BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
AVEZZANO| POSTE ITALIANE CELEBRA LA FESTA DELLE DONNE: Redazione- Anche ad Avezzano Poste Italiane celebra la Festa della Donna con una cartolina filatelica e un annullo speciale.L’immagine della cartolina raffigura il volto di una donna contemporanea che si affaccia al Terzo Millennio, adornata da fiori avvolti in un CARSOLI - CONTINUA A SCENDERE LA CURVA DEI POSITIVI: Redazione- Una buona notiìzia per il territorio Carseolano, la curva epidemica dei positivi continua a scendere.Ora sono 23 gli attuali positivi, dopo un picco di 73 casi. Il sindaco Nazzarro, auspica di azzerare i positivi, arrivando ad una zone free L'AQUILA| IL COMPARTO MODA–RETAIL CHIEDE INTERVENTI STRUTTURALI E RAPIDI: Redazione- I numeri che stiamo registrando sono al tempo stesso tanto chiari quanto impietosi: secondo un'indagine di Federazione Moda Italia-Confcommercio sui saldi invernali, a gennaio il dato delle vendite è sceso in picchiata rispetto a gennaio 2020 con le vendite DOMENICO D'IGNAZIO| CENTENARIO A LUCO DEI MARSI: Redazione- Luco dei Marsi festeggia il secolo di vita di Domenico D'Ignazio. Una mattinata piena di sole ed emozione ha incorniciato ieri, 4 marzo, a Luco dei Marsi, la festa per i 100 anni di Domenico D'Ignazio, cui la sindaca TUSCIA EXPERIENCE| 31 IMPRESE PER LA RIPARTENZA NEL SEGNO DELLA TRADIZIONE: Redazione- Il rilancio di un territorio passa attraverso il rilancio delle sue imprese, e quando queste imprese uniscono biodiversità, antichi mestieri e tradizione ecco che il rilancio dell'imprenditoria va di pari passo con il nuovo turismo, quello slow tourism riscoperto DEMOCRATICHE ABRUZZESI | SOLIDARIETA' A FRANCESCA BUTTARI E MARIA OLIMPIA MORGANTE: Redazione- Nell’esprimere la massima solidarietà a Francesca Buttari, a cui è stato revocato con un atto vile l’incarico di assessora al Comune di Francavilla a pochi mesi dalla fine del mandato, la Conferenza regionale delle Donne Democratiche vuole sottolineare con INTERVISTA ESCLUSIVA A CRISTIAN CICCI BAGNOLI, FAMOSO CHITARRISTA ITALIANO IN VISTA DELL’USCITA DEL NUOVO BRANO “ACCELERATION CC” IL: Redazione- Cristian Cicci Bagnoli !Classe 1978 ! Romagnolo Doc ! 4 dischi all’attivo come solita ! 30nta , Imprevedibile, Rockambolo e CC ! In questi 4 dischi hanno collaborato nomi prestigiosi del panorama musicale :Claudio Golinelli , Fabrizio Foschini , SANTE MARIE - TEST RAPITI GRATUITI, VENERDI 5 E SABATO 6: Redazione- Il Comune di Sante Marie ha disposto per Venerdì 5 e sabato 6 marzo in collaborazione con la Protezione Civile comunale di Sante Marie ha organizzato degli screening gratuiti per tutti i residenti Verrà allestito un ambulatorio nella sala don Beniamino dove personale ABRUZZO - FONDO PERDUTO ASD, DOPO UN MESE DALLE DOMANDE ANCORA NESSUNA RISPOSTA: Redazione- Sempre piu' nera la situazione per le asd, senza ancora un Ristoro da Gennaio, pur essendo il settore piu' penalizzato con le chiusure.Da alcune segnalazioni, sembra che le asd abruzzesi, che hanno richiesto di concessione di contributi a fondo PREFETTURA DI L'AQUILA| CONTRIBUTO DI CONFCOMMERCIO AL GRUPPO DI LAVORO TEMATICO: Redazione-In qualità di Delegato Confcommercio Sub-Provinciale L’Aquila e Presidente Provinciale FidaConfcommercio (Federazione Italiana Dettaglianti dell’Alimentazione), nel corso della quinta riunione del Gruppo di Lavoro tematico “commercio ed artigianato” costituito per Sua volontà del nell’ambito del “Tavolo di sostegno e rilancio

