BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ROCCA DI BOTTE - MAXI SCHERMO IN PIAZZA PER GLI EUROPEI DI CALCIO, ORGANIZZATO DALLA PRO-LOCO: Redazione-  Una splendita iniziativa della PRO LOCO di Rocca di Botte, un maxi schermo in piazza, per seguire gli Europei, la nazionale di calcio. ⚽️?In occasione degli Europei 2024, la Pro Loco di Rocca di Botte vi aspetta per tifare NICOLA PIOVANI INAUGURA L’VIII EDIZIONE DELL’ORVIETO FESTIVAL: Redazione-  L’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani diretta da Nicola Piovani sabato 7 settembre alle ore 21 inaugurerà l’VIII edizione dell’Orvieto Festival della Piana del Cavaliere, in programma quest’anno dal 5 al 15 settembre, con il concerto di apertura Tre Fenomeni, realizzato ANGELO SANTANGELO | UN PASSO DALLA LUNA: Redazione- Dal 14 giugno 2024 è in rotazione radiofonica “Un passo dalla luna”, il nuovo singolo di Angelo Santangelo disponibile su tutte le piattaforme digitali di streaming dal 7 giugno. “Un passo dalla luna” è un brano dalle sonorità pop, AL VIA LA MOSTRA ARTISTE A ROMA. PERCORSI TRA SECESSIONE, FUTURISMO E RITORNO ALL’ORDINE | CASINO DEI PRINCIPI DI VILLA: Redazione-  Al Casino dei Principi di Villa Torlonia, dal 14 giugno al 06 ottobre 2024, arriva la mostra Artiste a Roma. Percorsi tra Secessione, Futurismo e Ritorno all’Ordine.L’esposizione, a cura di Federica Pirani, Annapaola Agati, Antonia Rita Arconti e Giulia ESTATE DELL'ARATRO, A PIANELLA OPPORTUNITÀ PER ARTISTI: Redazione-  Per il 30 giugno, in occasione della festa di apertura dell'Estate dell'Aratro del Direttore artistico Franco Mannella a Pianella (PE), Arotron mette a disposizione il palco Gran Sasso per brevi performance da incastrare tra di loro e creare un’armonia ALBERTO BAGNAI (COMMISSIONE ENTI GESTORI) SU SISTEMA PREVIDENZIALE: - AGGRAVIO DELLA SOSTENIBILITA’ DEL SISTEMA DOVUTO A DELIBERATE STRATEGIE DI AUSTERITA’: Redazione-  “La stasi del Pil che ci portiamo dietro dal 2008, e quindi l’aggravio della sostenibilità dei sistemi previdenziali, è stato dovuto a deliberate strategie di austerità”. Lo ha affermato il presidente della Commissione di controllo sull’attività degli Enti Gestori VITTORIO VERTONE DALLA BIENNALE DI VENEZIA ARTE A PESCARA: Redazione-  Sabato 15 giugno dalle ore 17:00, presso lo Stabilimento Balneare “Il nuovo Tramonto” a Pescara sud (Via Primo Vere 27), live performance on the beach con Vittorio Vertone già ospite della 58 Biennale di Venezia Arte 2019, e di TRUMP – SCONFIGGE - BIDEN SUL NUMERO DI GUAI GIUDIZIARI: Redazione-  “Nessuno è al di sopra della legge, nemmeno il figlio del presidente”. Così l'editoriale del Washington Post commentando la recente condanna di Hunter Biden per possesso illegale di un'arma da fuoco. Hunter, il figlio dell'attuale presidente, potrebbe essere condannato L’ENSEMBLE VIVALDI DE “I SOLISTI VENETI” IN CONCERTO PER LA GIORNATA EUROPEA DELLA MUSICA: Redazione-  Venerdì 21 giugno, alle ore 20.45, l’auditorium ex Chiesa di Santa Croce ospiterà un concerto dell’Ensemble Vivaldi de “I Solisti Veneti”. In occasione della Giornata Europea della Musica, l’Ensemble Vivaldi de “I Solisti Veneti” proporrà il seguente programma: Giuseppe Tartini, Sonata A PESCINA IL PRIMO FESTIVAL SILONIANO: A seguire la 27^ed.del Premio Internazionale Ignazio Silone, con gli spettacoli di Massimo Ranieri, Giuliano Palma ed Anna Oxa Redazione-  Nella Città di Pescina (Aq) è prevista una speciale estate 2024, non solo all'insegna della cultura, con la XXVII Ed.del Premio

