BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down
Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1376
  • Joomla\CMS\Filesystem\Folder::create: Path not in open_basedir paths

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
PESCOCOSTANZO - NEL CUORE DEL PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA: Nel cuore degli altipiani carsici dell’Appennino abruzzese, a 1410 m s.l.m, come un gioiello di alta orificieria nostrana, incontriamo Pescocostanzo, uno dei Borghi più belli d’Italia, e d’Abruzzo.Un borgo di eccezionale bellezza che detiene un patrimonio architettonico civile e religioso CELANO - AQUILA IN DIFFICOLTA' NELLA STRADA CENTRALE DEL PAESE: Un bel esemplare di Aquila è stata notata per la strada provinciale di Celano. Subito allertati i Carabinieri Forestali, che in un primo intervento hanno evidenziato uno satto confiìuzionale del rapace, forse intossicato da un cibo. Solo dopo un paio PAGANICA - DONNA INSEGUITA DA UN GRUPPO DI GIOVANI, SALVA GRAZIE ALL'INTERVENTO DEI CARABINIERI: Una banale passeggiata con il cane si è trasformata in un incubo per una donna di Paganica che si è imbattuta in un gruppo di ragazzi: “Verso le 20 e 40 – racconta sui social – stavo passeggiando con il SULMONA - CONVEGNO PER RICORDARE MALVESTUTO, DELLA BRIGATA MAIELLA: Si svolgerà venerdì 1 marzo alle ore 17.30 nell'aula consiliare del Comune di Sulmona il convegno dedicato alla figura di Gilberto Malvestuto, ufficiale della Brigata Maiella scomparso un anno fa. Al patriota, "punto di riferimento essenziale per la storia dei drammatici CORFINIO - LA PRIMA CAPITALE D'ITALIA: In Abruzzo, in provincia dell’Aquila si trova Corfinio, la città che per un anno fu capitale d’Italia e dove fu coniata la prima moneta della Lega Italica Lo sapevi che la prima capitale d’Italia si trova in Abruzzo, più precisamente a SITI ARCHEOLOGICI ABRUZZESI - CORFINIUM: Corfinium è situata nella Valle Peligna. La città di Corfinium, per la sua marcata propensione all’indipendenza, si scontrò più volte con Roma, tanto che alla fine del conflitto nel 90 a.C. la città vide riconosciuta la cittadinanza romana. In questo NNUJE L’ANTICO SALAME ABRUZZESE: Le nnuje,è un prodotto tipico abruzzese, un salume di antiche origini diffuso in tutta la regione, in particolare nel Teramano. Le nnuje sono una specie di incrocio tra salsiccia e salame, realizzate con trippa e pancetta suina insaccate in un POSTE ITALIANE: ROCCA DI CAMBIO, AL VIA I LAVORI DEL PROGETTO - POLIS- PER L’UFFICIO POSTALE: Redazione-  Poste Italiane comunica che l’ufficio postale di Rocca di Cambio è interessato da interventi di ammodernamento per migliorare la qualità dei servizi e dell’accoglienza. La sede infatti è inserita nell’ambito di “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto di 8 MARZO: IL LIBRO DI VALENTINA VENTI E LA MOSTRA DI SIMONE D'AMICO A BUGNARA: Redazione-  Venerdì 8 marzo 2024 a partire dalle ore 17.00, il Centro Studi e ricerche "Nino Ruscitti" ospiterà la mostra dell'artista sulmonese Simone D'Amico. A seguire la presentazione del libro di Valentina Venti "Per poi svegliarmi in un quadro" con PESARO CAPITALE ITALIANA DELA CULTURA: Redazione-  Poste Italiane comunica che oggi 26 febbraio 2024, viene emesso dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio naturale e paesaggistico” dedicato alla città d’Italia: Pesaro, Capitale italiana della

CARSOLI,LA SALA CONSILIARE E IL MOVIMENTO NEOBORBONICO:”LA RISPOSTA”

In evidenza CARSOLI,LA SALA CONSILIARE E IL MOVIMENTO NEOBORBONICO:”LA RISPOSTA”

Carsoli-Caro Francesco, dato che ci conosciamo ti chiamo per nome e ti do del tu. Non è per amore di polemica che rispondo alle tue osservazioni, ma solo per chiarire un concetto che ritengo importante e che vale per tutti e per sempre così, almeno da parte mia, non ci torno su. Di fronte alla richiesta di spiegazione che ho rivolto all’Amministrazione Comunale di Carsoli, che nei giorni scorsi aveva concesso al movimento neo-borbonico la sala del Comune ed aveva portato il suo saluto per bocca della responsabile culturale Alessandra Zazza, tu hai considerato la mia richiesta come una censura alla libertà di manifestazione e di parola, scomodando niente meno che il filosofo illuminista Voltaire. Non è così. Io non avrei fiatato se costoro avessero fatto la loro riunione in altro luogo e se nessuno dell’Amministrazione avesse aderito alla stessa. Capiamoci. L’Italia è repubblicana, unita, democratica ed ha una Costituzione che, nella sua prima parte, accoglie e valorizza questi concetti fondanti la nostra Nazione. Se così è, tutti quei movimenti, neo-borbonici, neo-fascisti, neo-razzisti, neo-secessionisti, ecc. che quando non sono fuori della legge e allora vanno repressi, sono però fuori e contro i principi costituzionali, tutti costoro dunque hanno diritto ad ogni libertà, ma non hanno diritto, secondo me, ad utilizzare sedi della Repubblica italiana, ne’ ad avere adesioni da rappresentanti dello Stato per la loro azione politica. Dato che si propongono, non una legittima revisione storica, ma, se solo lo potessero, vorrebbero rifare la Nazione napoletana, il Regno delle Due Sicilie (ti dice niente il nome di Salvatore Giuliano?) e magari trovare qualche fantasma di Borbone da rimettere su un trono con Capitale Napoli o Palermo. Non parlano costoro solo di storia del passato, su una parte della quale anche io sono d’accordo in senso meridionalista, ma prefigurano, a modo loro, un futuro, sempre a mio parere, sciagurato per l’Italia. Che a coordinare la riunione ci fosse il mio simpatico conoscente, Professor Angelo Bernardini, soprannominato, guarda caso “zi prete” la dice lunga su dove si vorrebbe andare a parare. Saluti e comunque grazie per le tue osservazioni.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.