BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
BONUS 600 EURO| IMMAGINE DEL PARLAMENTO DANNEGGIATA?: Redazione - Lo scandalo “Bonus” rischia di travolgere l’immagine del Parlamento e a distanza di giorni e’ ancora piu’ scandaloso il silenzio che avvolge questa torbida vicenda. Esattamente, perché il vero scandalo stà proprio sulla tempistica che il parlamento mostra MATTEO MAURI ALL'EVENTO DEL PD ABRUZZO: Redazione- “Contro la paura, proteggiamo il futuro” è il titolo dell’incontro con il viceministro dell’Interno Matteo Mauri, organizzato dal Partito Democratico abruzzese. Hanno partecipato tra gli altri i candidati a sindaco a Chieti, Avezzano e Pettorano sul Gizio, Diego Ferrara, FINA A DI STEFANO | PARLA A SPROPOSITO: Redazione- “Fabrizio Di Stefano non vincerà le elezioni ma ha già vinto la gara per mister faccia di bronzo d’Abruzzo”: lo dichiara il segretario regionale del Pd Abruzzo Michele Fina.Fina spiega: “Il candidato della Lega ieri si è esercitato in AL FESTIVAL DELLA PIANA DEL CAVALIERE IL TAU STRING TRIO: Redazione- Sabato 15 agosto, alle ore 21 presso la Chiesa di Santa Maria Assunta di Configni (Rieti) il Tau String Trio sarà ospite per la prima volta al Festival della Piana del Cavaliere con uno straordinario concerto dal programma dedicato ABRUZZO| 9 NUOVI CASI DI CORONAVIRUS: Redazione- Nove nuovi casi di coronavirus accertati in Abruzzo nelle ultime ore. Il totale regionale sale così a quota 3.516. In aumento gli attualmente positivi, che sono 221. I guariti sono 2.823. Non si registrano decessi recenti: il bilancio delle CORONAVIRUS A CARSOLI| TUTTI NEGATIVI I 24 TAMPONI: Redazione- Sono tutti negativi i 24 tamponi fatti, dopo il caso di positività della ragazza rientrata dalla Spagna. Il risultato è stato emanato, ieri dalla Asl di Avezzano.al sindaco di Carsoli, Velia Nazzarro. Finalmente arriva un po di quiete, dopo FINA E I FONDI MASTERPLAN: Redazione- “Il Presidente Marsilio non sa che negli Stati Uniti e in molti altri luoghi l’asino è orgogliosamente il simbolo dei democratici, per l’umiltà, il coraggio e la forza che rappresenta”: lo dice il segretario del Pd Abruzzo Michele Fina ANAGNI| GIUSEPPE ZENO IN FAUST: Redazione- Il 22 agosto sul palcoscenico open air del Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale di Anagni, ai piedi della monumentale cattedrale di Piazza Innocenzo III come ineguagliabile scenografia urbana, va in scena Giuseppe Zeno - diretto da Stefano Reali VIVALDI E RESPICHI E UN VERSO LEOPARDIANO: Redazione- Dopo il duro e lungo momento di stasi dovuto alla chiusura dei teatri per l’emergenza covid-19 finalmente anche l’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani riparte con una serie di concerti nell’ambito del Festival della Piana del Cavaliere.Dopo il concerto di apertura FINA E GRECO| IL RILANCIO DEL PROGETTO EUROPEO: Redazione- La scienza come chiave interpretativa come della storia europea, collante e motore del continente.  Nelle sorti della scienza si possono intravedere anche quelle del progetto europeo: il rischio del declino e il possibile riscatto. E’ stato questo l’argomento su

