BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
SQUILIBRI | DOMANI 23 GIUGNO ULTIMA SERATA: Viaggi, miti, amori, talenti e tanto altro ancora sul palco del Festival Redazione-  Un intenso appuntamento con Stefania Andreoli, un viaggio interiore al tramonto con Ludovico Tersigni, un pubblico attento di fronte al racconto di un'amicizia ideale tra Anna Cherubini e GLI ASSALTI FRONTALI SABATO 22 GIUGNO A ORTONA (CHIETI) PER LA FESTA DI RADIO CITTA’ PESCARA: Redazione-  Sabato 22 giugno, dalle ore 15 alle ore 3, a Villa Ada, in contrada San Giuliano 7 a Ortona (Chieti), si svolgerà l'Early Summer Fest 2024 a sostegno di Radio Città Pescara. Una maratona che prevede 12 ore di L’ABRUZZO A LORICA, DAL 24 AL 28 GIUGNO PER RADUNO INTERAPPENINICO | AL VIA IL PRIMO DEI TRE RADUNI TECNICI: Redazione-  L’Abruzzo, risponde affermativamente alla chiamata per il primo Raduno Tecnico degli atleti FISI dello Sci Nordico Appenninico e lo fa attraverso l’apprezzata e giovane figura dell’atleta Alessia Basile e quella dell’allenatrice e preparatrice Elena Como. A ideare e proporre I NUOVI APPUNTAMENTI DELL’ESTATE ROMANA DAL 22 AL 25 GIUGNO 2024: Redazione-  In partenza un weekend all’insegna della cultura, dell’arte e dello svago con l’Estate Romana 2024, il calendario di iniziative promosse dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale che, fino al 15 ottobre, animeranno tutta la città con proiezioni cinematografiche, spettacoli DIREZIONE IMPRESA MAGAZINE, LA PROMOZIONE DELLE IMPRESE MERIDIONALI E LA SCOPERTA DELLE OPPORTUNITÀ ECONOMICHE DI MONTRÉAL: Redazione-  La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle eccellenze italiane in Canada. Il giornalista Domenico Letizia, direttore della rivista trimestrale Direzione Impresa Magazine, ha svolto una missione a Montréal per incontrare la comunità LUCA MILANO (RAI KIDS) A PREMI MOIGE: - SCOPO DEL SERVIZIO PUBBLICO E’ QUELLO DI DIVERTIRE ED EDUCARE -: Redazione-  “Come servizio pubblico il nostro scopo è quello di divertire ed educare, ma anche formare, perché la tolleranza, l’inclusione, la parità di genere e la democrazia si imparano sin da piccoli”. Lo ha affermato il direttore di Rai Kids, DALLA MUSICA CLASSICA ALLE SONORITÀ ETNICHE AL VIA A ROMA - MELODIE IN VILLA -: Redazione-  Dalle musiche del Settecento, alle arie d’opera ottocentesche con uno sguardo alle melodie degli albori del Novecento, passando per il cantautorato italiano fino alle sonorità della musica etnica. In occasione della Festa della Musica 2024, prende il via Melodie ALL’AQUILA CONVEGNO SULLA L. 194/78. UIL ABRUZZO: - PIENA ATTUAZIONE DELLA LEGGE E MAGGIORI TUTELE PER LE DONNE -: Redazione-  Si è tenuto questa mattina al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila l’incontro organizzato dal Coordinamento Pari opportunità Uil Abruzzo sulla Legge 194/78. Al dibattito su un argomento di grandissima attualità come quello dell’aborto volontario sono intervenuti: Ivana Veronese, segretaria nazionale Uil; Michele Lombardo, segretario generale Uil Abruzzo, Gianna Tollis, VENERDÌ 5 LUGLIO - L'ESTETICA DELLA DEFORMAZIONE. PROTAGONISTI DELL'ESPRESSIONISMO ITALIANO - E - A JOUR - |: Redazione-  Una delle stagioni più originali della cultura artistica italiana della prima metà del XX secolo è rappresentata dall’espressionismo italiano degli anni Venti-Quaranta che, pur sviluppato in gruppi e sodalizi più o meno definiti e longevi, ha apportato alla ricerca PASSEGGIATE PER GLI ABRUZZI DI FERDINAND GREGOROVIUS | PRESENTAZIONE MERCOLEDÌ 26 GIUGNO, ALLE 17.30, A ROMA: Redazione-  Mercoledì 26 giugno, alle 17:30, verrà presentato a Roma, presso il Senato della Repubblica – Sala Caduti di Nassirya (Palazzo Madama, 11) Passeggiate per gli Abruzzi nella settimana di Pentecoste del 1871 di Ferdinand Gregorovius (1821-1891), volume curato e

