BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
DI GIROLAMO SU VENDITE RECORD DI BICI ANCHE IN ABRUZZO| MERITO DELLA VISIONE POLITICA DEL M5S: Redazione- Gli operatori economici del settore della bicicletta confermano che anche in Abruzzo si registra una forte crescita delle vendite di questo mezzo di trasporto geniale e sostenibile. Le richieste sono letteralmente esplose in concomitanza del tanto attaccato quanto efficace POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DELL’AQUILA LE PENSIONI DI LUGLIO IN PAGAMENTO DAL 25 GIUGNO: Redazione- Poste Italiane comunica che in provincia dell’Aquila le pensioni del mese di luglio verranno accreditate a partire da venerdì 25 giugno per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I INFRASTRUTTURE, LEGA| GRAZIE AL NOSTRO IMPEGNO AL VIA INTERVENTO SU SS.80 DEL GRAN SASSO D'ITALIA: Redazione- “Con la proposta di nomina del commissario Mucilli, l’Abruzzo accelera sull’intervento SS 80 "del Gran Sasso d'Italia" - Tratta stradale Teramo - Mare: variante alla SS 80 dalla A14 (Mosciano S. Angelo) alla SS16.Ingegnere e dirigente ANAS, Mucilli è AIELLI: DOMANI LA PRESENTAZIONE DELLA CARTOLINA FILATELICA: Redazione- Poste Italiane partecipa alla inaugurazione del murale dedicato a Dante Alighieri, in programma ad Aielli domani, giovedì 24 giugno.Nell’ambito dell’evento, sarà infatti presentata la cartolina dedicata al piccolo comune marsicano, insieme all’annullo filatelico realizzato per l’occasione. Poste Italiane attiverà DA L'AQUILA PARTONO I - MESSAGGERRI D'ABRUZZO NEL MONDO-: Il libro di Dom Serafini sarà presentato il 9 Luglio 2021, ore 18, presso il GSSI Redazione- É vero, all’estero pochi sanno dove si trova l'Abruzzo, ma tutti conoscono L'Aquila, sia per il fatto che d'inverno è la cittá piú fredda POSTE ITALIANE| AL VIA L’HUB PER L’E-COMMERCE PIU’ GRANDE D’ITALIA: Redazione- Poste Italiane inaugura a Landriano (Pavia) il più grande hub d’Italia per l’e-Commerce e i servizi di corriere espresso. L’impianto sorge su una superficie totale di 80 mila metri quadrati, pari a 5 volte Piazza del Duomo a Milano, CONTINUA L'AVVENTURA-COMING & SONGS- DI MAURIZIO FERRANDINI:   Il rocker sanremese propone il videoclip a fumetti «Destinazione America » Redazione- Il 7 giugno è comparso on line "Destinazione America", il secondo singolo tratto dal disco IO NON C'ENTRO COL ROCK di Maurizio Ferrandini che, come un vero e proprio inno di resistenza APPALTI| OLTRE 80MILA LAVORATORI IN ABRUZZO CON PIU' TUTELE E DIRITTI: Redazione- “Sono oltre 80mila le lavoratrici e i lavoratori che in Abruzzo, su un totale di quattro milioni in tutto il Paese, beneficeranno di maggiori tutele e diritti grazie al lavoro del Partito Democratico nell’ambito del percorso parlamentare del decreto VISITE GUIDATA A CA' SPINEDA: Redazione- Sono aperte le prenotazioni per le prossime viste guidate della nuova ala espositiva di Ca’ Spineda, che accoglie la mostra “Pittori a Treviso e nella Marca tra Otto e Novecento con sguardi a Venezia”. I visitatori potranno accedere anche ai SPADAFORA INCONTRA IL FITNESS: Redazione- E’ stato allo Sport Village Campania, l’ex Ministro alle Politiche giovanili e allo sport, Vincenzo Spadafora, per incontrare chi nel fitness ce la sta mettendo davvero tutta in questa ripartenza, dopo tanti mesi di chiusura.Vincenzo Spadafora è da sempre

