BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ANTICOLI CORRADO - LA TENACIA, DI RIPRENDERE LA PROPRIA PASSIONE, QUESTA E' LA DIPLOMANDA ELEONORA POMPEI DELLA THE SOUL: Il percorso della danza, è un mondo incantato, dove i sacrifici abbracciano la gioia, la passione, e a volte la vita ci fa perdere la propria strada. Oggi, arriva per l'allieva ELEONORA POMPEI della THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE di ROVIANO - GRINTA, SACRIFICIO, PIANTO, TUTTI GLI INGREDIENTI DELLA DIPLOMANDA GIULIA DI FABIO ALLA THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE DI: Nulla arriva senza sacrificio, senza soffrire, ridere, piangere. Nelle ore di danza, si vede il pianto, la gioia, gli alti e spesso i bassi, dove ogni attimo sembra correre, e a volte sembra fermarsi in un silenzio. Ma giorno dopo CARSOLI - ALLA THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE ENCOMIO PER LA DIPLOMANDA ARIANNA DI CASIMIRO: Una giornata piena di emozioni, alla scuola di danza in stile accademico THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE di Carsoli, dove si sono svolti gli esami di fine anno accademico 2023/2024. Tra gli allievi, tre sono le ragazze diplomande, e tra POZZUOLI - DOPO LA FORTE SCOSSA DI TERREMOTO IN SERATA IM MIGLIAIA IN STRADA PER LA NOTTE: In serata una forte scossa, di 4.4, ha veramente messo paira alla popolazione di Pozzuoli. In Milgiaia in strada, con la paura che si evidenziava senza chiedere nulla, molte le scene di ansia ed isterismo, causato da uno sciame sismico ULTIM'ORA CAMPLI FLEGREI - IN SERATA FORTE SCOSSA DI TERREMOTO 4.4, LA PIU' FORTE DEGLI ULTIMI QUARANTA ANNI: Non si placa la sciame sismico nella zona dei Campli Flegrei, ed in serata una delle scosse piu' forti. Ai Campi Flegrei è in corso uno sciame sismico, non ancora concluso, che ha fatto registrare oltre 20 terremoti nell'arco di CARSOLI - SI E' CONCLUSO IL PROGETTO DELLA CRI " DIARIO DELLA GENTILEZZA ": A Dicembre la CRI di Carsoli, aveva attuato il progetto DIARIO DELLA GENTILEZZA, consegnando dei Diari, in cui i ragazzi della 3 elementare delle scuole di Carsoli, Oricola, Pereto e Rocca di Botte avrebbero dovuto scrivere ogni giorno un gesto TAGLIACOZZO - SCIENZIATI DA TUTTO IL MONDO PER IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULL'EPILESSIA: Oltre sessanta persone tra medici, scienziati e ricercatori nel campo della neurologia sono a convegno da oggi, lunedì 20 maggio, fino al prossimo sabato 25, a Tagliacozzo. “International residential course on drug resistant epilepsies” è il nome di questo importante evento SARDEGNA IN TAVOLA - LASAGNA DI PANE CARASAU: Le lasagne di pane carasau sono un primo piatto ricco e gustoso, che ben si presta ad essere servito anche come piatto unico. Le lasagne di pane carasau sono una ricetta davvero originale: scoprirete che le classiche lasagne di pasta possono CARSOLI - LA ISON VOLLEY VINCE IL CAMPIONATO FEMMINILE DI PALLAVOLO: Un grande traguardo per le ragazze del Presidente Cimei, ed un garnde encomio per tutta la popolazione. La Ison Volley Carsoli vince il campionato di II Divisione Femminile del C.T. di Roma e passa in Prima Divisione. Un grande gruppo, TUFO DI CARSOLI - L'INTONACO ICONA DEL PAESE, STORIA DEL MAESTRO ALBERTO MANZI: Per chi non lo conoscesse Alberto Manzi è stato, negli anni cinquanta, un famoso maestro che nei primi anni della televisione, attraverso un famoso programma “Non è mai troppo tardi” insegnò a molti adulti, reduci dalla guerra e in gran