ANTONIO SOCCI: -EMMA BONINO POTREBBE PIACERE A PAPA FRANCESCO-

In evidenza Emma Bonino e Soros Emma Bonino e Soros

Redazione-«Hegel osserva da qualche parte che tutti i grandi avvenimenti e i grandi personaggi della storia universale si presentano, per così dire, due volte. Ha dimenticato di aggiungere: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa».Questa è la celebre battuta di Karl Marx (suggeritagli da Engels) nel "Diciotto Brumaio di Luigi Bonaparte".Ma questa stessa parabola si può applicare anche al comunismo: la prima volta realizzatosi come tragedia, la seconda - almeno in Italia (che fu la sede del più grosso Pc d' occidente) - come farsa.È il film che è andato in scena da noi dal 1990 ad oggi quando - cambiati d' abito in fretta e furia per il crollo dei regimi dell' Est - i comunisti italiani si sono presentati - in un baleno - come gli "affidabilissimi" gestori della globalizzazione finanziaria clintoniana (che passava attraverso l' euro e l' Unione Europea): l' estrema e più dura incarnazione del turbocapitalismo, quello che Giulio Tremonti ha ribattezzato "mercatismo".

Una stupefacente reincarnazione - questa dei comunisti italiani - che è stata descritta precisamente nel libro di Paolo Borgognone,"L'immagine sinistra della globalizzazione".Oggi sarebbe impietoso infierire sull' ultimo episodio della farsa quello che vede gli eredi del Pci presentarsi alle elezioni del 4 marzo gli uni contro gli altri armati: quelli rimasti nel Pd renziano, quelli fuoriusciti per fare secco il Pd renziano con "Liberi e uguali" di D' Alema e Bersani (che si presentano dietro al magistrato Grasso) e diverse altre magre listarelle comuniste contro tutti gli altri ex Pci.

La parabola - Ma la stessa parabola si applica al cosiddetto "cattolicesimo politico". Quando don Luigi Sturzo fondò il Partito popolare nel 1919, Antonio Gramsci si lanciò in una previsione: «Il cattolicesimo democratico fa ciò che il socialismo non potrebbe: amalgama, ordina, vivifica e si suicida».Andò esattamente a rovescio.Dopo il fascismo il partito cattolico mise al tappeto il Partito comunista e lo tenne all' opposizione per più di quarant' anni.Ma è vero che la Dc alla fine si suicidò (questa è la tragedia) negli anni di Tangentopoli. Ed è vero che subito dopo si replicò in una versione surreale, quella ulivista-margheritina che aveva lo scopo di legittimare proprio i post-comunisti, riciclati, accompagnandoli dentro i Palazzi del potere dopo che erano stati sconfitti dalla storia. È l' epoca di Prodi e dei vari Ulivi fino al Pd.

Il "prodismo" era stato lungamente incubato dentro al mondo cattolico e dentro la Dc, da correnti ideologiche filosinistra, come racconta Gianni Baget Bozzo nel libro "L' intreccio. Cattolici e comunisti 1945-2004".Una delle ultime - e davvero risibili - incarnazioni di quel mondo catto-democristiano filosinistra è rappresentata da un vecchio uomo di partito (Dc) e d' apparato partitocratico come Bruno Tabacci che ha fornito la scialuppa di salvataggio - nientemeno - ai Radicali di Emma Bonino per potersi presentare alle elezioni del 4 marzo.Qua - con buona pace di Hegel e di Marx - sembra si sia andati ben oltre la farsa perché non si può nemmeno immaginare cosa avrebbero detto De Gasperi e Sturzo di questa grottesca parodia "democristiana" che va a "miracolare" gli abortisti della Bonino.

Il simbolo - Peraltro Tabacci è il simbolo di ciò che un tempo i Radicali di Pannella dicevano di aborrire e combattere: la "partitocrazia". È stato già Dc al potere nella prima repubblica, poi Ccd e Udc col centrodestra di Berlusconi, poi in varie altre listarelle, quindi assessore nella giunta Pisapia (di Rifondazione comunista), candidato alle europee per Scelta europea, infine con Campo progressista di Pisapia.Pure la Bonino del resto non scherza. Ha come unica costante quella di essere candidata sempre e a tutto. Ma forse la trovata di Tabacci, eterogenesi dei fini dei cattoprogressisti, una spiegazione ce l' ha, infatti la lista radicale "più Europa" significa "più tasse, più immigrati, più burocrazia UE, più diktat tedeschi".E non dimentichiamo che la Bonino è stata l' unico politico italiano, con Giorgio Napolitano, ad aver avuto l' apprezzamento pubblico di Bergoglio, il grande demolitore della tradizione cattolica. Perciò nei tempi farseschi che viviamo in Italia era doveroso

avere la lista "Bonino-Bergoglio-Tabacci".

Fonte:Antonio Socci-liberoquotidiano.it

Ultima modifica ilDomenica, 07 Gennaio 2018 23:10

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.