BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SALUTE E BENESSERE - IL PROFUMO INCATEVOLE DELLA CANNELLA E LE SUE PRORPIETA': La cannella è un albero sempreverde alto circa 10–15 m. Le foglie sono opposte, di forma ovale e allungata, possono raggiungere i 18 cm di lunghezza e i 5 cm di larghezza. I fiori, bianchi, sono riuniti in infiorescenze. Il frutto è una drupa che contiene un seme privo di albume.La ABRUZZO - MALTEMPO, SABATO 23 ALLERTA ROSSA, DALLE PRIME ORE: Dalle prime ore sono attesi venti molto forti, burrasca, pioggia e raffiche di grandine. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta rossa per le regioni centrali italiane. In Abruzzo, dalle prime ore di Sabato si sconsigliano spostamenti se non necessari.  ABRUZZO - BUONE NOTIZIE,SCENDE L'RT, DOPO SETTIMANE IN CRESCITA: Finalmente l'indice di trasmissione RT medio calcolatosui casi sintomatici è pari a 0,97(range 0,85-1,11)-Dopo cinque settimane in crescita, finalmente scende l'rt.il quadro degli Rt puntuali regione per regione contenuto nella bozza del 36/o monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute con dati PESCARA - CHIUSE TRE SCUOLE , OLTRE 500 PERSONE IN QUARANTENA: La Asl di Pescara ha disposto la sospensione, da domani e fino al 5 febbraio prossimo, delle attività didattiche in presenza di tre scuole di Pescara in cui si sono registrati casi di Covid-19.  Circa 500, tra alunni e docenti, le ULTIM'ORA - TORNA A TREMARE LA TERRA A VICOVARO: Redazione- E' tornata a tremare la terra nel comune di Vicovaro. Alle 20.34 una scossa di terremoto, ben avvertita dalla popolazione.  Un terremoto di magnitudo Md 1.8 è avvenuto nella zona: 2 km E Vicovaro (RM), il 22-01-2021 19:34:07 (UTC) 2 ore, 34 minuti fa 22-01-2021 20:34:07 PROVINCIA DELL’AQUILA| LE PENSIONI DI FEBBRAIO IN PAGAMENTO DAL 25 GENNAIO NEL RISPETTO DELLE NORME ANTI-COVID: Redazione-  Poste Italiane comunica che in provincia dell’Aquila le pensioni del mese di febbraio verranno accreditate a partire da lunedì 25 gennaio per i clienti che hanno scelto l’accredito su Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta o Postepay Evolution. I titolari LFOUNDRY| DISPONIBILITA' DEL SOTTOSEGRETARIO MANZELLA A TORNARE AD AVEZZANO: Redazione- "Il sottosegretario allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella si è messo a disposizione per tornare ad Avezzano ed affrontare direttamente con l'azienda la vertenza LFoundry. Ha chiesto l'incontro in una lettera appena recapitata alla proprietà": lo ha detto il PUNTO DI NASCITA| DUE ANNI DI ASSORDANTE SILENZIO DA PARTE DELLA REGIONE ABRUZZO: Redazione- A distanza di due anni, ci troviamo nella medesima situazione che induce il Comitato Percorso Nascite nazionale del Ministero della Salute ad esprimere parere negativo alla richiesta di proroga chiusura del Punto nascita di Sulmona.Abbiamo la fortuna di avere ECUADOR| L’AMORE TRA FUGA E REALTA’: LO STRABILIANTE NUOVO SINGOLO DEL CANTANTE NICK SIMON: Redazione- La canzone, ad un ‘attenta analisi, presenta due livelli semantici particolarmente interessanti : quello musicale e quello verbale; mentre il primo presenta uno stile indubbiamente originale poiché convivono tonalità tipiche della canzone italiana e quella tipica del mondo latino-sud SALUTE E BENESSERE - SCOPRIAMO IL ROIBOS, LA PIANTA DEL SUD AFRICA: Redazione- Il ROIBOS è una pianta appartenente alla famiglia Fabaceae; le sue foglie sono utilizzate per preparare un'infusione chiamata rooibos, Red Bush o anche tè rosso africano.La pianta cresce esclusivamente nella regione del Cederberg in Sudafrica (Province del Capo). La bevanda ottenuta dalle foglie è da sempre usata dalle popolazioni locali.

CARSOLI, DOMENICO D'ANTONIO SULLA RIDUZIONE DELLA TARI: - TAROCCATI I RISULTATI-

Tassa Sui Rifiuti Tassa Sui Rifiuti

Redazione-Dal Consigliere Comunale Domenico D’Antonio riceviamo ed integralmente pubblichiamo:<<In questi giorni, riprendendo quanto scritto nel sito del Comune di Carsoli, molti giornali hanno riportato la notizia che la TA.RI. (tariffa rifiuti) 2018 avrebbe avuto una riduzione del 4% rispetto al 2017.

