BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SALVATORE PAPPACENA: LO STILISTA CHE RACCONTA STORIE D'AMORE ATTRAVERSO I SUOI ABITI: Redazione- Domenica 17 novembre, alle ore 19, lo stilista Salvatore Pappacena ha presentato presso il complesso Zeno (ubicato in via Trentola, 2 – Ercolano) la sua terza collezione. Il suo atelier, ubicato a Caserta (precisamente a Santa Maria Capua Vetere), è da più CALABRIA TERRA DI CAPOLAVORI: DAL MEDIOEVO AL NOVECENTO: Redazione- Venerdì 22 novembre 2019, alle ore 17.00, a Vibo Valentia, presso il Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia, nell’accattivante location del Castello Normanno Svevo, verrà presentato il volume di Mario Vicino dal titolo Calabria terra di capolavori. ROMA, AI MERCATI DI TRAIANO: LIVE MUSEUM, LIVE CHANGE: Redazione- Venerdì 22 novembre i Mercati di Traiano, con Live Museum Live Change, continuano ad aprire le porte al futuro e a dialogare con il contemporaneo con la presentazione di una “chiamata alle arti” rivolta ad artisti singoli o riuniti DIPINTI DI CARSOLI PROTAGONISTI DI UN CAPITOLO DEL LIBRO - INCLUSIONI CULTURALI-: Redazione- Alcuni dipinti, olio su tela, conservati presso la chiesa di Santa Vittoria a Carsoli sono protagonisti, accanto alle decorazioni romane di Palazzo Colonna ai SS. Apostoli, del capitolo 5 del volume Inclusioni culturali. Arte e architettura italiana in dialogo AMEDEO ESPOSITO, DECANO DEI GIORNALISTI D’ABRUZZO, CI HA LASCIATO: Tra le migliori penne, ha lavorato per l’Ansa, Avvenire, Sole 24 Ore e Messaggero   Redazione- Grande emozione ha destato in Abruzzo e nella città capoluogo l’inattesa scomparsa di Amedeo Esposito, decano dei giornalisti abruzzesi. Nato a L’Aquila il 15 marzo 1932, IL GOVERNATORE D'ABRUZZO MARSILIO: -LA SUGAR E LA PLASTIC TAX METTEREBBERO IN GINOCCHIO LA COCA COLA DI ORICOLA. IL GOVERNO: Redazione- “Auspico fortemente che Governo e Parlamento valutino gli effetti devastanti che possono genere per il mondo imprenditoriale Sugar e Plastic Tax, misure che non hanno concrete finalità ambientali e che penalizzano indiscriminatamente le aziende senza dar loro il tempo IL GRANDE JAZZ CON UNICEF NEL 30° ANNIVERSARIO DELLA CONVENZIONE PER I DIRITTI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI: Redazione- Sarà una festa sulle note del grande Jazz quella che mercoledì, 20 novembre, alle ore 21.00, nel teatro dei Marsi ad Avezzano, celebrerà il 30° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza - Convention on the Rigths CON IL PASSAGGIO DEL MARTELLETTO CAMBIO DI PRESIDENZA AL SOROPTIMIST CLUB DELL'AQUILA: Redazione- Ieri sera 13 novembre, presso il ristorante lo Scalco, si è svolta la cerimonia del “passaggio del martelletto” con l’investitura a nuova presidente del Soroptimist Club L’Aquila di Francesca Pompa, imprenditrice aquilana nel campo della comunicazione, editoria e formazione. ABOLIZIONE DEL REATO DI CLANDESTINITA' E LEGALIZZAZIONE PER 500MILA IRREGOLARI: ECCO LA LEGGE -VOLUTA- DA GEORGE SOROS: Redazione- 258.941,63 euro: è l'ammontare del contributo dell'Open Society Foundations, la rete filantropica fondata dal finanziere George Soros, a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare lanciata dai Radicali e chiamata Ero Straniero - l'umanità che fa bene.Scopo della ILLUSTRI PREMIATI ALLA XXXVIII EDIZIONE DEL PREMIO EUROPEO CAPO CIRCEO E OSPITE D’ONORE RINO BARILLARI: Redazione- Si è svolta giovedì 7 novembre la cerimonia di premiazione dell’elitario Premio Europeo Capo Circeo, conferito a personalità che si sono distinte con elevato prestigio nei diversi campi delle attività culturali e artistiche, diplomatiche e delle relazioni internazionali, imprenditoriali, del

INTERVISTA ESCLUSIVA AL CANTAUTORE ITALIANO LUCA BONAFFINI SUL SUO ULTIMO ALBUM -IL CAVALIERE DEGLI ASINI VOLANTI- CHE STA PORTANDO IN TOUR PER DIVERSE CITTA' ITALIANE

Il Tour di Luca Bonaffini Il Tour di Luca Bonaffini

Redazione-Abbiamo voluto realizzare un’intervista al cantautore italiano Luca Bonaffini che si appresta ad iniziare un “Unplugged Tour” con il suo ultimo album “ Il Cavaliere degli Asini Volanti”.La prima data sarà il prossimo 2 Novembre a Milano al Teatro della Memoria poi, di seguito, qui le altre tappe:

DOMENICA 10 NOVEMBRE - Teatro Lo Spazio - (ROMA);

MERCOLEDI’ 13 NOVEMBRE - Officina Della Musica (COMO);

SABATO 16 NOVEMBRE - Teatro Domus Pacis;

GIOVEDI’ 21 NOVEMBRE - Teatro Campo Galliani (MANTOVA);

MARTEDI’ 3 DICEMBRE - Teatro Ratti (LEGNANO);

SABATO 7 DICEMBRE - Fistomba Park (PADOVA).

