BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ITALIA COVID - SUPERATI I 100MILA MORTI, SI VALUTANO NUOVE MISURE: Il totale delle persone uccise dal virus ha raggiunto le 100.103.Una riunione del Comitato tecnico scientifico è in programma per martedì mattina per valutare eventuali nuove misure restrittive alla luce della diffusione dei contagi. La riunione, secondo quanto si apprende, sarebbe SCADENZA AUTO - NUOVE PROROGHE PER PATTENTI E REVISIONI: Le proroghe delle scadenze di patenti e revisioni sono state più volte spostate, e l’ultima estensione fino al 30 aprile dello stato di emergenza (datata 14 gennaio 2021) ha ulteriormente decretato la temporanea estensione della validità di patente e revisioni, CARSOLI - SCENDE ANCORA LA CURVA EPIDEMICA: Arrvano buone notizie dal territorio Carseolano, infatti gli attuali positivi sono 20. Dopo un periodo di massima alalerta, dopo che i positivi avevano superato la soglia dei 70 contaggi. In queste settimane, il dato si è notevolmente abbassato,dando una semi VERONICA DE ANGELIS| YOURBAN 2030: Redazione- Con il 2021 si apre il decennio decisivo del cambiamento climatico. La conferenza delle Nazioni Unite nota come COP26, prevista a Glasgow a novembre 2021, segnerà un passaggio fondamentale. Non solo: il 2021 è anche stato dichiarato l’Anno Internazionale dell’Economia MICHELE FINA| LA CITTA' DEI VIVI DI NICOLA LAGIOIA: Redazione- Il 49esimo incontro della rubrica “Un libro, il dialogo, la politica” curata da Michele Fina è stato dedicato al libro “La città dei vivi” di Nicola Lagioia. Fina ha dialogato con l’autore. Ha presentato il libro, che parte dall’omicidio OMERO SABATINI| L’AQUILANO CHE HA SVELATO I PROMESSI SPOSI AGLI AMERICANI: Redazione- Omero Sabatini vive ad Alexandria, in Virginia, in una bella casa piena di libri, ricordi e immagini di ogni parte del mondo. Nell’ottobre 2016, trovandomi a Washington, andai a fargli visita. Alexandria dista appena una quindicina di km dalla VIRGILIO MASINI CI RACCONTA LE DONNE: Redazione- Il Dott Virgilio Masini è letteralmente sommerso di pazienti donne che hanno fiducia assoluta del suo operato. Gli ho chiesto molte volte come facesse ad assecondare anche le richieste più complicate, quando ciò è possibile, elui ha sempre risposto SANTE MARIE - MERCOLEDI 10 MARZO TAMPONI RAPIDI GRATUITI: Redazione- Mercoledì 10 marzo il Comune di Sante Marie in collaborazione con la Protezione Civile comunale di Sante Marie ha organizzato una nuova giornata di screening gratuiti.Verrà allestito un ambulatorio nella sala don Beniamino dove personale sanitario eseguirà i tamponi LA PSICOLOGIA DEI BAMBINI IN LOCKDOWN, AUMENTO ANSIA E REGRESSIONE: Redazione- L’indagine sull’impatto psicologico della pandemia nelle famiglie, promossa dall’Irccs Gaslini di Genova e guidata dal neurologo Lino Nobili, mostra come i più piccoli abbiano risentito dell'emergenza: problematiche comportamentali, disturbi del sonno o mancanza d'aria sono alcuni dei sintomi, spesso COVID - SPERANZA "ENTRO L'ESTATE VACCINATI TUTTI GLI ITALIANI CHE VORRANNO": Redazione- "Pensiamo che il prossimo trimestre sia quello decisivo per le vaccinazioni. Dal 1 aprile inizia il secondo trimestre in cui ci aspettiamo l'arrivo di oltre 50 milioni di dosi, e puntiamo a raggiungere almeno metà della popolazione.Tra queste dosi

