BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
CARSOLI - DOPO GIORNI SENZA POSITIVI TORNA UNA SEGNALAZIONE DI POSITIVITA': L'ASL ha comunicato al Sindaco elia Nazzarro, la positività di un cittadino Crseolano, si tratta di una persona non vaccinata, che in qesto moment si trova in isolamento fiduciario presso la propria abitazione.  CARSOLI- GRANDE SUCCESSO PER IL PRIMO RADUNO REGIONALE VESPA:  Una domenica all'insegna della Vespa, quella appena trascorsa a Carsoli, e tutto grazie al VESPA CLUB CARSOLI, e al suo presidente Fulvio De Santis. Una splendita manifestazione, ce ha portato nel borgo di Carsoli tantissime Vespa, recenti e datate, ma INCENDI, PD| PREOCCUPAZIONE, IMPEGNO MASSIMO E COESIONE NECESSARIA: Redazione- “Il Partito Democratico regionale esprime sconcerto e preoccupazione per la gravità dell’emergenza che stanno affrontando diversi territori, a cominciare dalla città di Pescara, a causa degli incendi che si sono sviluppati nella giornata di oggi”: lo dichiarano Michele Fina ARICCIA| FANTASTICHE VISIONI: Redazione- Palazzo Chigi di Ariccia (RM) ospita fino al 13 agosto Fantastiche Visioni, un’occasione per rivivere le bellezze architettoniche seicentesche, che incontrano quelle letterarie dell’Italia rinascimentale, la musica popolare e un ironico salto negli Anni Ottanta. Tutto questo attraverso un SOLIDARIETA' AL PROF. GRAVELLI, CAVALIERE AL MERITO DELLA REPUBBLICA: Redazione- “E' paradossale che da Galileo a Semmelweis la storia delle inutili repressioni del pensiero scientifico non abbia insegnato la prudenza alle autorita' decisionali” "Siamo pertanto completamente solidali con il il Prof. Garavelli, minacciato di provedimenti disciplinari per aver osato esprimere, pur in NELLA CHIESA DI SAN GIOVANNI AD AVEZZANO LE SPOGLIE MORTALI DELLA SERVA DI DIO MADRE MARIA TERESA CUCCHIARI: Redazione- Si è tenutai, 31 luglio, alle 10.30, nella chiesa di San Giovanni ad Avezzano, la solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta dal Monsignor Pietro Santoro, dedicata alla Serva di Dio Madre Teresa Cucchiari, fondatrice, nel 1762, dell'istituto religioso femminile delle Suore NASCE SPAZIO TEVERE POINT: Redazione-  il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha inaugurato il Centro di Sosta Tevere Point, uno spazio gestito da Under35 volto ad agevolare la fruizione della Valle del Tevere e a consolidare il percorso ciclopedonale tra la Riserva Regionale TIQ | TEATRO IN QUOTA 2021 IL LINGUAGGIO PRESENTE (10 - 23 AGOSTO 2021): Redazione- Linguaggio: In senso ampio, la capacità e la facoltà, peculiare degli esseri umani, di comunicare pensieri, esprimere sentimenti, e in genere di informare altri esseri sulla propria realtà interiore o sulla realtà esterna, per mezzo di un sistema di MANTOVANELLI | PITTORE E SCENOGRAFO VENETO A L’AQUILA (1951-1981): Redazione- Neanche i tanti rinvii provocati dal Covid-19 sono riusciti a spegnere gli entusiasmi e a frenare le iniziative della One Gallery, che giovedì 5 agosto alle ore 17:30 riapre le sue porte a L’Aquila - Via Roma 67 con SVELATO IL CARTELLONE DEGLI EVENTI DI AGOSTO LOBENE: AMPIA OFFERTA NEL RISPETTO DELLE NORMATIVE ANTICOVID: Redazione- Tutto pronto per Trasaccagosto 2021, il calendario di eventi estivi promosso dal Comune di Trasacco in collaborazione con le diverse associazioni e realtà culturali del posto e dei territori limitrofi. Un appuntamento che, analogamente agli anni passati, animerà il

