BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SANTE MARIE - TEST RAPITI GRATUITI, VENERDI 5 E SABATO 6: Il Comune di Sante Marie ha disposto per Venerdì 5 e sabato 6 marzo in collaborazione con la Protezione Civile comunale di Sante Marie ha organizzato degli screening gratuiti per tutti i residenti Verrà allestito un ambulatorio nella sala don Beniamino dove personale sanitario ABRUZZO - FONDO PERDUTO ASD, DOPO UN MESE DALLE DOMANDE ANCORA NESSUNA RISPOSTA: Sempre piu' nera la situazione per le asd, senza ancora un Ristoro da Gennaio, pur essendo il settore piu' penalizzato con le chiusure.Da alcune segnalazioni, sembra che le asd abruzzesi, che hanno richiesto di concessione di contributi a fondo perduto PREFETTURA DI L'AQUILA| CONTRIBUTO DI CONFCOMMERCIO AL GRUPPO DI LAVORO TEMATICO: Redazione-In qualità di Delegato Confcommercio Sub-Provinciale L’Aquila e Presidente Provinciale FidaConfcommercio (Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione), nel corso della quinta riunione del Gruppo di Lavoro tematico “commercio ed artigianato” costituito per Sua volontà del nell’ambito del “Tavolo di sostegno e rilancio ALBERTO SALERNO| STORIE DI MUSICA: Redazione- Nella puntata che sarà disponibile da venerdì 5 marzo di “Storie di Musica”, Alberto Salerno racconta di Donatella Rettore, con Claudio Rego, musicista, autore, produttore e compagno di vita della cantante. Cosa succede nel momento in cui le storie di vita si intrecciano con COOPERAZIONE PENSIONATI LUCHESE| APERTE LE ISCRIZIONI: Redazione- L'Associazione dei “Pensionati della Cooperazione luchese” riprende le attività e invita tutti i concittadini a iscriversi e a partecipare alle iniziative del Gruppo. L’invito è rivolto non solo ai pensionati, bensì a tutti coloro che, pur non più giovanissimi, IL MONDO DELLE PALESTRE E DELLE SCUOLE DI DANZA SCENDE IN PIAZZA: Redazione- Da Piazza Monte Citorio a Piazza del Popolo per il Popolo di Tutte le Attività Sportive.Il 9 Marzo a Roma in piazza del Popolo, dalle ore 15.00, Gli organizzatori YURI DORIAN GRAY e IMMA SCHETTINO, hanno voluto far sentire VACCINI ABRUZZO - RIAPERTA PIATTAFORMA PER PRENOTAZIONI OVER 80, DIVERSAMENTI ABILI E CATEGORIE FRAGILI: Redazione- L apiattaforma era rimasta attiva per dieci giorni dal 10 Febbraio al 28 Febbraio, raccogliendo di oltre 66mila adesioni.“In seguito alle numerose richieste ricevute in questi giorni, abbiamo deciso di riaprire la piattaforma telematica per le manifestazioni di interesse ABRUZZO - 47 NUOVI POSITIVI, 9 IN MARSICA: Redazione- La ASL 1,nelle ultime 24 ore, ha registrato 47 nuovi positivi, di cui 9 nella Marsica. Dei nuovi contagiati, 4 fanno riferimento al Comune di Avezzano, 2 a Balsorano, 1 a Carsoli, 1 a Magliano de’ Marsi, 1 a Pescina. SENATO - UNA BUSTA CON PROIETTILI RECAPITATA A MATTEO RENZI: Redazione- Una busta, con all’interno due bossoli di proiettile da arma da fuoco. È quanto è stato fatto recapitare al leader di Italia Viva Matteo Renzi nel suo ufficio a Palazzo Madama. La notizia è stata diffusa dalle agenzie di stampa, che hanno appreso il ATTACCO TERRORISTICO IN SVEZIA| UN UOMO HA ACCOLTELLATO OTTO PERSONE: Redazione- Otto persone accoltellate in Svezia. E' successo a Vetlanda, una cittadina di circa 13mila abitanti nel sud del Paese. Secondo quanto riferiscono i media locali un giovane di 20 anni sarebbe stato fermato dalla polizia che nella sparatoria lo

