BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI - 27 E 28 FEBBRAIO CAMPAGNA SCREENING TEST COVID: UNIONE CIVICA PER CARSOLI| CHIARIMENTI SU RISPOSTA DEL SINDACO: Redazione- Dal Gruppo di Minoranza al Comune "Unione Civica per Carsoli", riceviamo ed integralmente pubblichiamo il seguente comunicato:<<Ancora una volta, di fronte ad un articolo, diretto esclusivamente a sottolineare un comportamento non opportuno ed controproducente del sindaco, è partito un MOZEZ| DESTINY RIDE: Redazione- Al ritmo serrato di un basso ostinato, si apre la profonda riflessione sulla vita del nuovo singolo di Mozez ( Mozez Wright) intitolato Destiny Ride. Ritorna il desiderio di unità cosmica, ricongiungendo uomo e Universo, superando i confini della Terra, immaginando un futuro SEN. DI GIROLAMO| MOZIONE IN SENATO PER I PUNTI NASCITA: Redazione- Con 26 sottoscrizioni, tra le quali quella del riconfermato Sottosegretario al Ministero della Salute Sileri, ho depositato in Senato la mia Mozione che impegna il Governo a definire nuovi criteri per riorganizzare i Punti Nascita sui territori garantendo sicurezza CARSOLI - FINANZIATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE E MESSA IN SICUREZZA DI COLLE SANT'ANGELO: Redazione- Un importante traguardo, la messa in sicurezza, e riqualificazione di colle Sant'Angelo. Sono 9960000 mila euro la liquidità per il progetto, finanziati dallo stato. In data 23 febbraio 2021, con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia NO LODO| TEMERE IL FONDO: Redazione- Da oggi 24 febbraio 2021 è disponibile su tutte le piattaforme streaming e digital stores “Temere il fondo” il secondo singolo del cantautore abruzzese Franco Alfano, in arte No Lodo.Il brano del giovane artista abruzzese segue il singolo d’esordio POMPEI D’ORIENTE| PRESENTATI A UNISALENTO I RISULTATI DEGLI SCAVI: Redazione- Sono stati presentati questa mattina, nel corso di una conferenza internazionale online organizzata dall’Università del Salento, i più recenti risultati delle indagini della Missione a Shahr-i Sokhta, eldorado archeologico che sorge nella provincia dell’Iran orientale Sistan-va-Baluchistan iscritto nella lista FINA SU CELANO| INQUIETUDINE PER I FATTI CONTESTATI: Redazione- "I fatti contestati a Filippo Piccone, al sindaco di Celano Santilli e ad altri sono di una gravità inaudita. Quelli di natura sessuale, se confermati, sono ancora più vomitevoli. Con lo spirito garantista che mi appartiene osserverò con attenzione TUSCIA SPORT&LEISURE| IL NUOVO TURISMO: Redazione- Sono tra gli "studios a cielo aperto" più usati d'Italia e non solo, in grado di ispirare generazioni di registi italiani e stranieri e percorribili in bici, a piedi e a cavallo.Si tratta dei percorsi dedicati e rilanciati dalla APICOLTURA| SEI WEBINAR DI PARTENZA: Redazione- A grande richiesta torna il corso base di apicoltura organizzato da Confartigianato Servizi Srl in collaborazione con Assapira (Associazione Apicoltori Regione Abruzzo), ASL1 Avezzano Sulmona L’Aquila e l’Istituto Zooprofilattico di Teramo.A causa dell’emergenza Covid era stato necessario sospendere l’avvio

MARIO GIORDANO SMASCHERA LA MERKEL: QUELLO SCHIAFFO E' LA PROVA, VUOLE USCIRE DALL'EURO

In evidenza MARIO GIORDANO SMASCHERA LA MERKEL: QUELLO SCHIAFFO E&amp;#039; LA PROVA, VUOLE USCIRE DALL&amp;#039;EURO Angela Merkel

 

 

Redazione-Alla faccia della moneta unica: da oggi la Germania batte moneta tedesca. Proprio così: quello che è vietato in Italia, in Francia, in Spagna e negli altri Paesi della disgraziata Unione europea, è permesso a Berlino. I supercrucchi si sono fatti il loro soldino su misura: una moneta da 5 euro con il bordino colorato in blu che vale solo entro i sacri confini dell’impero di Frau Merkel. Non è un’invenzione: esiste davvero e sta per arrivare sul mercato in queste ore. Sono 2.250.000 pezzi di cui 250mila riservati a collezionisti e gli altri 2 milioni, invece, a disposizione di tutti. Chi vuole se li prende e se li spende come gli altri. Solo in Germania, però.

