BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
L'INFERNO E' SCESO IN ABRUZZO BRUCIA MEZZA REGIONE: Una giornata per la nostra regione da dimeticare, afferrata da ogni dove da incendi, sfollamenti e tanta paura.  La Costa dei Trabocchi è sotto l’attacco del fuoco, completamente bruciata la pinetina di Vallevò storico polmone verde sul mare che sovrasta l’omonimo CARSOLI - DOPO GIORNI SENZA POSITIVI TORNA UNA SEGNALAZIONE DI POSITIVITA': L'ASL ha comunicato al Sindaco elia Nazzarro, la positività di un cittadino Crseolano, si tratta di una persona non vaccinata, che in qesto moment si trova in isolamento fiduciario presso la propria abitazione.  CARSOLI- GRANDE SUCCESSO PER IL PRIMO RADUNO REGIONALE VESPA:  Una domenica all'insegna della Vespa, quella appena trascorsa a Carsoli, e tutto grazie al VESPA CLUB CARSOLI, e al suo presidente Fulvio De Santis. Una splendita manifestazione, ce ha portato nel borgo di Carsoli tantissime Vespa, recenti e datate, ma INCENDI, PD| PREOCCUPAZIONE, IMPEGNO MASSIMO E COESIONE NECESSARIA: Redazione- “Il Partito Democratico regionale esprime sconcerto e preoccupazione per la gravità dell’emergenza che stanno affrontando diversi territori, a cominciare dalla città di Pescara, a causa degli incendi che si sono sviluppati nella giornata di oggi”: lo dichiarano Michele Fina ARICCIA| FANTASTICHE VISIONI: Redazione- Palazzo Chigi di Ariccia (RM) ospita fino al 13 agosto Fantastiche Visioni, un’occasione per rivivere le bellezze architettoniche seicentesche, che incontrano quelle letterarie dell’Italia rinascimentale, la musica popolare e un ironico salto negli Anni Ottanta. Tutto questo attraverso un SOLIDARIETA' AL PROF. GRAVELLI, CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA: Redazione- “E' paradossale che da Galileo a Semmelweis la storia delle inutili repressioni del pensiero scientifico non abbia insegnato la prudenza alle autorita' decisionali” "Siamo pertanto completamente solidali con il il Prof. Garavelli, minacciato di provedimenti disciplinari per aver osato esprimere, pur in NELLA CHIESA DI SAN GIOVANNI AD AVEZZANO LE SPOGLIE MORTALI DELLA SERVA DI DIO MADRE MARIA TERESA CUCCHIARI: Redazione- Si è tenutai, 31 luglio, alle 10.30, nella chiesa di San Giovanni ad Avezzano, la solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta dal Monsignor Pietro Santoro, dedicata alla Serva di Dio Madre Teresa Cucchiari, fondatrice, nel 1762, dell'istituto religioso femminile delle Suore NASCE SPAZIO TEVERE POINT: Redazione-  il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha inaugurato il Centro di Sosta Tevere Point, uno spazio gestito da Under35 volto ad agevolare la fruizione della Valle del Tevere e a consolidare il percorso ciclopedonale tra la Riserva Regionale TIQ | TEATRO IN QUOTA 2021 IL LINGUAGGIO PRESENTE (10 - 23 AGOSTO 2021): Redazione- Linguaggio: In senso ampio, la capacità e la facoltà, peculiare degli esseri umani, di comunicare pensieri, esprimere sentimenti, e in genere di informare altri esseri sulla propria realtà interiore o sulla realtà esterna, per mezzo di un sistema di MANTOVANELLI | PITTORE E SCENOGRAFO VENETO A L’AQUILA (1951-1981): Redazione- Neanche i tanti rinvii provocati dal Covid-19 sono riusciti a spegnere gli entusiasmi e a frenare le iniziative della One Gallery, che giovedì 5 agosto alle ore 17:30 riapre le sue porte a L’Aquila - Via Roma 67 con

