BENVENUTI SU CAVALIERENEWS

Arrow up
Arrow down

le vostre notizie a portata di web

Log in
Ultime Notizie
ANTICOLI CORRADO - LA TENACIA, DI RIPRENDERE LA PROPRIA PASSIONE, QUESTA E' LA DIPLOMANDA ELEONORA POMPEI DELLA THE SOUL: Il percorso della danza, è un mondo incantato, dove i sacrifici abbracciano la gioia, la passione, e a volte la vita ci fa perdere la propria strada. Oggi, arriva per l'allieva ELEONORA POMPEI della THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE di ROVIANO - GRINTA, SACRIFICIO, PIANTO, TUTTI GLI INGREDIENTI DELLA DIPLOMANDA GIULIA DI FABIO ALLA THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE DI: Nulla arriva senza sacrificio, senza soffrire, ridere, piangere. Nelle ore di danza, si vede il pianto, la gioia, gli alti e spesso i bassi, dove ogni attimo sembra correre, e a volte sembra fermarsi in un silenzio. Ma giorno dopo CARSOLI - ALLA THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE ENCOMIO PER LA DIPLOMANDA ARIANNA DI CASIMIRO: Una giornata piena di emozioni, alla scuola di danza in stile accademico THE SOUL FLIES ACCADEMY DANCE di Carsoli, dove si sono svolti gli esami di fine anno accademico 2023/2024. Tra gli allievi, tre sono le ragazze diplomande, e tra POZZUOLI - DOPO LA FORTE SCOSSA DI TERREMOTO IN SERATA IM MIGLIAIA IN STRADA PER LA NOTTE: In serata una forte scossa, di 4.4, ha veramente messo paira alla popolazione di Pozzuoli. In Milgiaia in strada, con la paura che si evidenziava senza chiedere nulla, molte le scene di ansia ed isterismo, causato da uno sciame sismico ULTIM'ORA CAMPLI FLEGREI - IN SERATA FORTE SCOSSA DI TERREMOTO 4.4, LA PIU' FORTE DEGLI ULTIMI QUARANTA ANNI: Non si placa la sciame sismico nella zona dei Campli Flegrei, ed in serata una delle scosse piu' forti. Ai Campi Flegrei è in corso uno sciame sismico, non ancora concluso, che ha fatto registrare oltre 20 terremoti nell'arco di CARSOLI - SI E' CONCLUSO IL PROGETTO DELLA CRI " DIARIO DELLA GENTILEZZA ": A Dicembre la CRI di Carsoli, aveva attuato il progetto DIARIO DELLA GENTILEZZA, consegnando dei Diari, in cui i ragazzi della 3 elementare delle scuole di Carsoli, Oricola, Pereto e Rocca di Botte avrebbero dovuto scrivere ogni giorno un gesto TAGLIACOZZO - SCIENZIATI DA TUTTO IL MONDO PER IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULL'EPILESSIA: Oltre sessanta persone tra medici, scienziati e ricercatori nel campo della neurologia sono a convegno da oggi, lunedì 20 maggio, fino al prossimo sabato 25, a Tagliacozzo. “International residential course on drug resistant epilepsies” è il nome di questo importante evento SARDEGNA IN TAVOLA - LASAGNA DI PANE CARASAU: Le lasagne di pane carasau sono un primo piatto ricco e gustoso, che ben si presta ad essere servito anche come piatto unico. Le lasagne di pane carasau sono una ricetta davvero originale: scoprirete che le classiche lasagne di pasta possono CARSOLI - LA ISON VOLLEY VINCE IL CAMPIONATO FEMMINILE DI PALLAVOLO: Un grande traguardo per le ragazze del Presidente Cimei, ed un garnde encomio per tutta la popolazione. La Ison Volley Carsoli vince il campionato di II Divisione Femminile del C.T. di Roma e passa in Prima Divisione. Un grande gruppo, TUFO DI CARSOLI - L'INTONACO ICONA DEL PAESE, STORIA DEL MAESTRO ALBERTO MANZI: Per chi non lo conoscesse Alberto Manzi è stato, negli anni cinquanta, un famoso maestro che nei primi anni della televisione, attraverso un famoso programma “Non è mai troppo tardi” insegnò a molti adulti, reduci dalla guerra e in gran

CAUSE, EFFETTI E RIMEDI DELLA LUDOPATIA NELL’AFFOLLATO CONVEGNO A CAPISTRELLO

Ludopatia Ludopatia

Redazione-Si è svolto ieri pomeriggio, nei locali del Centro Anziani, il convegno sulla ludopatia organizzato dall’Amministrazione Comunale. Alla presenza di numerosi cittadini, i relatori hanno illustrato i vari aspetti del problema. Dopo i saluti del sindaco Franco Ciciotti, che ha definito il gioco d’azzardo come “una dipendenza che distrugge la persona e la famiglia e sulla quale le istituzioni hanno il compito di mantenere alta l’attenzione”, la dottoressa Monia Giordani, assistente sociale – mediatore familiare Aims, ha relazionato sull’aspetto sociale della dipendenza da gioco.

“Il gioco d’azzardo patologico – ha esordito – è entrato prepotentemente nella nostra comunità. Alle persone che nel nostro paese vivono questo problema vogliamo far sentire che ci siamo e che si possono rivolgere al proprio medico di base ed avere da lui tutte le informazioni necessarie sull’iter da seguire”.

Secondo la dottoressa Giordani il gioco d’azzardo è un fenomeno che ha rilevanza sia livello economico sia a livello sociale. Non sono solo gli uomini a giocare, ma anche le donne, soprattutto tra i 40 e i 70 anni,  gli adolescenti, che spesso in mancanza di denaro si rendono anche autori di furti, e gli anziani che nel gioco sperperano tutta la pensione. La crisi economica non ha portato ad un abbassamento del numero dei giocatori, ma anzi è successo il contrario e le fasce più deboli sono quelle che giocano di più. Le cause sono da ricercare nello stress in ambito lavorativo, in periodi di difficoltà e nell’ insorgenza o aggravamento di stati d’ansia.

Il dottor Stefano Croce, biologo-ricercatore presso l’Università La Sapienza di Roma, è invece intervenuto sugli aspetti biologici della ludopatia spiegando le similitudini tra dipendenza da sostanza e dipendenza da gioco. “La dipendenza da gioco rientra tra le cosiddette dipendenze da sostanza perché genera gli stessi comportamenti. Il livello di noradrenalina in giocatori d’azzardo patologici è inferiore  rispetto a quello dei giocatori occasionali e questo spinge i primi a giocare sempre di più per poter provare più eccitamento. Guarire non è affatto facile. Bisogna rendere consci del problema, far recuperare ai pazienti il controllo delle proprie azioni. Se non trattato per tempo, il gioco può avere effetti devastanti. La terapia può essere farmacologica con antidepressivi o con antagonisti dei narcotici”.

Ha chiuso gli interventi il dottor Moreno Marcucci, docente presso la facoltà di psicologia dell’Università di Chieti: “Il problema della dipendenza è che la persona non ha consapevolezza del fatto che il suo comportamento sia sbagliato. La persona tende a proiettare nel mondo altro le sue ambizioni, i suoi desideri. Il giocatore ha estremamente bisogno d’aiuto e prima si richiede una consulenza meglio è. La famiglia in questo gioca un ruolo importante. Le situazioni molto gravi vanno trattate in strutture specializzate”. Ha moderato il

dottor Mauro Croce.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.