L'UNIONE EUROPEA STA OFFRENDO AGLI STATI INCENTIVI PER FARLI ADERIRE : ECCO LA PROVA CHE L'EURO E' FALLITO

In evidenza La Moneta Unica La Moneta Unica

Redazione-Un fondo monetario europeo, un ministro delle Finanze della Ue, un unico presidente per Commissione e Consiglio. Il discorso sullo stato dell’Unione pronunciato ieri dal numero uno dell’eurogoverno, Jean-Claude Juncker, è molto ambizioso ma riflette punto per punto i desiderata della Germania. A cominciare da quell’euro «moneta di tutti i 27 Paesi della Ue» (meno la Gran Bretagna) che asservirebbe a Berlino anche gli stati come Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Croazia, Romania e Bulgaria che hanno nella moneta debole – la loro – uno degli elementi trainanti per l’economia. Capace di rendere molto convenienti i prodotti locali rispetto a quelli di Eurolandia e del resto dell’Occidente, grazie anche a svalutazioni pilotate.

Ma questo da fastidio alla Germania. Così Juncker ha proposto ieri di creare «un vero e proprio strumento di adesione all’euro che dia aiuti finanziari ai Paesi che vogliono aderire alla moneta unica». L’obiettivo è far diventare davvero l’euro «la moneta dell’Unione europea» non solo degli attuali 19 Stati dell’Eurozona. Per fugare ogni dubbio su quali siano gli obiettivi dell’operazione, il presidente della Commissione ha chiarito che «si tratta di incoraggiare i paesi a entrare nell’unione bancaria ma ciò presuppone che tutti abbiano fatto i loro compiti di bilancio a casa in modo da assicurare gli investimenti e i prestiti». Facile leggere in queste parole e nei famigerati «compiti a casa» la solita regia dei falchi tedeschi. Se fai quello che vuole Berlino, entri nel club dei Paesi costretti a indossare la camicia di Nesso della moneta unica e fai le riforme che dice la Merkel, i soldi arrivano. Sotto forma di finanziamenti a fondo perduto e prestiti. Altrimenti nisba. Bruxelles non scucirà più un cent.
«Se vogliamo che l’euro unisca e non divida il continente», ha insistito Juncker, «occorre che la moneta unica sia più della valuta di un ristretto numero di Paesi. Gli Stati che vogliono aderire all’euro devono poterlo fare».

Simile il ragionamento sull’unione bancaria: «Se vogliamo che le banche operino con le stesse regole e sotto la stessa supervisione nel continente dobbiamo incoraggiare l’adesione all’unione bancaria il cui completamento è urgente per ridurre i rischi che restano in alcuni Stati», ha aggiunto Juncker, ma «per accedere al sistema unico di garanzia dei depositi occorre che prima ciascuno faccia i propri compiti a casa». Operando sul bilancio e sui conti pubblici sotto dettatura dei tedeschi.

Tutto il resto del menu junckeriano, declamato ieri a Bruxelles, è strumentale ad aumentare la presa dei veri padroni della Ue sui Paesi periferici: Italia, Spagna e Portogallo, ma anche sui Balcani. Il super ministro delle Finanze Ue e il Fondo monetario europeo sono al servizio di questo disegno di «colonizzzazione monetaria». Serve un cane da guardia con super poteri che intervenga ogniqualvolta i Paesi periferici si scordano di seguire il percorso tracciato per loro da Bruxelles (Berlino). E serve uno strumento di finanziamento sensibile alle politiche dell’Unione in materia di bilanci e conti pubblici per ridurre il potere esercitato degli economisti dell’Fmi ad esempio nelle crisi dei debiti sovrani.

Il presidente unico per Commissione e Consiglio dei capi di Stato e di governo della Ue, chiesto sempre ieri da Juncker, suggellerà il nuovo patto fondativo dell’Unione.

Scritto rigorosamente nella lingua della Merkel.

Fonte:Attilio Barbieri-liberoquotidiano.it

Ultima modifica ilSabato, 16 Settembre 2017 21:52

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.