LE CHIESE SI SVUOTANO, FEDELI IN FUGA DA PAPA FRANCESCO

In evidenza Papa Bergoglio Papa Bergoglio

Redazione-Non ce l’ha fatta! Il pastore dei pastori, e di tutte le greggi che formano IL Gregge, non ha convinto. Non ci ha “acchiappati” quella sua aria fintamente bonaria. Tantomeno il suo tono istrionicamente paterno. Non ci hanno calamitato le battute fuori copione, né i rimbrotti da compagno di bevute. Volevamo un Papa, non un nonno rompicoglioni e così poco ieratico.Ci eravamo abituati bene, col Pastore Polacco dall’Anima antica, il Papa Wojtyla figlio della guerra, che ha patito pubblicamente le piaghe della sua Croce fino alla fine dei giorni. Meglio ci era andata con un Santo vivente, quel Benedetto XVI, ancora e per sempre Papa, che incarna il Cristianesimo, il Cattolicesimo, come nessuno mai! Ma con lui, col don Camillo gesuita da bassifondi che viene dalla fine del mondo – in tutti i sensi – abbiamo perso proprio la bussola! Non ci guida in nessun pascolo, non ci insegna nulla di nuovo, ma ci cancella secoli di Dogmi che ci servono, e ci piacciono, nella nostra parentela con la Santa Trinità. Ci allontana dagli altari, facendoci dubitare della divinità di Nostro Signore. Un Gesù socialista lo avevamo già sentito biascicare a qualche becero comunistoide con senso di colpa, ma da un Sommo Pontefice… mmmhmmm…. ci aspettavamo ben altre Verità!

Le chiese si svuotano, perché lui le tratta come trattorie per clandestini e ufficio di collocamento per preti politicizzati; perché i santi sacerdoti che difendono i propri voti si stanno sentendo, a sua cagione, quasi fuori luogo; perché noi credenti, praticanti e non, la Casa di Dio vogliamo che resti quel luogo sacro nel quale sentire ancora quel senso di filiale disagio solo ad entrarci. Quel sacro timore, quel balbettio che ci pervadono le carni, consce di aver sbagliato in qualcosa. In un pensiero, una parola, un’opera, un’omissione, come teniamo a dichiarare nel Confiteor.  Perché, se devo entrare spavaldo in una sala di un’associazione invece che in un tempio, allora scelgo il Circolo del burraco.Il fatto è che, invece, la Fede mi conduce in quella meraviglia che è lo scrigno che racchiude il Tabernacolo. La Casa del Mysterium Fidei. Davanti a quella porticina che protegge il Corpo di Cristo, mio Signore, mio Dio. Del Quale, non solo non mi vergogno, ma mi compiaccio! Ah! Quanto amo essere e manifestarmi Cristiano. E Cattolico! Quanto mi appassiona la recita giornaliera del Santo Rosario! Quanto mi onora questo Scapolare del Carmelo che indosso h24 come un ulteriore e più nobile strato di pelle!Ma, devo essere sincero, fosse per questo vescovo di Roma, del quale dubitiamo, fra l’altro, la legittimità, avrei già chiesto ai fratelli ortodossi di aiutarmi a raggiungerli. Nonostante il dramma del Filioque…Bergoglio è divisivo, fingendo di voler globalizzare. Fissato con un cristianesimo da centro sociale, dimentica che Dio SI È SCELTO UN POPOLO!  E che CRISTO ha SCELTO I PROPRI DISCEPOLI! E che i Vangeli sono pieni di affermazioni di GESÙ sulla necessità di SCEGLIERLO.

CRISTO NON È PER TUTTI! E essere CRISTIANI è un impegno preciso. Duro, sì, ma addolcito dall’Amore del Padre e dalla Sua Misericordia. Oltre che dalla materna pazienza di Maria Madre di tutte le madri.A chi ci odia, non rispondiamo con lo stesso sentimento, ma nemmeno con la consegna passiva. La Croce l’ha già “indossata” per noi, il nostro Dio: a noi tocca difenderLo dalla dabbenaggine, dal relativismo, dalla negazione. Dal demonio, insomma. Che, oggi, veste fin troppi abiti.

A volte, anche la tonaca.

Fonte:Nino Spirli-imolaoggi.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.