DOTT.VIRGILIO MASINI- L’IMPLANTOLOGIA DENTALE OGGI

Dott Virgilio Masini Dott Virgilio Masini

Redazione- Ho il piacere di iniziare questa rubrica partendo dal Dott Virgilio Masini, Dentista con Studio a Roma tra i più qualificati del settore. Infatti é laureato in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti e con lode.Consegue la specializzazione in Odontostomatologia con il massimo dei voti, oltre ad aver frequentato il reparto di Chirurgia maxillo-facciale dell' Università Cattolica di Roma.Virgilio Masini é autore di pubblicazioni e relatore nazionale ed internazionale in vari congressi, é stato direttore di corsi di Implanto-protesi e Tutor  presso corsi pratici svoltisi in Bolivia, Brasile e Romania.Docente nei corsi di implantologia ed implantoprotesi presso diverse Università italiane, svolge la propria attività clinica a Roma dedicandosi prevalentemente alla Chirurgia implantare.E’ indubbio che l’implantologia dalla fine degli anni 70 del secolo scorso abbia lentamente rivoluzionato il mondo odontoiatrico entrandovi prima a fatica ed ostacolata tenacemente dal mondo accademico, per poi affermarsi come disciplina solidamente sostenuta da basi scientifiche e che ha migliorato la qualità di vita di milioni di persone, in particolare di quelle appartenenti alla terza età, una volta destinati a dover indossare scomode protesi mobili per mangiare, sorridere ed avere una vita di relazione sovente tutt’altro che soddisfacente.In realtà gli studi relativi all’inserimento di radici artificiali nei mascellari edentuli data sin dalla prima metà del secolo scorso; tra l’altro la scuola italiana vanta parecchi meriti in questo percorso scientifico che attraverso errori e successi , vicoli ciechi e sorprendenti scoperte ci ha condotto sino alle conoscenze che abbiamo oggi e che ci consentono di trattare con successo casi che sino a qualche anno fa approcciavamo in modo completamente diverso e sicuramente meno soddisfacente per i nostri pazienti.Io, che mi sono laureato nel 1982 ho vissuto il momento dell’esplosione di questa disciplina che da tecnica di nicchia ancora in gran parte avversata dal mondo accademico in quegli anni guadagnava rapidamente terreno per proporsi come terapia di successo fruibile da gran parte della popolazione. Ricordo ancora la titubanza mista a scetticismo del Prof. Martignoni nel concedermi di discutere la tesi di specializzazione in odontostomatologia sul tema dell’implantologia.Oggi ormai l’implantologia e l’implantoprotesi sono le branche cui dedico il 90 per cento della mia attività professionale, che mi danno enormi soddisfazioni e mi pungolano e stimolano a rimanere studente a vita per imparare sempre nuove cose che migliorano ogni giorno le mie conoscenze.Ogni tanto mi metto al computer a riguardare le foto di casi eseguiti molti anni fa e che mi avevano dato tanta soddisfazione, scoprendo con stupore che, se affrontati oggi, li avrei approcciati in maniera diversa, forte di una sempre maggior cultura ed esperienza.Negli anni abbiamo imparato a ricostruire i mascellari atrofici nei quali infezioni ripetute nel tempo avevano distrutto il tessuto osseo ed a rendere possibili terapie implantari prima impossibili.Poi abbiamo ad ancorarci a supporti ossei prima non considerati, utilizzando anche impianti molto lunghi come gli zigomatici o molto più corti che richiedono minor supporto osseo e che rendono meno invasive e più rapide le nostre terapie restituendo in poche ore una masticazione su protesi fissa a pazienti che solo qualche anno fa avrebbero richiesto mesi e mesi di terapia con interventi indaginosi e lunghi periodi di attesa in cui non avrebbero potuto portare neanche una protesi mobile, o addirittura una rinunzia definitiva alla terapia implantare.Una delle soddisfazioni più grandi della mia vita professionale me la ha data una paziente che aveva rinunziato in passato all’implantologia causa le lunghe attese da affrontare per poi accettare di sottoporsi ad un intervento per realizzare un carico immediato, ovvero l’inserimento di impianti con riabilitazione immediata del mascellare superiore. Alla visita di controllo mi disse: “Sono molto contenta di aver fatto questo intervento! In poche ore mi è cambiata la vita e posso finalmente mangiare e parlare senza timori e senza tutte le difficoltà che avevo prima; non so come ringraziarla, dottore! Anzi sì, lo so: se qualche paziente che deve fare un intervento simile al mio ha qualche reticenza lo mandi a me che lo convinco subito!”Oggi abbiamo imparato anche ad avvalerci del supporto informatico per realizzare la protesi ancor prima dell’intervento chirurgico, ottimizzarlo e renderlo più rapido; ma non ci fermiamo, sempre pronti ad affrontare nuove sfide ed a migliorare le nostre

conoscenze con una sola parola d’ordine: non accontentarci mai per accontentare meglio i nostri pazienti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.