IL PASSAGGIO DELLA SOVRANITA' DAL POPOLO ITALIANO AL MERCATO GLOBALE SECONDO PAOLO MADDALENA

In evidenza Paolo Maddalena Paolo Maddalena

Redazione-La mancata approvazione della proposta di governo dei vincitori delle elezioni politiche M5Stelle e Lega è il riconoscimento formale della fine della democrazia e del passaggio della sovranità del popolo Italiano alla finanza e alle multinazionali. Il pensiero neoliberista può festeggiare il suo trionfo liberticida. La spiegazione data dal Presidente della Repubblica: fare il bene dei risparmiatori italiani, impedendo l’uscita dall’euro, non convince e non tiene conto che, restando nell’euro (che è una lira sopravvalutata e un marco svalutato).

Il debito pubblico, che ci è stato imposto dal mercato globale (al quale ci siamo dovuti rivolgere dopo che Andreatta, con una lettera del 12 febbraio 1981 sollevò la Banca d’Italia dall’obbligo di acquistare i buoni del tesoro rimasti invenduti, anticipando così gli effetti dannosi della moneta unica), non nasce dai nostri sprechi (come asserisce un poco informato giornalista tedesco, il quale non sa che l’Italia dedica allo Stato sociale il 41 per cento del Pil, mentre la media europea è del 45 per cento, e non ricorda neppure che la Germania ha violato per cinque anni il limite di Maastricht, non ha mai denunciato il suo surplus commerciale e fruisce ancora del contributo europeo per la riunificazione), ma ci è imposto dalla speculazione finanziaria (incostituzionale e illegale anche a termine dei Trattati internazionali), la quale non si ispira più alla regola della domanda e dell’offerta, ma a quella della pura convenienza individuale, costringendoci a “privatizzare” e “svendere” tutte le nostre fonti di produzione della ricchezza (beni produttivi, demani, e servizi pubblici essenziali), in modo da privarci dell’intero territorio, e, cioè dell’esistenza stessa della nostra Comunità politica.

Non si deve sottacere, poi, che il nostro “debito pubblico”, essendo la conseguenza del mutamento del sistema economico produttivo di stampo keynesiano (che è sancito dalla nostra Costituzione) in un sistema economico predatorio di stampo neoliberista, realizzato in circa quaranta anni, con attendismo e propaganda menzognera, nonché con la sottomissione dei nostri governi, si è concretato in una “prestazione impossibile” ai sensi dell’art. 1218 del nostro codice civile, poiché dovuta a un fatto (la trasformazione del sistema economico) non imputabile al debitore e cioè all’ignaro Popolo Italiano. Il quale, d’altro canto, per un verso è costretto al pareggio di bilancio e, per altro verso è nell’impossibilità di ottenere uno “sviluppo economico”, che è l’unica via possibile per ridurre il debito. Si tratta, insomma, non solo di una “impossibilità” giuridica, ma anche di una “impossibilità” di fatto. Peraltro, è bastato un cenno di cambiamento di questo sistema per scatenare la violenta campagna denigratoria e mistificatoria del neoliberismo imperante, il quale mira a confondere le idee e costringerci a fare la fine della Grecia.

Ma oggi, 28 maggio 2018, deve scattare la nostra controffensiva, pacifica e costituzionalmente legale, rispondendo agli insulti della stampa tedesca e francese con una forte iniziativa interna, e cioè con la nazionalizzazione delle fonti di produzione della ricchezza, con il divieto di delocalizzazione, con il recupero dei beni pubblici illegalmente venduti. Insomma, occorre far prevalere sui Trattati la nostra Costituzione (esattamente come hanno fatto e fanno Germania e Francia), tenendo presente che la nostra Corte costituzionale ha sempre sancito che non possono avere ingresso nel nostro ordinamento le norme europee che violino diritti fondamentali, come il diritto al lavoro, alla salute, all’ambiente, ecc., (cosiddetta teoria dei “contro limiti”). E tutto questo senza dimenticare che i cosiddetti “poteri forti” in realtà sono poteri debolissimi, poiché la loro ricchezza è formata soprattutto da derivati e altra moneta fittizia di questo genere. Non ci nascondiamo che la battaglia sarà durissima, ma sono dalla nostra parte

la dignità di un Popolo e una Costituzione unica al mondo.

Fonte:stopeuro.news

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.