PRESEPE ISLAMICO IN CHIESA: MARIA CON IL BURQA E GIUSEPPE MUSSULMANO

Il Presepe Islamico Il Presepe Islamico

Redazione-Un presepe “islamico”, con Maria e Giuseppe che indossano copricapo e vestiti che richiamano le tradizioni arabe. Maria è coperta fino agli occhi da una sorta di burqa. Quando nelle rappresentazioni tradizionali la madre di Gesù viene sempre raffigurata velata ma a volto scoperto. Mentre Giuseppe ha le sembianze di un imam dell'impero ottomano. Quindi la grotta di Betlemme è sostituita da una tenda sulla quale campeggia lo slogan “Costruiamo ponti non muri”, ancor più pregnante in tempi di terrorismo islamico. Poi spunta una bandiera della pace. Mentre una barca con a bordo persone di colore attraversa uno specchio d’acqua, forse a simboleggiare i barconi di clandestini.

Quel che risulta più chiaro è il muro alle spalle di Gesù Bambino, che nella bizzarra concezione dell’autore rappresenterebbe l’egoismo populista dei popoli che erigono barriere. Un muro punteggiato da scritte come “state a casa vostra” e “che venite a fare da noi”. Ricapitolando, gli immigrati sarebbero Gesù, Giuseppe e Maria respinti dal mondo opulento, con case al posto delle tende, popolato da persone ricche, ignoranti, cattive e probabilmente razziste. L’interpretazione della Natività in chiave politica, con effetti che rasentano la comicità, è allestita nella chiesa di Sant’Anna a Potenza da un parroco particolarmente creativo e ansioso di colpevolizzare i fedeli che nutrono qualche dubbio sull’accoglienza indiscriminata.

“Accordandogli il beneficio dell’innocenza, ci limitiamo a dire che il parroco in questione ha preso un abbaglio – spiega Marialuisa Bonomo, coordinatrice di “Prima i lucani” - Perché tutti i profeti menzionati nel corano sono musulmani. Quindi il Gesù coranico che si prostra ad Allah e indica Maometto come “il Sigillo della profezia” non ha nulla a che fare con il nostro Gesù Cristo. Lo stesso è per la Vergine Maria, San Giuseppe, ma anche per Abramo. Non c’è nulla in comune tra il Cristianesimo e l’Islam. All’opposto l’Islam condanna il Cristianesimo considerandolo un culto politeista, proprio perché si fonda sulla fede del Dio fatto Uomo e sulla Trinità. Nel Corano Allah prescrive che ebrei e cristiani devono essere uccisi”.

“Ma se di tutto ciò il parroco fosse già edotto, ebbene allora si meriterebbe una sonora scomunica perché legittimando l’islam ha delegittimato il cristianesimo. Non a caso la Chiesa per 1400 anni ha condannato l’islam, Maometto e il Corano. L’errore in cui è caduta la Chiesa, a partire dal documento “Nostra Aetate” del 1965, è la sovrapposizione della dimensione della persona con la dimensione della religione, immaginando che per amare cristianamente i musulmani come persone, si debba legittimare l’islam come religione a prescindere dai suoi contenuti violenti. – aggiunge Bonomo - Possiamo sperare in un intervento chiarificatore di Papa Francesco a difesa del “Natale Cristiano” come lui stesso ha precisato in una telefonata a sorpresa a Uno Mattina su Raiuno? Possiamo sperare che il parroco metta da parte la sua islamofilia e conceda a noi cristiani il presepe cristiano abolendo questo teatrino islamico?”.(Fonte:ilpopulista.it)

Islam

Ultima modifica ilLunedì, 02 Gennaio 2017 17:54

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.