BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
L'AQUILA - L'AQUILA 1927 FEMMINILE SI RITIRA DAL CAMPIONATO DI SERIE C FEMMINILE: L'Aquila 1927 femminile non scenderà più in campo almeno fino al termine della stagione di serie C.Lo si apprende da una comunicazione ufficiale della società riportata anche sui propri canali social. "Nel sottolineare che i propri impegni sono stati onorati sotto GIULIANOVA - TRAGEDIA,FRATELLO E SORELLA MUOIONO LO STESSO GIORNO IN CIRCOSTANZE DIVERSE: Una tragedia che ha sconvolto un intero paese, quello di Giulianova. Un noto commerciante della zona, di 67 anni, si è tolto la vita all'interno della propria vettura in circostanze drammatiche. Subito dopo, una nipote appresa la notizia, ha cercato COCULLO - IL RITO DEI SERPARI, AL VIA L'ITER PER LA CANDITATURA UNESCO: Redazione-  Riprende con nuovo impulso l'iter per la candidatura a patrimonio immateriale Unesco della festa di san Domenico abate di Cocullo, più conosciuta come "Rito dei Serpari", ritenuta non solo una vetrina per il piccolo borgo, ma anche per gli PROFUMI D'ABRUZZO - POMODORO PERA D'ABRUZZO VARIETA' ANTICA E PREZIOSA: Redazione-  Il pomodoro pera abruzzese ha sostenuto l’economia della regione per secoli. Ma negli anni ’70, con l’arrivo del pomodoro ibrido industriale, più resistente e facile da coltivare, questa varietà stava andando perduta. Grazie al progetto di recupero della Regione ABRUZZO IN TAVOLA - LA PIZZA SCIMA ANTICA RICETTA DEL 600: Redazione-  La storia della pizza scema parte da lontano. Nella ricetta si fondono le influenze della panificazione romana e la tradizione gastronomica giudaica. A partire dalla fine del 1600 infatti, in seguito a un terribile maremoto che decimò le popolazioni COSENZA - GRANDE EVENTO DI PIZZICA SALENTINA A LATTARICO: Redazione-  Grande evento di Pizzica Salentina a Lattarico, in provincia di Cosenza. LA SCUOLA DELLE NOSTRE TRADIZIONI di Valentina Donato e Fortunato Stillittano, presenta Stage di Pizzica Salentina con i maestri STEFANO CAMPAGNA ( BALLERINO della notte della Taranta ) PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO - I CUCCIOLI DELL'ORSA AMARENA SONO DUE MASCHI E SONO USCITI DAL LETARGO: Redazione-  Sono usciti allo scoperto, dopo il periodo del letargo e stanno bene i due orsi figli di Amarena, uccisa a fucilate il 31 agosto scorso a San Benedetto dei Marsi, a pochi passi dai due cuccioli di pochi mesi SCURCOLA MARSICANA - LA SCOSSA DI TERREMOTO IN SERATA BEN DISTINTA SUL TERRITORIO: La scossa di terremoto alle 22.11 a 4 km di profondità, con 3.1 di magnitudo, è stata ben distinta dalla popolazione, ma anche nel territorio di Tagliacozzo, Carsoli ed addirittura ad Agosta in provincia di Roma. Una scosssa ben distinta, SCURCOLA MARSICANA - TRE LE SCOSSE DI TERREMOTO NELLA GIORNATA: Redazione-  Sono tre le scosse di terremoto avvertite nella giornata di oggi a Scurcola Marsicana. La prima scossa è stata registrata alle 11.56 a 5 km di profondità, con 1.3 di magnitudo. In serata due scosse, una ben distinta dalla PIANA DEL CAVALIERE - DOPO I LIMITI DI VELOCITA' VOLUTI DALL'ANAS SULLA SS83 MARSICANA, QUANDO ARRIVERA' L'ORDINANZA PER LA TIBURTINA: L'Anas nella giornata di oggi a emesso l'ordinanza 55/2024/AQ per ridurre il limite di velocita' a 50 km/h e divieto assoluto di sorpasso, su gran poarte della SS 83 Marsicana, per le continue scorribande dei centauri nel fine settimana. Il

TRE BOCCIATURE SULLA STIMA DEL PIL ALL'1% PER IL GOVERNO

TRE BOCCIATURE SULLA STIMA DEL PIL ALL'1% PER IL GOVERNO Prodotto Interno Lordo

Redazione-Momento critico per il governo italiano, che vede piovere una tripla bocciatura sulle previsioni di crescita contenute nella nota di aggiornamento al DEF: le stime sono già state riviste al ribasso allo 0,8% per il 2016 ed all’1% per il 2017, ma non basta  ad allineare le previsioni formulate dall’esecutivo con quelle ipotizzate dalla Corte dei Conti, da Bankitalia e dall’Ufficio parlamentare di bilancio. Unica nota positiva il parere dell’Istat, che definisce le stime “coerenti con i conti trimestrali” per il 2016.

L’Upb presieduto da Giuseppe Pisauro ha definito le stime sul PIL 2017 “significativamente fuori linea” e, dunque, troppo ottimistiche per la reale situazione dell’economia italiana. Anzi, l’Ufficio ammette anche che si possono “ipotizzare rilevanti scostamenti in eccesso della crescita reale e nominale anche per il 2018”.

La bocciatura arriva assieme a quella della Corte dei Conti che, nel corso di un’audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, parla di un “rischio al ribasso” delle previsioni formulate dal governo, con effetti negativi sul “percorso programmatico di finanza pubblica”, e di “elementi di fragilità” delle previsioni, soprattutto con riguardo al volume delle esportazioni.

Nella stessa occasione, il vicedirettore generale di Bankitalia, Federico Signorini, ha sottolineato che l’obiettivo di crescita formulato dal governo è “ambizioso” e “la dinamica del prodotto è significativamente maggiore di quella del quadro tendenziale”. L’Istituto di Palazzo Koch, tuttavia, ammette che la previsione è basata su una composizione della manovra sulla quale la Nota non fornisce informazioni di dettaglio”.

Ed è a questo appiglio che si è aggrappato il Ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, nella sua risposta alle eccezioni formulate dalle tre importanti istituzioni economiche. Alla critica di aver formulato stime troppo ottimistiche, il numero uno dell’Economia ha replicato che l’obiettivo è certamente “ambizioso”, ma “realizzabile”, perché si basa su “una manovra che dà una spinta alla crescita” e sulle misure contenute in essa, di cui Bankitalia, Corte dei Conti e Upb non potevano certo essere a conoscenza. 

“Questa ambizione è sostenuta in modo concreto da una manovra che dà una spinta alla crescita”, ha spiegato Padoan, rimarcando che “tutte queste informazioni non erano disponibili e quindi è chiaro che ci sono margini per chiudere il gap tra le previsioni”.

Il Ministro ha poi affrontato il tema delle relazioni con la Commissione europea, affermando che sul tema della flessibilità “non c’è un piano B” ma un “dialogo continuo” per evitare situazioni di conflitto che non farebbero né all’Italia né alla Commissione.

Def

Ultima modifica ilMercoledì, 12 Ottobre 2016 19:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.