BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
AVEZZANO: D’AMICO INCONTRA L'ORDINE DEGLI AVVOCATI NEL TRIBUNALE MARSICANO - PRONTI A IMPEGNARCI PER SOSTENERE I PRESIDI DI GIUSTIZIA: Redazione-  “Ho accettato con piacere l’invito del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Avezzano, Roberto Di Pietro, per discutere della salvaguardia dei quattro tribunali sub provinciali di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto. Il tema è di centrale importanza per la nostra MARIO MATTIUZZI DONA UN’OPERA DI SUO PADRE ERNESTO A FONDAZIONE CASSAMARCA: Redazione-  Dopo le donazioni di opere d’arte di Mons. Bortolan e, nell’ultimo anno, quelle dei pittori Dino Gavagnin, Narci Simion ed Alexander Kanevsky, la Fondazione Cassamarca ha ricevuto oggi un’opera del maestro Ernesto Mattiuzzi (1900-1980). Il quadro, intitolato Ritratto di Gentiluomo POSTE ITALIANE: SANTA RUFINA, RIAPRE L’UFFICIO POSTALE DI VIA DON MARIO D'AQUILIO CON I NUOVI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: Gli interventi fanno parte delle più ampie iniziative e degli investimenti orientati al rispetto dell’ambiente per migliorare la qualità dell’accoglienza e della fruizione delle sedi aziendali, contenere i consumi energetici e ridurre l’impatto ambientale attraverso l’abbattimento delle emissioni di anidride L'EVOLUZIONE PARTE DAL - LABORATORIO DI STORYTELLING- DI ALPHAVILLE – NONSOLOCINEMA: In partenza un nuovo laboratorio per il Cepell Francavilla al Mare rivolto ai docenti Redazione-  E' con il "Laboratorio di Storytelling" a cura di Alphaville - nonsolocinema che si prosegue con "Libridine", progetto vincitore del bando a Francavilla al Mare (CH), PATTINAGGIO CORSA | A PESCARA SECONDO WEEKEND DI GARE PER GLI INDOOR 2024: Sabato e domenica spazio alle giovani promesse delle categorie Ragazzi   Redazione-  Pattinaggio Corsa nuovamente protagonista a Pescara nel prossimo fine settimana. I 175 metri a curve sopraelevate del Pattinodromo comunale “Ex Gesuiti” tornano ad ospitare il Campionato Italiano Indoor 2024, - UN GIORNO CON… LUCIA PAOLINO- | PER LE STRADE DEL BORGO, UN DOCUFILM LUNGO I PASSI DEI RICORDI: Redazione-  Ha il dolce profumo dell’amore il docufilm “Un giorno con… Lucia Paolino”, realizzato dalla casa editrice Aletti (guarda qui https://www.youtube.com/watch?v=T45KsnsecAc). Sin dai primissimi minuti si percepisce dai versi letti: “Grazie amor mio che ti ho incontrato, perché solo tu BAD BLUES QUARTET | IT’S BEEN TOO LONG FEAT. MIKE ZITO: Redazione- Da venerdì 23 febbraio 2024 sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming digitale “It’s Been Too Long” (Overdub Recordings), il nuovo singolo dei Bad Blues Quartet feat. Mike Zito.“It’s Been Too Long” è un ALLERTA ABRUZZO - L'ATTENTATORE DI BRUXELLES, DI OTTOBRE, AVEVA CONTATTI IN ABRUZZO: Redazione-  Il 16 ottobre 2023, il tunisino Abdessalem Lassoued fece fuoco sulla folla provocando due vittime e numerosi feriti. Quel giorno, due cittadini svedesi persero la vita, erano a Bruxelles per assistere alla partita Belgio-Svezia. Lo stesso attentatore morì, sotto ABRUZZO - ARRIVA IL NUMERO UNICO DELL'EMERGENZA .....112: Redazione-  Il numero unico per le emergenze negli Stati Uniti (911) è uno dei più utilizzati dai cittadini. In Italia è stato introdotto da qualche anno (NUE112), ma non è in funzione in tutte le regioni. La giornata odierna, mercoledì INFOGARDEN - LE DEA DELL'ARIA, IL MONDO DELLE TILLANDSIA: Redazione-  La tillandsia è una pianta della famiglia delle Bromeliacee che comprende numerose specie. Questa pianta è davvero unica nel suo genere ed è molto probabile che non ne abbiate mai viste di simili: infatti, è una pianta che lavora

