopo gli studi portati avanti per un paio di anni nella cittadina laziale fu presentato al vescovo di Tivoli il quale lo invitò ad insegnare la fede cristiana nel paese natale e in quelli limitrofi. Iniziata la sua missione, Pietro l'eremita superò non senza difficoltà le diffidenze prima di recarsi a Subiaco dove si stabilì a contatto con i monaci benedettini dell'abbazia del Sacro Speco. Antichi testi riportano dell'apparizione di Gesù e della Madonna che invitarono il giovane eremita a diffondere oltre i luoghi dell'adolescenza il verbo di Dio e dei miracoli compiuti a Subiaco. Nelle strutture religiose della cittadina dell'alta valle dell'Aniene Pietro fu protagonista di due miracoli. Quello della parca dispensa del monastero di Santa Scolastica, che apparve improvvisamente ricca di pani consentendo al monaco dispensiere di provvedere al bisogno della mensa del monastero e dei poveri e quello del vaso di vino, accaduto nella chiesa di Sant'Abbondio (la contemporanea chiesa di Sant'Andrea). Qui un giovane chiamato ad elemosinare del vino fece rompere per disattenzione il vaso e fu pesantemente rimproverato dal priore della chiesa. Pietro impietosito raccolse i cocci e andò a pregare tornando con il vaso integro e ricolmo di vino. Negli ultimi venti giorni di vita terrena si trovò a Trevi nel Lazio dove avvennero diversi miracoli. I più noti sono il "miracolo del pane cotto a forno a freddo" e il "miracolo del cieco", in cui un giovane riacquistò la vista con le preghiere. Altri episodi vedono protagoniste alcune persone liberate dal demonio grazie alle preghiere di Pietro. Il Santo venne osteggiato anche a Trevi in quanto portatore di un messaggio di fede, pace e perdono lontano dalla gente di quel tempo. Il 30 agosto del supposto anno 1052, San Pietro l'eremita morì di stenti in uno spazio ricavato nella parte posteriore di una scala che era il luogo dove si rifugiava durante la notte. La scala è ospitata nell'oratorio della chiesa di Trevi che è stata successivamente costruita e a lui dedicata nel 1690. Nella simbologia del santo appaiono gli arti e i lupi. Chi lo osteggiò ebbe la mano inaridita, mentre ebbe potere taumaturgico rispetto soprattutto agli arti superiori. I lupi, che nell'iconografia vengono accostati al santo, sono i protagonisti del "miracolo della liberazione di Trevi dai lupi". Anche la statua a lui dedicata, posta davanti al monastero del Sacro Speco di Subiaco, raffigura il santo con due lupi appenninici tenuti in catena con la mano sinistra, mentre con la destra tiene alta una croce. La canonizzazione fu decretata da papa Innocenzo III e avvenne il 1º ottobre 1215 ad opera del vescovo di Anagni, Giovanni IV.Il 20 Agosto le ossa del Santo dopo oltre mille anni torneranno nel suo paese Natale, Rocca di Botte (AQ), una grande emozione per i tanti fedeli.

 

 

San Pietro Eremita

Ultima modifica ilGiovedì, 21 Luglio 2016 11:41

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.