BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
BILANCIO POSITIVO PER LA 41MA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI MUSICA CLASSICA| CITTA’ MEDIEVALI, UN’EDIZIONE DI ALTO LIVELLO: Redazione- Circa trenta concerti di alto livello tra il nord Ciociaria e la Valle Aniene. Il direttore artistico: «Siamo soddisfatti, anche la prossima stagione ricca di appuntamenti»Si è chiuso con un grande successo di pubblico e di critica la 41ma NASCE IL TAVOLO DEL CENTROSINISTRA IN ABRUZZO: Redazione- “Condivideremo da subito il nostro programma, le Tesi per l’Abruzzo, con le forze politiche di centrosinistra che hanno partecipato al Tavolo di oggi. Ci aspettiamo suggerimenti e integrazioni. Inizia un lavoro comune, con chi ha preso parte al primo LE STRADE DEL CUORE| LA SALUTE CARDIOVASCOLARE ARRIVA IN PIAZZA SAN PIETRO PER PORTARE LA PREVENZIONE VICINO ALLE PERSONE PIU': Redazione- L’iniziativa itinerante dedicata alla salute cardiovascolare “Le Strade del Cuore”, dopo il successo dei tre giorni in piazza del Risorgimento, si sposta oggi in piazza San Pietro con una tappa speciale resa possibile grazie alla collaborazione con l’Elemosineria Apostolica, LA GUERRA DELL'AQUILA(1423-24) E LA SCONFITTA DI FORTEBRACCIO DA MONTONE NELLA BATTAGLIA DI BAZZANO: di Angela Casilli * Redazione- Nella storia dell’Aquila gli anni 1423-24 sono ricordati come la guerra di Braccio da Montone e la città sarà coinvolta, suo malgrado, nell’intricata questione della successione alla regina Giovanna II d’Angiò, ribellandosi ai disegni della sovrana AI -GIOVEDI' DELLA CULTURA- SI PARLA DI FISICA: Redazione- Prosegue il ciclo di conferenze promosso dalla Fondazione Cassamarca e dedicato a due grandi temi, “Classico” e “Universo”, che saranno affrontati, nelle loro molteplici declinazioni, da personalità della cultura e della scienza. L’appuntamento del 28 ottobre è dedicato a “Fisica NELLA RUBRICA DI MICHELE FINA IL TEMA DELLA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: Redazione- Nell’82esimo incontro della rubrica di Michele Fina “Dialoghi, la domenica con un libro” è stato presentato il libro “In fondo al desiderio. Dieci storie di Procreazione assistita” (Fandango). Assieme all’autrice, la scrittrice ed esperta di politiche di genere Maddalena GUANCIALE (PD)| LA REGIONE RENDA OPERATIVA LA FILM COMMISSION: Redazione- “Le osservazioni fatte da Donatella Di Pietrantonio, confermate da quelle del regista de ‘L’Arminuta” Giuseppe Bonito, sono sacrosante: sono ormai anni che si parla della Film Commission abruzzese e delle sue attuali lacune. Il Pd Abruzzo, il cui programma CARSOLI - DOPO DUE ANNI DI CHIUSURA RIAPRE IL CENTRO ANZIANI: Redazione- Finalmente dopo die anni di chiusura, per via della pandemia, torna ad aprire il centro anziani SANTA VITTORIA . Il centro, aperto a tutti senza limiti di età, puta alla fusione giovani ed anziani in un suolo luogo, dove CARSOLI - BOLLETTE DEL CAM CON QUOTA DEPOSITO: Redazione- Molti utenti di Carsoli e della Piana del Cvaliere in questi giorni stanno ricevendo le bollette CAM, con una strana quota deposito. Parlo di strana nota deposito, perchè nelle bollette del CAM questa nota non vi è mai stata, L'AQUILA - A BREVE TORNERA' AL FORTE SPAGNOLO LO SCHELETRO DI MAMMUT: Redazione- A fine mese tornerà a frte spagnolo il Mammut , e sarà visitabile in via eccezionale il 30 ed il 31 Ottobre dalle 10 alle 22.  Lo scheletro del Mammut è al Castello dal 1960, risale a un milione e