PETROLIO LOW COST, PERCHE' NON BISOGNA ESSERE TROPPO FELICI

In evidenza PETROLIO LOW COST, PERCHE' NON BISOGNA ESSERE TROPPO FELICI

Redazione-Il prezzo del petrolio è crollato del 70% negli ultimi mesi. Dopo anni che è stato venduto a circa 120 dollari il barile, il greggio ha toccato il fondo, arrivando a costare circa 35 dollari il barile.A prima vista, questo può sembrare un motivo di festa. Con un abbassamento del costo del petrolio, costa meno la benzina, i biglietti aerei, le spese di fabbricazione e trasporto di molti prodotti e servizi. Quel poco che si riesce a risparmiare al momento facendo il pieno alla macchina migliora i conti in tasca nell’immediato, ma rischia di passare una salata fattura a lungo andare.

Il precedente

 

Una situazione simile, ma al contrario, era accaduta nel 1974, quando i prezzi del petrolio sono arrivati alle stelle, passando da tre a 12 dollari il barile. I Paesi esportatori di petrolio (Venezuela Arabia Saudita, Iran), membri dell’Opec, sono diventati potenze economiche nel mondo, schiacciando i Paesi importatori (Stati Uniti, Europa), molto indeboliti da questa congiuntura.

Tendenza contraria

 

Oggi la situazione è inversa: i Paesi esportatori di petrolio stanno attraversando una crisi economica senza precedenti nella storia. I fantasmi dell’inflazione, debito pubblico, disoccupazione e recessione economica sono tornati per i Paesi che si alimentano di petrolio. Le spese dello Stato del Venezuela, Russia e Iran, per esempio, sono sostenute principalmente dal reddito petrolifero. Con un barile venduto a poco, molti sussidi sono venuti a meno, provocando caos sociale in molti Paesi.

L’esempio del Venezuela

 

Il Venezuela, per citare l’esempio più drammatico, attraversa una profonda problematica di approvvigionamento di medicine e alimenti. Nel 2005 l’inflazione è stata di 215%. Il Fondo Monetario Internazionale prevede che arriverà al 720% nel 2016. L’influenza regionale del progetto socialista del governo venezuelano, e le alleanze strategiche con altri Paesi come Cuba, è rimasta a secco.

L’effetto sulle Borse

 

Altri che non se la passano bene sono i mercati. Le Borse di tutto il mondo sono in tilt a causa del crollo del petrolio, tra gli altri fattori. Ovviamente, il settore più colpito è quello energetico. Dalla Bp alla Chevron, le imprese multinazionali hanno dovuto tagliare i costi per riequilibrare i bilanci. Le perdite fino ad adesso si calcolano in circa 380 miliardi di dollari.

Paura per la crisi

 

Questo si traduce anche in molti licenziamenti e progetti bloccati. Negli ultimi mesi 35mila Americani hanno perso il posto di lavoro. Stati Uniti, Canada, Angola, Norvegia e Nigeria sono alcuni dei Paesi più preoccupati che la crisi petrolifera diventi una crisi economica.

Aria più inquinata

 

E, finalmente, anche l’aria che respiriamo subisce un duro colpo dalla caduta del prezzo del petrolio. Con il barile più economico, si abbassano i costi della benzina in molti Paesi. Non in Italia (e in Europa in generale), dove le tasse imposte sul carburante hanno mantenuto gli stessi prezzi. Con la benzina leggermente più economica l’uso dell’auto si diffonde, contaminando ancora di più l’ambiente.

Ultima modifica ilLunedì, 21 Marzo 2016 11:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.