GAD LERNER: GEORGE SOROS VA FATTO SUBITO SANTO

Geroge Soros e Gad lerner Geroge Soros e Gad lerner

Redazione- Per Gad Lerner il fine giustifica i mezzi: ed è su questo fermo principio di riferimento che Gad Lerner dalle colonne di Repubblica tira la volata a Soros. Ora, che spesso il giornalista argomenti per paradossi e proceda per forzature e generalizzazioni estremiste, è cosa ormai quasi assodata. Ma stavolta, davvero, esagera: puntare l’indice contro chi critica il magnate ungherese e definire «mascalzonate» le azioni di chi lo avversa o non ne condivide idee e operato, ci sembra davvero troppo…

Gad Lerner: «Se Soros diventa il diavolo»

Ma tant’è: e in un accorato commento firmato su Repubblica e dall’emblematico titolo «Se Soros diventa il diavolo», Gad Lerner si scaglia contro chi lo accusa di organizzare e finanziare l’invasione sistematica e incontrollata di immigrati dal Nord Europa, rimpinguando le casse di quelle ong che fanno la spola dalle coste libiche ai porti di casa nostra, garantendo anche munifiche donazioni ai partiti filo europeisti, rigorosamente schierati sul fronte buonista dell’accoglienza coatta (a casa degli altri però)…. Un endorsement che scoppia ad orologeria proprio nei giorni del caso Sea Watch 3 che inchiodano il braccio di ferro tra il Viminale e la nave della Ong tedesca, cristallizzando una situazione già vista e rivista anche troppe volte, in cui Lerner definisce Soros un filantropo che ha il torto di essere detestato da Trump, Putin e Netanyahu – ma naturalmente ne ha anche per la Lega e per chi nel Belpaese svetta in cima alla lavagna tra i cattivi in prima linea contro il munifico tycoon ungherese – vittima indifesa definita dai suoi detrattori «malvagio burattinaio della Grande Sostituzione etnica, cioè l’immigrazione pianificata attraverso cui, per saziare la propria avidità, la finanza mondialista starebbe abbattendo il costo della manodopera europea». E ancora: «Siccome è molto ricco, siccome fu tra gli speculatori che nel 1992 scommisero vittoriosamente sulla svalutazione della sterlina e della lira, siccome devolve in opere di filantropia quasi la metà del suo patrimonio da 32 miliardi di dollari» il povero Soros è demonizzato e ostracizzato da avversari e competitor…

Attacco ai detrattori del magnate ungherese

«Mascalzonate» le definisce il giornalista nel suo commento sul quotidiano diretto da Verdelli: e a questo punto il processo di beatificazione è completo che quasi sembra di leggere tra le righe: «Santo subito». E poco conta, come rileva anche Il Giornale sul suo sito attaccando il servizio di Lerner, «se le ingerenze del magnate ungherese nelle scelte politiche di molti Paesi (occidentali e non) siano ormai alla luce del sole». Non importa se, anche recentemente, ha tentato di influenzare il voto in Europa facendo arrivare, scrive il sito del quotidiano milanese diretto da Sallusti, «200.000 euro nelle casse di +Europa», il partito simbolo della difesa a spada tratta degli interessi di Bruxelles in Italia. E sorvoliamo sul fatto che, come scrive lo stesso Gad su Repubblica, «non ha giovato alla popolarità di Soros la scelta di finanziare piani d’integrazione dei Rom nell’Europa centro-orientale dove sono tuttora vittime di pregiudizio generalizzato. E in seguito di allargare il suo raggio d’azione a opere di sostegno dei migranti, attraverso le Ong che praticano il soccorso e l’accoglienza»: Soros è un uomo pio. Un benefattore e tutto è prodromico all’affermazione finale intorno alla quale gira tutta la recriminazione firmata Gad Lerner: «le caricature, gli slogan” e “la visione deformata di un potere occulto” sono identici a quelli che “funestarono la prima metà del secolo scorso per legittimare l’antisemitismo”. I sovranisti di oggi come i nazisti di ieri. Ma che Lerner lo pensi e lo dica, non è una novità: il dato nuovo è semmai forzare la geometria di un ragionamento per declinare al teorema che si è deciso di dimostrare tutto il discorso.

E la caccia all’untore di destra, ancora una volta, è servita…

Fonte:secoloditalia.it

Ultima modifica ilSabato, 29 Giugno 2019 12:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.