BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
DI GIROLAMO SU VENDITE RECORD DI BICI ANCHE IN ABRUZZO| MERITO DELLA VISIONE POLITICA DEL M5S: Redazione- Gli operatori economici del settore della bicicletta confermano che anche in Abruzzo si registra una forte crescita delle vendite di questo mezzo di trasporto geniale e sostenibile. Le richieste sono letteralmente esplose in concomitanza del tanto attaccato quanto efficace POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DELL’AQUILA LE PENSIONI DI LUGLIO IN PAGAMENTO DAL 25 GIUGNO: Redazione- Poste Italiane comunica che in provincia dell’Aquila le pensioni del mese di luglio verranno accreditate a partire da venerdì 25 giugno per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I INFRASTRUTTURE, LEGA| GRAZIE AL NOSTRO IMPEGNO AL VIA INTERVENTO SU SS.80 DEL GRAN SASSO D'ITALIA: Redazione- “Con la proposta di nomina del commissario Mucilli, l’Abruzzo accelera sull’intervento SS 80 "del Gran Sasso d'Italia" - Tratta stradale Teramo - Mare: variante alla SS 80 dalla A14 (Mosciano S. Angelo) alla SS16.Ingegnere e dirigente ANAS, Mucilli è AIELLI: DOMANI LA PRESENTAZIONE DELLA CARTOLINA FILATELICA: Redazione- Poste Italiane partecipa alla inaugurazione del murale dedicato a Dante Alighieri, in programma ad Aielli domani, giovedì 24 giugno.Nell’ambito dell’evento, sarà infatti presentata la cartolina dedicata al piccolo comune marsicano, insieme all’annullo filatelico realizzato per l’occasione. Poste Italiane attiverà DA L'AQUILA PARTONO I - MESSAGGERRI D'ABRUZZO NEL MONDO-: Il libro di Dom Serafini sarà presentato il 9 Luglio 2021, ore 18, presso il GSSI Redazione- É vero, all’estero pochi sanno dove si trova l'Abruzzo, ma tutti conoscono L'Aquila, sia per il fatto che d'inverno è la cittá piú fredda POSTE ITALIANE| AL VIA L’HUB PER L’E-COMMERCE PIU’ GRANDE D’ITALIA: Redazione- Poste Italiane inaugura a Landriano (Pavia) il più grande hub d’Italia per l’e-Commerce e i servizi di corriere espresso. L’impianto sorge su una superficie totale di 80 mila metri quadrati, pari a 5 volte Piazza del Duomo a Milano, CONTINUA L'AVVENTURA-COMING & SONGS- DI MAURIZIO FERRANDINI:   Il rocker sanremese propone il videoclip a fumetti «Destinazione America » Redazione- Il 7 giugno è comparso on line "Destinazione America", il secondo singolo tratto dal disco IO NON C'ENTRO COL ROCK di Maurizio Ferrandini che, come un vero e proprio inno di resistenza APPALTI| OLTRE 80MILA LAVORATORI IN ABRUZZO CON PIU' TUTELE E DIRITTI: Redazione- “Sono oltre 80mila le lavoratrici e i lavoratori che in Abruzzo, su un totale di quattro milioni in tutto il Paese, beneficeranno di maggiori tutele e diritti grazie al lavoro del Partito Democratico nell’ambito del percorso parlamentare del decreto VISITE GUIDATA A CA' SPINEDA: Redazione- Sono aperte le prenotazioni per le prossime viste guidate della nuova ala espositiva di Ca’ Spineda, che accoglie la mostra “Pittori a Treviso e nella Marca tra Otto e Novecento con sguardi a Venezia”. I visitatori potranno accedere anche ai SPADAFORA INCONTRA IL FITNESS: Redazione- E’ stato allo Sport Village Campania, l’ex Ministro alle Politiche giovanili e allo sport, Vincenzo Spadafora, per incontrare chi nel fitness ce la sta mettendo davvero tutta in questa ripartenza, dopo tanti mesi di chiusura.Vincenzo Spadafora è da sempre

WOLFGANG MUNCHAU SUL FINANCIAL TIMES: "L'ITALIA RAPPRESENTA UNA MINACCIA ENORME PER L'EURO E L'UE"

In evidenza Financial Times Financial Times

Già prima del referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre il Financial Times aveva messo in guardia sul fatto che una eventuale sconfitta del Si avrebbe segnato l’inizio della fine dell’Eurozona e della moneta unica. Ora il noto quotidiano finanziario della City torna sulla vicenda con un lungo editoriale di Wolfgang Munchau secondo il quale “L’Italia ora rappresenta una minaccia enorme per l’euro e l’Ue”.