<<Iniziamo dal titolo: "Il cavaliere degli asini volanti" ;cosa rappresenta l' asino volante e come è nata questa idea?

L'asino volante parte da 2 cose importanti dell'immaginario collettivo: la prima è che l'asino è stato sempre bistrattato (l'eterno secondo davanti al cavallo); la seconda è che lo troviamo un pò dappertutto nelle fiabe, nelle immagini religiose... è un animale molto intelligente e coraggioso, ma al di là di questo, gli animali volanti naturalmente non esistono e quindi il cavaliere delle cose che non esistono è il cavaliere dei sogni: il compito di questo cavaliere è di realizzare i sogni irrealizzabili di "volare" anche lui, sempre mantenendo sana e pura la sua identità onirica.

La prima canzone è di grande impatto, molto suggestiva la musica di Roberto Padovan che introduce una canzona intima e di grande significato; cosa rappresenta la madre, è un significato della madre Terra o è un ricordo d'infanzia?

La madre è il ventre, è il grembo protettivo che ci protegge, quindi avere una madre radice signigifica avere una madre naturale che è figura della madre che ci concepisce. Ricordiamoci, però, che questo grande grembo che ci protegge è anche la Terra, che è la vita; quindi, la radice e' quello che noi siamo sempre stati e non dobbiamo dimenticarlo mai.

Mi ha incuriosito la canzone "il frutice e la grande fionda"; è un' idea nata da un viaggio, oppure sei affascinato dall'Oriente e dalla spiritualità legata a questo Paese?

Ricordo un immagine antica di un tempo disegnata a mano che ritraeva questi meravigliosi frutici che sono degli arbusti che si trasformano in qualcosa che lancia, che fa' si che sia come il nostro cuore che deve pur crescere, quindi mi è venuta in mente la grande onda di kanagawa, un'opera bellissima degli impressionisti giapponesi : la nostra passione deve essere un pò come questa grande onda, non uscire mai dal quadro, ma essere sempre forte possente ed imponente.

Quanto è difficile in questo periodo essere un cantautore e come mai hai scelto il teatro come mezzo di comunicazione?

I cantautori sono sempre esistiti. Fin dai tempi di Leonardo da Vinci c'erano testi che venivano canticchiati, semiparlati,come ad esempio da Isabella D'Este sua contemporanea, un pò più giovane di lui. La giovane Isabella sosteneva che non possono esistere parole senza musica e che sono due linguaggi che si completano a vicenda. La mia scelta di fare il cantautore parte fin da ragazzino, però ho sempre conservato questo modo di raccontarmi e di raccontare; è una cosa che non ha tempo: essere cantautori vuol dire essere autori di qualcosa che si sceglie di interpretare oppure cantare e interpretare cose che si scrivono e  a me questa formula piace molto poichè nei teatri, specialmente quelli di piccole dimensioni, il rapporto con il pubblico è più intimo ,sinergico ed empatico.

Il 3 dicembre sarai a Legnano in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità. quanto ti sta a cuore questo tema? Pensi che la musica possa alleviare i problemi ed arricchire l'anima delle persone?

Pierangelo Bertoli ne è stata la dimostrazione concreta: lui attraverso questa sua disgrazia è riuscito a trasformare questa sua diversa abilità  in una vera e propria spada,la sua voce le sue musiche, il suo modo di essere e di raccontarsi è una cosa che ha fatto la differenza; forse, ed è grazie a lui che ho avuto modo di affinare la mia sensibilità nei confronti di tutto quel mondo che noi non vivendolo, a volte non capiamo.Che quella giornata possa essere  una giornata importantissima perchè non solo è un modo per ricordarci che ci sono i ragazzi bisognosi, ma anche che esiste tutto un mondo con il quale integrarsi. Spesso non sono loro che si devono integrare con noi, ma il contrario ovvero,la vera disabilità sta nella nostra incapacità di elaborare la loro.

Pensi che la nuova generazione possa apprezzare questo genere? Pensi che la bella musica possa essere capita e percepita anche dai più giovani?

Io penso che esista una generazione trasversale che è quella dei "dream writer" gli scrittori di sogni, quelli che non riescono a scriverli con la penna, con la musica, o con la macchina fotografica ...La generazione dei visionari penso che abbia grandi orecchie quindi, sono convinto che l'importante è non smettere mai di essere dei visionari veri allo stato puro, di avere dei sogni insomma,una generazione senza età...

Stai già pensando ad un altro progetto?

Si...lo sto pensando ed è già in cantiere. Non so quando uscirà.... può darsi molto presto, dipende da quanto sono convinto del progetto....dipende.... Dall'ultimo album di inediti sono passati 10 anni, questa volta non ne passeranno tanti, mi auguro...  Ci sto lavorando perchè è la cosa che amo di più e c'è proprio un'urgenza di raccontare delle storie!!!!>>.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.