BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
IL MIRACOLO DI SANTA RESTITUTA A LACCO AMENO AD ISCHIA: I miracoli di Santa Restituta sono testimoniati dai numerosi ex voto custoditi nella chiesa dedicata alla Santa, di cui oggi il popolo di Lacco Ameno e di tutta l’isola festeggia la ricorrenza. Infatti nel Santuario di Santa Restituta esiste una LANCIANO - EVENTO DI RISALTO CON LA FIERA DEL CALCIO: L'assessore allo Sport, Mario Quaglieri, l'assessore al Lavoro ed alle Attività Produttive, Tiziana Magnacca, ed il Sottosegretario con delega a Turismo e Programmazione, Daniele D'Amario, sono intervenuti, questa mattina, a Lanciano, al polo fieristico, in rappresentanza del Governo regionale, alla L'AQUILA - TRADIZIONALE CONVIVIALE PER IL PANATHLON CLUB L'AQUILA: Il Panathlon Club L'Aquila ha tenuto in data 16 maggio, presso il Ristorante ”LaMatriciana”, la tradizionale conviviale.La serata è stata dedicata al nuoto ed ha avuto come ospiti d'onore Fabio Ianni eMario Di Massimo, rispettivamente presidente e allenatore-direttore tecnico dellaASD CARSOLI - LA SEZIONE ITALIANA DEL CID "CARSOLI SECTION CID" PRESENTA PER IL PROGETTO "TERRA&TRADIZIONI" UNO STAGE CON IL MAESTRO: La sezione italiana del CID Carsoli Section Cid , Conseil International de la Danse di Parigi, presenta per il progetto nazionale TERRA&TRADIZIONI, lo stage di Pizzica e danze popolari del meridione, con il maestro Stefano Campagna. Uno stage d'introspettiva della TIDISEGNO - IL VARIEGATO MONDO DI CREAZIONI DI ALESSANDRA DELLA QUERCIA: Redazione-  Ami l’esplosione dei colori? Nutri una viscerale attrazione per tutto ciò che coniuga la fantasia alle variegate sfumature della psiche umana? Sogni di elevarti in volo verso lidi profumati di libertà, in cui l’anima può esprimersi nella sua pienezza ALL’ISTITUTO - ALESSANDRINI-MARINO - DI TERAMO PREMIAZIONE DEI PARTECIPANTI ALLA FINALE REGIONALE DEI GIOCHI DELLA CHIMICA 2024: Redazione-  Mercoledì 8 maggio 2024, presso l’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alessandrini-Marino” di Teramo, si è svolta la cerimonia di premiazione degli studenti che il 20 aprile hanno partecipato alla 37a edizione della Finale Regionale dei Giochi della Chimica 2024. Sono SABATO 18 MAGGIO TORNA A ROMA - LA NOTTE DEI MUSEI - , SPECIAL GUEST ALESSANDRA AMOROSO AL PARCO: Redazione-  In arrivo l’edizione numero quattordici della Notte dei Musei di Roma, l’annuale manifestazione dedicata all’incontro tra arte e intrattenimento promossa da Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata da Zètema Progetto Cultura. Come consuetudine, anche l’edizione 2024, in POSTE ITALIANE: CASAPROTA, ARRIVANO ANCHE NELL’UFFICIO POSTALE CITTADINO I SERVIZI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: Redazione-  Poste Italiane comunica che l’ufficio postale di Casaprota, in Piazza del Municipio, 1, da oggi è interessato dagli interventi previsti da “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto aziendale per rendere semplice e veloce l’accesso ai servizi della DOMANI A CASA D'ANNUNZIO PESCARA: Redazione-  "Bulky" in inglese significa “ingombrante”, ma è anche un termine medico, oncologico, usato per indicare una massa maligna che va asportata; "Bulky" però è anche il romanzo di Raffaella Simoncini che tanto appassiona i lettori; edito dalla Neo verrà VII EDIZIONE DEL FESTIVAL TRECCANI DELLA LINGUA ITALIANA: Redazione-  Il 25 e 26 maggio tornerà a Roma il Festival Treccani della Lingua Italiana, una tappa che segue quella di Lecce dello scorso 3-5 maggio e che anticipa quella conclusiva di Lecco il prossimo 27-29 settembre 2024. Alla parola sessualità - s. f. [der. di sessuale], invar. L’insieme dei

SUCCESSO PER LA PASSEGGIATA DELLA MEMORIA A GUIDONIA MONTECELIO

Passeggiata della Memoria Passeggiata della Memoria

Redazione- Successo per la Passeggiata della memoria promossa sabato 10 giugno dalla Sezione ANPI "Concetta Piazza" di Guidonia Montecelio, dall'Associazione Giovanile Oltre Il Ponte e dal Cammino della Liberazione della Valle dell'Aniene. L'itinerario proposto ha toccato i luoghi segnati dalle vicende degli ultimi giorni di occupazione nel territorio cornicolano. Ogni tappa è stata caratterizzata da approfondimenti proposti dagli esperti delle tre realtà organizzatrici e dalla lettura di brani tratti dai libri "Comme 'na lura" di Teresa Sperandio e "La Banda Ferraris e il Nord-est romano" di Marco Brocchieri.