"YES WE CAN", FINALMENTE FINISCE LA DISASTROSA ERA OBAMA: ORA TOCCA A TRUMP

In evidenza Barack Obama Barack Obama

È finalmente finita la disastrosa era Obama che ha creato destabilizzazione dall’Ucraina alla Siria. Si commuove durante il suo discorso di addio, ma non perde occasione per lanciare frecciate di odio contro Trump. Il vento è cambiato questa è l’era della pacificazione.

 

Barack Obama si congeda dall’America parlando a Chicago, la città dove la sua esperienza politica iniziò come organizzatore di comunità.Per l’occasione rispolvera il suo fortunato slogan, quello che lo trascinò alla Casa Bianca nel 2008: “Yes, we can!”. Un discorso di addio alla nazione commosso: “Americani, è stato l’onore della mia vita servirvi. Non smetto. Continuerò a farlo da cittadino per il resto dei miei giorni”.

A dieci giorni dalla fine del suo mandato Obama tiene un discorso amaro. Si percepisce il senso della “sconfitta” (non sua ma di Hillary). “La lotta contro l’estremismo e l’intolleranza sono una cosa unica con la lotta contro l’autoritarismo e l’aggressione nazionalista”. Commosso, Obama ha però rivendicato i successi: “Yes we can, yes we did”, (sì ce la possiamo fare, sì ce l’abbiamo fatta, ndr). Esorta tutti gli americani all’impegno politico contro quelle che ha identificato come quattro “minacce alla democrazia“: un cedimento nella solidarietà nazionale, le divisioni razziali che spingono gli uni contro gli altri a beneficio dei più ricchi, una fuga dall’aderenza ai fatti ed una certa apatia nella difesa della democrazia.

 

Obama è convinto che si rischia di compromettere la democrazia “se cediamo alla paura così come dobbiamo rimanere vigili contro le aggressioni esterne, dobbiamo proteggerci dall’indebolimento dei valori che ci rendono chi siamo”. Il presidente non lo cita direttamente ma le sue parole sembrano un attacco a Trump. Punta il dito, infatti, contro certi temi “populisti” e anti-immigrati che finiscono per fare gli interessi dei più ricchi: “Se ogni questione economica viene presentata come un contrasto tra un ceto medio bianco che lavora e una minoranza che non si merita gli aiuti, allora i lavoratori di ogni colore saranno lasciati con le briciole mentre i più ricchi si ritireranno sempre di più nelle loro enclavi private”.

 

“La nostra Costituzione – prosegue – è un dono importante e bellissimo ma non ha potere da sola, siamo noi, il popolo, a darle potere con la nostra partecipazione e le scelte che facciamo”.

 

Uno dei momenti più commoventi è stato l’omaggio che Obama ha fatto alla moglie Michelle: “Ragazza del South Side (quartiere periferico di Chicago, ndr), negli gli ultimi 25 anni non sei stata solo mia moglie e la madre delle mie figlie ma la mia migliore amica. Ti sei assunta un ruolo che non avevi chiesto e lo hai fatto tuo, con grazia e stile. Hai reso la Casa Bianca la casa di tutti. Mi hai reso orgoglioso. Hai reso orgoglioso il Paese”. Il pubblico si commuove, applaude e si alza in piedi. “Siete diventate due incredibili giovani donne – dice rivolgendosi alle figlie (in sala era presente solo Malia, ndr)-. Di tutto quello che ho fatto nella vita, la cosa di cui sono più orgoglioso è essere vostro padre”.(Fonte:riscattonazionale.it)

Tycoon

Ultima modifica ilGiovedì, 12 Gennaio 2017 12:43

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.