NELLA RUBRICA DIALOGHI PRESENTATO IL LIBRO DI RENZO PARIS SULL'ECCIDIO DI CELANO

Fina, Paris, Della Costa Fina, Paris, Della Costa

Redazione- “Il picchio rosso” di Renzo Paris (Editoriale Scientifica) è stato presentato nel 140esimo incontro della rubrica "Dialoghi, la domenica con un libro”. Con l’autore si sono confrontati Michele Fina e Francesco Della Costa (antropologo, università LMU di Monaco di Baviera).

 
Fina ha detto: “Ci tenevo molto a fare la presentazione di questo libro. E’ la storia dell’eccidio di Celano del 30 aprile 1950, descritta come non è mai stato fatto. Si rivolge a tutti. La scrittura di Paris mi sembra si avvicini molto a quella che definirei una magia realistica, è molto asciutta, con affinità sia con Flaiano che con Silone”.

 
Della Costa ha introdotto l’autore e l’opera: “Renzo Paris è uno scrittore che amo, di cui ho letto e di cui continuo a leggere tanto. Ho provato ad approfondire la sua opera nelle mie ricerche antropologiche. E’ uno dei protagonisti della scena letteraria della seconda metà del Novecento e dei primi anni Duemila, tra gli esponenti della scuola romana di poesia. Alla fine degli anni Novanta fu uno dei pochi in Italia a interpretare la cosiddetta svolta etnica, con tre romanzi che formano una trilogia marsicana dove sono presenti le sue origini celanesi. Oggi con questo capolavoro Paris torna nella sua Celano, per raccontare un fatto di un’importanza storica probabilmente sottovalutata. L’eccidio di Celano è una vicenda centrale nella storia della comunità, che seguì allo sciopero alla rovescia dei braccianti contro l’approccio latifondista, feudale di Torlonia. Il linguaggio di Paris è unico: usa alcuni aspetti del dialetto per aiutare e catalizzare il realismo che caratterizza la narrazione, che possiamo definire magica. La lingua si fa strumento della ricostruzione di un mondo, assieme alla documentazione che in questa come nelle altre opere di Paris è sempre molto attenta”.

 
Paris parlando del suo romanzo ha sottolineato: ha molto influito l’attenzione all’infanzia, la convinzione che per maturare bisogna andarvi. In quella vicenda persi la mia innocenza. Ho voluto farlo, ritornare nel mondo magico di Celano. Allo stesso tempo per il libro costituiscono importanti riferimenti, e vi sono contenuti, i documenti, come gli articoli sull’eccidio. I giornalisti stranieri furono colpiti dalla violenza improvvisa che scoppiò in una pubblica piazza. Mi hanno spinto anche le domande sulle motivazioni di Alessandro Torlonia. Ho portato con me a lungo l’esigenza di scrivere questo libro, che è riapparsa quando ho ritrovato Celano e mi sono accorto che non avevo più bisogno della ragione che tanto avevo usato a Roma. In questo libro c’è realismo ma non nell’accezione del neorealismo: ho voluto far entrare il lettore in una Macondo non scenografica. Uno scrittore deve essere umile e sapere ascoltare il mondo attorno a lui”.

La registrazione del dialogo è disponibile qui https://www.facebook.com/michelefina78/videos/518298590324506/?extid=NS-UNK-UNK-UNK-IOS_GK0T-GK1C&mibextid=2Rb1fB&ref=sharing

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.