Siamo ormai abituati a ricevere informazioni distorte ed artefatte dai nostri amministratori che, giocando sui numeri, confondono i nostri cittadini; per questo riteniamo opportuno portare alla valutazione e riflessione degli utenti una lettura che riteniamo molto più coerente, oggettiva ed aderente alla realtà.

Innanzitutto l’amministrazione raffronta due elementi diversi per arrivare all’affermazione della riduzione del 4%; da una parte prende a riferimento il gettito del 2017 e dall’altra i costi previsti nel PEF (Piano economico finanziario) 2018 che dovrebbero (e ripeto dovrebbero) corrispondere con il gettito 2018.

Gli attuali amministratori ci hanno ormai dimostrato, come risulta dalla tabella sottostante che questi due dati non coincidono:

                     2 0 1 6 %                      2 0 1 7 %                      2 0 1 8
PEF GETTITO PEF GETTITO PEF GETTITO
1.187.886 1.202.357 1,22 1.155.767 1.184.252 2,46 1.131.872

Come si può facilmente verificare il gettito sia nel 2016 che nel 2017 ha superato quanto previsto nel relativo PEF. Ciò significa che ai cittadini è stato richiesto per due anni consecutivi un tributo maggiore di quello effettivamente necessario a coprire i costi del servizio. Cosa succederà nel 2018?

E’ facile, date queste premesse, confondere i cittadini facendo il raffronto fra il gettito precedente, maggiore rispetto ai costi preventivati, ed i costi preventivati per l’anno in corso facendo risultare una artificiosa riduzione del 4%.

Se si vuole fare un calcolo preciso che incide direttamente sulle tasche dei cittadini occorrerebbe raffrontare la tariffa media sul costo reale del servizio 2017, pari a 2,13991€/metro quadrato per anno, rispetto a quella 2018 pari a 2,11807€, come risulta dai dati presentati ed approvati in Consiglio.

Ebbene, da tale raffronto risulterebbe che la riduzione è inferiore all’1%.

E’ pur sempre una riduzione ma infinitesimale se si considerano altri elementi del servizio ed i costi dello stesso. Per tali dati si fa riferimento all’anno precedente.

Primo elemento: la quantità dei rifiuti prodotti                                

2016 2017 % 2018 %
2.835.380 2.759.165 -2,69 2.400.801 -12,99

Primo dato, quindi, una riduzione della produzione di rifiuti di quasi il 13%.

Secondo elemento: la quantità di rifiuti da raccolta differenziata

2017 2018 %
1.242.736 1.515.365 21,94

 

La raccolta differenziata è aumentata di quasi il 22% ed ha raggiunto il 63,12%.

Terzo elemento: Quantità di rifiuti allo smaltimento

2017 2018 %
1.516.429 885.436 -41,61

 

Questo dato è molto interessante: se la quantità di rifiuti andata a smaltimento è diminuita di oltre il 41% come è possibile che i costi da trattamento e smaltimento siano passati da 95.692,48€ del 2017 a 119.166,63€ del 2018 con un aumento del 24,53%.

Si è sempre affermato che occorre produrre meno rifiuti ed aumentare la raccolta differenziata per far diventare il rifiuto una risorsa e non un costo; i cittadini sono stati virtuosi ed hanno fatto il loro dovere. Come mai, allora, il costo del servizio scende solo dell’1% a fronte di tali consistenti miglioramenti, dovuti anche alla ulteriore riduzione del costo relativo allo spazzamento, lavaggio strade e piazze pubbliche a seguito dell’ultima gara?

Forse perché l’amministrazione vuole che vengano caricati sulla TA.RI. dei costi che non appartengono al servizio e che andrebbero inseriti in altre voci del bilancio, come del resto è già avvenuto anche nel 2017? E perché, in tal modo, con la scusa che la TARI è una tariffa ed i costi debbono essere coperti al 100% si possono avere a disposizione in altri capitoli maggiori risorse per poter continuare a sperperare denaro pubblico utilizzandolo per far fronte alle innumerevoli promesse e ricercare, soprattutto, in tale fase, il solito dannoso ed interessato consenso?

In tal modo si mortifica lo sforzo dei cittadini e degli amministratori e dipendenti che, precedentemente, si erano impegnati per ridurre fortemente il costo del servizio, per stabilizzarlo al fine di non avere

sorprese e per ridurre, di conseguenza, la tariffa>>.

Ultima modifica ilMartedì, 13 Febbraio 2018 11:53

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.