I fatti storici

Le vicende vanno inquadrate, dal punto di vista storico e territoriale, nel contesto della ritirata tedesca successiva allo sfondamento della Linea Gustav da parte degli Alleati. Le truppe nazifasciste, provenienti dalle vie Sublacense, Prenestina e Casilina, muovevano verso Nord in direzione della via Salaria percorrendo la via Maremmana e la via Licinese. Sulla loro strada gli occupanti hanno lasciato una scia di sangue iniziata già dal 26 maggio 1944 a Madonna della Pace (15 vittime civili), proseguita il 6 giugno in località Aretta (3 vittime) e Colle Siccu (11 vittime), e che ha avuto il culmine tra il 7 e l'8 giugno con l'eccidio delle Pratarelle a Vicovaro (28 vittime) e gli eccidi di Fonte Paolone e dell'ex ufficio postale a Marcellina (entrambi con 9 vittime).

A Guidonia Montecelio, in quei giorni, i tedeschi in ritirata uccisero 5 persone. Il 3 giugno, durante un rastrellamento a Tor Mastorta, il contadino Giuseppe Fabrizi venne ferito mortalmente con un colpo di fucile. Tre giorni dopo, il 6 giugno, Eva D'Antimi fu sorpresa da una pattuglia tedesca mentre stava parlando con una pattuglia angloamericana nei pressi del passaggio a livello di Casacalda: fu uccisa sul posto con una raffica di mitra. A Montecelio, la notte sera del 6 giugno 1944, Angelo PalozzaAngelo Massucci e Tullio Sperandio non fecero rientro nelle loro abitazioni. La mattina successiva il primo fu ritrovato ucciso e derubato nei pressi di via del Cannetaccio. Quel giorno, a causa dell'arrivo delle avanguardie inglesi, i tedeschi cannoneggiarono il paese, uccidendo l’undicenne Giuseppe Ciccotti e ferendo altre due persone.

I corpi di Massucci e Sperandio, orrendamente straziati, furono ritrovati alcuni giorni dopo nel bosco delle Carpeneta.

La memoria a Guidonia Montecelio

Nel dopoguerra i fascicoli dei procedimenti penali riguardanti questi eccidi vennero archiviati nel cosiddetto armadio della vergogna. Di conseguenza non furono svolte ulteriori indagini e, per questo motivo, ancora oggi, malgrado le ricerche storiografiche, persistono dei dubbi sui reparti tedeschi responsabili delle atrocità narrate e sulla precisa dinamica dei fatti. Inoltre, ciò ha segnato inevitabilmente la memoria storica dei territori coinvolti, che risulta spesso divisiva, se non del tutto assente.

A Guidonia Montecelio ciò si manifesta nelle gravi lacune della memoria pubblica e della toponomastica: innanzitutto, va fatto notare che, fatta eccezione per le 4 vittime di Montecelio - oltre ai tre citati poc'anzi vi è anche Attilio Palozza, ferito mortalmente da un milite fascista il 21 ottobre 1943 -, l'unica strada intitolata a un caduto del territorio si trova in località Le Casette, con via Flavio Stazi, militare disperso nei Balcani nel giugno 1944 mentre era in corpo alla Divisione Italiana Partigiana "Garibaldi"; del tutto assenti, invece, vie intitolate alla memoria di Giuseppe Fabrizi, di Eva D'Animi e del giovanissimo Giuseppe Ciccotti; inoltre, nella città non vi sono lapidi o monumenti in ricordo dei numerosi bombardamenti alleati subiti da Guidonia tra l'ottobre del 1943 e la primavera del 1944 o delle loro vittime. Se conosciamo l'identità di queste ultime è solo grazie alle ricerche del socio di Oltre Il Ponte Marco Brocchieri, che è riuscito a dare un nome alle 12 vittime del bombardamento del 24 ottobre 1943 (Antonio Salvati, Maria Rosa Coccia, Vittorio Cavallo, Luisa Gramegna, Isolina Messi, Giuseppe Grilli, Giuseppe Mosconi, Serafino Di Palma, Vincenzo Bico, Giancarlo Malaguti, Giuseppe Cavallo e Francesco De Leo) e alle 4 del 13 gennaio 1944 (Luigi Manchia, Gioacchino Arcangeletti, Filippo Silvi e Bartolomeo Panichi).

Gli appuntamenti per il futuro

L'impegno delle associazioni promotrici della Passeggiata della memoria è quello di proseguire il lavoro intrapreso nell'ultimo biennio, volto alla riscoperta e alla divulgazione della storia locale e delle tante piccole vicende, spesso dimenticate, che l'hanno contraddistinta. Emblematica, in tal senso, l'intitolazione della Sezione ANPI di Guidonia a Concetta Piazza, ostetrica di Montecelio che venne imprigionata a via Tasso e successivamente decorata con Medaglia di Bronzo al Valor Militare per aver dato nascondiglio nelle campagne intorno al paese a 40 ex prigionieri di guerra alleati, evasi dal campo di concentramento di Fara Sabina dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943.

Si dà pertanto appuntamento all'edizione 2024 di questa bella iniziativa.

Sezione ANPI “Concetta Piazza”
di Guidonia Montecelio

Associazione Giovanile
Oltre Il Ponte

Cammino della Liberazione
della Valle dell’Aniene

Ultima modifica ilMercoledì, 28 Giugno 2023 16:13

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.