TORTELLINI ISLAMIZZATI E CROCEFISSI NELLE SCUOLE: LA DERIVA DELLA CHIESA BERGOGLIANA

Papa Francesco Papa Francesco

Redazione- Dobbiamo dircelo: oggi una delle minacce per il cristianesimo nel mondo viene proprio dalla Chiesa cattolica. O perlomeno dalle sue gerarchie, a cominciare dal pontefice. Che non è cosa di poco conto. E si badi che scrivo non dal punto di vista di un cattolicesimo apocalittico e tradizionalista (curioso aggettivo: ogni cattolico dovrebbe essere tradizionalista). Ma piuttosto parlo da “cattolico ateo”, come si definiva il grande scrittore nazionalista francese Philippe Barrès: oggi si dice “ateo devoto” o, in inglese, teo-con. Da questo punto di vista, ci appare chiaro che l’attuale vertice cattolico, se non nemico del cristianesimo, è di certo ostile all’identità occidentale. Che, ricordiamolo, non è una definizione geografica ma culturale.

Occidente, come insegna Leo Strauss, è Atene, Gerusalemme, Roma, nella duplice veste di romanità e di cristianesimo. E proprio il cristianesimo rielabora classicità ed ebraismo con ciò fondando l’identità occidentale, con il suo correlato di liberalismo, tolleranza, democrazia. Tutto ciò, per cui avevano combattuto i due grandi pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, è stato gettato via dall’attuale, che sta conformando sul piano mondiale una chiesa che rompe in maniera chirurgica con l’eredità occidentale.

I due casi di ieri, i tortellini islamizzati e i crocefissi nelle scuole, sono solo due sintomi di questa deriva della chiesa bergoglista. Ha poco da lamentarsi la curia bolognese sulla supposta montatura del caso. Da un lato, l’arcivescovo Zuppi ha lanciato un ballon d’essai aspettando la reazione, e quando questa è stata una corale protesta, ha innestato la retro: come un sottosegretario qualsiasi. Dall’altro le false notizie (ammesso il caso lo fosse) sono interessanti proprio perché false. Zuppi è infatti tanto considerato un amico dell’Islam che nessuno si è stupito e tutti hanno preso per buona la versione. Nei confronti dell’islam, Zuppi e le teste di punta della chiesa bergoglista perseguono infatti quella che la scrittrice isreeliana Bat Ye’or chiama la dhimmitudine, cioè la sottomissione patteggiata, una strategia utilizzata dalle chiese cristiane nei paesi islamici, e che ha condotto alla loro decimazione. C’è indubbiamente anche un sovrappiù d’arguzia gesuitica, del tipo io cedo sulla carne di maiale in cambio di non belligeranza da parte dell’islam.

Ma, appunto, l’Islam non ragiona così: questi patteggiamenti sono considerati, non a torto, come segnali di debolezza, di cui profittare. Riguardo la questione della alimentazione e della carne di maiale, è da anni che in tutti i paesi europei questo argomento crea tensioni, tanto che vi intervenne persino il presidente Sarkozy. Gli islamici non vogliono infatti scegliere tra maiale e pollo: esigono che nelle mense scolastiche il porco sia bandito perché contamina tutto. Ora si da il caso che il maiale, come scrive in un bel libro lo storico Michel Pastoureau (Il maiale. Storia di un cugino poco amato, Ponte alle Grazie) sia un simbolo dell’Occidente e che la sua carne sia l’asse alimentare (quindi, identitario) di Francia, Italia, Spagna, Germania e cosi via. Agli occhi delle organizzazioni islamiche la battaglia per l’eliminazione del maiale è campale e la sua vittoria costituirebbe

un regresso per noi e un passo verso la sottomissione.

Fonte:nicolaporro.it

Ultima modifica ilLunedì, 28 Ottobre 2019 10:44

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.