BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI - 27 E 28 FEBBRAIO CAMPAGNA SCREENING TEST COVID: UNIONE CIVICA PER CARSOLI| CHIARIMENTI SU RISPOSTA DEL SINDACO: Redazione- Dal Gruppo di Minoranza al Comune "Unione Civica per Carsoli", riceviamo ed integralmente pubblichiamo il seguente comunicato:<<Ancora una volta, di fronte ad un articolo, diretto esclusivamente a sottolineare un comportamento non opportuno ed controproducente del sindaco, è partito un MOZEZ| DESTINY RIDE: Redazione- Al ritmo serrato di un basso ostinato, si apre la profonda riflessione sulla vita del nuovo singolo di Mozez ( Mozez Wright) intitolato Destiny Ride. Ritorna il desiderio di unità cosmica, ricongiungendo uomo e Universo, superando i confini della Terra, immaginando un futuro SEN. DI GIROLAMO| MOZIONE IN SENATO PER I PUNTI NASCITA: Redazione- Con 26 sottoscrizioni, tra le quali quella del riconfermato Sottosegretario al Ministero della Salute Sileri, ho depositato in Senato la mia Mozione che impegna il Governo a definire nuovi criteri per riorganizzare i Punti Nascita sui territori garantendo sicurezza CARSOLI - FINANZIATO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE E MESSA IN SICUREZZA DI COLLE SANT'ANGELO: Redazione- Un importante traguardo, la messa in sicurezza, e riqualificazione di colle Sant'Angelo. Sono 9960000 mila euro la liquidità per il progetto, finanziati dallo stato. In data 23 febbraio 2021, con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia NO LODO| TEMERE IL FONDO: Redazione- Da oggi 24 febbraio 2021 è disponibile su tutte le piattaforme streaming e digital stores “Temere il fondo” il secondo singolo del cantautore abruzzese Franco Alfano, in arte No Lodo.Il brano del giovane artista abruzzese segue il singolo d’esordio POMPEI D’ORIENTE| PRESENTATI A UNISALENTO I RISULTATI DEGLI SCAVI: Redazione- Sono stati presentati questa mattina, nel corso di una conferenza internazionale online organizzata dall’Università del Salento, i più recenti risultati delle indagini della Missione a Shahr-i Sokhta, eldorado archeologico che sorge nella provincia dell’Iran orientale Sistan-va-Baluchistan iscritto nella lista FINA SU CELANO| INQUIETUDINE PER I FATTI CONTESTATI: Redazione- "I fatti contestati a Filippo Piccone, al sindaco di Celano Santilli e ad altri sono di una gravità inaudita. Quelli di natura sessuale, se confermati, sono ancora più vomitevoli. Con lo spirito garantista che mi appartiene osserverò con attenzione TUSCIA SPORT&LEISURE| IL NUOVO TURISMO: Redazione- Sono tra gli "studios a cielo aperto" più usati d'Italia e non solo, in grado di ispirare generazioni di registi italiani e stranieri e percorribili in bici, a piedi e a cavallo.Si tratta dei percorsi dedicati e rilanciati dalla APICOLTURA| SEI WEBINAR DI PARTENZA: Redazione- A grande richiesta torna il corso base di apicoltura organizzato da Confartigianato Servizi Srl in collaborazione con Assapira (Associazione Apicoltori Regione Abruzzo), ASL1 Avezzano Sulmona L’Aquila e l’Istituto Zooprofilattico di Teramo.A causa dell’emergenza Covid era stato necessario sospendere l’avvio

SONDAGGIO NEL MONDO DELLA FINANZA: L'ITALIA FUORI DALL'EURO NEL 2017

In evidenza SONDAGGIO NEL MONDO DELLA FINANZA: L&amp;#039;ITALIA FUORI DALL&amp;#039;EURO NEL 2017 L'Euro, la nostra moneta

Redazione-L'instabilità politica ed economica torna ad agitare i sonni del resto del mondo. Presto per dire se ci si trovi in presenza di un revival del 2011, ma che all' orizzonte si vadano addensando nubi che non si vedevano da qualche tempo è innegabile.
A preoccupare dal punto di vista politico sono gli incerti legati al referendum costituzionale del 4 dicembre, dove una vittoria del No aprirebbe ad un periodo di estrema complicazione, con una quasi sicura crisi di governo ed un probabile ricorso alle elezioni anticipate. Uno scenario che il partitone trasversale che tifa stabilità vuole evitare a tutti i costi, al punto di non avere reticenze a schierarsi in prima persona per scongiurarlo.

Così, dopo gli endorsement più o meno eccellenti (ultimo quello, eccellentissimo, di Barack Obama in persona) arrivati nelle ultime settimane da diverse cancellerie internazionali a favore del Sì, ieri è giunto quello del governo tedesco. A farsene latore il ministro dell' Interno Thomas de Maiziere che, intervistato da Sky, loda «il coraggio di questo governo nel voler cambiare la Costituzione e la struttura decisionale di questo Paese», concludendo che la vittoria del Sì «potrà dare all' Italia un futuro migliore» e che «approvare un simile cambiamento è una decisione coraggiosa».

Al netto delle polemiche scatenate in Italia (le opposizioni gridano in coro all' ingerenza), la sortita del ministro della Merkel dimostra quanto la situazione italiana sia fonte di preoccupazione per i partner esteri. E che ci sia un problema di fiducia nei confronti del nostro Paese lo testimonia anche un sondaggio condotto dal gruppo di ricerca Sentix su oltre mille investitori internazionali sulle prospettive dell' eurozona. Ebbene, secondo gli intervistati è più probabile che, ove uno Stato membro dovesse lasciare l' area euro nei prossimi dodici mesi, questo Paese sarebbe l' Italia: il dato ha del clamoroso, visto che era dal 2012 che il primato di tale classifica era saldamente nelle mani della Grecia. E invece verdetto ribaltato: Italia che balza in testa col 9,9% delle preferenze staccando di oltre un punto percentuale i cugini ellenici, fermi a quota 8,5%.

Il problema è che gli investitori non si limitano ad esprimere preoccupazione quando rispondono ai sondaggi, ma lo fanno anche quando poi tornano a lavorare. Risultato, torna a fare paura lo spread. Il differenziale tra Btp italiano e Bund tedesco ieri ha chiuso a quota 158, roba che non si vedeva da mesi. A preoccupare maggiormente è l' allungo dei titoli spagnoli rispetto a quelli italiani, con i Bonos del Tesoro di Madrid che staccano i nostri di oltre cinquanta punti.

Una situazione che rischia anche di peggiorare nel medio periodo, se sono vere le voci che si rincorrono circa la volontà della Banca centrale europea di iniziare a ridurre il volume degli acquisti dei titoli italiani (il celebre bazooka di Draghi). Decisione, superfluo specificarlo, che influirebbe non poco sullo stato di salute del nostro debito pubblico. Una prima risposta a queste preoccupazioni è arrivata ieri da Montecitorio, dove l' aula della Camera ha iniziato l' esame del decreto fiscale (primi voti sulle pregiudiziali e via alle audizioni). Ma per invertire la rotta e per vedere diradarsi i nuvoloni di cui sopra servirà ben altro, a partire dalla vittoria del sì al referendum sulla riforma del Senato. Ammesso che basti.(Fonte:Fabrizio Melis-liberoquotidiano.it)

 

Eurocrack

Ultima modifica ilMercoledì, 02 Novembre 2016 13:34

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.