BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SQUILIBRI | DOMANI 23 GIUGNO ULTIMA SERATA: Viaggi, miti, amori, talenti e tanto altro ancora sul palco del Festival Redazione-  Un intenso appuntamento con Stefania Andreoli, un viaggio interiore al tramonto con Ludovico Tersigni, un pubblico attento di fronte al racconto di un'amicizia ideale tra Anna Cherubini e GLI ASSALTI FRONTALI SABATO 22 GIUGNO A ORTONA (CHIETI) PER LA FESTA DI RADIO CITTA’ PESCARA: Redazione-  Sabato 22 giugno, dalle ore 15 alle ore 3, a Villa Ada, in contrada San Giuliano 7 a Ortona (Chieti), si svolgerà l'Early Summer Fest 2024 a sostegno di Radio Città Pescara. Una maratona che prevede 12 ore di L’ABRUZZO A LORICA, DAL 24 AL 28 GIUGNO PER RADUNO INTERAPPENINICO | AL VIA IL PRIMO DEI TRE RADUNI TECNICI: Redazione-  L’Abruzzo, risponde affermativamente alla chiamata per il primo Raduno Tecnico degli atleti FISI dello Sci Nordico Appenninico e lo fa attraverso l’apprezzata e giovane figura dell’atleta Alessia Basile e quella dell’allenatrice e preparatrice Elena Como. A ideare e proporre I NUOVI APPUNTAMENTI DELL’ESTATE ROMANA DAL 22 AL 25 GIUGNO 2024: Redazione-  In partenza un weekend all’insegna della cultura, dell’arte e dello svago con l’Estate Romana 2024, il calendario di iniziative promosse dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale che, fino al 15 ottobre, animeranno tutta la città con proiezioni cinematografiche, spettacoli DIREZIONE IMPRESA MAGAZINE, LA PROMOZIONE DELLE IMPRESE MERIDIONALI E LA SCOPERTA DELLE OPPORTUNITÀ ECONOMICHE DI MONTRÉAL: Redazione-  La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle eccellenze italiane in Canada. Il giornalista Domenico Letizia, direttore della rivista trimestrale Direzione Impresa Magazine, ha svolto una missione a Montréal per incontrare la comunità LUCA MILANO (RAI KIDS) A PREMI MOIGE: - SCOPO DEL SERVIZIO PUBBLICO E’ QUELLO DI DIVERTIRE ED EDUCARE -: Redazione-  “Come servizio pubblico il nostro scopo è quello di divertire ed educare, ma anche formare, perché la tolleranza, l’inclusione, la parità di genere e la democrazia si imparano sin da piccoli”. Lo ha affermato il direttore di Rai Kids, DALLA MUSICA CLASSICA ALLE SONORITÀ ETNICHE AL VIA A ROMA - MELODIE IN VILLA -: Redazione-  Dalle musiche del Settecento, alle arie d’opera ottocentesche con uno sguardo alle melodie degli albori del Novecento, passando per il cantautorato italiano fino alle sonorità della musica etnica. In occasione della Festa della Musica 2024, prende il via Melodie ALL’AQUILA CONVEGNO SULLA L. 194/78. UIL ABRUZZO: - PIENA ATTUAZIONE DELLA LEGGE E MAGGIORI TUTELE PER LE DONNE -: Redazione-  Si è tenuto questa mattina al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila l’incontro organizzato dal Coordinamento Pari opportunità Uil Abruzzo sulla Legge 194/78. Al dibattito su un argomento di grandissima attualità come quello dell’aborto volontario sono intervenuti: Ivana Veronese, segretaria nazionale Uil; Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, Gianna Tollis, VENERDÌ 5 LUGLIO - L'ESTETICA DELLA DEFORMAZIONE. PROTAGONISTI DELL'ESPRESSIONISMO ITALIANO - E - A JOUR - |: Redazione-  Una delle stagioni più originali della cultura artistica italiana della prima metà del XX secolo è rappresentata dall’espressionismo italiano degli anni Venti-Quaranta che, pur sviluppato in gruppi e sodalizi più o meno definiti e longevi, ha apportato alla ricerca PASSEGGIATE PER GLI ABRUZZI DI FERDINAND GREGOROVIUS | PRESENTAZIONE MERCOLEDÌ 26 GIUGNO, ALLE 17.30, A ROMA: Redazione-  Mercoledì 26 giugno, alle 17:30, verrà presentato a Roma, presso il Senato della Repubblica – Sala Caduti di Nassirya (Palazzo Madama, 11) Passeggiate per gli Abruzzi nella settimana di Pentecoste del 1871 di Ferdinand Gregorovius (1821-1891), volume curato e

