BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
STRAORBINARIO| IL GRAND TOUR DELLE VALLI: Redazione- Un contesto unico e romantico farà da palcoscenico alle storie di personaggi ed eventi che hanno caratterizzato il territorio della Valle Roveto. L’esperienza in treno, con “StraorBinario”, su una antica tratta ferroviaria da Avezzano a Canistro, fino a raggiungere 21 GIUGNO| RIAPRE VILLA CA' ZENOBIO: Redazione- Villa Ca’ Zenobio riapre al pubblico. Lo fa con rinnovati spazi e servizi, che andranno ad arricchire il già pregevole contesto seicentesco di questa dimora storica, che l’estate scorsa è stata palcoscenico delle “Serate in villa”.Dal 21 giugno, a DOMINIO PUBBLICO 2021| LA CITTA' DEGLI UNDER 25: Redazione- Dopo un anno di isolamento forzato, in cui a farne le spese sono stati soprattutto i ragazzi e le ragazze, dal 25 giugno al 4 luglio, la città torna agli Under 25 che, con gioia e orgoglio se ne SALERNO| WEBINAR DELL'ODCEC: Redazione- Approfondire l'impatto degli effetti della pandemia sulla redazione dei bilanci e sull'attività di revisione legale attraverso l’analisi delle disposizioni legislative straordinarie emanate tra il 2020 e il 2021: è l’obiettivo del webinar “La Revisione Legale – La formazione del LUCO DEI MARSI| INAUGURATO IL CENTRO SERVIZI SOCIO- CULTURALI: Redazione- Un assolato pomeriggio ha incorniciato l'inaugurazione del "Centro Servizi Socio Culturali" di Luco dei Marsi, nel convento dei cappuccini. Cultura e bellezza gli ingredienti principali dell'evento, nel corso del quale i presenti hanno potuto apprezzare anche un’interessante selezione di ABRUZZO - DA DOMANI ATTIVA LA PIATTAFORMA PER LE AZIENDE PRODUTTIVE: Redazione- Sarà on line da domani mattina la piattaforma telematica regionale riservata alle aziende produttive che vogliono attivare un punto di vaccinazione straordinario riservato ai dipendenti e ai loro familiari all'interno di proprie strutture.Lo comunica l'Assessorato alla Salute.Per accedere alla ABRUZZO - TORNANO I VOUCHER PER UNIVERSITA' E SPECIALIZZAZIONE: Redazione- Tornano i voucher che finanziano l'alta formazione. Lo annuncia l'assessore regionale alle Politiche formative Pietro Quaresimale dopo la decisione della Giunta regionale che ha stanziato circa un milione di euro da destinare ai voucher di Alta Formazione. "Si tratta TRASACCO - RALLENTA LA CURVA EPIDEMIOLOGICA , LOBENE: CHIUSURA MOSCHEA FINO A FINE MESE: Redazione- Nove positività al Covid-19 negli ultimi giorni e andamento epidemiologico in netto miglioramento. Dopo lo screening gratuito effettuato su tutti i dipendenti delle aziende agricole operanti nel territorio di Trasacco, il sindaco Cesidio Lobene esprime la propria soddisfazione per ABRUZZO - DAL PRIMO LUGLIO VACCINAZIONI ANCHE NELLE FARMACIE, CONFRONTO PER ASTRAZENECA: Redazione- Prenderanno il via il prossimo primo luglio le vaccinazioni anti Covid 19 nelle 225 farmacie abruzzesi che hanno aderito alla campagna.Lo comunica l'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, dopo la riunione operativa con le associazioni dei farmacisti che si è WEBINAR| LE LINEE GUIDA DI CONFARTIGIANATO PER LE MICRO E PICCOLE IMPRESE: Redazione- Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 2016/679 – GDPR in materia di Privacy, recepito dal D.Lgs. 10 Agosto 2018 n.101, vigente dal 19/09/2018. Le aziende devono, dunque, affrontare il tema della conformità alla nuova normativa

