BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
MUORE IL CALCIATORE MATTEO GIANI, AVEVA AVUTO UN ARRESTO CARDIACO IN CAMPO, AVEVA 26 ANNI: Purtroppo questa mattina il cuore di Mattia Giani, ha smesso di battere. La gravità dell’accaduto, durante la partita di calcio, è stato subito chiaro a tutti i presenti allo stadio di Campi Bisenzio, struttura che ospitava il Castelfiorentino. Mattia, 26 CINEMA - 57 ANNI FA SI SPEGNEVA UNA STELLA, MORIVA IL GRANDE TOTO': Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio, per l’eternità noto come Totò, lo aveva previsto: solo alla sua morte gli avrebbero riconosciuto lo status di grande artista e così fu, nonostante la sua poesia CARSOLI - FIORI E COLORI PER IL MONUMENTO AI CADUTI: Il sindaco, Velia Nazzarro, insieme all'amministrazione comunale, ha voluto porgere ai nostri caduti un po di colore, e note profumate, inserendo nel complesso del monumento dei caduti, dei fiori, nella iuole adiacenti al memoriale. Un gesto che rende il luogo GROTTAFERRATA - "GROTTA PICCANTE PEPERONCINO DI VINO" CON GLI ERRESEI, PIZZICA E TARANTE INFUOCHERANNO LA PIAZZA: A Grottaferrata, dal 19 al 21 aprile torna la manifesta dedicata al connubio tra il vino locale del il peperoncino: Grotta Piccante, Peperoncino Di Vino. Un felice connubio che vede anche il festeggiamento del patto di amicizia fra i comuni AVEZZANO - TROVATO SENZA VITA IN CASA L'AVVOCATO CARLO LUCCI: La notizia è appena arrivata in redazione. Un tragedia che ha sconvolto la comunità di Avezzano , e del mondo degli avvocati. Subito dopo pranzo è stato trovato senza vita il 58enne avvocato avezzanese Carlo Lucci.Sembrerebbe, le cause della morte, UN ANNO FA MORIVA A NEW YORK MARIO FRATTI: Inaugurato all’Istituto Italiano di Cultura un Archivio in onore del grande drammaturgo abruzzese     Redazione – Un anno fa, il 15 aprile, Mario Fratti moriva nella sua bella casa al 146W della 55^ Strada di New York, la città nella quale il PROTEZIONE E PREVIDENZA: CON POSTE ITALIANE NUOVI INCONTRI INFORMATIVI GRATUITI ONLINE PER I CITTADINI: Redazione-  “La protezione” e “La previdenza”. Sono i temi che verranno affrontati, rispettivamente domani, martedì 16 e giovedì 18 aprile, nel corso dei nuovi appuntamenti online di educazione finanziaria, completamente gratuiti e rivolti a tutti i cittadini , organizzati da Poste SAMUELE RICCOBENE | AL DI FUORI DI ME: Redazione- Dal 19 aprile 2024 è in rotazione radiofonica “Al di fuori di me”, il nuovo singolo di Samuele Riccobene disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale dal 12 aprile."AL DI FUORI DI ME" è un brano dance elettronico L'ISWEB AVEZZANO RUGBY ALLUNGA LA SCIA DI VITTORIE: SCONFITTO IL CIVITAVECCHIA E CONSOLIDATO IL TERZO POSTO IN CLASSIFICA: Redazione-  Vittoria e cinque punti in più in classifica per l'Isweb Avezzano Rugby che, tra le mura amiche dello stadio "A.Trombetta", ha sconfitto il Civitavecchia Rugby con il punteggio di 31-24. Una partita che, complice anche il grande caldo, ha GRUPPO DI LETTURA, LA SCUOLA MACONDO CHIUDE CON MADDALENA FINGERLE: Redazione-  Domani 16 aprile alle ore 19.00 ci sarà l'ultimo appuntamento con il Gruppo di Lettura della Scuola Macondo di Pescara: a chiudere sarà Maddalena Fingerle con "Lingua Madre" (Italo Svevo 2021).Maddalena Fingerle è nata a Bolzano nel 1993, ha

TERREMOTO IN CENTRO ITALIA, L'INGV: "POSSIBILI SCOSSE ANCORA PIU' FORTI, MAI NELLA STORIA UNA SERIE COSI"

Faglia Faglia

Redazione-Centro Italia devastato da quattro forti scosse, tutte oltre magnitudo 5, ma a far paura sono soprattutto i prossimi giorni. Cosa attende ancora le popolazioni dopo uno sciame che dura quasi senza sosta dal 24 agosto? L'Ingv parla di "serie mai vista" e le previsioni non inducono all'ottimismo.

La previsione. «Non si può escludere il verificarsi di terremoti di magnitudo comparabile o superiore a quelli di questa mattina». Ad evidenziarlo è l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in uno statement sui quattro forti terremoti che hanno colpito oggi l'area dell'Appennino Centrale.  I terremoti più forti di magnitudo maggiore di 5.0 registrati dall' Ingv sono avvenuti alle ore 10,25 italiane di magnitudo 5.3 (Mw 5.1); alle ore 11, 14 di magnitudo 5.4 (Mw 5.5); alle ore 11, 25 di magnitudo 5.3 (Mw 5.4); alle ore 14,33 di magnitudo 5.1 (Mw 5.0).

Fenomeno nuovo. Non si è mai vista una serie di terremoti succedersi con queste modalità: la successione di quattro sismi di magnitudo superiore a 5 nell'arco di tre ore «è un fenomeno nuovo nella storia recente per le modalità con le quali si manifestato». Lo ha detto il sismologo Alessandro Amato, dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia ( Ingv).

La faglia. Le quattro principali scosse di terremoto hanno coinvolto un'area lunga circa 10-15 km in direzione appenninica e larga circa 5-6 km che si trova in una zona a pericolosità sismica molto alta. A localizzarlo è stata la Rete Sismica Nazionale dell' Ingv. L'area interessata coinvolta dai terremoti registrati oggi, prosegue l' Ingv, è «compresa tra l'area interessata dalla sequenza sismica del 2009» che ha colpito L'Aquila, e «la parte meridionale della sequenza sismica iniziata il 24 agosto scorso in Italia centrale». Dopo il terremoto del 24 agosto, riferisce ancora l'Ingv, «si sono verificati in quest'area eventi di bassa magnitudo concentrati poco a nord di Montereale e nella zona tra Pizzoli, Barete e Cagnano Amiterno. I sismologi dell' Ingv sottolineano che in quest'area «è stato registrato solo un terremoto di magnitudo maggiore di 4.0 il 29 novembre 2016 (M 4.4) a 3 km da Montereale». 

Nessun effetto domino. Per il sismologo Alessandro Amato, dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ( Ingv) «a questo punto è improprio descrivere quanto sta accadendo come un effetto domino». Nel caso del domino, infatti, l'orientamento in cui cadono le tessere suggerisce un'unica direzione, uguale per tutte e nella quale tutte sono coinvolte. Considerando la sequenza iniziata il 24 agosto, invece, si nota che «i terremoti non si sono spostati tutti a Nord o a Sud, ma che si sono mossi a macchia di leopardo, e che alcune zone non si sono mosse». Si potrebbe parlare piuttosto, secondo Amato, di «attivazione frammentata», nella quale quale la stessa faglia si rompe un pò alla volta. Nel caso dei terremoti di oggi questo va, naturalmente, verificato: al momento non è che un'ipotesi.

Scosse In Centro Italia

Ultima modifica ilVenerdì, 27 Gennaio 2017 12:36

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.