BREXIT, CRESCONO DELL'11% GLI INVESTIMENTI NEL REGNO UNITO

In evidenza BREXIT, CRESCONO DELL'11% GLI INVESTIMENTI NEL REGNO UNITO Brexit

Le previsioni dei catastrofisti, almeno fino ad ora, sembrano essere smentite: la Gran Bretagna post-Brexit gode ancora di buona salute, e gli investimenti dello scorso anno dimostrano che l’ipotesi di uscita dall’Eurozona, poi avveratasi col referendum di giugno, non hanno condizionato più di tanto gli investitori stranieri, che hanno anzi aumentato dell’11% gli investimenti nel paese più “attraente” d’Europa sotto questo punto di vista.

I dati resi noti dal nuovo ministero del Commercio Internazionale, e ripresi da Il Sole 24 Ore, riguardano l’ultimo anno fiscale, dall’aprile 2015 all’aprile 2016. Gli Stati Uniti restano il primo investitore con 570 progetti nell’ultimo anno, seguiti dalla Cina con 156 e dall’India con 140.

L’aumento degli investimenti ha creato 83mila posti di lavoro e ne ha tutelati altri 33mila. “Questi dati notevoli dimostrano che la Gran Bretagna continua a essere il posto giusto per fare business, – ha commentato Liam Fox, ministro del Commercio Internazionale. – Abbiamo ampliato i nostri contatti con i mercati emergenti in tutto il mondo per rafforzare la nostra posizione come prima destinazione in Europa per gli investimenti.”

L’uscita dall’Eurozona, tuttavia, resta un’incognita pesante, a seconda di come verrà effettivamente gestita. Secondo Simon French, chief economist di Panmure Gordon, gli investimenti continueranno a patto che la Gran Bretagna non si chiuda al mondo: “Se le forze politiche che hanno portato all’uscita dalla Ue riusciranno a rendere la Gran Bretagna una nazione più chiusa e protezionista, questo avrebbe un impatto negativo sugli investimenti futuri molto più pesante di Brexit,” ha detto.

Quel che è certo è che le ipotesi catastrofiste, evidentemente interessate, finiscono sempre più spesso per essere smentite. La storia recente è ricca di cataclismi mai avvenuti. Diversi economisti avevano pronosticato che le battaglie sul bilancio al Congresso degli Stati Uniti nel 2013 avrebbero spinto l’economia in una fase recessiva. Quell’anno la crescita fu invece del 2,7%. Nel 2010 e nel 2012 era stato inoltre segnalato che il massiccio programma di acquisto di obbligazioni promosso dalla Federal Reserve avrebbe causato iperinflazione, fatto impennare le materie prime e crollare il dollaro. Non è successo nulla di simile.

Il 2015 fu l’anno dell’allarme Grecia. Se Atene avesse rifiutato il piano di salvataggio internazionale, avrebbe potuto innescare un default sovrano o una crisi bancaria, o la cacciata dall’euro. L’economia ellenica non è certo florida, ma è stata scongiurata la bancarotta. Il sistema bancario è stato martoriato e svuotato dei depositi, ma non è collassato. E resta parte dell’unione monetaria.

Infine la Brexit. Sono già passati due mesi da quando gli elettori britannici il 23 giugno hanno scelto di uscire dall’Unione europea, tuttavia risulta difficile e azzardato valutare se la tanto temuta congiuntura negativa si concretizzerà. Almeno nel breve termine.

Brexit

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.