BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
DI GIROLAMO SU VENDITE RECORD DI BICI ANCHE IN ABRUZZO| MERITO DELLA VISIONE POLITICA DEL M5S: Redazione- Gli operatori economici del settore della bicicletta confermano che anche in Abruzzo si registra una forte crescita delle vendite di questo mezzo di trasporto geniale e sostenibile. Le richieste sono letteralmente esplose in concomitanza del tanto attaccato quanto efficace POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DELL’AQUILA LE PENSIONI DI LUGLIO IN PAGAMENTO DAL 25 GIUGNO: Redazione- Poste Italiane comunica che in provincia dell’Aquila le pensioni del mese di luglio verranno accreditate a partire da venerdì 25 giugno per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I INFRASTRUTTURE, LEGA| GRAZIE AL NOSTRO IMPEGNO AL VIA INTERVENTO SU SS.80 DEL GRAN SASSO D'ITALIA: Redazione- “Con la proposta di nomina del commissario Mucilli, l’Abruzzo accelera sull’intervento SS 80 "del Gran Sasso d'Italia" - Tratta stradale Teramo - Mare: variante alla SS 80 dalla A14 (Mosciano S. Angelo) alla SS16.Ingegnere e dirigente ANAS, Mucilli è AIELLI: DOMANI LA PRESENTAZIONE DELLA CARTOLINA FILATELICA: Redazione- Poste Italiane partecipa alla inaugurazione del murale dedicato a Dante Alighieri, in programma ad Aielli domani, giovedì 24 giugno.Nell’ambito dell’evento, sarà infatti presentata la cartolina dedicata al piccolo comune marsicano, insieme all’annullo filatelico realizzato per l’occasione. Poste Italiane attiverà DA L'AQUILA PARTONO I - MESSAGGERRI D'ABRUZZO NEL MONDO-: Il libro di Dom Serafini sarà presentato il 9 Luglio 2021, ore 18, presso il GSSI Redazione- É vero, all’estero pochi sanno dove si trova l'Abruzzo, ma tutti conoscono L'Aquila, sia per il fatto che d'inverno è la cittá piú fredda POSTE ITALIANE| AL VIA L’HUB PER L’E-COMMERCE PIU’ GRANDE D’ITALIA: Redazione- Poste Italiane inaugura a Landriano (Pavia) il più grande hub d’Italia per l’e-Commerce e i servizi di corriere espresso. L’impianto sorge su una superficie totale di 80 mila metri quadrati, pari a 5 volte Piazza del Duomo a Milano, CONTINUA L'AVVENTURA-COMING & SONGS- DI MAURIZIO FERRANDINI:   Il rocker sanremese propone il videoclip a fumetti «Destinazione America » Redazione- Il 7 giugno è comparso on line "Destinazione America", il secondo singolo tratto dal disco IO NON C'ENTRO COL ROCK di Maurizio Ferrandini che, come un vero e proprio inno di resistenza APPALTI| OLTRE 80MILA LAVORATORI IN ABRUZZO CON PIU' TUTELE E DIRITTI: Redazione- “Sono oltre 80mila le lavoratrici e i lavoratori che in Abruzzo, su un totale di quattro milioni in tutto il Paese, beneficeranno di maggiori tutele e diritti grazie al lavoro del Partito Democratico nell’ambito del percorso parlamentare del decreto VISITE GUIDATA A CA' SPINEDA: Redazione- Sono aperte le prenotazioni per le prossime viste guidate della nuova ala espositiva di Ca’ Spineda, che accoglie la mostra “Pittori a Treviso e nella Marca tra Otto e Novecento con sguardi a Venezia”. I visitatori potranno accedere anche ai SPADAFORA INCONTRA IL FITNESS: Redazione- E’ stato allo Sport Village Campania, l’ex Ministro alle Politiche giovanili e allo sport, Vincenzo Spadafora, per incontrare chi nel fitness ce la sta mettendo davvero tutta in questa ripartenza, dopo tanti mesi di chiusura.Vincenzo Spadafora è da sempre

GUAI IN VISTA PER L'ITALIA: IMPOSSIBILE TORNARE AL BENESSERE SENZA SACRIFICI

In evidenza Mario Draghi Mario Draghi

Redazione-Ormai siamo in campagna elettorale e non meraviglia che tutti i partiti promettano sconti fiscali (a partire dall’abolizione del bollo auto…), anche molto consistenti. Lasciano immaginare come imminente un’epoca di benessere straordinario. Ma dicono bugie.La verità è che la stagione delle vacche grasse, procurata da Draghi con la politica espansiva della Bce (il famoso Qe) ormai ha i giorni contati: si va avanti fino a fine anno, poi si riduce e infine si chiude. Già nel corso del 2018 il sostegno di Draghi diventerà irrilevante.

Nel 2019, poi, lo stesso Draghi lascia la presidenza della Bce, secondo gli accordi. Verrà sostituito con Jens Weidmann, un superfalco tedesco.

E da quel momento la politica espansiva e i bassi tassi di interesse saranno solo un ricordo.Inoltre, Angela Merkel sarà stata rieletta cancelliere per la quarta volta e non avrà più la necessità di mostrare una faccia morbida per evitare conflitti.Sarà gentile, ma anche severa e ferma: chi non ha completato i compiti a casa, dovrà finirli. E l’Italia è la prima di questa lista.

Abbiamo un debito enorme e una lunghissima lista di riforme non fatte. In sostanza, l’Italia potrà godere di una certa comprensione (non grandissima) solo a fronte di riforme realizzate.

Quindi non c’è in arrivo alcuna stagione di abbondanza e felicità gratis. Ci sarà, imposta dall’Unione, una navigazione sotto costa, molto stretta e molto sorvegliata. Non austerità feroce, ma nemmeno un’alluvione di denari e di tasse che se ne vanno.

Andare a Bruxelles a fare la voce grossa non servirà. Se l’idea che circola fra i politici è quella di usare soldi presi a debito per abbassare le imposte senza fare le riforme, sbagliano.Se droghiamo l’economia italiana con un po’ di soldi presi a debito, all’inizio avrà un sussulto di vitalità, ma poi, cessata la droga, si torna a un’esistenza piatta e un po’ stentata. E ci resteranno i debiti da pagare.

E’ in arrivo, per essere sintetici, una stagione di vacche magre. Perché le cose migliorino servono riforme (sanità, regioni, lavoro concorrenza, ecc.). Se non si migliora la macchina Italia, non si va nel benessere.

E migliorare la macchina Italia significa che tante posizioni di rendita e di privilegio andranno tagliate. Qualcuno dovrà soffrire.

L’idea suggerita da molti politici che esista una scorciatoia senza sacrifici per tornare nel benessere è falsa. D’altra parte, qualche anno fa c’era stato uno che aveva promesso mare e monti gratis per tutti.

Poi, come sappiamo, sono arrivati Mario Monti e la signora Elsa Fornero, e il mondo è ridiventato bruscamente reale.

Oggi, la situazione è un po’ meglio, ma non tantissimo. La scorciatoia non esisteva allora, e non esiste oggi.

E la stagione delle vacche grasse volge al termine, chiunque vinca le elezioni

Fonte:stopeuro.org

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.