L’editoriale sottolinea che al momento, tuttavia, l’Eurozona non può resistere così come stanno le cose nemmeno con l’Italia al suo interno. Si sta pertanto avvicinando l’appuntamento con il confronto frontale tra Germania e Italia sul futuro del progetto della moneta unica. Prima o poi, stando al trend politico emerso anche nel referendum costituzionale, l’Italia sarà guidata da un partito contrario alla moneta unica, e secondo l’editorialista allora ci sarà il vero e proprio ‘redde rationem’ con la Germania.

Secondo Munchau, per garantire la sostenibilità a lungo termine dell’Eurozona oggi come oggi ci sono cinque strade percorribili, ma nessuno di questi scenari sembra realisticamente fattibile:

  • il primo scenario vede un accordo fra Italia e Germania: l’Italia dovrebbe avviare le riforme economiche necessarie per ripulire il sistema giudiziario e la pubblica amministrazione, entrambe misure già promesse dal nuovo primo ministro Gentiloni nel discorso di fiducia alla Camera. In questo scenario al governo italiano dovrà tuttavia anche essere data la possibilità di tagliare le tasse e investire nelle infrastrutture e tecnologie volte a migliorare la produttività. La Germania, da parte sua, dovrebbe impegnarsi ad assicurare un deficit fiscale più alto.
  • Nel secondo scenario, gli Stati dell’area virtuosa e teutonica d’Europa dovrebbero piegarsi e accettare di avviare un meccanismo di ridistribuzione fiscale per favorire il Sud, riducendo gli effetti degli squilibri di competitività interni alla regione. La Germania è contraria, la Francia favorevole. L’ex ministro francese dell’Economia Emmanuel Macron, candidato all’Eliseo alle prossime elezioni presidenziali, ha chiarito che senza, l’Eurozona andrà incontro all’auto distruzione.
  • Altro scenario è quello in cui l’Ue crei un’autorità politico-federale con poteri fiscali, trasferendo quindi con un sistema ‘sociale’ il reddito da chi ha di più a chi ha di meno.
  • Il governo italiano potrebbe anche continuare a sostenere la permanenza nell’area euro all’infinito (ma secondo Munchau il Pd è rimasto l’unico partito italiano pro-euro).
  • Un’ultima possibilità è che la Bce trovi un modo per finanziare il debito privato e pubblico italiano a tempo indeterminato.

Basterebbe che si verificasse una sola di queste cinque condizioni per mantenere l’Italia nell’area euro. Il problema è che “ognuna di queste è estremamente improbabile. E non me ne viene in mente una sesta”, scrive Munchau nell’editoriale.

Secondo Munchau il prossimo primo ministro italiano che uscirà dalle elezioni del 2018, o forse dal voto anticipato del 2017, dovrà spiegare al Cancelliere tedesco – che con ogni probabilità sarà ancora Angela Merkel – che la scelta della Germania non è tra un’unione politica in Europa o un’Europa senza unione politica, bensì tra un’unione politica in Europa oppure l’uscita dell’Italia dall’Eurozona (e quindi dall’Ue). Vista l’interconnessione dei sistemi bancari e finanziari, un evento choc del genere (battezzato Italexit) “porterebbe al maggiore default della storia“. L’idea di diversi osservatori è che la Germania non lo permetterebbe mai. “Il sistema bancario tedesco correrebbe il pericolo di fare crac e la prima economia d’Europa perderebbe tutta la competitività guadagnata negli ultimi 15 anni”.

Proprio per questo motivo l’Italia si deve armare di coraggio, consapevole di avere dalla sua una buona leva negoziale. I primi ministri italiani finora hanno evitato un confronto frontale del genere con la Germania, ma un eventuale governo guidato dalle attuali opposizioni ‘eurocritiche’ potrebbe passare ai fatti e rendere concreta la minaccia uscita.

Eurocrack

Ultima modifica ilGiovedì, 15 Dicembre 2016 10:27

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.