ROCCA DI BOTTE,FERNANDO MARZOLINI SUL SANTO PATRONO PIU' AMATO DAI ROCCATANI:S.PIETRO EREMITA

In evidenza ROCCA DI BOTTE,FERNANDO MARZOLINI SUL SANTO PATRONO PIU' AMATO DAI ROCCATANI:S.PIETRO EREMITA

Rocca di Botte-San Pietro Eremita è il Santo venerato a Rocca di Botte e Trevi nel Lazio.Il 29 Agosto i roccatani si sono recati dai loro "Compari" di Trevi per festeggiare il Comune Patrono e Domenica prossima, 6 Settembre,riceveranno la la visita dei Trebani con la quale si concluderanno i festeggiamenti in onore del Santo.Abbiamo voluto chiedere al Neo Sindaco Fernando Marzolini di parlarci un pò di questo storico personaggio che durante i secoli,ha unito così fortemente queste due Comunità:<<   Rocca di Botte è conosciuta per l'opera di conservazione dell'antico borgo costruito con pietra calcarea del luogo, per la sua antica tradizione religiosa e per l'ambiente decisamente salutare.  Nella parte bassa del paese, cioè nella vallata denominata “Piana del Cavaliere”  si è formato un villaggio, con case e ville di nuova costruzione, che ha contribuito all'aumento della popolazione, che oggi conta circa mille abitanti.Il suo territorio di circa 30 chilometri  quadrati comprende vaste zone boschive e nella zona pianeggiante terreni agricoli ampiamente coltivati.La sua altitudine 750 metri s.l.m. e i suoi collegamenti con l'Autostrada dei Parchi, rendono il paese apprezzato dai villeggianti anche per l'aria e il clima salutare che l'ambiente dei Monti Simbruini può ancora offrire.Sono  notoriamente presenti sia una ricca fauna selvatica, sia una flora endemica particolarmente interessante.Su un monte difronte al paese si trova il santuario della Madonna dei Bisognosi a 1059 metri di altezza, dove si venera un'antica Madonna lignea del 1200 proveniente da Siviglia.Nella chiesa parrocchiale si può ammirare un pulpito antico in marmo di notevole interesse artistico e, nella patria che ha dato i natali al famoso musicista del '700 Bonifacio Graziani, si conserva perfettamente restaurato e funzionante un organo del '600 che rappresenta una rarità su scala nazionale.

A Rocca di Botte si svolgono ogni anno negli ultimi tre giorni di Agosto e otto giorni dopo in Settembre(quest’anno Domenica 6 Settembre) le feste patronali in onore di San Pietro Eremita. San Pietro nacque e visse a Rocca e morì a Trevi nel Lazio. Per l'autorità di Papa Innocenzo III fu proclamato Santo dal Vescovo di Anagni nel 1215. Sono quindi 900 anni a partire dall'anno della canonizzazione(il 1 Ottobre ricorrerà l’anniversario) che si è instaurato un gemellaggio tra Rocca di Botte, il paese dove è nato, e Trevi nel Lazio, il paese dove morì il 30 Agosto a causa di un forte attacco di febbre.

Durante la sua opera di evangelizzazione operò alcuni miracoli: si racconta che fece sgorgare l'acqua dove ancora oggi esiste la “Fonte di San Pietro”, la sorgente dove il Santo fece dissetare un viandante, raggiungibile attraverso un sentiero di  montagna; si dice anche che un ragazzo recuperò l'uso della vista e un altro l'uso delle gambe.

“Le Prese di San Pierto”, un vasto appezzamento di terreno situato nella parte alta del Monte “Cima di Vallevona” (m. 1832), erano il campo dove l'Eremita coltivava il grano ottenendo sempre abbondanti raccolti.

Gli abitanti di Rocca, sin dalle origini uniti nel comparato con quelli di Trevi nel Lazio, considerano così forte il legame che li unisce ai Trebani al punto da assimilarlo a quello che unisce i consanguinei ed è per questo motivo che vengono evitati i matrimoni tra gli abitanti dei due paesi.

Il 29 Agosto iniziano le feste patronali in onore del Santo e nel corso della mattinata il Sindaco e la popolazione di Rocca di Botte si recano a Trevi nel Lazio dove vengono accolti dal Sindaco e dai Trebani al suono di una banda musicale. Si aprono i festeggiamenti con gli spari e seguono la processione con gli stendardi e la statua del Santo e le funzioni religiose.

Il 30 Agosto i Roccatani festeggiano il Santo riunendosi in processione con in  testa il Sindaco e  altre Autorità civili e religiose.

La casa e la cappella con l'altare dove San Pietro officiava la messa rimangono aperte per consentirne la visita e il pellegrinaggio dei fedeli. Alcune donne ripetono il rito della panificazione usando il forno della casa del Santo e offrendo panini ai visitatori.

                Nel mese di settembre si ripete a Rocca di Botte la cerimonia tenutasi a Trevi nel Lazio. Il Sindaco e la popolazione di Rocca accolgono i Trebani al suono della banda musicale con spari e fuochi di artificio. Di sera si riuniscono in  processione in onore del Santo percorrendo le vie del paese con i ceri accesi in  mano.

                Si osserva che, in occasione dei festeggiamenti, anche coloro che per vari motivi sono andati a vivere altrove e persino all'estero sentono il richiamo che esercita su di loro il ricordo e la tradizione delle feste in onore del Santo e accorrono numerosi.

                Il valore dell'unione perpetuatasi tra le due popolazioni per motivi religiosi  crea emotività e larga partecipazione>>.

 

Ultima modifica ilMercoledì, 02 Settembre 2015 21:17

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.