SONDAGGIO NEL MONDO DELLA FINANZA: L'ITALIA FUORI DALL'EURO NEL 2017

In evidenza SONDAGGIO NEL MONDO DELLA FINANZA: L'ITALIA FUORI DALL'EURO NEL 2017 L'Euro, la nostra moneta

Redazione-L'instabilità politica ed economica torna ad agitare i sonni del resto del mondo. Presto per dire se ci si trovi in presenza di un revival del 2011, ma che all' orizzonte si vadano addensando nubi che non si vedevano da qualche tempo è innegabile.
A preoccupare dal punto di vista politico sono gli incerti legati al referendum costituzionale del 4 dicembre, dove una vittoria del No aprirebbe ad un periodo di estrema complicazione, con una quasi sicura crisi di governo ed un probabile ricorso alle elezioni anticipate. Uno scenario che il partitone trasversale che tifa stabilità vuole evitare a tutti i costi, al punto di non avere reticenze a schierarsi in prima persona per scongiurarlo.

Così, dopo gli endorsement più o meno eccellenti (ultimo quello, eccellentissimo, di Barack Obama in persona) arrivati nelle ultime settimane da diverse cancellerie internazionali a favore del Sì, ieri è giunto quello del governo tedesco. A farsene latore il ministro dell' Interno Thomas de Maiziere che, intervistato da Sky, loda «il coraggio di questo governo nel voler cambiare la Costituzione e la struttura decisionale di questo Paese», concludendo che la vittoria del Sì «potrà dare all' Italia un futuro migliore» e che «approvare un simile cambiamento è una decisione coraggiosa».

Al netto delle polemiche scatenate in Italia (le opposizioni gridano in coro all' ingerenza), la sortita del ministro della Merkel dimostra quanto la situazione italiana sia fonte di preoccupazione per i partner esteri. E che ci sia un problema di fiducia nei confronti del nostro Paese lo testimonia anche un sondaggio condotto dal gruppo di ricerca Sentix su oltre mille investitori internazionali sulle prospettive dell' eurozona. Ebbene, secondo gli intervistati è più probabile che, ove uno Stato membro dovesse lasciare l' area euro nei prossimi dodici mesi, questo Paese sarebbe l' Italia: il dato ha del clamoroso, visto che era dal 2012 che il primato di tale classifica era saldamente nelle mani della Grecia. E invece verdetto ribaltato: Italia che balza in testa col 9,9% delle preferenze staccando di oltre un punto percentuale i cugini ellenici, fermi a quota 8,5%.

Il problema è che gli investitori non si limitano ad esprimere preoccupazione quando rispondono ai sondaggi, ma lo fanno anche quando poi tornano a lavorare. Risultato, torna a fare paura lo spread. Il differenziale tra Btp italiano e Bund tedesco ieri ha chiuso a quota 158, roba che non si vedeva da mesi. A preoccupare maggiormente è l' allungo dei titoli spagnoli rispetto a quelli italiani, con i Bonos del Tesoro di Madrid che staccano i nostri di oltre cinquanta punti.

Una situazione che rischia anche di peggiorare nel medio periodo, se sono vere le voci che si rincorrono circa la volontà della Banca centrale europea di iniziare a ridurre il volume degli acquisti dei titoli italiani (il celebre bazooka di Draghi). Decisione, superfluo specificarlo, che influirebbe non poco sullo stato di salute del nostro debito pubblico. Una prima risposta a queste preoccupazioni è arrivata ieri da Montecitorio, dove l' aula della Camera ha iniziato l' esame del decreto fiscale (primi voti sulle pregiudiziali e via alle audizioni). Ma per invertire la rotta e per vedere diradarsi i nuvoloni di cui sopra servirà ben altro, a partire dalla vittoria del sì al referendum sulla riforma del Senato. Ammesso che basti.(Fonte:Fabrizio Melis-liberoquotidiano.it)

 

Eurocrack

Ultima modifica ilMercoledì, 02 Novembre 2016 13:34

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.