 

Se vi capita di andare lassù, perciò, fate attenzione: la nuova monetina ha corso legale, dunque potrebbero darvela come resto in qualsiasi negozio o supermercato, ma quando tornate in Italia, oplà, perde tutto il suo fascino. E il suo valore. La potete mettere in un cassetto per ricordo, perché non vale. Trattasi, infatti, a tutti gli effetti di moneta nazionale. Ma non ci avevano detto che erano superate? Non ci avevano raccontato che erano vietate? Anzi: non dicevano che le monete nazionali erano un reperto del passato? Un male assoluto? Un pericolo da evitare? E allora perché, dopo averci per anni ripetuto la lezioncina della moneta unica che ci salva da ogni male, ora si mettono a stampare una moneta nazionale?

Si dirà che due milioni di pezzi sono pochi rispetto alla quantità di moneta in circolazione, e che dunque di fatto questa fuga in avanti in salsa di crauti non cambierà nulla dal punto di vista strettamente economico. Vero. Ma dal punto di vista simbolico ha una forza straordinaria: è la prima vera frantumazione del dogma euro, la prima negazione esplicita della circolazione comune, il primo ritorno alla valuta che ogni Paese si controlla da sé. È come se, nell’Europa che sta tirando su muri dappertutto, si sentisse finalmente il bisogno anche di un muro monetario.

La cosa singolare è che ciò avvenga proprio in Germania, nel cuore dell’impero dell'euro, laddove si sono tratti i maggiori vantaggi dall’unificazione monetaria, e dove più si sono difese le ragioni di Maastricht. Quanti sermoni abbiamo dovuto ascoltare da Berlino? Quante dotte spiegazioni sull’importanza della valuta unica? E adesso che l’intero mostruoso impianto di Bruxelles vacilla chi sono i primi a sperimentare la via di fuga? Guarda un po’: non i Paesi che hanno subito i maggiori danni dell'Ue, non i Paesi del Sud massacrati da un'unificazione folle, non i fragili e sempre sbertucciati Pigs. Ma proprio loro: i superpotenti tedeschi di Germania guidati dalla paladina del continente unito, sua maestà EurAngela Merkel.

E il bello è che, ovviamente, possono permettersi di farlo. Chi dice qualcosa ai tedeschi? Avesse provato la Grecia a farsi un euro su misura avrebbero cominciato a bombardare finanziariamente Atene. Avesse provato l’Italia, figuriamoci: avrebbero cominciato a tirare fuori i trattati, le sentenze, le Corti europee, le commissioni inferocite, gli articoli severi della Frankfurter Allgemeine. Ci sarebbe piombata sul capo una troika assetata del nostro sangue. Invece lo fa la Germania. E allora che problema c’è? La Germania, si sa, può sempre tutto. Se noi sforiamo il parametro del deficit, per dire, finiamo subito in infrazione. La Germania invece sfora danni il parametro del surplus commerciale, ma nessuno dice niente. Perché? Semplice: perché l’Europa è stata concepita come uno stuoino per i piedi crucchi. E se alla fine, dopo averci spremuto ben bene, i crucchi si convincono che converrà loro andarsene da soli e lasciarci a piedi, lo faranno. Attenti ai 5 euro con il bordino blu, dunque: se ne trovate qualcuno, al massimo potete tenerlo per ricordo. Anche perché magari, la prossima volta che andrete in Germania ritroverete il marco...(Fonte:liberoquotidiano.it)

 

 

Euro

Ultima modifica ilLunedì, 16 Maggio 2016 22:38

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.